Ma cosa intendete per interazione? nei boardgames intendo...

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, Rage, pacobillo

Messaggioda rporrini » 10 mar 2005, 17:40

Bella domanda.

Ci sono giochi che puoi tranquillamente fare senza minimamente interagire con gli altri, ma solo basandoti su ciò che vedi e sul tuo ragionamento.
Il tresette, ad esempio è un gioco a bassissima interazione. E' infatti detto il gioco dei sordomuti.

In Diplomacy, la tua stessa sopravvivenza nel gioco dipende dalle alleanze che ti riesci a creare. Direi che questo gioco rappresenta un ottimo esempio di gioco ad interazione massima.
Immagine
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.
Offline rporrini
Magister Antiquitatis
Magister Antiquitatis

Avatar utente
Tdg Super Moderator
Top Author
Top Uploader 1 Star
Tdg Supporter
 
Messaggi: 9594
Iscritto il: 20 febbraio 2004
Goblons: 780.00
Località: Roma - First Valley
Utente Bgg: rporrini
Board Game Arena: rporrini
Yucata: rporrini
Facebook: rporrini
Mercatino: rporrini
Puerto Rico Fan Tocca a te fan Terra Mystica Fan Alta Tensione Fan Alhambra Fan Sono stato alla Gobcon 2016

Messaggioda orsinidan » 10 mar 2005, 17:48

rporrini ha scritto:...................Il tresette, ad esempio è un gioco a bassissima interazione. E' infatti detto il gioco dei sordomuti.............................


Ciao,
direi piuttosto che è lo scopone il gioco dei sordomuti!! ;)
Nel tressette si buongioca o accusa, quindi per renderlo palese occorre pronunciar parola!! ;) ;)

orsinidan
Offline orsinidan
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 143
Iscritto il: 09 luglio 2004
Goblons: 60.00
Località: Roma (Quartiere: San Paolo)
Mercatino: orsinidan

Messaggioda romendil » 10 mar 2005, 17:50

Credo che non tutti intendano la stessa cosa. Molti ritengono che si parla di interazione quando si sviluppa un dialogo tra i giocatori, come avviene ad esempio nei giochi che prevedono "commercio" o "alleanze". In questo senso Puerto Rico e Power Grid (così come gli scacchi e i giochi astratti in genere) hanno bassa interazione...

Secondo me qualsiasi gioco è dotato di iterazione per essere un buon gioco, nel senso che le scelte di ciascuno influenzano quelle degli altri. Se un gioco ha bassa interazione (intesa in questo senso) vuo dire che è dominato dal caso e quindi prendere una decisione non conta niente per gli altri, si potrebbe giocare in solitario E' come giocare a dadi e vedere chje numero esce, non so se mi spiego...
RòmeNdil (goblin chierico), ultimamente ho giocato a:
Immagine
"L'importante non è né vincere, né partecipare: è divertirsi, davvero!"
Offline romendil
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 7286
Iscritto il: 25 ottobre 2004
Goblons: 1,235.00
Località: Roma
Utente Bgg: romendil
Board Game Arena: romendil
Yucata: romendil
Mercatino: romendil
Android Netrunner Fan Through the ages Fan Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Tifo Roma Io faccio il Venerdi GdT!

Messaggioda Galdor » 10 mar 2005, 17:53

Per "interazione tra i giocatori" si intende quanto i giocatori interagiscano socialmente tra di loro: quanto trattano, contrattano, intimidiscono, barattano, promettono, fanno accordi tra di loro! :beerchug:
Machiavelli, Diplomacy, Republic of Rome sono esempi di titoli dove il livello di interazione è molto alto: non si può giocare se non ti relazioni agli altri, se non chiaccheri con gli altri, prendi accordi, stipuli alleanze, mercanteggi, ecc.. Addirittura nei primi due c'è una fase, la + importante, dove per 15 minuti i giocatori devono semplicemente parlare tra loro per accordarsi! :adolf:
Nei giochi d'asta le cose non stanno invece così: hai mai visto a Sotheby's la gente che contratta, si accorda, ecc?! L'asta procede secondo il sistema "chi offre di più" e per far questo non c'è bisogno di interazione: "offro 5", "io offro 10" e via dicendo.. :-? Il massimo dell'interazione che puoi fare è promettere a qualcuno di non interferire in una prossima asta se quel qualcuno ti lascia campo libero nell'asta attuale! :devil: Stop.

L'interazione non è dunque una "relazione fra piu' persone in cui ciascun soggetto modifica i propri comportamenti in rapporto a quelli dell’altro": se fosse così gli scacchi sarebbero il gioco di interazione per eccellenza! 8-O
Seguendo questa definizione in realtà tutti i giochi sarebbero di interazione, perchè in (quasi) tutti agisci in conseguenza degli altri giocatori..:dunno:
L'interazione di cui si parla nelle recensioni è di tipo sociale :sars:
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)
Mercatino: Galdor

Messaggioda rporrini » 10 mar 2005, 17:58

orsinidan ha scritto:Ciao,
direi piuttosto che è lo scopone il gioco dei sordomuti!! ;)
Nel tressette si buongioca o accusa, quindi per renderlo palese occorre pronunciar parola!! ;) ;)


Non necessariamente. Infatti si usa bussare sul tavolo in caso di accuso.
Immagine
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.
Offline rporrini
Magister Antiquitatis
Magister Antiquitatis

Avatar utente
Tdg Super Moderator
Top Author
Top Uploader 1 Star
Tdg Supporter
 
Messaggi: 9594
Iscritto il: 20 febbraio 2004
Goblons: 780.00
Località: Roma - First Valley
Utente Bgg: rporrini
Board Game Arena: rporrini
Yucata: rporrini
Facebook: rporrini
Mercatino: rporrini
Puerto Rico Fan Tocca a te fan Terra Mystica Fan Alta Tensione Fan Alhambra Fan Sono stato alla Gobcon 2016

Re: Ma cosa intendete per interazione? nei boardgames... int

Messaggioda orsinidan » 10 mar 2005, 18:00

JesseCuster ha scritto:Ma, esattamente, che cosa si intende con interazione in un boardames?


Ciao,
per me l'interazione è strettamente correlata alla possibilità di "mettere il bastone fra le ruote" ai miei avversari!!
C'è interazione fra giocatori quando le decisioni dell'uno producono un "danno" o meglio ostacolano tattiche e strategie "faticosamente" pianificate dall'altro!!
Ad esempio GOA è un gioco dove l'interazione è praticamente inesistente se non in maniera molto soft nella fase dell'asta; già in PW le cose cambiano, c'è interazione nella fase dell'asta (la sottrazione di una centrale "tanto" agognata da qualcun'altro), nell'acquisto delle materie prime (esurimento di una risorsa impedendo l'alimentazione delle centrali altrui) e nella stesura della rete (chiusura del giocatore in una certa zona geografica dalla quale per uscire fioccheranno decine di elektro), 3 momenti in cui posso farmi tranquillamente "odiare" dagli avversari tutti!!! :twisted: :twisted:

orsinidan
Offline orsinidan
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 143
Iscritto il: 09 luglio 2004
Goblons: 60.00
Località: Roma (Quartiere: San Paolo)
Mercatino: orsinidan

Messaggioda Galdor » 10 mar 2005, 18:17

JesseCuster ha scritto:1 CO azione, influenza reciproca tra due o più fenomeni, elementi, forze, ecc. | TS psic., sociol., relazione fra due persone; i. sociale, in cui ciascun soggetto modifica i propri comportamenti in rapporto a quelli dell’altro, anticipandoli o rispondendovi

Evidentemente nelle nostre recensioni si parla di interazione "sociologica" dunque (e non "sociale"). :dunno:
Comunque il concetto mi pare chiaro: non interazione nel senso "io agisco di conseguenza alla mossa dell'altro" ma interazione intesa nel senso di parlare con l'altro al fine di procedere ad un accordo, minacciarlo, contrattare con lui, ecc... :m4d:
Ripeto: gli scacchi rappresentano (forse) il gioco con la minor percentuale di interazione; non fai accordi con l'avversario, non baratti, non mercanteggi, anche se la tua mossa dipende totalmente da quella dell'altro! ;)
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)
Mercatino: Galdor

Messaggioda rporrini » 10 mar 2005, 18:23

Galdor ha scritto:Ripeto: gli scacchi rappresentano (forse) il gioco con la minor percentuale di interazione; non fai accordi con l'avversario, non baratti, non mercanteggi, anche se la tua mossa dipende totalmente da quella dell'altro! ;)


Un gioco da due persone difficilmente avrà interazione, in quanto per definizione queste due persone sono contrapposte fra di loro.

Per avere interazione un gioco deve essere per 3 o più persone.
Immagine
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.
Offline rporrini
Magister Antiquitatis
Magister Antiquitatis

Avatar utente
Tdg Super Moderator
Top Author
Top Uploader 1 Star
Tdg Supporter
 
Messaggi: 9594
Iscritto il: 20 febbraio 2004
Goblons: 780.00
Località: Roma - First Valley
Utente Bgg: rporrini
Board Game Arena: rporrini
Yucata: rporrini
Facebook: rporrini
Mercatino: rporrini
Puerto Rico Fan Tocca a te fan Terra Mystica Fan Alta Tensione Fan Alhambra Fan Sono stato alla Gobcon 2016

Messaggioda Randolph » 10 mar 2005, 23:07

Condivido la teoria di Galdor.
Per me l'interazione in un gioco è tutto quello che i giocatori si possono dire (con più o meno baccano) e che possa influenzare in qualche modo le loro scelte: richieste, offerte, promesse, inganni, allusioni, minacce ..........
Offline Randolph
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 285
Iscritto il: 13 gennaio 2005
Goblons: 0.00
Località: Torino
Mercatino: Randolph

Messaggioda Kaitarn » 15 mar 2005, 3:49

Galdor ha scritto:Per "interazione tra i giocatori" si intende quanto i giocatori interagiscano socialmente tra di loro: quanto trattano, contrattano, intimidiscono, barattano, promettono, fanno accordi tra di loro! :beerchug:
Machiavelli, Diplomacy, Republic of Rome sono esempi di titoli dove il livello di interazione è molto alto: non si può giocare se non ti relazioni agli altri, se non chiaccheri con gli altri, prendi accordi, stipuli alleanze, mercanteggi, ecc.. Addirittura nei primi due c'è una fase, la + importante, dove per 15 minuti i giocatori devono semplicemente parlare tra loro per accordarsi! :adolf:
Nei giochi d'asta le cose non stanno invece così: hai mai visto a Sotheby's la gente che contratta, si accorda, ecc?! L'asta procede secondo il sistema "chi offre di più" e per far questo non c'è bisogno di interazione: "offro 5", "io offro 10" e via dicendo.. :-? Il massimo dell'interazione che puoi fare è promettere a qualcuno di non interferire in una prossima asta se quel qualcuno ti lascia campo libero nell'asta attuale! :devil: Stop.

L'interazione non è dunque una "relazione fra piu' persone in cui ciascun soggetto modifica i propri comportamenti in rapporto a quelli dell’altro": se fosse così gli scacchi sarebbero il gioco di interazione per eccellenza! 8-O
Seguendo questa definizione in realtà tutti i giochi sarebbero di interazione, perchè in (quasi) tutti agisci in conseguenza degli altri giocatori..:dunno:
L'interazione di cui si parla nelle recensioni è di tipo sociale :sars:


se fosse così però non la considererei un difetto quanto piuttosto una caratteristica (la cui qualità è assolutamente soggettiva).

a mio avviso invece l'interazione è data dall'effetto sulla partita degli altri delle proprie scelte. power grid ha buona interazione per me (piazzamento delle "case", aste, comletizione per l'ordine di gioco che porta vantaggi ai primi a giocare ecc), princes of florence no perché, esclusa l'asta, le mie scelte influenzano praticamente solo me (se escludiamo il fatto che un dato tipo di edificio o di libertà possano limitare l'andamento degli altrui piani).

ovviamente, negli wargames o nei giochi "di civlità" l'interazione è massima, ma non è necessariamente buono poter avere un interazione sociale alta, mi farebbe schifo vedere gente che si ostacola con minacce o si mette d'accordo in un gioco di aste.
Today is the greatest day i've never known.
Can't live for tomorrow, tomorrow is much too long...
Offline Kaitarn
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 288
Iscritto il: 02 marzo 2004
Goblons: 380.00
Località: Foligno (PG)
Mercatino: Kaitarn

Messaggioda the_goblin » 15 mar 2005, 10:05

Sebbene per "interazione" si intenda un concetto alquanto generale, come può essere desunto dal vocabolario, va detto che nel nostro caso, ovvero nel campo dei giochi, questa parola ha assunto un significato piuttosto preciso, soprattutto dopo l'avvento del german-style.

Innanzitutto nel caso dei giochi si parla di "interazione" sottintendendo generalmente "interazione fra i giocatori", dal momento che è ovvio che un'interazione con i componenti di gioco (tabellone, eventi, mostri, regolamento) dovrà necessariamente esserci. Pertanto, con tale termine si misura generalmente quella caratteristica per cui in un gioco le diverse scelte dei partecipanti possono influenzare la partita degli avversari o meno.

Ad esempio, in un gioco come Bonhanza o Coloni di Catan c'è una forte componente di interazione dovuta alla necessità di contrattare fra giocatori. Analogamente, nei giochi più classici di stampo americano (tipo vecchi titoli AH o GW come Titan, Block Mania e simili), ci sono componenti di interazione altrettanto forti che si traducono nel combattimento più che nella contrattazione. D'altro canto, esistono giochi come Elfenland in cui questo fattore è molto poco presente se non addirittura nullo, fino a casi limite di titoli come Industria (Queen) in cui ogni giocatore svolge praticamente una partita a sé che può ritenersi completamente disgiunta dalla partita giocata dai suoi avversari.

Quando si parla di "interazione", è possibile sviluppare il concetto approfondendo la cosa in termini di "interazione diretta" o "indiretta", a secondo che le meccaniche del gioco consentano di influenzare in modo più o meno diretto, appunto, il gioco degli altri partecipanti. Evidentemente, il combattimento tipico dei giochi di stampo classico e comunque americano è un esempio di interazione diretta, in quanto un giocatore va ad alterare direttamente il gioco di un altro con questo tipo di scelta. Di contro, il fatto che vi sia un'asta e io possa scegliere un oggetto che interessa altri prima di loro è invece un esempio di interazione indiretta, così come tutti quei casi prevalentemente tipici dei giochi più recenti di stampo tedesco, in cui le mie scelte influenzeranno gli avversari per tramite di qualcos'altro: una meccanica di gioco, una riduzione di scelta, un aumento di prezzo e così via.

Se sono stato chiaro, quindi, si comprende come il problema di analizzare il livello di interazione presente in un gioco nasce in tempi recenti, dopo l'avvento del german-style. Questo perché i giochi tedeschi nascono anche e soprattutto con l'intento di rivolgersi alle famiglie e quindi hanno sempre un concetto molto forte di bilanciamento e strategia che di solito li porta in direzione di un'interazione indiretta o assente, piuttosto che di interazioni dirette, usualmente assai rare se non nel caso delle negoziazioni. Questo perché il gioco tedesco vuole mettere a confronto principalmente le scelte e le opzioni strategiche dei giocatori piuttosto che la loro capacità di ostacolarsi e danneggiarsi direttamente. Naturalmente la cosa può piacere o meno a secondo dei gusti, e per questo spesso occorre evidenziare se in un gioco l'interazione è presente ed eventualmente di quale tipo.

Spero di aver contribuito a chiarire l'argomento.
The (real) Goblin King You don't stop playing games because you grew older... you grow older because you stopped playing games!
Offline the_goblin
The Goblin Master
The Goblin Master

Avatar utente
TdG Organization Plus
TdG Administrator
TdG Programmer
Top Author 2 Star
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 2807
Iscritto il: 09 giugno 2003
Goblons: 18,260.00
Località: Roma (Italy)
Mercatino: the_goblin

Messaggioda Galdor » 15 mar 2005, 10:51

Mah, nonostante la lucida analisi del Sommo Goblin continuo a pensarla piuttosto diversamente: se con interazione si intendesse (come lui suggerisce) l'interazione tra giocatori in generale, nel senso che le mosse di uno interagiscono con quelle degli altri, beh, allora tutti i giochi avrebbero la caratteristica dell'interazione!! 8-O
A parte infatti l'eccezione da lui citata (Industria) in tutti i giochi la mossa di un giocatore si ripercuote sulle scelte degli altri! :-))
A mio avviso con interazione si dovrebbe invece intendere l'interazione sociale, cioè quanto un gioco porti a relazionarsi sociologicamente con gli altri giocatori, quanto induca a rapportarsi con gli altri, cercando di convincerli, di minacciarli, di adularli, ecc... :verysmile:
...ed è ciò che distingue un boardgame che può essere giocato anche al computer (Power Grid) da uno che non può prescindere da una presenza umana (Republic of Rome)! :sunny:
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)
Mercatino: Galdor

Messaggioda simoneC » 15 mar 2005, 11:14

Chissà perchè ogni volta che leggo qualcosa del King Goblin alla fine mi viene spontaneo dire: "Amen". :lol:

Sono comunque d'accordo sull'interazione sociale tra i giocatori.
E' chiaro che in ogni gioco c'è un interazione "indiretta", cioè le mie mosse variano al "mutare della marea", al variare delle mosse del mio avversario, come ad esempio scacchi o dama.
Ma non considero questi giochi "interagenti".
Ultima modifica di simoneC il 15 mar 2005, 11:22, modificato 1 volta in totale.
Offline simoneC
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1497
Iscritto il: 27 dicembre 2004
Goblons: 20.00
Località: Roma - IKEA (Romanina alè o o)

TdG Autoproduced
Mercatino: simoneC

Prossimo

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti