Non capisco davvero...

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, Rage, pacobillo

Messaggioda Normanno » 19 mar 2007, 21:16

Dunque grazie di tutte le risposte. Alla fine la mia era davvero una curiosità, perchè ovviamente il gioco non lo comprerò nè ci giocherò più a meno che non sia costretto. Solamente che questo genere di cose mi è accaduto spesso con altri giochi che hanno avuto un successo enorme dal punto di vista commerciale (poi parlo con altri giocatori hard core e la pensano quasi sempre come me), ed allora volevo comprendere quali potessero essere le ragioni di tale successo.

Ultima cosa:
Questione fortuna, se pesa più a Talisman che ai Coloni? Il punto è che Talisman è un "advanced gioco dell'oca", quindi è un gioco di fortuna e non ha alcuna pretesa di essere gestionale, mentre i coloni dovrebbe essere un gioco di gestione risorse - è il DOVE sta la fortuna, non il COME che conta. Io adoro i giochi gestionali, ma il fatto di non poter raccogliere risorse perchè il dado dice così per tre o quattro turni di seguito è ben peggio che il non capitare sulla Fontana della Forza prima che si esaurisca...
Offline Normanno
Goblin
Goblin

TdG Moderator
Top Author
Top Reviewer 2 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 6671
Iscritto il: 07 novembre 2004
Goblons: 3,620.00
Località: Osgiliath
Mercatino: Normanno
Podcast Maker

Messaggioda Cuchulain » 19 mar 2007, 21:35

Normanno ha scritto:Solamente che questo genere di cose mi è accaduto spesso con altri giochi che hanno avuto un successo enorme dal punto di vista commerciale (poi parlo con altri giocatori hard core e la pensano quasi sempre come me), ed allora volevo comprendere quali potessero essere le ragioni di tale successo.


Forse il punto è questo, ovvero che non è pensato per un hard core gamer. Il suo primo target sono le famiglie e i giocatori occasionali, il fatto che i terreni producano sotto dettatura del dado serve (secondo me) a rendere più viva la fase di scambio e aumentare l'interazione.
Poi per le migliaia di appassionati la fortuna non è altro che un aspetto del gioco. Ma questo (sempre secondo me) vale per tutti i giochi da tavolo.

Ahloa!

Un viaggio di mille miglia deve cominciare con un solo passo. (Lao Tzû)

Offline Cuchulain
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 361
Iscritto il: 15 gennaio 2005
Goblons: 20.00
Località: Collegno (TO)
Mercatino: Cuchulain

Messaggioda TinuZ » 20 mar 2007, 2:27

SWANEE ha scritto:A me questo gioco non è mai piaciuto, inoltre odio tutte le varianti/espansioni che ha avuto (solo Carcassonne lo odio di più...). Oltre all'influenza della fortuna, anche il sistema di scambio fatto con i neofiti è un disastro.... (ho visto neofiti con 0 PV scambiare merci 3 a 1 con il giocatore che aveva già 8 punti vittoria !!!). E' innegabile il discorso dello stargate, e che è stato uno dei primi ad avere una pur parvenza di strategia.....


Odiare è un estremismo fuori luogo se parliamo di giochi.

Coloni ha avuto il grande pregio di sfondare per tema e semplicità ed ovviamente la Kosmos sta spremendo la vacca grassa tanto quanto la EG con le n versioni di Risiko.
Ma non voglio rispondere alla curiosità sui Coloni .. piuttosto sul tuo commento riguardo lo scambio di risorse tra neofiti ed esperti.

Laddove io (esperto) mi ritrovi a giocare od osservare una situazione del genere, proprio per il bene del gioco, antepongo il mero vantaggio (immeritato) di uno scambio sbilanciato, spiegando al niubbo il perchè non deve farlo o come deve farlo ... se non li facciamo imparare i niubbi come pretendiamo che le partite poi diventino combattute ed interessanti?

E te lo dice uno che ha fermato uno scambio a sua favore mentre vinceva in una partita di selezione proprio per evitare imbarazzi con gli altri due giocatori ...

cià
TinuZ
la community ludica
https://www.giocatorino.it

l'evento ludico
https://www.giocatorino.org

la trasmissione radio-web ludica
https://www.frequenzaludica.it

la rivista ludica
https://www.ilsa-magazine.net/
Offline TinuZ
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
Top Author
 
Messaggi: 338
Iscritto il: 29 settembre 2005
Goblons: 1,200.00
Località: Torino
Mercatino: TinuZ

Messaggioda Falkor » 20 mar 2007, 11:51

Cuchulain ha scritto:Forse il punto è questo, ovvero che non è pensato per un hard core gamer. Il suo primo target sono le famiglie e i giocatori occasionali, il fatto che i terreni producano sotto dettatura del dado serve (secondo me) a rendere più viva la fase di scambio e aumentare l'interazione.
Poi per le migliaia di appassionati la fortuna non è altro che un aspetto del gioco. Ma questo (sempre secondo me) vale per tutti i giochi da tavolo.


Quoto in pieno :-))

Sicuramente non è pensato per un gamer e nel suo target è riuscitissimo, non dimenticare che è 12 anni fa, ora le scelte per i non-game sono molteplici e forse più meritevoli.

Comunque nelle ludoteche ancora tiene duro alla grande.
Il parassita odia tre cose: i liberi mercati, la libera volontà e il libero intelletto. (Altoparlante a Rapture)
Offline Falkor
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 911
Iscritto il: 21 aprile 2005
Goblons: 100.00
Località: Macerata
Mercatino: Falkor

Messaggioda vittogol » 20 mar 2007, 13:14

Sfrutto il thread per allargare la discussione ad un altro gioco, di cui parlano anche i cosiddetti hardcore gamer. Thurn und Taxis!
Lo trovo con splendidi materiali, grafica affascinante, ma assolutamente privo di mordente, cioe per il mio gusto, brutto.
Praticamente privo di interazione tra i giocatori, e contemporaneamente privo di quella componente di pathos e di imprevedibilita` che rende un gioco divertente e di valore (a prescindere della componente fortuna, altrimenti giochiamo tutti solo a GO e basta).
Io non riesco a capire il gusto che c'e` a giocare ad un gioco cosi`, ognuno si fa la sua partita, ad un certo punto questa finisce.... e ci si accorge che non ci si e` mai divertiti durante il gioco, boooohhhh!
Sono l`unico a notare questa cosa?
La luce che vedi in fondo al tunnel non è la tua salvezza, ma il mio fanalino di coda!
Offline vittogol
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1307
Iscritto il: 14 ottobre 2006
Goblons: 0.00
Località: Roma - Largo Preneste
Mercatino: vittogol

Messaggioda TinuZ » 20 mar 2007, 13:46

ok .. non è un gioco da sbellicarsi (come mooolti altri) ma un minimo di interazione c'è se cerchi di togliere le carte giuste al momento giusto o cerchi di prelevare la tessera bonus prima di un altro. Il mordente è dato sicuramente e principalmente nel mettere alla prova se stessi, nel riuscire a completare le prorpie linee ed i prorpi obiettivi portando a casa il massimo risultato possibile.
Anche a Puerto Rico devi cercare di anticipare le mosse deglia altri giocatori (e sicuramente c'è più interazione perchè ci sono più scelte e meccaniche) ma sicuramente non ti sbellichi dalle risate a differenza di altri giochi molto meno impegnati cerebralmente. Questo TuT è sicuramente un german games light per le famiglie e non per hard gamers, che si presta ad essere giocato ad ampio raggio facendo leva sul "flavor" ed una complesità di regole molto relativa.
cià
TinuZ
la community ludica
https://www.giocatorino.it

l'evento ludico
https://www.giocatorino.org

la trasmissione radio-web ludica
https://www.frequenzaludica.it

la rivista ludica
https://www.ilsa-magazine.net/
Offline TinuZ
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
Top Author
 
Messaggi: 338
Iscritto il: 29 settembre 2005
Goblons: 1,200.00
Località: Torino
Mercatino: TinuZ

Messaggioda romendil » 22 mar 2007, 10:57

Coloni di Catan lo sto trovando molto utile per introdurre mio figlio (di un anno e mezzo :grin: ) ai cosidetti giochi intelligenti. Infatti ha imparato così a dire alcune delle sue prime parole: "dado" e "città"! :lol: Al momento, dopo averci fatto un bel po' di partite nei primi tempi, questo è l'unico modo in cui Coloni si usa a casa mia......... ;)
RòmeNdil (goblin chierico), ultimamente ho giocato a:
Immagine
"L'importante non è né vincere, né partecipare: è divertirsi, davvero!"
Offline romendil
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 7286
Iscritto il: 25 ottobre 2004
Goblons: 1,235.00
Località: Roma
Utente Bgg: romendil
Board Game Arena: romendil
Yucata: romendil
Mercatino: romendil
Android Netrunner Fan Through the ages Fan Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Tifo Roma Io faccio il Venerdi GdT!

Messaggioda Izraphael » 22 mar 2007, 11:15

romendil ha scritto:Coloni di Catan lo sto trovando molto utile per introdurre mio figlio (di un anno e mezzo :grin: ) ai cosidetti giochi intelligenti. Infatti ha imparato così a dire alcune delle sue prime parole: "dado" e "città"! :lol: Al momento, dopo averci fatto un bel po' di partite nei primi tempi, questo è l'unico modo in cui Coloni si usa a casa mia......... ;)


Stica.
Un anno e mezzo e già così ludicamente avanti.
A tre anni cosa, la prima scheda di AD&D? :grin:
Mah, fra meno di un mese nasce il mio, di pargoli...
Vedrò come procedere ;)
Marco Valtriani
Lead Designer
Red Glove Edizioni & Distribuzioni
Offline Izraphael
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Reviewer
Game Inventor
 
Messaggi: 3981
Iscritto il: 05 marzo 2007
Goblons: 1,040.00
Località: Pisa
Mercatino: Izraphael

Messaggioda Normanno » 22 mar 2007, 11:53

Suggerirei Rolemaster seguito da Magic Realm direttamente dal Fourth Encounter :lol: :lol:
Offline Normanno
Goblin
Goblin

TdG Moderator
Top Author
Top Reviewer 2 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 6671
Iscritto il: 07 novembre 2004
Goblons: 3,620.00
Località: Osgiliath
Mercatino: Normanno
Podcast Maker

Messaggioda Izraphael » 22 mar 2007, 13:03

Normanno ha scritto:Suggerirei Rolemaster seguito da Magic Realm direttamente dal Fourth Encounter :lol: :lol:


Rolemaster subito, ovviamente.
Appena è in grado di parlare senza ingoiarsi i dadi.
Marco Valtriani
Lead Designer
Red Glove Edizioni & Distribuzioni
Offline Izraphael
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
Top Reviewer
Game Inventor
 
Messaggi: 3981
Iscritto il: 05 marzo 2007
Goblons: 1,040.00
Località: Pisa
Mercatino: Izraphael

Messaggioda darrell » 27 mar 2007, 19:23

Bhe.. dico anche io la mia sull'argomento.
Con i miei amici gioco spesso a titoli impegnativi. e ogni tanto tiriamo fuori il buon vecchio Coloni di Catan... Sicuramente non è difficile da giocare, sicuramente quindi piace anche ai non gamer. Sul Il fatto che non ci sia tattica nn sono completamente d'accordo. Un minimo di strategia e di scelta di azioni opportune la devi pur avere, anche prima del lancio del dado per le risorse. Poi.. chiaramente quel lancio può far cambiare parecchio la scelta preventivamente effettuata.
Probabilemente ora qualcuno mi prenderà a calci... ma.. confrontate Bohnanza con questo titolo.. che differenza c'e'? La parte principale del gioco sono gli scambi con i giocatori el a pesca delle carte rende le risorse disponibili casuali. Ergo, a mio aviso, a chi non piace i Coloni per queste ragioni, probabilmente non è un fan del famoso gioco di carte... mi sbaglio?
Ad ogni modo io ho notato questo: A chi è piaciuto bohnanza, e lo ha trovato divertente senza essere impegnativo, con la sua interazione e commercio tra i giocatori, ha trovato i coloni ugualmente bello. Non a caso ho detto i 2 giochi in questo ordine, visto che ho proposto ai miei giocatori prima il gioco di carte e poi i coloni.. ma credo che l'inverso sarebbe stato sempre vero...
Questa è la mia opinione :-)

Saluti a tutti ..
Darrell
Offline darrell
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 136
Iscritto il: 04 luglio 2006
Goblons: 0.00
Località: Vigevano (PV)
Mercatino: darrell

Messaggioda Iup » 18 apr 2007, 12:43

I Coloni non è un gioco di simulazione. In ogni caso volendolo interpretare come gioco di simulazione gestionale, il dado potrebbe simulare il fatto che non sempre si riesce a cavare roccia (incidenti, problemi di manodopera, strade interrotte, intemperie ecc), per cui non sempre si riesce ad ottenere quello che si vuole.
La difficoltà dei Coloni è quella di dover fare conto delle risorse che si hanno non di quelle che si vorrebbero avere.
Offline Iup
Esperto
Esperto

 
Messaggi: 531
Iscritto il: 27 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Pavia (PV)
Mercatino: Iup

Precedente

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti