pochi giochi spesso o tanti giochi poco?

Discussioni generali sui giochi da tavolo, di carte (non collezionabili/LCG) o altri tipi di gioco che non hanno un Forum dedicato. Indicate sempre il gioco di cui parlate nel titolo dei vostri post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum, come la guida per l'uso dei TAG nelle discussioni.

Moderatori: IGiullari, Agzaroth, romendil, Jehuty, rporrini, Hadaran, UltordaFlorentia

pochi giochi spesso o tanti giochi poco?

Messaggioda ema77 » 6 mag 2015, 10:47

Lancio questo tema, se qualcuno ha voglia e tempo di raccogliere, potrebbe a mio avviso aprirsi un dibattito interessante. diversamente pazienza.
tempo fa ho letto un bell'articolo di pinco11 sul blog "giochi sul nostro tavolo", peraltro sostanzialmente trasposto giornalmente con apposita finestra su questo forum da agz, in cui si diceva che il giocatore esperto che ne ha viste di ogni, ormai si limiti sostanzialmente a fare da assaggiatore di giochi.
In altre parole, l'esperienza e il gran numero di titoli alle spalle permettono anche ad un primo approccio una valutazione di meccaniche, profondità ecc. e di capire se un gioco merita o meno.
premesso che ciò a mio avviso è vero con qualche buona eccezione (ad esempio per citare un gioco nuovo panamax per motivi che altrove ho già spiegato), anche se è ugualmente vero che solo giocandolo un titolo può esprimere o meno la sua profondità ed appagare realmente, questa tematica mi ha dato lo spunto per un'ulteriore riflessione.
è meglio conservare un buon numero di giochi ed imparare a giocarli realmente bene (visto che il tempo è poco e prezioso per tutti), o comunque trascurarne e molto alcuni pur di restare al passo coi tempi?
le scimmie per chi frequenta questi luoghi ci sono per tutti, è innegabile, però - anche se il richiamo al nuovo di turno è forte - ogni tanto (perchè poi mi faccio tentare anche io) credo sarebbe meglio dedicare tempo a dovere a giochi già in possesso fino a consumare i tabelloni prima di passare oltre.
tra l'altro il panorama ludico ultimamente non è che pulluli di giochi strappacapelli (anche qui con qualche eccezione).
voi che ne pensate?
Online ema77
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 810
Iscritto il: 27 settembre 2013
Goblons: 32.00
Località: Desio
Mercatino: ema77

Re: pochi giochi spesso o tanti giochi poco?

Messaggioda lorenzo_l » 6 mag 2015, 11:06

Ciao, io e mio fratello giochiamo da sempre, un tempo assiduamente GdR, dopo Magic: the Gathering e nel mezzo qualche GdT di vecchia generazione.
Noi siamo per i pochi giochi.
Da qualche anno, ci teniamo informati qui in tana riguardo alle nuove uscite, e ci sono tanti giochi, anche più classici, che vorremmo provare. Abbiamo i gusti ben definiti e sappiamo quello che ci piace e cosa no. Questo, più qualche batosta presa in passato, ci protegge dal acquisto compulsivo.
Gli amici però hanno le loro belle cose da fare... E quindi, morale, per noi pochi giochi, quelli giusti, ma troppo poco spesso. ;)

Edit... grammatica delle frasi rimaneggiata ;)
Ultima modifica di lorenzo_l il 7 mag 2015, 16:00, modificato 4 volte in totale.
I play QL Magic - www.formatoql.it
Offline lorenzo_l
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1763
Iscritto il: 19 gennaio 2010
Goblons: 60.00
Località: Trieste - Savona
Mercatino: lorenzo_l

Re: pochi giochi spesso o tanti giochi poco?

Messaggioda jesse » 6 mag 2015, 11:09

Appena ho iniziato a giocare ai giuochi da tavolo ho sfruttato i pochi titoli che io avevo e il mio gruppo di gioco aveva, quindi ad ogni titolo abbiamo fatto un discreto numero di partite anche più di 4 o 5. Man mano che andavamo avanti aumentava il numero di giochi presenti e necessariamente diminuisce drasticamente il numero di partite per ogni titolo, anzi il più delle volte alcuni giochi sono stati messi una sola volta sul tavolo dopo l'acquisto. È vero che aumentando l'esperienza si riesce ad apprezzare un gioco già alla prima partita (ci tengo a dire che questo è principalmente vero per i german, perché la maggior parte degli americani hanno una curva di apprendimento molto più alta, quindi fare una sola partita è un esperienza sicuramente meno appagante se non, volendo esagerare, priva di senso) ma dopo aver fatto un'unica partita mi resta il rimpianto di aver lasciato per mesi un bellissimo gioco sullo scaffale che invece meriterebbe più giri in pista! Ci sono giochi, anche tra i tedeschi, che secondo me si gustano maggiormente dopo averci giocato un po', ad esempio Terra Mystica essendo molto asimmetrico secondo me si apprezza molto di più dopo aver sperimentato le tante razze a disposizione.
Nel mio gruppo purtroppo essendoci molti membri appassionati di titoli american si finisce per fare lunghe campagne a giochi cooperativi lasciando i german come buchi riempitivi, questo per me è un grandissimo peccato!
Immagine
Offline jesse
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 537
Iscritto il: 04 febbraio 2013
Goblons: 0.00
Località: Livorno
Mercatino: jesse

Re: pochi giochi spesso o tanti giochi poco?

Messaggioda pomilius » 6 mag 2015, 13:52

Credo che l'ideale sia l'alternanza, e quindi giocare ai giochi che si hanno e provarne di nuovi.
Io per esempio non resisto alla tentazione di provare nuovi giochi per scoprirne le meccaniche o anche semplicemente per vedere come sono fatti.
Nel mio gruppo c'è chi invece predilige approfondire i giochi in ns. possesso per affinare le tecniche di gioco e scoprire nuove possibilità di sviluppo delle partite e delle strategie da applicare.
Anche perchè non tutti hanno la voglia e il tempo di mettersi a studiare nuovi regolamenti.

Noi cerchiamo di fare almeno 3 partite ad un gioco nuovo prima di passare ad un altro.

Ma ogni tanto è bello rifare una carrellata dei giochi a disposizione.
Immagine
Offline pomilius
Esperto
Esperto

 
Messaggi: 501
Iscritto il: 23 luglio 2014
Goblons: 0.00
Località: Avellino
Utente Bgg: pomilius
Board Game Arena: pommy
Yucata: pomilius
Mercatino: pomilius

Re: pochi giochi spesso o tanti giochi poco?

Messaggioda LordDrachen » 6 mag 2015, 13:57

pomilius ha scritto:Credo che l'ideale sia l'alternanza, e quindi giocare ai giochi che si hanno e provarne di nuovi.

Concordo.
Mai lasciare i giochi sottoutilizzati, mai fossilizzarsi su pochi giochi e inevitabilmente irrigidirsi col cervello.
Compito arduo, ma indispensabile, per un hobbysta.
Mi trovate anche su BGG. ^_^
Ho visto qualcuno impedire un Runaway Leader ed essere travolto da una Snowball

Immagine
http://www.noferplei.it
Offline LordDrachen
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4022
Iscritto il: 02 agosto 2011
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: LordDrachen
Twitter: LordDrachen
Mercatino: LordDrachen

Re: pochi giochi spesso o tanti giochi poco?

Messaggioda kenparker » 6 mag 2015, 14:25

Vorrei esser capace di giocare ad un gioco fino a consumarne il tabellone, ma non ci riesco proprio, troppo ampio il panorama ludico, troppe opportunità offre il prestito della ludoteca della TDG di Milano e soprattutto i giochi dei miei amici, troppo allettanti le offerte sui siti tedeschi, e poi c'è la math trade. Se ad un gioco riesco a fare 2 partite sono felice. Se riesco a farne di più è un filler o è grande amore!

Tornando IT trovo che, per quello che mi riguarda, tanti giochi poco, per questo sto provando a farmi violenza verso pochi giochi spesso.
ho recentemente giocato a Immagine 
Offline kenparker
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4024
Iscritto il: 18 aprile 2013
Goblons: 36.00
Località: Cabiate COMO
Utente Bgg: ottobre31
Yucata: kenparker
Facebook: alessandro dipace
Mercatino: kenparker
Sono stato alla Gobcon 2015 Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico Ho partecipato alla Play di Modena Vincitore del Randallo d'oro Sono stato alla Gobcon 2016 Sono stato alla fiera di Essen Mi piace l'orienteering

Re: pochi giochi spesso o tanti giochi poco?

Messaggioda NikozAtreides » 6 mag 2015, 15:03

Io ho iniziato davvero con i giochi da tavola da dicembre scorso, quindi quella che segue è soltanto la mia linea guida che vorrei portare in questa passione.
In realtà, io e un mio amico dai tempi delle medie ci scambiamo spesso passioni, tipo Magic, e a questo giro abbiamo deciso di darci sotto con i GDT anche perchè già ne avevamo qualcuno (lui carcassonne, krosmaster,le case della follia,zombicide io arkham horror etc.).
Essendo in 2, ci siamo espansi ai cooperativi e agli 1vs1.
Poi abbiamo iniziato a cercare gente con cui giocare, siamo andati al torino comics e trovato un paio di amici anche loro presi dei giochi da tavolo.
A quel punto ho pensato a qualche acquisto, e visto che l'idea di lasciare un prodotto fermo a prendere polvere mi rode pesantemente, ho preso giochi da poter fare anche in solitaria. NOn mi dispiace farmi una partita ad Akham horror in solo, o Ghost Stories, nell'attesa di imparare per bene robinson crusoe.

Poi, ho anche portato dentro mio padre, iniziando con qualcosa di leggero ma comunque tematico, Elder Sign. Da lì, kemet, coloni imperiali etc. Ogni we ci becchiamo con il gruppo e cerco sempre di proporre sia un gioco nuovo, sia uno già provato.
Non voglio cadere nella sindrome da collezionista, se compro un gioco da tavolo voglio giocarlo, e anche più di una volta all'anno, soprattutto quando si parla di cooperativi con possibilità di scegliere personaggi e magari cambiare l'obiettivo finale. A costo anche di giocarci in solitario.
"Il rotolar dei dadi, è musica per me" (baubau, a nightmare before christmas)
Offline NikozAtreides
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 203
Iscritto il: 12 aprile 2015
Goblons: 0.00
Località: Torino
Mercatino: NikozAtreides

Re: pochi giochi spesso o tanti giochi poco?

Messaggioda scalper » 6 mag 2015, 16:12

Assolutamente :
Con i giochi buoni pochi ma spesso e con tutti gli altri tanti ma poco :)
Offline scalper
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 831
Iscritto il: 01 febbraio 2013
Goblons: 20.00
Località: Aprilia
Mercatino: scalper

Re: pochi giochi spesso o tanti giochi poco?

Messaggioda nakedape » 6 mag 2015, 16:32

ema77 ha scritto:In altre parole, l'esperienza e il gran numero di titoli alle spalle permettono anche ad un primo approccio una valutazione di meccaniche, profondità ecc. e di capire se un gioco merita o meno.


La mia esperienza dice l'esatto opposto.
Il giudizio definitivo su un gioco ha senso una volta che lo si è esplorato per bene. In particolare finchè non hai capito quale sia l'approccio strategico vincente non puoi sapere/capire quali muscoli intellettuali il gioco vada a premiare (il bluff, l'intuito, la strategia, la tattica, la memoria, la fortuna, ecc...) ALtresì è difficile vedere se e quanto sia ripetitivo e quanto duri una partita mediamente, se soffra e di quanto dei difetti possibili (downtime, analisi paralisi, exploit ecc...).

Detto questo io cerco di tenermi un parco titoli sufficientemente ampio da avere un gioco per ogni occasione e numero di partecipanti. Questo mi spinge a privilegiare macrocriteri come qualità e originalità, e criteri più specifici come velocità di setup, o semplicità di approccio, difficoltà di ripasso delle regole ecc...
Il gusto maggiore lo si avrebbe limitando il turn over al tavolo, io dopo tanti titoli fatico a farmi acchiappare dall'interesse per un gioco nuovo, a meno che non si tratti di qualcosa di tremendamente originale (magari in una nicchia al momento povera) o di qualità assoluta.

EDIT: C'è un grosso problema nell'approfondire pochi titoli, ed è il gap che si crea tra te ed un novizio. Generalmente se gioco ad un titolo più di 10 volte si crea una lacuna che può sabotare qualsiasi partita con novizi.
Impressioni di Gioco

Qualità al posto di quantità.

https://www.facebook.com/groups/702594666567184
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12569
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Re: pochi giochi spesso o tanti giochi poco?

Messaggioda Shooock » 6 mag 2015, 16:46

Per me non è tanto avere pochi o molti giochi (il tempo è una sommatoria), ma soltanto giocare spesso o meno. Se uno si vuole chiamare veramente "giocatore" da tavolo, deve davvero giocarci ai giochi. Quano ci giochi spesso cogli delle sfumature e della giocabilità che è nascosta nelle prime partite. Un Runewars, Agricola, Belfort, Glass Road, La Furia di Dracula sono pochi giochi ma per i quali ogni partita imparo qualcosa di diverso. Chi gioca un titolo meno di 10 volte e poi passa ad altro non è un giocatore ma più uno spettatore, e come avere una bibloteca di libri per i quali si conosce solo il riassunto, ma che non si sono verametne letti mai.
Dopo aver giocato ad Eldritch Horror, mi è difficile non credere in forze esterne che regolano il destino di questo mondo.
Offline Shooock
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2371
Iscritto il: 28 novembre 2011
Goblons: 90.00
Mercatino: Shooock

Re: pochi giochi spesso o tanti giochi poco?

Messaggioda Zeussino » 6 mag 2015, 17:43

pochi giochi... poco :(
Posso portare uno o più di questi: dimmi quale preferisci.

Immagine
Offline Zeussino
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 458
Iscritto il: 25 gennaio 2013
Goblons: 0.00
Località: Milano
Utente Bgg: zeussino
Mercatino: Zeussino

Re: pochi giochi spesso o tanti giochi poco?

Messaggioda ema77 » 6 mag 2015, 17:44

nakedape ha scritto:
ema77 ha scritto:In altre parole, l'esperienza e il gran numero di titoli alle spalle permettono anche ad un primo approccio una valutazione di meccaniche, profondità ecc. e di capire se un gioco merita o meno.


La mia esperienza dice l'esatto opposto.
Il giudizio definitivo su un gioco ha senso una volta che lo si è esplorato per bene. In particolare finchè non hai capito quale sia l'approccio strategico vincente non puoi sapere/capire quali muscoli intellettuali il gioco vada a premiare (il bluff, l'intuito, la strategia, la tattica, la memoria, la fortuna, ecc...) ALtresì è difficile vedere se e quanto sia ripetitivo e quanto duri una partita mediamente, se soffra e di quanto dei difetti possibili (downtime, analisi paralisi, exploit ecc...).

chiarisco: ovviamente sono d'accordo con te sull'approfondimento di un gioco. solo provandolo e, possibilmente, se proprio lo si vuole realmente sviscerare in ogni suo aspetto, "forzando" le strategie per appurare il reale equilibrio delle meccaniche, si può dire di conoscerlo. questo, ripeto, è assodato.
il giocatore consumato, però riesce a mio avviso (in piccola parte anche io nella mia ancor limitata conoscenza ludica me ne accorgo su me stesso) ad un primo approccio a rendersi conto se ha a che fare con un carciofo o con un titolo da esplorare in profondità come merita. questo, come ho scritto, con qualche rara eccezione.
Online ema77
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 810
Iscritto il: 27 settembre 2013
Goblons: 32.00
Località: Desio
Mercatino: ema77

Re: pochi giochi spesso o tanti giochi poco?

Messaggioda Capricornus » 6 mag 2015, 18:04

Secondo me con 4-5 giochi in scatola piccola....2-3 tedesconi pesanti che coprono il range 2/6giocatori...2 wargame....1 party game...2 american...5-6 introduttivi medio livello...2 per 2 giocatori ed 1 collaborativo o ancora meglio semicollaborativo....2 giochi di deduzione...si ha la collezione completa che non ti lascia mai imprevisti e ti permette di giocare sempre in tutte le occasioni.Poi é chiaro che prima o poi ci si scoccerá di quei giochi e.....via agli scambi come faccio io ;-)
Offline Capricornus
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1790
Iscritto il: 02 maggio 2013
Goblons: 30.00
Località: Bari lecce
Mercatino: Capricornus

Re: pochi giochi spesso o tanti giochi poco?

Messaggioda Ulisse67 » 6 mag 2015, 19:10

Per me è fondamentale sviscerare un gioco se mi piace naturalmente. Ne ho una cinquantina e di questi quasi una decina dovrei decidersi a scambiarli' non mi piacciono. Ma se il gioco è valido, allora, non necessariamente in modo continuativo, di partite mi piace farne tante. A casa mia infatti, con mia moglie, vige il criterio dell'alternanza e ruotiamo continuamente i giochi al tavolo, intervallando i vecchi con qualche novita'. Non mi piace cedere alla smania compulsiva anche perché di validi come piace a me vedo che non ne escono poi così tanti, per non dire dei prezzi. Due anni fa compravi Le Madre ad un prezzo umano, oggi mi dite perché Fields costa più del doppio? Io ricomprero' quando torneranno a prezzi umani' se così non sarà significa che con dieci acquisti cattureranno come per mille vendite a prezzi 100 volte inferiori. Ma allora non parliamo di diffusione della cultura ludica.
Insomma, credo nell'approfondimento, sempre e noto anche che non trovo una condivisibile attinenza di determinati commenti ,che trovo su vari blog o riviste ed effettuati sulla sola lettura del regolamento, con la reale esperienza di gioco. Approfondire è ancora terribilmente importante ma chi fa o deve fare il mercato sa che purtroppo la domanda di "spessore" è diminuita nella nostra era. Almeno la tendenza è quella.....
Offline Ulisse67
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1653
Iscritto il: 21 febbraio 2012
Goblons: 50.00
Località: aosta
Mercatino: Ulisse67

Re: pochi giochi spesso o tanti giochi poco?

Messaggioda Shooock » 6 mag 2015, 19:26

Cioè il concetto è semplice, tutti sono capaci di comprare 1000+ giochi, pochi sanno davvero giocare almeno 10 giochi.
Dopo aver giocato ad Eldritch Horror, mi è difficile non credere in forze esterne che regolano il destino di questo mondo.
Offline Shooock
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2371
Iscritto il: 28 novembre 2011
Goblons: 90.00
Mercatino: Shooock

Prossimo

Torna a [GdT] Giochi da Tavolo, di Carte e altri Giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: gen0 e 0 ospiti