Meccaniche di gioco preferite e aspetti del carattere

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Meccaniche di gioco preferite e aspetti del carattere

Messaggioda MadeR » 22 ott 2005, 1:39

Chi ha fatto studi appositi, guardando la grafia di una persona, ne riesce a capire caratteristiche del carattere / passato ecc.

C'è chi lo fa anche con il linguaggio del corpo, chi di professione come lo psicologo.

Ora, conoscendo i vostri amici con cui giocate, avrete notato delle affinità tra determinate meccaniche di gioco (aste, tabellone a saturazione, attacco, difesa, costruzione vs investimento dei punti, ecc) e modi di giocare (come si relaziona con gli altri, come si muove nella realtà virtuale del gioco, ecc) in corrispondenza biunivoca con i lati del carattere.

D'altra parte, dato che nel gioco si esprime una (grossa) parte di se stessi, giocando con estranei ti fai un'idea di alcuni tratti della personalità e carattere di tali persone; poi magari conosci queste persone e verifichi le idee che ti eri fatto.

Voi cosa ne pensate? Avete notato anche voi queste corrispondenze? Possono il metodo di gioco e le meccaniche di gioco essere un mezzo per delineare parti di personalità e carattere di un'altra persona?
Offline MadeR
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1695
Iscritto il: 10 dicembre 2004
Goblons: 800.00
Località: Pisa/Messina
Mercatino: MadeR

Messaggioda Baltazarjack » 22 ott 2005, 3:57

Non ho una grande esperienza in materia (quanto a numero di partite giocate), ma ritengo che sia molto probabile.

Tutto ciò che facciamo, ed in particolar modo come lo facciamo, rispecchiano il nostro modo di essere, la nostra personalità, quindi perché il gioco dovrebbe essere esente da questa logica?

Anzi il fatto che ci siano così tanti giochi con meccaniche e modalità differenti sono proprio la prova di questo, poiché siamo alla ricerca di qualcosa che ci piaccia ed il piacere é estremamente soggettivo, questo fa sì a sua volta che esistano questi giochi e ne compaiano di altri.

Se fossimo tutti uguali basterebbe un solo gioco e la seconda legge della termodinamica avrebbe vinto! :-)

-E sara' chiamato, il flagello di Dio... Attila. -Attila, il fratello di Dio! -Il flagello di Dio. -Va be' é i stess, flagello per... motto amico di...

Offline Baltazarjack
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 367
Iscritto il: 09 ottobre 2005
Goblons: 20.00
Località: Domicilio Lucca (LU), residenza Varedo (MB)
Mercatino: Baltazarjack

Messaggioda Balder » 22 ott 2005, 14:59

Da una parte, la questione è molto interessante.
Ma dall'altra, si rischia di fare dello psicologismo:
MadeR ha scritto:avrete notato delle affinità tra determinate meccaniche di gioco [snip] e modi di giocare [snipsnip] in corrispondenza biunivoca con i lati del carattere.

8-O
"'Cause WHAT YOU SEE YOU MIGHT NOT GET
And we can bet so don't you get souped yet
You're scheming on a thing that's a mirage
I'm trying to tell you now it's sabotage"

Beastie Boys (evidentemente riferendosi agli editor WYSIWYG)
Offline Balder
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 507
Iscritto il: 13 maggio 2004
Goblons: 10.00
Località: Roma
Mercatino: Balder

Re: Meccaniche di gioco preferite e aspetti del carattere

Messaggioda buoneacque » 22 ott 2005, 15:31

MadeR ha scritto:Voi cosa ne pensate? Avete notato anche voi queste corrispondenze? Possono il metodo di gioco e le meccaniche di gioco essere un mezzo per delineare parti di personalità e carattere di un'altra persona?


Penso di si, anche perché il gioco tende a mettere a nudo le nostre personalità. Ho visto persone che al tavolo di gioco sono cambiate completamente (sia positivamente che negativamente) e altre che si sono riconfermate (sia positivamente che negativamente).
Immagine
Offline buoneacque
Saggio
Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 1875
Iscritto il: 07 gennaio 2004
Goblons: 100.00
Località: Montebelluna(TV)
Mercatino: buoneacque

Messaggioda Aiyvann » 22 ott 2005, 19:58

Non solo credo che il modo di gioco esprima una parte di noi stessi, ma capitano situazioni in cui lati nascosti del nostro carattere vengano alla luce.
Per quanto mi riguarda, ho notato che nel mio gruppo di gioco alcune persone si trasformano completamente: da timide e un pò chiuse diventano delle belve e ambiscono alla vittoria più degli altri.
Bisognerebbe analizzare l'aspetto psicologico di ogni persona, ma almeno posso trarre una sola considerazione che può definirsi VERA ed ASSOLUTA: giocare fa bene alle persone!!! :grin: :grin: :grin: :grin:
L'esperienza è l'insegnante più difficile: prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione!
Offline Aiyvann
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 3650
Iscritto il: 24 luglio 2004
Goblons: 330.00
Località: Ferrara
Mercatino: Aiyvann

Messaggioda mork » 24 ott 2005, 2:14

Non credo di aver notato delle corrispondenze così forti con i lati del carattere dei giocatori. Posso invece aver notato delle affinità dei giocatori per questo o quel tipo di gioco ma fare delle equazioni tipo giocatore riflessivo=piazzamento, non mi ci sono mai soffermato.
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa
Mercatino: mork

Messaggioda Blerpa » 24 ott 2005, 3:57

mork ha scritto:Non credo di aver notato delle corrispondenze così forti con i lati del carattere dei giocatori. Posso invece aver notato delle affinità dei giocatori per questo o quel tipo di gioco ma fare delle equazioni tipo giocatore riflessivo=piazzamento, non mi ci sono mai soffermato.


Concordo.

E poi, succede, anche più volte, che un determinato giocatore si comporti e/o interpreti (io ci metto sempre in mezzo pure i giochi di ruolo) in modo completamente diverso a seconda del gioco, del gruppo di persone con cui si gioca.
Offline Blerpa
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 379
Iscritto il: 26 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Siracusa
Mercatino: Blerpa

Messaggioda linx » 24 ott 2005, 19:50

Trovo che i giochi da tavolo diano ottime indicazioni del carattere delle persone. Orgoglio. Determinazione. Ottimismo o pessimismo. Capacità di concentrazione. Velocità di elaborazione. Capacità politiche (qui io deficito parecchio). Serietà o leggerezza. E penso potrei trovare altre caratteristiche che si possono evincere dal modo di giocare di una tal persona.
Il tipo di gioco che preferiscono ne mette in luce altre.
La Tana dei Goblin, con i suoi profili e le classifiche personali è una vera miniera di dati sensibili.
Potrei fare un profilo psicologico di molti frequentatori della Tana solo leggendo le loro classifiche.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 6636
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Mercatino: linx
Agricola fan Membro della giuria Goblin Magnifico Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Necros » 24 ott 2005, 20:29

Bella domanda: devo dire che hai ragione: i giocxatori assomigliano fisicamente e caratterialmente molto al loro stile di gioco e nel caso di WH anche al loro esercito.
Ad esempio io conoscevo un tipino che era molto distaccato dgli altri, evitava il dialogo diretto e si ineressava di una pseudo-borsa(aveva 14 anni, ecco perchè dioco pseudo) e guarda caso usava proprio uno degli esrciti da gioco più pacati di tutto l'universo WHk40....ma ciò ho potuto notarlo ancher nella mia stessa persona....quando giocavo lupi siderali8esecito da corpo a corpo adatto appunto per le mischie) ero più patecipe al gioco, anche più aggressivo possiamo dire, testardo e ostinato proprio come un lupo siderale appunto.
Ora è da un paio di anni a questa paret che sto usando in necron(droidi meccanici a forma scheletrica, si esatto da dove mi sono ispirato per il mio nick) e, al contrario di prima, quando gioco sto praticamente sempre seduto, meno emotivo, anzi mentre il mio avversario fa i muovimenti io leggo libri o codex, non esulto alla vittoria ne mi scoraggio alla sconfitta, sono priprio come un necron..io mi riazo sempre e comincerò a camminare lento ma determinato.
Adesso stò cercando di collezionare un esercito di orki..speriamo che non cominci a parlare come loro!!!!! :lol:
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00
Mercatino: Necros


Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite