Pensare o non pensare?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Messaggioda donbega » 28 nov 2006, 18:10

Sicuramente il gioco aiuta le persone ad "evadere" dai proprio poblemi e questo è sicuramente un bene. Perchè l'evasione non deve essere intesa con un accezione solamente negativa (ossia perdere il contatto con il reale). A volte si ha bisogno di "prendere le distanze" da un determinato tormento perchè lo si possa poi tornare a guardare sotto un'altra angolazione. Infatti è noto che per apprezzare meglio un panorama è necessario porsi ad osservarlo a diversi chilometri di distanza. Lo stesso credo che valga per i problemi di tutti i giorni: quanto ti ci arrovelli sopra rischi di non venirne mai fuori ma se riesci a "staccarti" un attimo da loro, quando poi ci ritorni sopra può essere che tu riesca a vederli sotto un'altra angolazione e, quindi, a superarli. E, indubbiamente, anche nella mia esperienza il gioco aiuta molto in questo senso!
<< Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e... ludoscienza! >> [Il sommo Poeta]"

E.C.A.S.C.O. online: www.ecasco.it
Offline donbega
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 325
Iscritto il: 27 marzo 2006
Goblons: 640.00
Località: Bagno a Ripoli (FI)
Mercatino: donbega

Re: Pensare o non pensare?

Messaggioda Necros » 28 nov 2006, 20:57

linx ha scritto:Molte volte si è detto che i giochi da tavolo stimolano e mettono in azione il cervello, migliorandolo.

Vorrei invece qui focalizzarmi sull'aspetto opposto ma altrettanto positivo: quanto i gdt vi aiutino a NON pensare.
A non pensare al cliente (o al vostro capo) che vi deve ancora pagare...
A non pensare al fatto che non avete uno straccio di ragazza...
A non pensare al fatto che siete disoccupati...

Insomma, di motivi di stress al giorno d'oggi ce ne sono parecchi e personalmente pensare ad una nuova strategia per il nuovo gioco o alla prossima mossa che devo fare nella partita online ad Amun-Re mi aiuta a non farmi assalire dai dubbi e dalle incertezze che nefastano il quotidiano e a dormire tranquillo ripensando all'ultima vittoria piuttosto che ad una probabile catastrofe.

il gioco non mi aiuta a non pensare, io quando gioco penso a quello che succcede sul tavolo e a quello che devo fare successivamente:
se ho da fare in seguito, mi impegno a pensare di giocare con più rapidità!
i giochi, soprattutto di strategia, aiutano a pensare, ma questo non vuol dire che giocando migliori il tuo quozinte intellettivo, il gioc ti aiuta a pensare secondo le regole\schema di quel gioco, quindi poi dovrai pensare con altri paramentri per vivere nella vita reale.
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00
Mercatino: Necros

Re: Pensare o non pensare?

Messaggioda linx » 28 nov 2006, 21:42

Necros ha scritto:il gioco non mi aiuta a non pensare, io quando gioco penso a quello che succcede sul tavolo e a quello che devo fare successivamente:
se ho da fare in seguito, mi impegno a pensare di giocare con più rapidità!
i giochi, soprattutto di strategia, aiutano a pensare, ma questo non vuol dire che giocando migliori il tuo quozinte intellettivo, il gioc ti aiuta a pensare secondo le regole\schema di quel gioco, quindi poi dovrai pensare con altri paramentri per vivere nella vita reale.


Il succo del discorso che stiamo facendo è che pensare al gioco ti evita di pensare a cose più spiacevoli, non che ti aiuti a superare queste, bada bene.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 6434
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Mercatino: linx
Agricola fan Membro della giuria Goblin Magnifico Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Seward » 28 nov 2006, 23:41

Non è solo il gioco che aiuta a non pensare ai problemi e alla quotidianità ma può anche essere un buon libro o un film, un disco, dipingere, scrivere, fare foto... tutto quello che più o meno rientra tra gli hobby, che credo che anche per questo siano una indispesabile valvola di sicurezza. E' importante coltivare degli interessi che ci permettano di staccare e di dedicare del tempo a noi stessi, al nostro piacere, dimenticare per un po' gli affanni della vita per poi, magari, tornare a guardare i problemi con più serenità... per concludere credo che il gioco e gli hobby in generale rendano la vita un po' più serena.
Offline Seward
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 155
Iscritto il: 13 aprile 2006
Goblons: 0.00
Località: Roma
Mercatino: Seward

Messaggioda donbega » 29 nov 2006, 11:48

Seward ha scritto:Non è solo il gioco che aiuta a non pensare ai problemi e alla quotidianità ma può anche essere un buon libro o un film, un disco, dipingere, scrivere, fare foto... tutto quello che più o meno rientra tra gli hobby, che credo che anche per questo siano una indispesabile valvola di sicurezza. E' importante coltivare degli interessi che ci permettano di staccare e di dedicare del tempo a noi stessi, al nostro piacere, dimenticare per un po' gli affanni della vita per poi, magari, tornare a guardare i problemi con più serenità... per concludere credo che il gioco e gli hobby in generale rendano la vita un po' più serena.

Sagge parole! Ma vorrei aggiungere che il gioco, diversamente da altri hobby, ti permette di stare con gli altri. E questo non è secondario perchè spesso si ha bisogno di un modo per stare con gli altri, ed il gioco è un buon "pretesto". Quando si hanno dei periodi neri, magari non si ha neanche troppa voglia di vedere altre persone, ed è allora che il gioco ci è utile perchè ci permette di uscire dal nostro guscio senza dover necessariamente dichiarare a tutti ciò che ci angustia.
<< Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e... ludoscienza! >> [Il sommo Poeta]"

E.C.A.S.C.O. online: www.ecasco.it
Offline donbega
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 325
Iscritto il: 27 marzo 2006
Goblons: 640.00
Località: Bagno a Ripoli (FI)
Mercatino: donbega

Messaggioda linx » 29 nov 2006, 12:36

Seward ha scritto:Non è solo il gioco che aiuta a non pensare ai problemi e alla quotidianità ma può anche essere un buon libro o un film, un disco, dipingere, scrivere, fare foto... tutto quello che più o meno rientra tra gli hobby, che credo che anche per questo siano una indispensabile valvola di sicurezza.


Si, è vero.
Ma quasi tutti quelli che tu nomini sono hobby passivi o che si possono sviluppare solo nel giusto momento e nel giusto posto.
Mentre viaggio in macchina non posso fare ciò che dici (a parte ascoltare un disco) e nemmeno pensare troppo a quello che farò. Mentre prendo sonno è lo stesso, tranne per qualche raro film o libro che ti danno da pensare (ma ti tengono sveglio, non conciliano certo il sonno).

Pensare alle tattiche di gioco o a come spiegare un gioco agli amici mi permette di tenere la mente occupata quando nessun'altra occupazione è possibile e le inquietudini mi assalgono.

Discorso a parte merita la musica che però non "copre" i pensieri ma li avvolge nel suo manto e può essere terapeutica, fastidiosa, e pure dannosa, a volte.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 6434
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Mercatino: linx
Agricola fan Membro della giuria Goblin Magnifico Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Seward » 29 nov 2006, 17:19

linx ha scritto:Si, è vero.
Ma quasi tutti quelli che tu nomini sono hobby passivi o che si possono sviluppare solo nel giusto momento e nel giusto posto.
Mentre viaggio in macchina non posso fare ciò che dici (a parte ascoltare un disco) e nemmeno pensare troppo a quello che farò. Mentre prendo sonno è lo stesso, tranne per qualche raro film o libro che ti danno da pensare (ma ti tengono sveglio, non conciliano certo il sonno).

Pensare alle tattiche di gioco o a come spiegare un gioco agli amici mi permette di tenere la mente occupata quando nessun'altra occupazione è possibile e le inquietudini mi assalgono.

Discorso a parte merita la musica che però non "copre" i pensieri ma li avvolge nel suo manto e può essere terapeutica, fastidiosa, e pure dannosa, a volte.



mmmm interessante, vedi a questo apetto non avevo pensato: pensavo solo al momento di gioco che come dice più sopra donbega è un po' diverso dagli altri hobby perchè comunque ti "costringe" a stare in compagnia che è una cosa molto importante perché a volte tendiamo (tendo) ad isolarmi troppo. Tornado a bomba: si è vero, puoi pensare alle tattiche di gioco, però forse (ti dico forse, perché non ho verità da spacciare) potresti pensare alle inquadrature delle foto, o scorgendo nuovi paesaggi in auto a come meglio immortalarli in foto o anche su tela se si dipinge... discorso diverso per il cinema ovviamente e anche per la letteratura, la musica ci può invece accompagnare sempre ma come dici tu non sempre può avere un ruolo "positivo" :roll:
Offline Seward
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 155
Iscritto il: 13 aprile 2006
Goblons: 0.00
Località: Roma
Mercatino: Seward

Messaggioda donbega » 29 nov 2006, 18:16

Seward ha scritto:Tornado a bomba: si è vero, puoi pensare alle tattiche di gioco, però forse (ti dico forse, perché non ho verità da spacciare) potresti pensare alle inquadrature delle foto, o scorgendo nuovi paesaggi in auto a come meglio immortalarli in foto o anche su tela se si dipinge...

Si, hai ragione, ma in tutte queste attività manca il fattore umano ovvero: il confronto con gli altri. Solo il rappoto con le altre persone è in grado di scuoterti "dal profondo". Per quanto tu possa essere disciplinato nella gestione delle tue risorse mentali ed emotive e per quanto tu possa essere interessato alla pittura o alla fotografia, capita delle volte nella vita in cui non hai voglia di fare neanche quelle cose che più ti piacciono. E chi di voi ha perduto la donna amata, sa bene di cosa sta parlando... ti passa la voglia di vivere :-( E, secondo me, in questi casi è necessario il contatto con gli altri, si ha bisogno di "calore umano" e non c'è passatempo che tenga! Al contario, il GdT, ci porta a stare assieme agli altri e anche se quel giorno la tua mente sarà altrove mentre giochi, ma almeno sentirai il contatto di altre persone che, come te, stanno condividendo quello spazio e quel momento. :!:
<< Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e... ludoscienza! >> [Il sommo Poeta]"

E.C.A.S.C.O. online: www.ecasco.it
Offline donbega
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 325
Iscritto il: 27 marzo 2006
Goblons: 640.00
Località: Bagno a Ripoli (FI)
Mercatino: donbega

Messaggioda Seward » 29 nov 2006, 18:38

donbega ha scritto:Si, hai ragione, ma in tutte queste attività manca il fattore umano ovvero: il confronto con gli altri. Solo il rappoto con le altre persone è in grado di scuoterti "dal profondo". Per quanto tu possa essere disciplinato nella gestione delle tue risorse mentali ed emotive e per quanto tu possa essere interessato alla pittura o alla fotografia, capita delle volte nella vita in cui non hai voglia di fare neanche quelle cose che più ti piacciono. E chi di voi ha perduto la donna amata, sa bene di cosa sta parlando... ti passa la voglia di vivere :-( E, secondo me, in questi casi è necessario il contatto con gli altri, si ha bisogno di "calore umano" e non c'è passatempo che tenga! Al contario, il GdT, ci porta a stare assieme agli altri e anche se quel giorno la tua mente sarà altrove mentre giochi, ma almeno sentirai il contatto di altre persone che, come te, stanno condividendo quello spazio e quel momento. :!:


Sono d'accordo, infatti il fattore umano è molto importante ed io in questo pecco un po', tendo ad isolarmi ed essendo già chiuso di carattere non mi faccio certo del bene... ma il discorso partiva dal pensare al gioco e non dal giocare: pensare al gioco e alle tattiche e a come spiegare il gioco e come questo potesse distrarre dai problemi, che è una cosa un po' diversa dal ritrovarsi intorno ad un tavolo tra amici. Per quello dicevo che forse non solo pensare al gioco distrae ma anche il pensare ad altre passioni... tutto qui, per il resto son d'accordo con te.
Offline Seward
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 155
Iscritto il: 13 aprile 2006
Goblons: 0.00
Località: Roma
Mercatino: Seward

Messaggioda donbega » 29 nov 2006, 19:06

Seward ha scritto:ma il discorso partiva dal pensare al gioco e non dal giocare: pensare al gioco e alle tattiche e a come spiegare il gioco e come questo potesse distrarre dai problemi, che è una cosa un po' diversa dal ritrovarsi intorno ad un tavolo tra amici. Per quello dicevo che forse non solo pensare al gioco distrae ma anche il pensare ad altre passioni... tutto qui, per il resto son d'accordo con te.

E' vero... mi sono lasciato prendere dal discorso e sono andato un pò fuori dal seminato. :-)
<< Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e... ludoscienza! >> [Il sommo Poeta]"

E.C.A.S.C.O. online: www.ecasco.it
Offline donbega
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 325
Iscritto il: 27 marzo 2006
Goblons: 640.00
Località: Bagno a Ripoli (FI)
Mercatino: donbega

Re: Pensare o non pensare?

Messaggioda Necros » 29 nov 2006, 19:20

linx ha scritto:
Necros ha scritto:il gioco non mi aiuta a non pensare, io quando gioco penso a quello che succcede sul tavolo e a quello che devo fare successivamente:
se ho da fare in seguito, mi impegno a pensare di giocare con più rapidità!
i giochi, soprattutto di strategia, aiutano a pensare, ma questo non vuol dire che giocando migliori il tuo quozinte intellettivo, il gioc ti aiuta a pensare secondo le regole\schema di quel gioco, quindi poi dovrai pensare con altri paramentri per vivere nella vita reale.


Il succo del discorso che stiamo facendo è che pensare al gioco ti evita di pensare a cose più spiacevoli, non che ti aiuti a superare queste, bada bene.
infatti, ho capto però forse(ccome al solito) mi sono espresso male; il gioc serve a distrarre dai" dispiaceri" della vita reale, però non li risolve, anzi, non pensarci forse è anche peggio! ;)
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00
Mercatino: Necros

Messaggioda linx » 29 nov 2006, 21:29

Seward ha scritto:Tornado a bomba... (ti dico forse, perché non spaccare) potresti pensare alle inquadrature delle foto, o scorgendo nuovi paesaggi in auto a come meglio immolarti su un palo o anche su tela se si dipinge...


Ho cambiato qualche parola e tagliato qua e là :grin:
Pensare a guardare il paesaggio tornando in macchina mi ha fatto pensare a questo.
;)

Non penso che tornando per la stessa strada che faccio da 12 anni troverei veramente qualcosa di interessante... :-?
...facessi il rappresentante come lavoro magari si potrebbe applicare.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 6434
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Mercatino: linx
Agricola fan Membro della giuria Goblin Magnifico Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Seward » 29 nov 2006, 21:38

linx ha scritto:
Ho cambiato qualche parola e tagliato qua e là :grin:
Pensare a guardare il paesaggio tornando in macchina mi ha fatto pensare a questo.
;)

Non penso che tornando per la stessa strada che faccio da 12 anni troverei veramente qualcosa di interessante... :-?
...facessi il rappresentante come lavoro magari si potrebbe applicare.


in effetti... :rolleyeZ:
Comunque era solo un esempio :grin: poi ognuno si distrae (o tenta di farlo) a modo suo... pensare alle varie tattiche è un buon modo, immolarsi su un palo non molto :verywin:
Offline Seward
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 155
Iscritto il: 13 aprile 2006
Goblons: 0.00
Località: Roma
Mercatino: Seward

Precedente

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite