[Essen 2011]Qualche info sulle uscite.....

Essen è la fiera del gioco più importante in Europa e forse nel mondo. Sono talmente tanti i Goblin (e non solo) che vi parteciperanno che abbiamo dedicato un forum alla manifestazione!

Moderatore: liga

[Essen 2011]Qualche info sulle uscite.....

Messaggioda pennuto77 » 5 ott 2011, 16:56

Per venire incontro alle richieste di alcuni pelleverde mi accingo a scrivere qualche info sulle novità di essen apprese a seguito della lettura di numerosi regolamenti. Prima di tutto una doverosa premessa. Si tratta di mie impressioni, per tanto soggettive e opinabili. Non solo ma si tratta di impressioni basate sulla sola lettura del regolamento fatta alle volte in fretta e superficialmente, in molti casi dall’inglese, lingua non mia e per tanto passibile di errate interpretazioni.
Tale post va quindi inteso come un semplice e superficiale aiuto per la navigazione delle tante uscite e nato con il solo intento di divertirmi, informarmi e discutere della nostra comune passione.
Ben vengano (cortesi) pareri contrari e discussioni in merito, con lo scopo di confrontarsi e rendere migliori e più dettagliate tali informazioni.

Titolo: 011
N° Gioc. 3-6 Durata 90
Gioco falso collaborativo con traditore in cui uno dei giocatori, a gioco avanzato, scoprirà di essere “posseduto” e quindi di poter vincere facendo perdere gli altri, che comunque giocheranno con uno scopo comune ma per poi perseguira la vittoria individualmente. Solo uno alla fine riuscirà per primo a raccogliere tutti gli indizi e gli elementi necessari a scongiurare la fine del mondo! Nulla di particolarmente innovativo tranne il meccanismo degli ingranaggi delle azioni che, però, ha un impatto relativamente debole sulle meccaniche di gioco. Sostanzialmente si tratta di raccogliere indizi ed informazioni girando per il tabellone e sfruttando di volta in volta le azioni dei personaggi principali del gioco. Ogni personaggio ha delle caratteristiche peculiari e le azioni che si svolgono utilizzano un meccanismo di tempo speso che è la risorsa limitata dei giocatori. Infatti ogni giocatore ha solo 45 punti tempo da spendere per l’intera partita e deve quindi dosarli con attenzioni. Carino il fatto che non ci si identifica con i personaggi in gioco poiché di volta in volta se ne usano sempre di diversi e lo scopo finale è quello di scoprire il prescelto e portarlo nel posto giusto con lo strumento designato a suonare la melodia completa. Chi lo fa vince la partita.
Pregi:
-bellissima la grafica e lo studio dell’intero look del gioco
-bella e coerente con le meccaniche l’ambientazione
-originale il sistema dei tre ingranaggi
Difetti:
-dubbia la longevità
-già visto il meccanismo del traditore a partita avanzata
-non sono sicuro sia particolarmente avvincente la meccanica di reperimento dei diversi indizi/oggetti
-piuttosto casuale e fortunoso in alcune meccaniche di reperimento degli indizi/oggetti e degli eventi
Conclusioni:
Sicuramente un titolo interessante che avrà, credo, il suo giusto spazio fra i collaborativi. Bellissima l’ambientazione e alcune idee (come gli ingranaggi). Lascia in me alcune perplessità su rigiocabilità e divertimento complessivo che mi fanno dare un voto non altissimo e che mi fanno pensare di doverlo sicuramente provare prima di acquistarlo. Discreto
Voto: 7

Titolo: Alba Longa
N° Gioc. 2-5 Durata 90
Gestionale che contempla l’uso di dadi (in questo caso cilindri con valori particolari) per lo svolgimento di azioni di raccolta, costruzione e gestione risorse. Il gioco termina se un giocatore alla fine di un anno ha costruito almeno 10 edifici e ha una popolazione non inferiore ai 16 lavoratori. Il gioco si svolge in diversi anni suddivisi nelle varie stagioni e, come detto sopra, sfrutta il lancio di alcuni cilindri numerati per lo svolgimento delle azioni. Oltre ai classici elementi gestionali vi è anche la possibilità di attaccare o difendersi dagli altri sfruttando azioni e carte. Cruciale l’ordine di turno per lo sfruttamento dei lanci migliori e devastante l’impatto degli attacchi fra i giocatori.
Pregi:
-buona e ricca la componentistica
-carina la grafica e alcune meccaniche di sfruttamento dei cilindri
Difetti:
-aleatorio il lancio dei cilindri
-devastante la fase di attacchi e difese che può inficiare completamente la pianificazione e che prevede la possibilità di attacchi reiterati e consecutivi sullo stesso giocatore rendendo inefficace qualsiasi tentativo di difesa.
Conclusioni:
Francamente non ci vedo nulla di particolarmente nuovo in questo titolo che oltretutto sfrutta un meccanismo di utilizzo dei dadi (cilindri) che non amo e vi unisce una fase di aggressioni che mi pare brutta e poco gestibile. Da non comprare salvo prova sul campo che smentisce tali giudizi. Scarso.
Voto: 6

Titolo: Ankh Morpork
N° Gioc. 2-4 Durata 60
Gioco di maggioranze e controllo del territorio con l’utilizzo di carte e azioni particolari. Ho letto molto superficialmente le regole di questo titolo che non mi ha colpito ne per grafica ne per meccaniche. Poco circostanziato per tanto il mio parere che va preso come poco meno che un’impressione a caldo.
Pregi:
-è di Wallace!
-regole semplici
-ambientazione particolare che può piacere se si conosce
Difetti:
-grafica che personalmente non apprezzo
-meccaniche di piazzamento e controllo del territorio che personalmente non apprezzo
-ambientazione che non conosco e quindi non mi attira
Conclusioni:
Personalmente avevo preso in considerazione questo titolo perché è di Wallace che è uno dei miei autori preferiti insieme a Vlaada ma non mi ha colpito molto. Va però detto che ho guardato il regolamento in modo superficiale e che si tratta di un titolo che per meccaniche va provato per capire bene come funziona e gira. Sufficiente ma con ampi margini di errore.
Voto: 6

Titolo: Belfort
N° Gioc. 2-5 Durata 120
Gestionale con piazzamento lavoratori alla Caylus. Ogni turno si piazzano i propri Elfi, Nani e Gnomi per ottenere risorse, costruire edifici e avere maggioranze. Molto carini i materiali e molto interessanti alcune meccaniche (su tette quella di sbloccare azioni particolari tramite gli gnomi). Bella anche l’idea delle Gilde randomiche ad inizio gioco che diversificano molto le partite. Durante il gioco ci sono alcuni turni che prevedono anche il calcolo dei punti che vengono assegnati per alcune maggioranze sia sul tabellone che per i lavoratori posseduti. Il gioco prevede anche dei bonus nelle zone in cui si raccolgono risorse per chi ha più lavoratori piazzati su di esse. Tutto ben fatto e tutto interessante, peccato per il fatto che alla fine tutto si riduca alle maggioranze in determinati momenti del gioco poiché con tale meccanismo si può essere eccessivamente penalizzati o premiati per il solo comportamento degli altri giocatori rispetto al proprio.
Pregi:
-bei materiali
-meccaniche fluide ed interessanti
-sembra piuttosto strategico e profondo e abbastanza vario
Difetti:
-il meccanismo dei punti in alcuni momenti della partita tramite le maggioranze tende a premiare parecchio chi punta su cose diverse dagli altri e penalizza moltissimo chi si trova a combattere con un altro giocatore per la stessa maggioranza
Conclusioni:
Gioco sicuramente valido e godibile che a mio modesto avviso avrebbe reso molto di più con un meccanismo di punteggio e vittoria che prevedesse meriti individuali e non un sistema di maggioranze. Da provare ed eventualmente prendere.
Voto: 7,5

Titolo: Bios Megafauna
N° Gioc. 1-4 Durata 180
Si tratta del nuovo giocone della Sierra Madre, questa volta sul tema dell’evoluzione animale nell’età dei dinosauri. Come tutti i giochi di questa casa il titolo appare molto profondo, sfaccettato e interessante. Forse questa volta meno innovativo di altri. Tante le meccaniche intriganti e bellissimo il tema (ma sono gusti). La differenziazione fra carnivori ed erbivori che denota un modo di giocare molto diverso è carina come pure interessante è la questione di dover bilanciare gli aspetti evolutivi con la presenza sul territorio e la sopravvivenza delle specie.
Al solito, però, scarsa la giocabilità di un titolo che graficamente e per materiali attira poco e che a causa della durata e della complessità non si presta per essere giocato da chiunque. Sarebbe uno di quegli acquisti da provare prima ma che per sua natura è difficile riuscire a testare in fiera. Da prendere dunque sulla fiducia e se si dispone della giusta compagni di gioco.
Pregi:
-profondo e strategico
-ben ambientato e con ottime meccaniche
Difetti:
-alta complessità
-materiali molto spartani e poco attraenti
Conclusioni:
Si tratta di un titolo da prendere solo per chi ama il tema e chi possiede il giusto gruppo di gioco. Per gli appassionati dei titoloni complessi e ambientati.
Voto: 8

Titolo: Colonial: Europe's Empires Overseas
N° Gioc. 3-6 Durata 120
Gioco di sviluppo coloniale ed esplorazione. Si tratta di un titolo le cui meccaniche principali sono quelle delle maggioranze sul territorio e della scelta simultanea delle azioni da fare nel turno. Interessante il fatto che le carte azione presentano sempre due possibili azioni fra cui scegliere in modo da poter decidere poi sul momento cosa fare a seconda di ciò che è successo nel turno. Si tratta di colonizzare ed avere la maggioranza sulle varie colonie per ottenere beni, punti e bonus particolari. Forte l’interazione fra i vari giocatori che oltre a lottare per le maggioranze possono anche farsi direttamente guerra e/o rubarsi le risorse con la pirateria. Le meccaniche sembrano solide e ci sono variegate strategie applicabili anche se appare piuttosto forte e distruttiva l’interazione fra i giocatori cosa che personalmente non apprezzo moltissimo. Stupendo il tabellone.
Pregi:
-Bellissima la grafica
-interessanti alcune idee e solide le meccaniche
-molti modi di giocare e fare punti
Difetti:
-alta interazione fra i giocatori anche molto diretta e distruttiva
-meccaniche di scelta simultanea che potrebbero penalizzare un pochino la componente strategica
Conclusioni:
Sembra un titolo davvero valido ed interessante. Sicuramente va provato per capirne la complessità e per giudicare quanto pesante e distruttiva sia l’interazione fra i giocatori che io personalmente non apprezzo moltissimo. Bello.
Voto: 8

Titolo: Confusion
N° Gioc. 2 Durata 45
Gioco che ha meccaniche simili a Stratego per certi versi ma che poi sembra completamente diverso. Una scacchiera con pezzi nascosti ma nascosti a chi li possiede! Interessante questa meccanica per cui è l’avversario a sapere se un pezzo del giocatore di turno si può muovere o meno in certi modi. Questo fa si che i turni si susseguono con i giocatori che di volta in volta tentano una mossa che viene dichiarata valida o nulla dall’avversario a seconda se il movimento sia possibile o meno. In questo modo si scopre piano piano come poter muovere l proprie forze in campo con un sistema semplice ma complesso nella realizzazione. Il problema è che le regole a disposizione non sembrano complete e sono del tutto insufficienti a capire come gira il gioco. Da provare.
Pregi:
-bei materiali
-meccaniche interessanti ed innovative
Difetti:
-regole del tutto insufficienti a comprendere il gioco
Conclusioni:
Sembra interessante ma il regolamento disponibile (forse incompleto) non chiarisce del tutto le meccaniche di gioco. Da provare
Voto: 7

Titolo: Core Worlds
N° Gioc. 2-5 Durata 60
Titolo che prende da Dominion molte meccaniche di dack building inserendole in un ambientazione spaziale di colonizzazione dei pianeti. Il gioco sembra interessante e si basa su alcune meccaniche di deck building che però integra con un sistema di colonizzazione dei pianeti a disposizione e di attacco fra i giocatori che sembrano interessanti e ben fatte. Il dubbio maggiore su questo titolo è sulla sua varietà e longevità dato l’esiguo numero di carte per ogni fase di gioco. La partita si svolge in 10 turni in cui vengono messi a disposizione dei vari giocatori alcuni pianeti da colonizzare che forniranno risorse e poteri vari. Sostanzialmente i giocatori hanno determinati punti azione da spendere per prendere pianeti, giocare poteri, calare truppe con cui colonizzare e/o strappare colonie agli altri. Il proprio deck si costruisce tramite carte truppe e/o altre carte utili all’ottenimento di facoltà e abilità particolari o punti prestigio (con cui si vince il gioco). Il titolo appare davvero ben fatto e molto interessante per ambientazione e meccaniche. Da prendere.
Pregi:
-ottime meccaniche
-bella ambientazione
-alcune idee ben amalgamate al deck building
Difetti:
-grafica non eccezionale
-poche carte che potrebbero comprometterne la longevità
Conclusioni:
Titolo che trovo davvero molto interessante e che mi pare uno dei pochi che cavalcando l’onda del deck-building ha però saputo diversificarsi in modo positivo. Da avere
Voto: 9

Titolo: Drum Roll
N° Gioc. 2-4 Durata 90
Titolo con una bellissima grafica e dall’ambientazione circense di forte appeal. Si tratta di un gestionale che ha molti elementi in comune con Colosseum della DOW. Se ne discosta perché ha meno alea e per l’assenza di fasi di contrattazione fra i giocatori. L’impressione è di trovarsi davanti ad un buon titolo, solido e ben fatto ma che appare freddo e piuttosto omogeneo nel suo svolgimento e nelle strategie applicabili. Da capire quanto possano influire sulla partita le carte che escono e che si pescano, elemento aleatorio che se di grande influenza sarebbe negativo per il mio giudizio sul titolo. Sostanzialmente si tratta di preparare tre spettacoli circensi assumendo artisti, ottenendo risorse per pagarli e gestendo al meglio le proprie azioni. Il tutto con una discreta possibilità di pianificare in anticipo le proprie mosse.
Pregi:
-ambientazione accattivante
-ottima veste grafica e buoni materiali
-buona profondità strategica con possibili pianificazioni a lungo termine
Difetti:
-niente di innovativo
-piuttosto freddo
-forse scarsa longevità
Conclusioni:
Sicuramente un buon prodotto, solido e ben strutturato. Per giocatori “german” e con una discreta profondità strategica e possibilità di pianificare in anticipo le proprie strategie. Forse un pochino freddo e sicuramente poco innovativo. Buono.
Voto: 8

Titolo: Eclipse
N° Gioc. 2-6 Durata 120
Si tratta di un gioco molto corposo e interessante basato sull’esplorazione e le battaglie spaziali. Ogni giocatore si trova a guidare la propria civiltà in una corsa alla colonizzazione spaziale con la possibilità di scontrarsi con le flotte avversarie. C’è un po’ di tutto al suo interno: esplorazione dei pianeti, battaglie spaziali, sviluppi tecnologici (legati soprattutto alle capacità belliche delle proprie truppe ma non solo), politica e alleanze. Molto interessanti le possibili customizzazioni della propria flotta e gli sviluppi. Non particolarmente accattivanti gli esagoni della mappa spaziali che si va a formare mano a mano che l’esplorazione continua ma niente di davvero brutto. Ogni civiltà gestirà la propria situazione su una plancia personale che per alcune cose ricorda TTAges. Interessante anche la parte “politica” del gioco con la possibilità di inviare ambasciatori agli altri giocatori. Meno convincente la fase di battaglia che da una parte si affida al fortunoso dado dall’altra ha una macchinosa gestione delle priorità nelle battaglie con più partecipanti che potrebbe rallentare non poco il resto del gioco.
Pregi:
-molto completo
-bella ambientazione e buoni materiali
-sensazione di sviluppo ed espansione della propria civiltà ben resa
Difetti:
-brutti esagoni della mappa modulare
-eccessivamente macchinosa e lunga la fase di battaglie
Conclusioni:
Un ottimo prodotto che prende da altri predecessori (TTA e TI3 su tutti) ma che rimane peculiare e con alcune buone idee. Materiali buoni ma non eccelsi e gioco completo e accattivante. Da verificare quanto lungo e divertente. Buono
Voto: 8


Titolo: Eruption
N° Gioc. 2-6 Durata 45
Giochino in cui un vulcano in eruzione rischia di distruggere i villaggi dei giocatori. Lo scopo è resistere quanto più possibile all’inesorabile arrivo della lava erigendo barricate e deviandone il flusso verso i villaggi avversari. Sostanzialmente i giocatori devono giocare esagoni con la lava in modo da dirigerla verso gli avversari ed erigere barricate (che vanno anche mantenute di turno in turno) per frenare l’avanzata del magma diretto al proprio villaggio. I materiali sono buoni come buone sono alcune idee sulla gestione di barricate e temperature del proprio villaggio. Il gioco è sostanzialmente un Family Game senza troppe pretese ma sembra essere divertente e dalla giusta durata.
Pregi:
-durata contenuta
-materiali molto carini
-divertente e bastardo quanto basta
Difetti:
-piuttosto aleatorio (ma non è un problema per il genere di gioco che vuole essere)
-semplice e poco strategico
Conclusioni:
Giochino carino con una tematica insolita e bei materiali che probabilmente non mancherà di divertire le famiglie cui è indirizzato. Discreto
Voto: 7


Titolo: Few Acres of Snow
N° Gioc. 2 Durata 60
A mio parere l’ennesimo capolavoro di Wallace che coniuga delle meccaniche di deck building alla Dominion con una mappa su cui i due giocatori si contendono il controllo di città e territori. Molto carine ed originali alcune idee e davvero ben amalgamata la meccanica di creazione del proprio mazzo con le logiche di guerra e conquista del territorio. Bella l’idea della riserva di carte da crearsi ed utilizzare alla bisogna e originali alcune problematiche di attacco e difesa che il gioco presenta. Appare anche molto profondo ed estremamente longevo nelle possibili strategie da applicare.
Pregi:
-originale fusione di meccaniche guerresche con quelle di creazione del mazzo
-buoni materiali e mappa carina
-grande profondità strategica e numerose possibilità adottabili per la vittoria
-multilingua con italiano incluso per regole e reference (le carte invece sono in inglese ma hanno poco testo)
-durata contenuta
Difetti:
-mappa non molto leggibile nelle informazioni essenziali per il gioco
Conclusioni:
A mio avviso un altro capolavoro di Wallace che già con London ci aveva presentato un gioco semplice nel regolamento ma molto profondo. Ottimo
Voto: 9


Titolo: Fortuna
N° Gioc. 2-4 Durata 60
Gestionale basato sul piazzamento dei lavoratori e la realizzazione di obiettivi. Si devono collezionare risorse e soldi per poi realizzare carte obiettivi ed avanzamenti verso il palazzo imperiale. Interessanti alcune idee ma ho fortissimi dubbi su i tanti elementi aleatori e scarsamente controllabili del gioco che possono influenzare pesantemente l’andamento della partita. Il più pesante su tutti sembra essere la pesca casuale delle carte obiettivo più o meno facili da raggiungere e che regalano gran parte dei punti della partita. Inoltre la fase di lancio del dado per poter scegliere quale carta favore fare è determinante per i punti da fare nel turno e anche qui l’alea è determinante. Insomma alcune idee carine rovinate da scelte secondo me discutibili sull’utilizzo del caso. Peccato.
Pregi:
-buoni materiali
-carina l’idea del dover raggiungere il palazzo imperiali per poter vincere costringendo i giocatori ad essere costantemente combattuti tra il collezionare punti e l’avanzare lungo la vie per il palazzo.
Difetti:
-troppi elementi aleatori in meccaniche chiave per l’andamento della partita.
Conclusioni:
Un buon gioco che manca però l’obiettivo a causa di elementi aleatori inseriti in momenti cruciali della partita che possono rendere frustranti interi turni ben pianificati. Discreto.
Voto: 7

Titolo: Helvetia
N° Gioc. 2-4 Durata 60
Dall’autore del recente ed acclamatao Glenn More arriva questo nuovo gioco basato sempre sul piazzamento dei lavoratori ma questa volta con elementi strategici e di interazione maggiori. Bisogna sviluppare il proprio villaggio costruendo edifici, collezionando e lavorando risorse e facendo soldi e punti. Il tutto sfruttando il motore del gioco che sono i propri villeggianti. Molto carina la differenziazione tra villeggianti uomini e donne che, all’occorrenza, possono essere mandate in spose nei villaggi vicini per generare nuovi villeggianti (pronti dopo il necessario periodo di studi ed erudizioni). Cruciali sono i soldi che servono a compiere le azioni (anche più volte consecutivamente) e carina l’ambientazione ben resa, compresa la possibilità di ricevere la dote dalle donne che vengono date in spose dai villaggi vicini agli uomini del proprio agglomerato urbano. Il gioco termina quando a fine turno un giocatore raggiunge i venti turni ma attenzione che i punti sono guadagnati e persi con eguale facilità.
Pregi:
-ottime meccaniche e buona profondità strategica
-ambientazione ben resa ed inserita nelle meccaniche di gioco
-possibilità di pianificazione a medio termine
-alta interazione (costruttiva) fra i giocatori
Difetti:
-materiali non proprio ottimi, soprattutto le miniature dei villeggianti
Conclusioni:
Un buon gioco che si promette di superare i limiti ed i difetti del precedente titolo dell’autore. Elegante e ben resa la meccanica di gestione dei villeggianti, mantenendo la durata contenuta senza sacrificare la profondità del titolo. Buono
Voto: 8


Titolo: Jab
N° Gioc. 2 Durata 15
Titolo molto originale per ambientazione e meccaniche. I due giocatori si contendono il titolo su un ring di pugilato a colpi di pugni in faccia! Le meccaniche di gioco delle carte sono basate sulla velocità ed il colpo d’occhio e sono condite con ottime idee su combo di colpi e altri elementi propri del mondo dei guantoni.
Belli i materiali pur essendo cmq un semplice gioco di carte e davvero originali alcune trovate che rendono il titolo molto appetibile a fronte anche di un prezzo contenuto (dovrebbe venire sui 15 euro)
Pregi:
-meccaniche molto originali
-durata estremamente contenuta
-buona grafica
-idee come le combo di colpi e il clinch molto ben realizzate ed innovative
Difetti:
-essendo basato su velocità e colpo d’occhio probabilmente le partite possono essere molto sbilanciate con contendenti di diversa esperienza con il gioco.
Conclusioni:
Originale, divertente e breve. Contando anche il costo estremamente basso cosa volere di più? Molto buono
Voto: 8,5

Titolo: Kingdom builder
N° Gioc. 2-4 Durata 45
Gioco di costruzione su una bellissima ed enorme mappa modulare. Il titolo è chiaramente una family game con regole semplici e meccaniche scorrevoli. Il tutto reso bene per materiali e ambientazione gradevoli. Sostanzialmente si devono costruire case sui diversi territori della mappa ottenendo bonus e combinazioni in grado di farci fare più punti degli altri giocatori. La costruzione avviene giocando carte che fanno costruire casette al sottostare di determinate regole di piazzamento e continuazione dei propri agglomerati urbani. Peccato per il costo probabilmente alto del titolo anche se giustificato dai buoni materiali.
Pregi:
-bella ed enorme la mappa di gioco
-buone le illustrazioni delle carte
-divertente e senza grandi pretese strategiche
-durata contenuta
Difetti:
-prezzo alto
-alea piuttosto presente (non necessariamente un male per il genere di titolo)
Conclusioni:
Un buon family senza troppe pretese ma che penso si possa ritagliare la sua nicchia di fan all’interno della fascia di giocatori a cui mire. Da capire il prezzo probabilmente alto. Buono
Voto: 8
Ultima modifica di pennuto77 il 6 ott 2011, 16:26, modificato 3 volte in totale.
Offline pennuto77
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 9092
Iscritto il: 10 marzo 2006
Goblons: 2,020.00
Località: Monte Compatri (Castelli romani)
Utente Bgg: pennuto77
Board Game Arena: pennuto77
Yucata: pennuto77
Facebook: carlo.trifogli.9
Mercatino: pennuto77
Agricola fan Through the ages Fan Sgananzium Fan 10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico Sono stato alla fiera di Essen

Messaggioda kikki » 5 ott 2011, 17:05

Mi sento di dire un sincero grazie a Pennuto per questa ampia panoramica sui titoli di prossima uscita!
Bravo! :grin:
Recently played:
Immagine
Offline kikki
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2970
Iscritto il: 24 agosto 2004
Goblons: 20.00
Località: Livorno
Utente Bgg: Kikki
Board Game Arena: kikki
Yucata: kikki
Mercatino: kikki

Messaggioda mocs » 5 ott 2011, 17:08

bravo Carlo, bel lavoro!

Consiglio però di modificare il titolo del post in "Essen 2011: info sui titoli in uscita" o una cosa simile, per non perderlo nel mare maximo del forum.
A tal proposito, peccato che il tutto risulti quasi indigeribile a un primo acchito di lettura... Attenzione! Non per tua colpa, ci mancherebbe anzi. Solo che l'impaginato che offre la tana è decisamente poco"amichevole".
E so che inserire Grassetti, spaziature, italici, diversificare colori e caratteri ecc. per movimentare il tutto diventa un lavoro IMPROPONIBILE. Speriamo che si possa un giorno superare questi ostacoli.

Grazie per il bel lavoro e attendo nuove rece :approve:

Guido
E' STATO BELLO!
Immagine
Socio Fondatore:
Immagine
Offline mocs
Goblin Artisticus
Goblin Artisticus

Avatar utente
Top Uploader
Game Illustrator
 
Messaggi: 1033
Iscritto il: 26 giugno 2008
Goblons: 0.00
Località: Roma
Mercatino: mocs

Messaggioda Jelerak » 5 ott 2011, 17:16

Complimenti per il lavoro Carlo.
Solo una precisazione; Tasty Minstrel non sarà ad Essen quindi niente Belfort nè Jab :-(
Sarà possibile provare Belfort solo contattando direttamente Jay Cormier (uno degli autori) che sarà ad Essen con una copia del gioco.
Offline Jelerak
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 386
Iscritto il: 01 dicembre 2003
Goblons: 80.00
Località: Den Haag
Mercatino: Jelerak

Messaggioda mocs » 5 ott 2011, 17:38

Jelerak ha scritto:... Tasty Minstrel non sarà ad Essen quindi niente Belfort nè Jab :-(
Sarà possibile provare Belfort solo contattando direttamente Jay Cormier (uno degli autori) che sarà ad Essen con una copia del gioco.

Nuuuuuu! che il signore li strafulmini :smile_sm:

Jelerak, mi hai inferto una ferita insanabile :sick_sm:
E' STATO BELLO!
Immagine
Socio Fondatore:
Immagine
Offline mocs
Goblin Artisticus
Goblin Artisticus

Avatar utente
Top Uploader
Game Illustrator
 
Messaggi: 1033
Iscritto il: 26 giugno 2008
Goblons: 0.00
Località: Roma
Mercatino: mocs

Messaggioda polloviparo » 5 ott 2011, 17:44

Grazie 1000 per l'ottimo lavoro!

Mi sarà utilissimo per cercare di accorciare la mia wish list ancora troppo lunga.
Offline polloviparo
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1181
Iscritto il: 21 settembre 2005
Goblons: 280.00
Località: Forlì
Mercatino: polloviparo

Messaggioda pennuto77 » 5 ott 2011, 17:58

Noooooo Ale che brutta notizia! Erano due dei titoli che mi avevano convinto di più :cry: :cry:
Però bando alle ciance ed ecco la seconda puntata.....
Offline pennuto77
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 9092
Iscritto il: 10 marzo 2006
Goblons: 2,020.00
Località: Monte Compatri (Castelli romani)
Utente Bgg: pennuto77
Board Game Arena: pennuto77
Yucata: pennuto77
Facebook: carlo.trifogli.9
Mercatino: pennuto77
Agricola fan Through the ages Fan Sgananzium Fan 10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico Sono stato alla fiera di Essen

Messaggioda pennuto77 » 5 ott 2011, 17:59

Titolo: Kingdom of Solomon
N° Gioc. 2-4 Durata 60
Gioco di piazzamento e costruzione che sembra avere meccaniche interessanti e fluide con una alta profondità strategica. Dal regolamento però non riesco a capire quanto poi risulti divertente giocarlo e alcuni punti non mi sono chiarissimi. Peccato per i materiali davvero brutti.
Pregi:
-buona profondità
-meccaniche lineari
Difetti:
-materiali bruttissimi
Conclusioni:
Da provare perché sembra promettere bene ma non si capisce quanto risulti valido
Voto: 7,5


Titolo: Lost Temple
N° Gioc. 2-8 Durata 40
Praticamente la gestione e le meccaniche di Citadel inserite in una nuova ambientazione e funzionali non alla costruzione di edifici ma ad una corsa nel bosco per arrivare ad un tempio. Davvero poco di nuovo anche se Citadel rimane un buon gioco per cui può esserlo anche questo titolo. Mi convince poco però la gestione degli avanzamenti fatta con meccaniche di questo tipo anche perché non è particolarmente ben fatta in questo caso. Si poteva fare meglio e si poteva innovare di più quello che sembra lo sfruttamento di un giusto successo precedente.
Pregi:
-meccaniche molto divertenti ed interattive
-buoni materiali
Difetti:
-tutto già visto e poco amalgamato e funzionale ad una corsa nel bosco....
Conclusioni:
Non trovo utile comprare la brutta copia di un gioco che già ho, Citadel, e che viene spogliato della parte più interessante che era quella dei poteri legati agli edifici che cali. Sufficente
Voto: 6,5


Titolo: Lupine the 3rd
N° Gioc. 2-5 Durata 90
Cooperativo tutti contro uno con la possibilità di un traditore (Fujico). Chi non conosce il ladro più simpatico del pianeta? Chi non avrebbe voluto un gioco ambientato nel divertente mondo di Lupin III? Io sicuramente apprezzo questa ambientazione e non disdegno i cooperativi ma questo titolo mi lascia un pochino perplesso. Sostanzialmente la fazione di Lupin & Co deve cercare il bottino e scappare con tutti i suoi membri attraverso un ampia mappa (ce ne sono due, una per lato, con due differenti “missioni”). Con il giusto numero di giocatori c’è anche la possibilità per chi controlla Fujico di tradire il gruppo e vincere da sola scappando. Il giocatore che controlla Zenigata deve ovviamente ostacolare la banda di ladri cercando di non farli fuggire fino allo scadere del tempo o arrestandoli tutti. Il gioco è relativamente semplice anche se a disposizione dei giocatori ci sono moltissime possibili azione ampliate dalla rosa di equipaggiamenti e mezzi da poter utilizzare. Molto carina la fase iniziale del gioco in cui la banda ha 15 minuti per decidere quali equipaggiamenti comprare con il budget a disposizione e come organizzare il colpo. Durante la partita è poi possibile muoversi non visti o ingaggiare cruenti combattimenti con i poliziotti nella cui linea di vista si è finiti. Tutto ben ambientato e con materiali più che gradevoli (davvero belline le miniature della banda e di Zenigata).
Pregi:
-bellissima ambientazione
-carina la fase pre-gioco di pianificazione
-bei materiali
Difetti:
-combattimenti poco originali ed eleganti
-gioco alla fine semplice e macchinoso nello svolgimento
Conclusioni:
Gioco che si fa forte di un’ambientazione sicuramente di grande richiamo ma che poi si perde in alcuni passaggi poco eleganti e molto macchinosi (la gestione delle linee di vista e dei movimenti segreti su tutti ma anche i combattimenti troppo banali). Discreto
Voto: 7


Titolo: Masters of Commerce
N° Gioc. 3-9 Durata 30
Un giochino banale e poco divertente in cui vengono simultaneamente contrattati acquisti e cessioni di azioni con meccaniche già viste e materiali davvero brutti.
Pregi:
-nessuno
Difetti:
-poco originale
-materiali brutti
Conclusioni:
Nessun motivo riscontrato neppure per provare questo titolo. Insufficiente
Voto: 5


Titolo: Meltdown2020
N° Gioc. 1-5 Durata 40
Su di una mappa che conta diverse centrali nucleari e gli omini dei vari giocatori dislocati intorno ad esse dobbiamo raccogliere il maggior numero di persone possibile prima delle inevitabili fughe radioattive. Ogni giocatore ha a disposizione alcuni mezzi di trasporto da muovere con diverse capacità di movimento e di carico. Nel corso della partita l’obiettivo sarà portare nelle zone sicure tutti i propri omini prima che muoiano per le eccessive radiazioni sprigionate delle centrali nucleari guaste. Il gioco è davvero semplice ed ha materiali carini ma non eccezionali. Peccato per il lancio di dado che determina a caso quale sarà la fuga radioattiva del turno che può penalizzare molto o per nulla alcuni giocatori a seconda delle situazioni. Un peccato comunque veniale per un gioco che si propone come un veloce giochino per famiglie con un tema attuale. Da verificare la rigiocabilità ed il prezzo.
Pregi:
-veloce e semplice nelle regole
-abbastanza divertente e non banale
Difetti:
-probabilmente un po’ ripetitivo
-poco innovativo
-materiali medi (brutti e scomodi i mezzi di trasporto)
Conclusioni:
Da verificare sul campo la rigiocabilità e da prendere in considerazione solo in caso di prezzo molto contenuto.
Voto: 7,5

Titolo: Mob Ties
N° Gioc. 3-6 Durata 90
Gioco di maggioranze e bastardate in cui si lotta fra famiglie mafiose per accaparrarsi il controllo del territorio e rimanere con più soldi (e membri del clan) a fine partita. Il gioco in se è relativamente semplice ma alcune buone idee e meccaniche basate sulle alleanze momentanee ed i tradimenti più bastardi lo rendono molto accattivante. Numerose le varianti proposte e bellissime le illustrazioni ed i materiali (con tanto di anello del boss). L’ambientazione si sente grazie ad alcune belle trovate e ad illustrazioni belle quanto cruente e ben calate nel tema. Tutto il titolo si gioca poi sulla necessità di far fronte all’inevitabile arrivo di sempre più numerose pattuglie di Federali che imprigionano e uccidono sempre più esponenti dei clan mafiosi!
Pregi:
-bellissime illustrazioni e buona ambientazione
-bastardate a non finire e materiali discreti
-alcune idee e meccaniche molto azzeccate
Difetti:
-le bastardate richiedono un gruppo propenso all’interazione e formato di persone non irascibili e risicone
Conclusioni:
Un titolo che trovo davvero buono e che costa anche poco (sui 20 euro). Da prendere, però, solo se si possiede il giusto gruppo di gioco (astenersi rosiconi e giocatori poco inclini a calarsi nel personaggio). Molto buono
Voto: 8,5
Ultima modifica di pennuto77 il 6 ott 2011, 16:27, modificato 2 volte in totale.
Offline pennuto77
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 9092
Iscritto il: 10 marzo 2006
Goblons: 2,020.00
Località: Monte Compatri (Castelli romani)
Utente Bgg: pennuto77
Board Game Arena: pennuto77
Yucata: pennuto77
Facebook: carlo.trifogli.9
Mercatino: pennuto77
Agricola fan Through the ages Fan Sgananzium Fan 10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico Sono stato alla fiera di Essen

Messaggioda pennuto77 » 5 ott 2011, 18:02

mocs ha scritto:bravo Carlo, bel lavoro!

Consiglio però di modificare il titolo del post in "Essen 2011: info sui titoli in uscita" o una cosa simile, per non perderlo nel mare maximo del forum.
A tal proposito, peccato che il tutto risulti quasi indigeribile a un primo acchito di lettura... Attenzione! Non per tua colpa, ci mancherebbe anzi. Solo che l'impaginato che offre la tana è decisamente poco"amichevole".
E so che inserire Grassetti, spaziature, italici, diversificare colori e caratteri ecc. per movimentare il tutto diventa un lavoro IMPROPONIBILE. Speriamo che si possa un giorno superare questi ostacoli.

Grazie per il bel lavoro e attendo nuove rece :approve:

Guido


Farò un piccolo sforzo in proposito.... ;)
Offline pennuto77
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 9092
Iscritto il: 10 marzo 2006
Goblons: 2,020.00
Località: Monte Compatri (Castelli romani)
Utente Bgg: pennuto77
Board Game Arena: pennuto77
Yucata: pennuto77
Facebook: carlo.trifogli.9
Mercatino: pennuto77
Agricola fan Through the ages Fan Sgananzium Fan 10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico Sono stato alla fiera di Essen

Messaggioda kikki » 5 ott 2011, 18:35

Ma sei sicuro del prezzo di Lupin? Mi pare si aggirasse sui 40 €.
I preordini su giochinscatola e uplay sono rispettivamente di 35,90 e 38,99
Recently played:
Immagine
Offline kikki
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2970
Iscritto il: 24 agosto 2004
Goblons: 20.00
Località: Livorno
Utente Bgg: Kikki
Board Game Arena: kikki
Yucata: kikki
Mercatino: kikki

Messaggioda Mik » 5 ott 2011, 18:47

kikki ha scritto:Ma sei sicuro del prezzo di Lupin? Mi pare si aggirasse sui 40 €.
I preordini su giochinscatola e uplay sono rispettivamente di 35,90 e 38,99


Io l'ho pre-ordinato con circa 30€ comprese spese. Ok lo sconto, ma non penso sia di 40€ ;)

Mi aggiungo ai ringraziamenti per la lista :grin:
Offline Mik
Maestro Goblin
Maestro Goblin

Avatar utente
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 17894
Iscritto il: 16 luglio 2011
Goblons: 130.00
Località: Venezia
Mercatino: Mik

Messaggioda Leo » 5 ott 2011, 19:27

:clapclap: :clapclap: :clapclap: :clapclap:

Bravo, Bravo, Bravo, Bravo!!!

Leo
Leo
Non lo avete ancora capito? Non sono io rinchiuso qui con voi... Siete voi rinchiusi qui con me!!! (Rorschach)
Pagate alla gente noccioline e avrete scimmie a lavorare (Bette Davis)
Offline Leo
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Author
Top Uploader
 
Messaggi: 1996
Iscritto il: 11 aprile 2005
Goblons: 490.00
Località: Nonantola (MO)
Utente Bgg: leo_gre
Mercatino: Leo
Recensioni Minute  Fan Sgananzium Fan Tocca a te fan 10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Ho partecipato alla Play di Modena Hai scritto 20 articoli per la Tana dei Goblin Hai fatto l'upload di 20 file Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Gdt Live Fan Tifo Inter

Messaggioda pennuto77 » 5 ott 2011, 20:36

Sul prezzo di lupin terzo spero e credo di sbagliare a giudicare da quanto dite per cui correggo subito come correggo una parte della rece di 011 che era inesatta e mi ha segnalato l'errore il buon Iz!
Offline pennuto77
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 9092
Iscritto il: 10 marzo 2006
Goblons: 2,020.00
Località: Monte Compatri (Castelli romani)
Utente Bgg: pennuto77
Board Game Arena: pennuto77
Yucata: pennuto77
Facebook: carlo.trifogli.9
Mercatino: pennuto77
Agricola fan Through the ages Fan Sgananzium Fan 10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico Sono stato alla fiera di Essen

Messaggioda kadaj » 5 ott 2011, 20:39

Anche per me che non sarò a Essen (ma a Lucca) quesa storia della recensione è grandiosa!!!!


Grazie pennuto!!!! :grin: :grin: :grin:
Offline kadaj
Goblin Scriptor
Goblin Scriptor

Avatar utente
 
Messaggi: 26331
Iscritto il: 21 agosto 2009
Goblons: 14.00
Località: Aosta
Mercatino: kadaj
Io faccio il Venerdi GdT! Sono di bocca buona

Messaggioda mikequo » 6 ott 2011, 7:16

confermo che il prezzo ufficiale di lupin III è 39.95 (me lo ha dato la ghenos un mesetto fa).
Offline mikequo
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
Top Author
Game Inventor
 
Messaggi: 1772
Iscritto il: 12 maggio 2004
Goblons: 1,170.00
Località: Roma
Mercatino: mikequo

Prossimo

Torna a Essen

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti