[IMPRESSIONI] Mistfall - cosa ne pensate?

Discussioni generali sui giochi da tavolo, di carte (non collezionabili/LCG) o altri tipi di gioco che non hanno un Forum dedicato. Indicate sempre il gioco di cui parlate nel titolo dei vostri post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum, come la guida per l'uso dei TAG nelle discussioni.

Moderatori: IGiullari, Agzaroth, romendil, Jehuty, rporrini, UltordaFlorentia, Hadaran, Mik

Re: Mistfall - cosa ne pensate?

Messaggioda gen0 » 13 feb 2016, 2:24

soapzero ha scritto:
Paino75 ha scritto:Quindi Pathfinder risulta essere oltre che più semplice anche migliore rispetto a Mistfall? Cosa dite riguardo la qualità dei materiali e la componentistica?

Però a me pare che i due giochi abbiano veramente poco in comune, anche se non ho provato Mistfall, quindi non parlo per esperienza. Pathfinder è un gioco molto semplice e fortemente "dado-centrico". In sostanza peschi carte e tiri dadi, una quantità esagerata di dadi. Tutto qui. In Mistfall i dadi nemmeno ci sono e mi pare che la meccanica sia molto più complessa.
Aggiungo che a me Pathfinder non è piaciuto molto.


Dire che a pathfinder tiri solo dadi è ben poco onesto. Si fanno tiri per i classici test di capacità come ogni gdr. Il gioco si basa sulla raccolta di carte, sulla creazione e gestione di un piccolo deck per ogni pg che alla fine oltre a rappresentare le sue risorse rappresenta anche i suoi punti vita. Cosa indubbiamente originale e particolare. Perdere un item/spada, scartare qualcosa per usarne l'abilità, significa perdere 1 punto vita.
Gestione del deck quindi che parte dalla fase di creazione vera e propria prima della partita, attraversa quella di gestione in partita (cosa riciclare sotto al deck, cosa scartare ecc.) e finisce con la modifica a fine partita rispetto al loot trovato, cosa tenere, cosa cambiare ecc.
Poi quando combatto tiro un dado, vero, ma il dado dipende dall'arma che uso, arma che deriva dalle carte che ho scelto.
Immagine
Offline gen0
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2447
Iscritto il: 14 luglio 2014
Goblons: 80.00
Località: Roma
Utente Bgg: gen0
Mercatino: gen0

Re: Mistfall - cosa ne pensate?

Messaggioda Paino75 » 13 feb 2016, 2:41

In Mistfall non si usano dadi ma solo le carte, in Pathfinder si usano anche i dadi.......ok, vero, però io intendevo dire che sono simili perché sostanzialmente condividono molte cose a partire dal fatto che sono due giochi di avventura guidati dalle carte, si assomigliano per certi versi e quindi si possono mettere a confronto.
Non ho ancora capito però quale dei due risulti essere il vincitore da questo confronto. Mi pare di aver capito che Pathfinder sia più semplice, più immediato, mentre invece Mistfall risulti più complesso e macchinoso. Questo per me potrebbe essere un punto a favore di Pathfinder.
Considerando Pathfinder solo il gioco base, quale dei due secondo voi è più longevo?
Mi pare di capire poi che riguardo la qualità dei materiali ognuno abbia i suoi problemi, le immagini delle carte di Pathfinder risultano banali mentre invece le carte di Mistfall hanno il testo troppo piccolo. Ma quale dei due possiede la maggior varietà di elementi come ad esempio equipaggiamento e armi? Mostri? Ecc....?
In quale dei due titoli secondo voi ci si può immedesimare meglio? Dove il tema è più sentito?
Offline Paino75
Grande Saggio
Grande Saggio

 
Messaggi: 3001
Iscritto il: 28 aprile 2014
Goblons: 0.00
Località: Crema (CR)
Utente Bgg: Paino75
Mercatino: Paino75

Re: Mistfall - cosa ne pensate?

Messaggioda soapzero » 13 feb 2016, 16:45

gen0 ha scritto:Dire che a pathfinder tiri solo dadi è ben poco onesto. Si fanno tiri per i classici test di capacità come ogni gdr. Il gioco si basa sulla raccolta di carte, sulla creazione e gestione di un piccolo deck per ogni pg che alla fine oltre a rappresentare le sue risorse rappresenta anche i suoi punti vita. Cosa indubbiamente originale e particolare. Perdere un item/spada, scartare qualcosa per usarne l'abilità, significa perdere 1 punto vita.
Gestione del deck quindi che parte dalla fase di creazione vera e propria prima della partita, attraversa quella di gestione in partita (cosa riciclare sotto al deck, cosa scartare ecc.) e finisce con la modifica a fine partita rispetto al loot trovato, cosa tenere, cosa cambiare ecc.
Poi quando combatto tiro un dado, vero, ma il dado dipende dall'arma che uso, arma che deriva dalle carte che ho scelto.

Spogliato dei dettagli tematici, il gioco funziona così: peschi una carta, hai una prova da superare e scegli quali carte utilizzare per "costruire il tiro". Armi, magie, benedizioni, alleati... Sono tutte carte che aggiungono dadi. Alcune poi le dovrai scartare, altre le potrai tenere, anche a seconda delle abilità del personaggio. Il fatto è che è tutto estremamente freddo e differenziato solo dai dettagli tematici (questa è una magia, quella è un'arma...). Se togliessi questi dettagli tematici dalle carte, qualsiasi azione tu faccia sarebbe assolutamente identica (a parte quelle poche carte che non servano a superare prove, come le magie curative). Insomma, conquistare un alleato è meccanicamente identico ad abbattere uno zombie. Le magie di attacco poi sono tutte uguali, tanto per fare uno degli esempi più frustranti.
La cosa carina del gioco è lo sviluppo del personaggio attraverso il miglioramento del mazzo (quindi la campagna è d'obbligo), ma si basa sul mero desiderio di rendere il proprio mazzo/personaggio più forte. Valutato come gioco di avventure è veramente poco... avventuroso.


Paino75 ha scritto:In Mistfall non si usano dadi ma solo le carte, in Pathfinder si usano anche i dadi.......ok, vero, però io intendevo dire che sono simili perché sostanzialmente condividono molte cose a partire dal fatto che sono due giochi di avventura guidati dalle carte, si assomigliano per certi versi e quindi si possono mettere a confronto.

Io invece resto convinto che siano simili solo in apparenza. Però ribadisco che mi baso su quel che ho letto, perché Mistfall non l'ho provato. Ma per fare un altro esempio, anche Mage Knight è un gioco di avventura guidato dalle carte (non al 100%, ma in gran parte), eppure non c'entra assolutamente nulla con Pathfinder, tematica a parte.
Offline soapzero
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 132
Iscritto il: 01 giugno 2012
Goblons: 0.00
Mercatino: soapzero

Re: Mistfall - cosa ne pensate?

Messaggioda gen0 » 14 feb 2016, 13:02

Paino75 ha scritto:In Mistfall non si usano dadi ma solo le carte, in Pathfinder si usano anche i dadi.......ok, vero, però io intendevo dire che sono simili perché sostanzialmente condividono molte cose a partire dal fatto che sono due giochi di avventura guidati dalle carte, si assomigliano per certi versi e quindi si possono mettere a confronto.
Non ho ancora capito però quale dei due risulti essere il vincitore da questo confronto. Mi pare di aver capito che Pathfinder sia più semplice, più immediato, mentre invece Mistfall risulti più complesso e macchinoso. Questo per me potrebbe essere un punto a favore di Pathfinder.
Considerando Pathfinder solo il gioco base, quale dei due secondo voi è più longevo?
Mi pare di capire poi che riguardo la qualità dei materiali ognuno abbia i suoi problemi, le immagini delle carte di Pathfinder risultano banali mentre invece le carte di Mistfall hanno il testo troppo piccolo. Ma quale dei due possiede la maggior varietà di elementi come ad esempio equipaggiamento e armi? Mostri? Ecc....?
In quale dei due titoli secondo voi ci si può immedesimare meglio? Dove il tema è più sentito?


Pathfinder è semplice, nelle prime quest, anche a livello di difficoltà.
Riguardo alla longevità Pathfinder presenta un'avventura da giocare in sequenza con varie quest. Una volta finita nulla impedisce di riniziarla con altri pg. Alla fine ogni missione è quasi totalmente randomizzata negli oggetti che si possono trovare, nell'andamento della partita (puoi incontrare il boss subito oppure no). Inoltre c'è una mole di item/armi/alleati mostruosa, praticamente sempre da pescare random. Puoi finire 3 campagne intere e non aver visto tutte le carte che ci sono.
Due partite a pathfinder saranno sempre diverse.

Aggiungici che quando ti stufi della prima campagna, rise of the runelords, ce ne sono già altre due XD

Secondo me a lungo andare stufa di più mistfall perchè da quanto ho visto ha molti elementi randomici.

Sui materiali le carte di pathfinder sono molto basilari, ricordano i disegni che ti potrebbe fare un bravissimo master. Però le illustrazioni delle magie son fantastiche, siamo a livelli "magic the gathering" (seppur più picccolo il riquadro)

soapzero ha scritto:Spogliato dei dettagli tematici, il gioco funziona così: peschi una carta, hai una prova da superare e scegli quali carte utilizzare per "costruire il tiro". Armi, magie, benedizioni, alleati... Sono tutte carte che aggiungono dadi. Alcune poi le dovrai scartare, altre le potrai tenere, anche a seconda delle abilità del personaggio. Il fatto è che è tutto estremamente freddo e differenziato solo dai dettagli tematici (questa è una magia, quella è un'arma...). Se togliessi questi dettagli tematici dalle carte, qualsiasi azione tu faccia sarebbe assolutamente identica (a parte quelle poche carte che non servano a superare prove, come le magie curative). Insomma, conquistare un alleato è meccanicamente identico ad abbattere uno zombie. Le magie di attacco poi sono tutte uguali, tanto per fare uno degli esempi più frustranti.
La cosa carina del gioco è lo sviluppo del personaggio attraverso il miglioramento del mazzo (quindi la campagna è d'obbligo), ma si basa sul mero desiderio di rendere il proprio mazzo/personaggio più forte. Valutato come gioco di avventure è veramente poco... avventuroso.
.


spogliato dai dettagli tematici scusa ma non ha senso giudicare il titolo.

Anche se gioco a diablo, spogliato dai dettagli tematici, non faccio altro che trovare armi che mi vanno a modificare statistiche del personaggio...
Immagine
Offline gen0
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2447
Iscritto il: 14 luglio 2014
Goblons: 80.00
Località: Roma
Utente Bgg: gen0
Mercatino: gen0

Re: Mistfall - cosa ne pensate?

Messaggioda soapzero » 14 feb 2016, 14:37

gen0 ha scritto:spogliato dai dettagli tematici scusa ma non ha senso giudicare il titolo.

Anche se gioco a diablo, spogliato dai dettagli tematici, non faccio altro che trovare armi che mi vanno a modificare statistiche del personaggio...

Beh, insomma, Diablo è un videogioco, quindi entrano in gioco altri fattori quali riflessi, tempismo. TI muovi, schivi, le magie hanno effetti anche molto differenti. A me non sembra che sia solo un incremento di statistiche. Comunque confrontare un gioco da tavolo con un videogioco è impossibile.

Non cerco di convincerti che sia un brutto gioco, a me non è piaciuto ed a te sì. Anche Talisman piace a moltissimi e secondo me è terribile, per fare un altro esempio neanche troppo casuale.

Quello che io voglio dire è che in Pathfinder ci devi mettere del tuo, altrimenti di per sé è parecchio astratto e monotono. In Pathfinder, per me, la sensazione di esplorazione è inesistente. Poi attaccare con una spada, con un arco, con una palla di fuoco o con una catena di fulmini è assolutamente identico: sono tutte carte che danno un dado extra all'attacco. Non c'è una differenza pratica che aggiunga qualcosa all'ambientazione, devi metterci la tua immaginazione. Anche combattere o conquistare un alleato come dicevo, è praticamente la stessa cosa: un tiro su caratteristica. Certo, cambiano le carte utili per migliorare il tiro, ma è come dire che per la prova A serve la risorsa A e per la prova B la risorsa B, quando in realtà la risorsa A e B funzionano esattamente allo stesso modo.
Mi puoi dire che anche i giochi di ruolo siano così. Sì, nella meccanica, ma la differenza la fa appunto l'interpretazione. Questo è un gioco di ruolo privato del... gioco di ruolo. Lo è proprio nelle intenzioni ed a me il risultato lascia molto freddo.

I personaggi in realtà sono una cosa positiva, per me l'unica. Sono ben caratterizzati e si differenziano molto bene in teoria. Guadagnare nuove carte per migliorarli poi è il vero scopo del gioco. Il problema è che all'atto pratico non c'è moltissima differenza. Quando affronto un mostro, con il guerriero userò la spada, con il ranger la balestra, con il mago un raggio congelante... e tutto ciò si rivela assolutamente identico. A me questa cosa ammazza il divertimento.

Anche un qualsiasi DC con plancia è basato su tiri di dado e modificatori, ma come minimo ci sono delle differenze pratiche tra un'azione e l'altra. Un attacco a distanza lo fai appunto a distanza e devi avere linea di tiro. Una magia potrebbe essere ad area di effetto e potrebbe anche implicare una meccanica differente (tipo che scarti una carta e fai danno sicuro). Possono esserci altri tatticismi legati al posizionamento e via dicendo.

Suppongo che un gruppo propenso a metterci un po' di interpretazione possa ovviare a questo problema di astrazione. Non era il nostro caso, purtroppo.
Offline soapzero
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 132
Iscritto il: 01 giugno 2012
Goblons: 0.00
Mercatino: soapzero

Re: Mistfall - cosa ne pensate?

Messaggioda Paino75 » 14 feb 2016, 14:54

Quindi considerando Pathfinder solo il gioco base, resta comunque più longevo di Mistfall?
Inoltre Pathfinder possiede la maggior varietà di elementi come ad esempio equipaggiamento e armi? Mostri? Ecc....?
Offline Paino75
Grande Saggio
Grande Saggio

 
Messaggi: 3001
Iscritto il: 28 aprile 2014
Goblons: 0.00
Località: Crema (CR)
Utente Bgg: Paino75
Mercatino: Paino75

Re: Mistfall - cosa ne pensate?

Messaggioda Boiler » 14 feb 2016, 17:22

Pathdinder é più longevo perché ha dal suo i pack avventura. Ambientazione prossima allo zero.
Mistfall lo reputo più immersivo e di base sono avventure singole senza campagne.
Come varietà, per equipaggiamenti e nemici, nessuno dei due si distingue particolarmente. Io però ancora non ho capito cosa cerchi di preciso.


Inviato dal mio Z00D utilizzando Tapatalk
Offline Boiler
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 4063
Iscritto il: 16 dicembre 2012
Goblons: 0.00
Località: Viareggio
Utente Bgg: boiler7
Board Game Arena: boiler7
Yucata: boiler7
Mercatino: Boiler
Sei nella chat dei Goblins Seasons Fan Hai fatto l'upload di 20 file Le Havre Fan Io gioco col blu Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Frush fan Io odio Traico! :D Raffaello fan Ilsa Magazine fan Podcast Fan Podcast Maker Telegram Fan

Re: Mistfall - cosa ne pensate?

Messaggioda gen0 » 14 feb 2016, 23:33

soapzero ha scritto:
gen0 ha scritto:spogliato dai dettagli tematici scusa ma non ha senso giudicare il titolo.

Anche se gioco a diablo, spogliato dai dettagli tematici, non faccio altro che trovare armi che mi vanno a modificare statistiche del personaggio...

Beh, insomma, Diablo è un videogioco, quindi entrano in gioco altri fattori quali riflessi, tempismo. TI muovi, schivi, le magie hanno effetti anche molto differenti. A me non sembra che sia solo un incremento di statistiche. Comunque confrontare un gioco da tavolo con un videogioco è impossibile.

Non cerco di convincerti che sia un brutto gioco, a me non è piaciuto ed a te sì. Anche Talisman piace a moltissimi e secondo me è terribile, per fare un altro esempio neanche troppo casuale.

Quello che io voglio dire è che in Pathfinder ci devi mettere del tuo, altrimenti di per sé è parecchio astratto e monotono. In Pathfinder, per me, la sensazione di esplorazione è inesistente. Poi attaccare con una spada, con un arco, con una palla di fuoco o con una catena di fulmini è assolutamente identico: sono tutte carte che danno un dado extra all'attacco. Non c'è una differenza pratica che aggiunga qualcosa all'ambientazione, devi metterci la tua immaginazione. Anche combattere o conquistare un alleato come dicevo, è praticamente la stessa cosa: un tiro su caratteristica. Certo, cambiano le carte utili per migliorare il tiro, ma è come dire che per la prova A serve la risorsa A e per la prova B la risorsa B, quando in realtà la risorsa A e B funzionano esattamente allo stesso modo.
Mi puoi dire che anche i giochi di ruolo siano così. Sì, nella meccanica, ma la differenza la fa appunto l'interpretazione. Questo è un gioco di ruolo privato del... gioco di ruolo. Lo è proprio nelle intenzioni ed a me il risultato lascia molto freddo.

I personaggi in realtà sono una cosa positiva, per me l'unica. Sono ben caratterizzati e si differenziano molto bene in teoria. Guadagnare nuove carte per migliorarli poi è il vero scopo del gioco. Il problema è che all'atto pratico non c'è moltissima differenza. Quando affronto un mostro, con il guerriero userò la spada, con il ranger la balestra, con il mago un raggio congelante... e tutto ciò si rivela assolutamente identico. A me questa cosa ammazza il divertimento.

Anche un qualsiasi DC con plancia è basato su tiri di dado e modificatori, ma come minimo ci sono delle differenze pratiche tra un'azione e l'altra. Un attacco a distanza lo fai appunto a distanza e devi avere linea di tiro. Una magia potrebbe essere ad area di effetto e potrebbe anche implicare una meccanica differente (tipo che scarti una carta e fai danno sicuro). Possono esserci altri tatticismi legati al posizionamento e via dicendo.

Suppongo che un gruppo propenso a metterci un po' di interpretazione possa ovviare a questo problema di astrazione. Non era il nostro caso, purtroppo.



In pathfinder la sensazione d'esplorazione è praticamente assente, ma non si basa su quello. Si basa sul trovare equip fighi, far crescere i propri personaggi e portare avanti una missione che non sempre si traduce banalmente nell'uccidere un boss, anzi.
Immagine
Offline gen0
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2447
Iscritto il: 14 luglio 2014
Goblons: 80.00
Località: Roma
Utente Bgg: gen0
Mercatino: gen0

Re: Mistfall - cosa ne pensate?

Messaggioda gen0 » 14 feb 2016, 23:43

Paino75 ha scritto:Quindi considerando Pathfinder solo il gioco base, resta comunque più longevo di Mistfall?
Inoltre Pathfinder possiede la maggior varietà di elementi come ad esempio equipaggiamento e armi? Mostri? Ecc....?


Considerando solo il base intendi solo proprio la scatola base? Perchè con la base hai le prime due avventure (composte da vari scenari) e 500 carte.
Se compri gli altri adventure deck completando il gioco (ed è previsto che tu lo faccia, non ha senso fermarsi), parliamo di altri 5 pack da un centinaio di carte ognuno, per un totale di olte 1000 carte. Tra queste ci saranno una 60ina di weapon, altrettanti spell ecc.

Mistfall da quanto ho visto si basa invece sul darti il tuo deck di abilità e poteri vari che puoi acquistare durante la partita in ogni momento e senza alcun limite. Non c'è acquisizione, non c'è scoperta, non c'è loot, si tratta di trovare la combinazione migliore, in generale o per quella partita.

E ti assicuro che in pathfinder trovare uno scrigno, riuscire ad aprirlo (perchè non sempre è facile) e trovarci dentro una bella spada di ghiaccio è una soddisfazione non da poco :asd: Idem salire di livello e scegliersi abilità varie.
Immagine
Offline gen0
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2447
Iscritto il: 14 luglio 2014
Goblons: 80.00
Località: Roma
Utente Bgg: gen0
Mercatino: gen0

Re: Mistfall - cosa ne pensate?

Messaggioda danyjey » 10 mar 2016, 13:04

Alla fine non ho resistito... e l'ho preso.
Ho visto che ci sono delle errata su diverse carte... qualcuno sa se questi errori sono stati corretti per l'edizione italiana?
Offline danyjey
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1727
Iscritto il: 28 febbraio 2007
Goblons: 350.00
Località: TORINO
Mercatino: danyjey

Re: Mistfall - cosa ne pensate?

Messaggioda danyjey » 10 mar 2016, 13:36

Ne approfitto... qualcuno è riuscito a decifrare i geroglifici presenti nella sez. "Riposizionare il Gruppo" punto 4 del Regolamento?
Li riporto:
"Immediatamente prima del riposizionamento del segnalino
Gruppo, i giocatori possono scartare un numero di segnalini Risoluzione
pari al numero di giocatori invece di riposizionare il Segnalino
Gruppo in un qualunque Luogo non rivelato, Pericoloso o Infestato, che è
collegato al Luogo Attivo per mezzo di una linea continua di un adiacente
Luogo Sicuro rivelato"
.
:rotfl:
Offline danyjey
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1727
Iscritto il: 28 febbraio 2007
Goblons: 350.00
Località: TORINO
Mercatino: danyjey

Re: Mistfall - cosa ne pensate?

Messaggioda Paino75 » 10 mar 2016, 14:33

danyjey ha scritto:Ne approfitto... qualcuno è riuscito a decifrare i geroglifici presenti nella sez. "Riposizionare il Gruppo" punto 4 del Regolamento?
Li riporto:
"Immediatamente prima del riposizionamento del segnalino
Gruppo, i giocatori possono scartare un numero di segnalini Risoluzione
pari al numero di giocatori invece di riposizionare il Segnalino
Gruppo in un qualunque Luogo non rivelato, Pericoloso o Infestato, che è
collegato al Luogo Attivo per mezzo di una linea continua di un adiacente
Luogo Sicuro rivelato"
.
:rotfl:


:pippotto: :hmm: :consola:
Ho preso il gioco qualche giorno fa ma non sono riuscito ancora a leggere il regolamento e a provarlo.
Questa cosa però mi preoccupa non poco!
Offline Paino75
Grande Saggio
Grande Saggio

 
Messaggi: 3001
Iscritto il: 28 aprile 2014
Goblons: 0.00
Località: Crema (CR)
Utente Bgg: Paino75
Mercatino: Paino75

Re: Mistfall - cosa ne pensate?

Messaggioda danyjey » 10 mar 2016, 15:22

Paino75 ha scritto:Ho preso il gioco qualche giorno fa ma non sono riuscito ancora a leggere il regolamento e a provarlo.
Questa cosa però mi preoccupa non poco!

Mah... io gli ho dato una "lettucchiata" alla veloce... il Gioco merita.
Ora ovviamente visto che l'ho ordinato sto cercando di andare un pò più a fondo nella comprensione delle regole.
Certo, il regolamento è un pò ostico... ma alla fin fine il "grosso" sarà solo familiarizzare con termini e icone.
Lì comunque c'é un errore di traduzione secondo me.
Da come è scritta, è una opzione che sembra non avere alcun senso.
Riposizionare è opzionale, perché mai dovrei scartare Segnalini Risoluzione per non riposizionare quando basta scegliere di non riposizionare? :pippotto:
E' sicuramente tradotta male ora vedo di recuperare il regolamento in inglese.
Offline danyjey
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1727
Iscritto il: 28 febbraio 2007
Goblons: 350.00
Località: TORINO
Mercatino: danyjey

Re: Mistfall - cosa ne pensate?

Messaggioda danyjey » 10 mar 2016, 15:41

Infatti è un errore di traduzione...
La versione inglese:
"Immediately before relocating the Party Token, players may
discard a number of Resolve tokens equal to the number of players
to INSTEAD relocate the Party Token to any unrevealed...
"

"to instead relocate" è stato tradotto con "invece di riposizionare" :facepalm:
Nel contesto della frase va invece tradotto con " scarto i Segnalini per poter INVECE riposizionare verso qualsiasi Locazione non Rivelata, Pericolosa o Infestata purché sia collegata da una linea contigua di Locazioni Sicure e Rivelate adiacenti.
Decisamente più sensata e comprensibile :snob:
Offline danyjey
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1727
Iscritto il: 28 febbraio 2007
Goblons: 350.00
Località: TORINO
Mercatino: danyjey

Re: Mistfall - cosa ne pensate?

Messaggioda Boiler » 10 mar 2016, 17:29

http://www.goblins.net/sites/default/fi ... grafia.pdf

http://www.goblins.net/sites/default/fi ... rapido.pdf

E vi vengo in aiuto, nel secondo link c'è un errore riguardante lo scarto dei segnalini Condizione, non ho specificato la tipologia che è Debolezza.
Offline Boiler
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 4063
Iscritto il: 16 dicembre 2012
Goblons: 0.00
Località: Viareggio
Utente Bgg: boiler7
Board Game Arena: boiler7
Yucata: boiler7
Mercatino: Boiler
Sei nella chat dei Goblins Seasons Fan Hai fatto l'upload di 20 file Le Havre Fan Io gioco col blu Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Frush fan Io odio Traico! :D Raffaello fan Ilsa Magazine fan Podcast Fan Podcast Maker Telegram Fan

PrecedenteProssimo

Torna a [GdT] Giochi da Tavolo, di Carte e altri Giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Giofor e 3 ospiti