Lucca: che disastro!

Sulla famosa manifestazione di giochi e fumetti. About the famous event related to comics and games

Lucca: che disastro!

Messaggioda flacchittocca » 4 nov 2010, 11:42

Ciao a tutti, sono Flaminia di acchittocca e come avrete notato non scrivo spesso.
Ma stavolta non posso proprio evitarlo.

La mia esperienza alla fiera di quest'anno è stata davvero difficile, a causa di un'organizzazione a dir poco folle. Per questo mi sembra giusto, a vantaggio di chiunque avesse intenzione di andare a Lucca nei prossimi anni, fare un quadro della situazione di questa edizione.

Non mi dilungo sulla sostanziale povertà dell'offerta ludica, nota a tutti, e provo a raccontarvi i disagi più clamorosi che ho incontrato:
- sono arrivata il giovedì, sperando di comprare i biglietti in anticipo per evitare la fila del venerdì e ho scoperto che i biglietti non erano ancora in vendita: in tal modo la fila per l'acquisto era inevitabile!
- venerdì sono andata in una delle biglietterie in città, sempre per evitare file, e ho scoperto che lì vendevano solo biglietti giornalieri e che dovevo provare con un'altra biglietteria. Alla seconda tappa ho fatto la mia prima fila e ho speso 72 € per due abbonamenti.
- il sabato, convinta che la spesa ingente e anticipata mi avrebbe fatto risparmiare, finalmente, la fila, mi sono diretta all'ingresso: ebbene la geniale organizzazione prevedeva che chi aveva l'abbonamento dovesse fare un'ulteriore fila per ottenere il braccialetto del giorno!!! Dopo un tentativo di discussione con alcuni ragazzi dell'organizzazione ho fatto la mia seconda fila (una buona mezz'ora) e sono entrata;
- terza fila per il braccialetto la domenica, sotto la pioggia. Per fortuna l'ho fatta in una biglietteria in città, perché la fila davanti all'area giochi era lunga e mooolto bagnata! La pioggia ha poi prodotto ulteriori follie: passaggi obbligati in pozzanghere e simpatiche "cascatelle" naturali, blocchi di strade e gallerie, ma soprattutto... una nuova fila! Stavolta, oltre a dover faticare per prendere il proprio biglietto/braccialetto ci aspettava anche una fila all'unico ingresso dell'area giochi (si, perché lo stand più grande della fiera era l'unico ad avere una sola entrata, e con la pioggia si è bloccato tutto!).
- ennesima fila-braccialetto il lunedì, sempre sotto la pioggia. Ma almeno ci siamo divertiti a vedere quante persone si passavano serenamente e comodamente fra loro 'sti bellissimi braccialetti colorati, eludendo l'astuttissima sorveglianza.

Appena posso vi metto pure le foto, così chi non c'è stato si fa due risate...

Saluti a tutti e alla prossima... sicuramente non a Lucca...
Offline flacchittocca
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 72
Iscritto il: 06 giugno 2005
Goblons: 60.00
Località: roma
Mercatino: flacchittocca

Messaggioda Inuyasha » 4 nov 2010, 11:48

Non è la prima volta!
E' dal 2006 che le cose (mal) funzionano così, solo che di anno in anno c'è sempre più gente.
Sono un mezzo demone cacciatore di giochi
Offline Inuyasha
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1200
Iscritto il: 24 maggio 2004
Goblons: 0.00
Località: Palermo
Mercatino: Inuyasha

Messaggioda mattnik » 4 nov 2010, 12:25

L'organizzazione può aver le sue pecche, ma con 135.000 visitatori in 4 giorni direi che è venuta fuori una bella fiera!

Inoltre, mi permetto di dissentire sulla scelta dei giochi: allo stand della GiochiUniti c'era di tutto e di più: vagonate di giochi da acquistare, giochi nuovi e anteprime, giochi "vecchi" ma con espansioni nuove. Ben 35 tavoli dimostrativi, e lo stand più grosso di tutto il padiglione dedicato ai giochi da tavolo!

Io non mi lamenterei... ;)

Il fattore "K" è...Bandito!

Offline mattnik
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
Top Uploader
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2848
Iscritto il: 23 agosto 2006
Goblons: 560.00
Località: Castiglione d'Adda (LO)
Mercatino: mattnik

Messaggioda flacchittocca » 4 nov 2010, 12:28

Scusa, ma il gran numero di visitatori e quindi di GUADAGNO, lungi dal giustificare le carenze nell'organizzazione dovrebbe comportare un miglioramento del servizio...
Offline flacchittocca
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 72
Iscritto il: 06 giugno 2005
Goblons: 60.00
Località: roma
Mercatino: flacchittocca

Messaggioda il_Nadir » 4 nov 2010, 12:45

Sull'organizzazione c'è poco da dire quando piove Lucca diventa un problema. Del resto gestire tutta quella gente nel centro storico di una cittadina medioevale è già difficile in condizioni buone figuriamoci con la pioggia e tenete conto che quella di Domenica e Lunedì non è stata esattamente una pioggerella così... ma ha creato danni in tutta la provincia di Lucca e praticamente in tutto il Nord/Centro Italia... il fatto che l'organizzazione sia riuscita a contenere il disagio è già molto.

Sulle file per i biglietti secondo me le cose possono ancora migliorare gestendo meglio probabilmente le prevendite e la distribuzione dei braccialetti giornalieri (per esempio non capisco perchè non possano dare i braccialetti per tutti i giorni acquistati la prima volta a chi compra gli abbonamenti almeno si fa una fila sola il primo giorno).
Però anche su questo fronte devo dire che chi è stato a Lucca anche solo 4 o 5 anni fa sa che era molto molto peggio allora. Adesso la situazione era più vivibile, con più biglietterie, ghiaia opportunamente sistemata all'ingresso del padiglione games per non essere costretti a guadare fiumi di fango (e in passato credetemi l'ho fatto davvero) ecc. Per cui direi che non è sicuramente tutto perfetto e probabilmente senza una struttura fieristica permanente non lo sarà mai, ma bisogna anche dire che l'organizzazione ogni anno fa passi in avanti e si migliora.

Sulla proposta ludica, io non la definirei così tragica. Mattnik ha già ricordato qualcosa, e io preciso che allo stand Giochi Uniti i tavoli dimostrativi erano precisamente 36 su cui si potevano provare quasi 50 titoli diversi tra novità assolute, giochi usciti durante l'anno e qualche best seller. A cui dobbiamo poi aggiungere i 12 tavoli che si trovavano li accanto di NGI-Nexus i cui prodotti erano poi venduti sempre da Giochi Uniti per un totale di 48 tavoli dimostrativi, con una selva di ragazzi li disponibili a far provare e spiegare una vagonata di giochi. Non so se sarebbero bastati 4 giorni a chi avesse voluto trattenersi e provare tutti i vari giochi proposti.
In vendita solo allo stand Giochi Uniti c'erano una infinità di titoli, per il primo anno mi sono trovato nell'imbarazzo di accorgermi di non sapere praticamente nulla di qualche titoli (per fortuna pochi) di quelli che avevo in vendita allo stand (e di questo mi dispiaccio moltissimo con chi è passato a chiedermi proprio quei titoli, ma per fortuna sono sempre riuscito a trovare qualcuno dello staff che potesse spiegarglieli o anche farglieli direttamente giocare). C'erano tutte le novità che Giochi Uniti tratta uscite e disponibili in Italiano, di due titoli come Costantinopoli e Runewars che si sapeva non avrebbero mai fatto in tempo ad essere consegnati per tempo alla fiera si è deciso di fare arrivare un po' di copie per via aerea spedendo una follia in spedizioni e vendendole dunque praticamente in rimessa pur di averne almeno un po' di copie da mostrare e vendere agli appassionati. Se non è un servizio questo ditemi voi...
E tutto questo per non parlare dell'area demo e vendita di Editrice Giochi, dello stand Red Glove che faceva provare le sue novità, della Ludoteca messa in piedi dai goblin di Pisa, delle iniziative demo sui GdR, dell'area demo Da Vinci e dei tavoli demo di Oliphante ecc. ecc. (perdonatemi se non vi cito tutti mi sono limitato a quelli intorno allo stand Giochi Uniti che ho avuto modo di vedere per 4 giorni).

Insomma è vero che i videogiochi occupavano una vasta parte dell'offerta del padiglione games, ma dire che l'offerta ludica di Games fosse penosa è davvero poco onesto a mio parere.
Offline il_Nadir
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 633
Iscritto il: 01 ottobre 2007
Goblons: 30.00
Località: Milano
Mercatino: il_Nadir

Messaggioda Rayden » 4 nov 2010, 13:04

Assolutamente d'accordo con Flaminia:
1- la gestione della fiera è stata SCANDALOSA. C'era almeno il doppio della gente che le strutture erano in grado di contenere.
2- sarà che venivo da Essen, ma l'offerta di giochi era assolutamente ridicola: zero concorrenza, zero rarità, zero giochi usati, i soliti quattro titoli stranoti, più una manciata di novità. Per non parlare della Ludoteca, con una quantità e qualità di giochi imbarazzante! Io mi lamento eccome!
3- sta storia dei braccialetti ormai è umorismo pirandelliano, talmente nosense che non si può non riderci sopra.

Tra l'altro, mi permetto di correggere Flaminia: l'inenarrabile disumana fila al padiglione Games non era causata dall'unico ingresso, ma - ben più grave - dal fatto che la Protezione Civile giustamente imponeva di non far entrare più persone di un tot (ossia... non permettevano che si superasse il doppio del limite di ressa umanamente sopportabile!).

Allora, l'organizzazione deve scegliere tra queste tre opzioni: o si preoccupano di calibrare le strutture al numero di visitatori, o evitano di fare overbooking, oppure si prendono tutti gli insulti che meritano.

A quanto pare, negli ultimi anni hanno sempre optato per la terza (anche io lo farei: tanto guadagnano uguale!).
Immagine
Offline Rayden
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Organization
Top Reviewer
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 1644
Iscritto il: 09 gennaio 2008
Goblons: 1,300.00
Località: Pescara
Mercatino: Rayden

Messaggioda Krell » 4 nov 2010, 13:14

Penosa no, c'era molta roba. Purtroppo pero', secondo me, GU ha un catalogo talmente vasto che non ha potuto portare tutto e molti titoli erano anche in riassortimento/ristampa... alla fine comunque un bel po' di giochi mancavano.
Per le code..noi abbiamo preso il biglietto davanti ai Games il giorno stesso dell' entrata e credo di aver fatto molta meno coda di quelli che avevano l' abbonamento (per i bracialetti c'era una fila enorme).

ciaociao
--Krell
Offline Krell
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 559
Iscritto il: 03 novembre 2005
Goblons: 40.00
Località: Genova
Facebook: alessio.lai.148
Mercatino: Krell
10 anni con i Goblins

Messaggioda pacobillo » 4 nov 2010, 13:16

Alcune cose non vanno, è vero ed è sotto gli occhi di tutti (sti cavoli di braccialetti, la riduzione dei giochi da tavolo, il poco spazio nel padiglione games), ma il problema piu grande non deriva dall'organizzazione...
E' inutile, quando piove la fiera va in tilt.
Per questo mi chiedo, ma perche non spostarla in primavera?
Vi immaginate come sarebbe il tutto con il sole, le giornate lunghe e la città invasa?
Decisamente un altra cosa, la gente circolerebbe e non si rifuggerebbe nel padiglione games solo perche fuori piove (non immaginate quante persone si sedevano ai tavoli senza nemmeno sapere cos'era un gioco da tavolo, solo per ripararsi dalla pioggia...togliendo cosi spazio a chi era interessato davvero..).
Certo, le novità escono a novembre, ma io ci rinuncierei volentieri per una situazione piu vivibile (e magari dei prezzi piu competitivi..).
Immagine
Offline pacobillo
Maestro
Maestro

Avatar utente
TdG Organization
TdG Moderator
 
Messaggi: 1124
Iscritto il: 19 novembre 2007
Goblons: 180.00
Località: Pisa
Mercatino: pacobillo

Messaggioda Diper » 4 nov 2010, 13:36

il_Nadir ha scritto:Ludoteca messa in piedi dai goblin di Pisa

Rayden ha scritto:Per non parlare della Ludoteca, con una quantità e qualità di giochi imbarazzante!


Senza nessun intento polemico, ma solo per amore di precisione e per evitare accostamenti scorretti, ci tengo a sottolineare che quest'anno la Ludoteca di Lucca NON e' stata gestita dalla Tana di Pisa, che si e' occupata solo della promozione di "The Great Fire of London 1666".

Complimenti o rimostranze sulla ludoteca di quest'anno vanno tutti ai ragazzi dello Staff di Lucca C&G.
Offline Diper
Veterano
Veterano

Avatar utente
TdG Organization
Top Author
 
Messaggi: 639
Iscritto il: 06 giugno 2005
Goblons: 710.00
Località: Fornacette (PI)
Mercatino: Diper

Messaggioda Rayden » 4 nov 2010, 13:42

Diper ha scritto:Senza nessun intento polemico, ma solo per amore di precisione e per evitare accostamenti scorretti, ci tengo a sottolineare che quest'anno la Ludoteca di Lucca NON e' stata gestita dalla Tana di Pisa, che si e' occupata solo della promozione di "The Great Fire of London 1666".

Complimenti o rimostranze sulla ludoteca di quest'anno vanno tutti ai ragazzi dello Staff di Lucca C&G.


Certo Diper, infatti le mie rimostranze erano rivolte "ai ragazzi dello Staff di Lucca C&G" (o chiunque avesse allestito/gestito la Ludoteca), di certo non a voi! Sapevo bene il vostro ruolo, ho solo omesso di correggere il_Nadir prima di te. ;)
Immagine
Offline Rayden
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Organization
Top Reviewer
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 1644
Iscritto il: 09 gennaio 2008
Goblons: 1,300.00
Località: Pescara
Mercatino: Rayden

Messaggioda plombiers » 4 nov 2010, 13:44

Per semplice precisazione ci terrei a sottolineare che la Ludoteca all'interno dei padiglioni non era organizzata ne gestita dalla Tana dei Goblins.
Offline plombiers
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1656
Iscritto il: 08 novembre 2009
Goblons: 0.00
Località: Pietrasanta LU
Utente Bgg: plombiers
Board Game Arena: plombiers
Facebook: Mirco Veschi
Twitter: plombiers21
Mercatino: plombiers
Sono stato alla Gobcon 2015 Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico Ho partecipato alla Play di Modena Sono stato alla Gobcon 2016

Messaggioda il_Nadir » 4 nov 2010, 13:47

Chiedo venia dell'errore. So che negli ultimi anni è stata gestita dalla Tana di Pisa e passando ho visto alcuni ragazzi della Tana per cui ho dedotto erroneamente che la gestione fosse sempre loro.
Offline il_Nadir
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 633
Iscritto il: 01 ottobre 2007
Goblons: 30.00
Località: Milano
Mercatino: il_Nadir

Messaggioda Sgrull » 4 nov 2010, 13:53

Io ho preso la prevendita per 2 giorni 2 settimane prima... Sia il sabato che la domenica sono andato di mattina e la fila per il braccialetto non esisteva... quindi c'ho messo 2 minuti ad entrare.

Il fatto che per entrare nello stand principale la domenica ci fosse un'ulteriore fila mi sembra normale. Cosa dovevano fare? Far entrare tutte e 60mila le persone in quello stand minuscolo?

La soluzione avendo uno stand così piccolo (relativamente piccolo) era non vendere più biglietti dopo un certo orario\giorno, ma poi sarebbero arrivate altre bestemmie per il fatto che non c'erano più biglietti.

Con una situazione come quella di domenica (diluvio universale) penso che non ci sia organizzazione che tenga.
Offline Sgrull
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 128
Iscritto il: 08 dicembre 2009
Goblons: 0.00
Località: Taranto
Mercatino: Sgrull

Messaggioda Inuyasha » 4 nov 2010, 13:59

Quest'anno si vedeva eccome che la ludoteca non era gestita dalla TdG di Pisa, gli anni passati si poteva dire che stazionavo lì, parlavo con altri goblins e provavo pure moltissime novità di Essen visto che le portavano e ovviamente si trovava sempre qualche goblin con cui giocare.
Quest'anno nella ludoteca c'erano giochi da circolo rionale, se non fosse stato per gli stand GU, Red Glove e per i tavoli dell'autoproduzione non ci sarebbe stato niente di decente da provare...
Devo dire che questa mancanza è stata la maggiore delusione di quest'edizione.

La politica di vendita della GU alla fiera è scandalosa, io non compro a quei prezzi quei giochi per poi trascinarmeli in valigia... non incentivano per nulla gli acquisti.
Nel corso degli anni mi ricordo di non aver mai preso nulla da loro per poi magari comprare in seguito altrove.

Comunque con la prevendita ho accorciato di molto le file che dovevo fare, il problema dell'unica apertura per i games (anche scomoda) l'ho sentita parecchio, specie quando pioveva
Sono un mezzo demone cacciatore di giochi
Offline Inuyasha
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1200
Iscritto il: 24 maggio 2004
Goblons: 0.00
Località: Palermo
Mercatino: Inuyasha

Chi si accontenta gode... poco

Messaggioda VirginioAcchittocca » 4 nov 2010, 14:12

Sull'organizzazione di Lucca Games, assolutamente priva di qualsiasi logica se non quella di massimizzare i profitti in modo miope, la penso come Flaminia, ma sono un po' meno diplomatico.
Spesso mi sono sentito come Asterix che cercava il modulo nel palazzo dei burocrati, a volte come dentro una candid camera (poco divertente) e quasi sempre in balia del progetto demente di un burattinaio maligno (con tutto il rispetto per i burattinai maligni).

Ma come si fa a concepire un sistema che obbliga le persone a fare 2 file per prendere abbonamento e braccialetto colorato (e a volte una terza per evitare di soffocarsi a vicenda per l'inadeguatezza degli spazi disponibili)?
Ma come si fa a mettere 10 entrate-uscite presidiate da 20 ragazzi dello staff in stand di 1.000 mq e lasciare quello più grande (circa 10.000 mq a occhio) con una sola entrata e una sola uscita?
Ma come sono state dislocate le biglietterie in giro per la città, che ce n'erano alcune nei punti in assoluto più lontani dagli stand?
Ma come si fa a non pulire mai i bagni?
Ma come si fa a non rendersi conto che gli astutissimi braccialetti, bastava attaccarli in modo che restassero larghi e si potevano tranquillamente sfilare e passare; oppure si potevano attaccare e staccare con lo scotch biadesivo; oppure si potevano tagliare e riattaccare con lo scotch e tanti saluti?

La cosa strana è che, a parte me e Flaminia, non ho visto gente lamentarsi nonostante veniva continuamente messa in fila, anche sotto la pioggia, per farsi dare questo maledetto braccialetto che, se proprio non se ne poteva fare a meno, sarebbe dovuto essere consegnato contestualmente all'abbonamento e per tutti i giorni di validità dell'abbonamento stesso, ma questa ipotesi troppo economica e logica non deve essere stata presa in considerazione.

Il punto, anche leggendo alcuni interventi, è che siamo troppo abituati ad accontentarci. Abbiamo fatto 3 ore di fila in 4 giorni? Poteva andare peggio, 5 anni fa ne facevamo 6 (ma è vero? a me non sembra; qualche anno fa non venivano usati i timbri sulla mano in uscita che erano molto più sensati da tutti i punti di vista). Non si è visto alcun gioco dell'ultima Essen tranne quelli italiani? Ma c'erano tanti tavoli su cui giocare! Non c'era alcun editore straniero con i suoi prodotti? Vabbè ma c'erano tutti gli italiani...

Ma forse il fatto che io e Flaminia insieme abbiamo più di 80 anni ci fa diventare particolarmente sensibili ai disagi e bisbetici... oppure semplicemente ci piacerebbe un po' più di rispetto per noi e per le altre decine di migliaia di partecipanti, che hanno animato la fiera con i loro costumi, la loro allegria, la loro pazienza e la loro passione e che non dovremmo essere solo considerati un numero da contare per raggiungere un nuovo record di spaccio di biglietti, ma dovremmo essere considerati il motivo stesso dell'esistenza della fiera...

Non vorrei infine alimentare la polemica, ma mi sembra giusto solo dire che non è onesto (visto che questo aggettivo con un po' di leggerezza, a mio avviso, è stato usato) mettere in bocca alle persone delle parole non dette; Flaminia ha usato, riferendosi all'offerta ludica di Lucca, la parola povera (e questa, per me, è assolutamente adeguata) e non la parola "penosa" che è una parola diversa con un significato diverso.

Saluti a tutti.
Offline VirginioAcchittocca
Babbano
Babbano

Avatar utente
Game Inventor
 
Messaggi: 58
Iscritto il: 12 luglio 2005
Goblons: 30.00
Località: Roma
Mercatino: VirginioAcchittocca

Prossimo

Torna a Lucca Comics & Games

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti