Omofobia e Passione per i giochi

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Messaggioda nakedape » 29 gen 2011, 22:56

Beh, Ale, tu quoque sei uscito dal seminato per riportare la tua opinione (peraltro condivisibile) secondo la quale uno stato non dovrebbe discriminare in primis. Il dato di fatto è che nessuno si è messo a trovare il nesso tr gdt e omosessualità o a portare avanti questo tema. Che poi fa davvero ridere. Io per esempio ho tuttora diversi amici gay, quasi tutti giocatori occasionali, con cui mi diletto a giocare sia a gdt che a gdr.
Io non compiango nessuno, però un anno fa un mio amico è finito su repubblica.it perchè è stato aggredito mentre girava per le piazze di Padova mano nella mano con il suo uomo.
A Raistlin e agli altri "sinceri" posso solo augurare di non avere figli gay. Io dal canto mio ho due bambini, un maschio e una femmina e i loro gusti sessuali saranno l'ultimo dei miei problemi, spero che i loro partner siano brave persone e che li rendano felici, tutto il resto sarà dettaglio. Dimenticavo. L' OMS (ordine mondiale della sanità) ha dichiarato che l'omosessualità non è una malattia. Che poi la NORMALITA' stia da un' altra parte è ovvio. Ma la NORMALITA' non è nemmeno composta da gamers, se è per questo.

CHiudo con un aneddoto.
Un mio caro amico gay doveva fare outing con un suo amico di vecchia data.
Gli confessa la cosa durante una passeggiata sui pattini in linea un pomeriggio domenicale.
L'amico, sorpreso dalla notizia, capitombola a terra. Si rialza, sorride di circostanza ed esclama "Beh dai, anche io ho i miei difetti!!".

Ricordatevi del Gandhi (cit. cinematografica)

PS A me piace moltissimo l' aranciata amara. Sarò normale?
Impressioni di Gioco

Qualità al posto di quantità.

https://www.facebook.com/groups/702594666567184
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12656
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Messaggioda Stregorco » 29 gen 2011, 23:53

Dico la mia: trovo inquietante e pericoloso affidare la definizione di normalità alla scienza. La ragione è questa, se domani gli scienziati stabiliscono che i rossi sono anormali, che fine faccio io? Divento persona da discriminare? Ho grande fiducia nella scienza, intendiamoci, ma ripeto, trovo sbagliato affidare ad altri la patente di "definitori" di normalità. Alcuni si appellano alla chiesa, e lasciano chi sia essa a dire la sua sulla terribile parola normalità. Lascio che sia la mia intelligenza, la mia esperienza, la mia cultura a definire il mondo e la vita. E a proposito di normalità, trovo che questa parola non abbia alcun significato. Mi unisco a chi ha posto la domanda: chi è normale?
Chi può dirsi tale? Cos'è la normalità? Chiedo scusa per questo mio intervento che ha dilungato il post.
Offline Stregorco
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1180
Iscritto il: 28 gennaio 2004
Goblons: 0.00
Località: Parma
Mercatino: Stregorco

Messaggioda randallmcmurphy » 30 gen 2011, 3:34

Infatti non credevo che in questo forum ci si preoccupasse tanto della normalità! :grin:

Ma visto che siamo in ballo...balliamo..

Normale è qualcosa che viene stabilito dalle consuetudini e dalle abitudini sociali, oppure statisticamente parlando normale è ciò che è più frequente.

Quindi non essere nella norma non vuol dire essere inferiori, o discriminati e quant'altro.

I gay sono circa il 5% (statisticamente) e le loro abitudini sessuali non rispondono a quelle che la società definisce come normali, quindi da questo punto di vista non possono esser detti "normali"...

Questo è inconfutabile...non c'è bisogno di nessuno scienziato per dirlo.

L'importante è sapere che appunto..non è negativo dirlo..se la gente pensasse un attimo al "SIGNIFICATO" di ciò che si dice non avremmo bisogno di dire "diversamente abili", "operatori ecologici" e altre MINCHIATE STUCCHEVOLI come queste che inquinano la lingua...quindi vi prego, almeno sulla Tana..SDOGANIAMO LE MINCHIATE! :grin:

Sarebbe offensivo dire "sei malato", "sei deviato"...ma "non sei normale" beh..direi che è un complimento, vista la splendida "normalità" che abbiamo in giro :-P

In questo forum io di "normali" mi sa che ne conosco pochi! :grin:
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »
(Isaac Asimov)

Immagine
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2946
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,730.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
Mercatino: randallmcmurphy
10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda paperoga » 30 gen 2011, 10:44

Normale è qualcosa che viene stabilito dalle consuetudini e dalle abitudini sociali, oppure statisticamente parlando normale è ciò che è più frequente.

Quindi non essere nella norma non vuol dire essere inferiori, o discriminati e quant'altro.

I gay sono circa il 5% (statisticamente) e le loro abitudini sessuali non rispondono a quelle che la società definisce come normali, quindi da questo punto di vista non possono esser detti "normali"...

Questo è inconfutabile...non c'è bisogno di nessuno scienziato per dirlo.


in Italia le persone coi capelli rossi sono meno del 1% in europa raggiungono la percentuale massima in Scozia con un 5,5% non penso ce ne siano molti in Africa Sud America e Asia quindi in percentuali molto minori di quelle da te riportate , per gli antichi romani portavano sfortuna, per gli egizi erano più feroci degli altri, nella bibbia figure non troppo positive come Giuda e Maria Maddalena hanno i capelli rossi eppure penso che nessuno possa dire che i "rossi" non sono normali, solo per il colore dei capelli, abbiamo superato queste superstizioni da tempo immemore, mentre alcuni continuano a considerare Anormali persone con gusti sessuali differenti dai loro e in questo caso non essere nella norma è considerato sbagliato e chi non è nella norma viene discriminato e offeso. Cercare di giustificare chi offende, discrimina, ma anche chi minimizza è secondo me un atto grave , quanto l'offendere e il discriminare.
Siamo tutti uguali, abbiamo tutti gli stessi diritti, non ci deve essere nessuna distinzione di razza, sesso, religione etc. e finchè tutti non capiremo questa semplice cosa e ci comporteremo di conseguenza vivremo in un MONDO DI me**a!!!
Offline paperoga
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 4190
Iscritto il: 16 marzo 2004
Goblons: 0.00
Località: milano
Mercatino: paperoga

Messaggioda Betty » 30 gen 2011, 10:55

Il cafone che ti ha detto quello che ti ha detto meriterebbe di essere trattato allo stesso modo perchè etero.
Ama le piccole cose, perchè quando saranno passate ti accorgerai che erano grandi.
Offline Betty
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 86
Iscritto il: 20 ottobre 2009
Goblons: 400.00
Località: Lodi
Mercatino: Betty

Messaggioda solaris » 30 gen 2011, 11:59

Io mi sarei messo a ridere, rattristato, ma mi sarei messo a ridere. Una tale uscita mi avrebbe colto talmente di sorpresa :) Comunque meglio così, no? Meglio perderlo che trovarlo.
Offline solaris
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 229
Iscritto il: 28 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Terni
Mercatino: solaris

Messaggioda FCM » 30 gen 2011, 12:01

Evidentemente l'intelligenza del tipo non va aldilà della sua scatola cranica...

Mi dispiace molto... stai tranquillo, lui ha espresso un pensiero sbagliato e di altissima bassezza culturale (scusa il gioco di parole) che non ti preclude di continuare e coltivare l'interesse verso i GDT.
Hai fatto bene a condividere la tua esperienza con noi perchè questi fatti vanno denunciati come comportamenti obsoleti in un mondo in via di civilizzazione.
...che devo dire..devo dire...Sfatof! /Axis & Allies GDT/ Miniatures Forum: http://www.axisandallies.it/joomla/
Offline FCM
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 830
Iscritto il: 20 aprile 2006
Goblons: 0.00
Località: GreySkull
Mercatino: FCM

Messaggioda rporrini » 30 gen 2011, 12:20

Molto tempo fa, un cantante cui sono molto legato, scrisse una canzone sui manicomi, in cui un "normale" osserva un "matto" dall'altra parte di un cancello e comincia a fare il confronto fra i "normali" come lui e coloro che stanno dall'altra parte. A mano a mano che descrive le differenze si accorge come i "normali" non siano molto differenti dai "matti" e si chiede se il cancello serva a rinchiudere o a proteggere l'uomo che vede, o meglio se il manicomio non sia invece la zona "al di qua" del cancello...

La domanda che mi viene è: è "normale" chi discrimina o chi si comporta diversamente?
Immagine
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.
Offline rporrini
Magister Antiquitatis
Magister Antiquitatis

Avatar utente
Tdg Super Moderator
Top Author
Top Uploader 1 Star
Tdg Supporter
 
Messaggi: 9595
Iscritto il: 20 febbraio 2004
Goblons: 780.00
Località: Roma - First Valley
Utente Bgg: rporrini
Board Game Arena: rporrini
Yucata: rporrini
Facebook: rporrini
Mercatino: rporrini
Puerto Rico Fan Tocca a te fan Terra Mystica Fan Alta Tensione Fan Alhambra Fan Sono stato alla Gobcon 2016

Messaggioda freeman74 » 30 gen 2011, 13:43

Allora il punto non è che si vuole giustificare la discriminazione (e mi pare che infatti questo nel mio precedente post non sia stato fatto); il punto è che come è emerso sopra, le bugie a fin di bene secondo me sono totalmente inutili, come inutile è stato il post.
Mi infastidisce il voler sbandierare a tutti la propria omosessualità per far capire agli altri che non c'è niente di anormale in questo; anche io conosco persone che gay, che però non si mettono lì a raccontare a mezzo mondo o a persone che non hanno mai visto e conosciuto se qualcuno gli ha dato del "frocio".
Quando paperoga dice
"ma non vi vergognate a dire certe cose, tacciare una persona di anormalità solo per i suoi gusti sessuali, ridurre un grosso problema di emarginazione e discriminazione ad una questione di "moda"

e perchè dovrei vergognarmi, mica gli ho dato dello "str**zo" (moderatori passatemi il termine)!
Come dicevo prima, il punto non era tacciare psicoanalista sui suoi gusti sessuali, quanto evidenziare il bisogno di manifestarlo in pubblico.
La questione della moda è innegabile, accendi la tv, tutti gay, tutti che si manifestano che vogliono farti vedere che lo sono, tutti che devono dichiararlo al mondo...ma perchè non puoi esserlo senza metterne i manifsti?
Proprio perchè contrariamente a quello che pensi, sono indifferente all'omosessualità quindi non concepisco il fatto di doverlo manifestare a tutti i costi.
Offline freeman74
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 5101
Iscritto il: 21 giugno 2004
Goblons: 1,120.00
Località: Roma - Casal Palocco
Mercatino: freeman74

Messaggioda CapitanBarbossa » 30 gen 2011, 14:07

Caro Psicoanalista...se dopo una risposta da cafone come quella, gli mollavi un paio di ceffoni in faccia vedi che la prossima volta ci pensa 2 volte prima di fare un uscita come quella!
Offline CapitanBarbossa
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
Top Reviewer
 
Messaggi: 3461
Iscritto il: 20 settembre 2006
Goblons: 1,050.00
Località: Lodi
Mercatino: CapitanBarbossa

Messaggioda Stregorco » 30 gen 2011, 14:23

Perché manifestarlo? Perché no, mi chiedo io. Credo che si chiami orgoglio. Fino a non molto tempo fa, dichiarare la propria omosessualità era rischioso: si poteva perdere il posto di lavoro, essere massacrati di botte, passare per malati (quindi essere evitati, isolati, esclusi). In molti paesi del mondo, e purtroppo in alcune zone del nostro paese, la situazione è ancora così. Ci sono paesi dove l'omosessualità è perseguita penalmente con la detenzione e addirittura la pena capitale. E allora ben venga chi si dichiara omosessuale, anche se lo fa in modo plateale, anche se lo ostenta. Ora per le strade capita di incontrare coppie di uomini che si tengono per mano, tempo fa quelle coppie non potevano manifestare pubblicamente il loro amore a causa dei pregiudizi che ho elencato sopra. Parlare di una cosa, metterla in circolo, è un valido contributo all'accettazione della stessa, è un modo intelligente di smantellare un pregiudizio, di lottare contro l'ignoranza. Questo è il mio parere, val quel che vale.
Offline Stregorco
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1180
Iscritto il: 28 gennaio 2004
Goblons: 0.00
Località: Parma
Mercatino: Stregorco

Messaggioda nakedape » 30 gen 2011, 14:35

freeman74 ha scritto:e perchè dovrei vergognarmi, mica gli ho dato dello "str**zo" (moderatori passatemi il termine)!
Come dicevo prima, il punto non era tacciare psicoanalista sui suoi gusti sessuali, quanto evidenziare il bisogno di manifestarlo in pubblico.
La questione della moda è innegabile, accendi la tv, tutti gay, tutti che si manifestano che vogliono farti vedere che lo sono, tutti che devono dichiararlo al mondo...ma perchè non puoi esserlo senza metterne i manifsti?
Proprio perchè contrariamente a quello che pensi, sono indifferente all'omosessualità quindi non concepisco il fatto di doverlo manifestare a tutti i costi.


No, non si può tacerlo. Prima o poi viene fuori. Prima o poi viene fuori che sei sposato o che non lo sei, e prima o poi viene fuori se sei gay o sei etero. A questo punto puoi raccontare delle balle oppure vivere la cosa serenamente e dire alla gente che frequenti che sei gay. Il che è diverso che manifestarlo in pubblico stile gay pride.
Psicanalista ha raccontato una sua esperienza triste in relazione ai gdt, cosa doveva fare? Non la doveva raccontare?
Per me è come se uno avesse portato un amico di colore a giocare una sera e uno dei presenti avesse detto che non può giocare con un negro.
Uno non può condividere l'esperienza? Deve stare zitto?
Cosa c'è di male nel cercare conforto nella comunità ludica a cui appartieni?

Proprio non capisco... :roll:
Impressioni di Gioco

Qualità al posto di quantità.

https://www.facebook.com/groups/702594666567184
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12656
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Messaggioda Gurgugnao » 30 gen 2011, 14:44

Ci tenevo a dire che gli ultimi interventi su normalità, scienza e percentuali non mi vedono assolutamente d'accordo. Non per forza la si deve pensare allo stesso modo, certo. Ma concedetemi, alcuni argomenti (alterità/identità, diverso/normale) non possono essere spiegati semplicemente con le categorie interne ad un solo sistema di pensiero. Sarebbe auspicabile, per quanto a volte necessiti di uno sforzo sovraumano, "allargare la mente" per avere un quadro più obiettivo. Quindi, propongo, poniamoci dall'altra parte per capire se il nostro ragionamento fila. Studio antropologia e vi assicuro che posizioni del genere (dati statistici, biologia, ecc.) sono al di fuori di qualsiasi approccio ragionato all'argomento "diversità" (che nella disciplina viene intesa come metodo per de-finire la propria identità). Questo all'interno del mio campo di studi, che fa del ragionamento sull'uomo, della diversità, del relativismo, i suoi cavalli di battaglia. E poi... uno può essere gay per mille motivi, non è che le persone sono tutte uguali. Magari uno è cresciuto in un dato ambiente, uno è cambiato col tempo, uno ci è nato, uno l'ha scelto, per uno è una questione psicologia, per l'altro biologica, uno ha provato l'eterosessualità e l'omosessualità e ci si è trovato meglio, ecc. Dovrebbero scontrarsi tutti con tutti e nessuno formerebbe alcuna categoria. Come si fa a dire allora "non sei normale" se ho miliardi di possibilità per essere la persona che sono? La famiglia classica (padre, madre, figlio) è certamente un modello vincente e su cui si basa la nostra società "vincente". Ma anch'essa ha subito modificazioni nel corso dei secoli e solo ora la consideriamo la norma, normale. Con ciò vorrei dire che non è detto che non subisca ulteriori cambiamenti e se fossimo trasportati magicamente nel 3000, magari la normalità lì ci spiazzerebbe.

Ho in mente una visione.

Il primo Home Sapiens sulla terra, emette un grugnito e osserva il tramonto all'orizzonte grattandosi il pacco. Vede un altro della sua specie, maschio. Emette un altro grugnito. E se lo tromba. Di lì a poco passano un altro uomo e una donna, mano nella mano.

"Hei"
"Che c'è? Sono impegnato!"
"Siete diversi! Puh!"
"Fatti gli affaracci tuoi, la società non l'abbiamo ancora inventata"
"Sì, ma fra 100.000 anni diranno che non è una cosa naturale"
"Ma... siamo in mezzo alla natura!"
"Beh... sì... però..."

In quel mentre passa un terzo che chiama la coppia mano nella mano.
"Hei ragazzi, ho inventato un gioco! E' una simulazione di caccia all'antilope, da 4 a 6 giocatori... lo playtestiamo?"
"Ma siamo solo in 3... quelli son diversamente uomini, non possono giocare"
"Porc! Non si potrebbe rimandare l'invenzione dell'omofobia?!"
"No! Vai e inventa un gioco da 3 giocatori, imbecille!" e giù di randellate.

E mentre i colpi e i lamenti rieccheggiano nella savana il tramonto si fa crepuscolo e la voce fuori campo sentenzia: "E fu così che il gioco fu inventato, ebbe successo, e chi non ci giocò venne emarginato fino ai giorni nostri, giorni in cui uno psicanalista scrisse su un forum di giochi.

Dissolvenza. Direct by Rufio. Titoli di coda.
Offline Gurgugnao
Su Goblin Sadru - Filologus
Su Goblin Sadru - Filologus

 
Messaggi: 1777
Iscritto il: 16 febbraio 2005
Goblons: 270.00
Località: Mantova
Mercatino: Gurgugnao

Messaggioda Jehuty » 30 gen 2011, 15:02

Bha, non conosco le statistiche... ma penso che in italia, chi gioca ai giochi da tavolo over 25( :?: ), o preferite over 30? sia una percentuale inferiore al 50%, quindi di sicuro sotto la metà.

Quindi:

BRANCO DI ANORMALI!!!!!



:roll:
Immagine
Offline Jehuty
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
Tdg Super Moderator
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: 26 agosto 2010
Goblons: 270.00
Località: Nella Bocca di un Vulcano (CE)
Utente Bgg: Jehuty
Mercatino: Jehuty

Messaggioda odk » 30 gen 2011, 15:12

[MOD ON]
Intervengo prima che un post decisamente partito con ottimi propositi e che comunque ha avuto modo di svilupparsi crescere e sfumare vada alle ortiche.

Ci tengo a sottolineare che la chiusura avviene per esaurimento di idee e non per scorrettezza o toni alterati.

Da tutte queste pagine è comunque emerso il rispetto e la condivisione di scelte e gusti.

Ognuno di noi lo ha fatto a modo suo evidenziando che ci possono essere delle difformità in alcuni concetti, ma sempre partendo e riconoscendo la mancanza di rispetto e a volte di educazione di posizioni assolute e miopi di individui che Affibiano etichette.


ODK
[MOD OFF]
Offline odk
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2315
Iscritto il: 18 giugno 2008
Goblons: 1,490.00
Località: Fabrateria Vetus - Ceccano - (Fr)
Utente Bgg: Orso del Kispios
Mercatino: odk
Ho partecipato alla Play di Modena Sono stato alla Gobcon 2016 Io faccio il Venerdi GdT! Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Podcast Maker Telegram Fan

PrecedenteProssimo

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti