Quali sono i classici?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Rage, Sephion, pacobillo

Re: Quali sono i classici?

Messaggioda Pigoz » 8 lug 2018, 13:16

D'accordo con le liste precedenti. Aggiungerei due titoli che mi pare non siano stati nominati ma che hanno fatto breccia anche nella grande distribuzione:

Dixit
7 wonders

Poi per arrivare a dieci:
Ticket to ride
Imperial 2030
Dominion
Agricola
Puerto Rico
Carcassonne
Avalon
Catan
Giocati di recente:
Immagine
Offline Pigoz
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 520
Iscritto il: 20 febbraio 2013
Goblons: 10.00
Località: Negrar (VR)
Utente Bgg: pigoz
Mercatino: Pigoz

Re: Quali sono i classici?

Messaggioda giucos20 » 8 lug 2018, 22:12

Ma se i grandi classici più o meno insuperati sono 10-15 max (e tutti citiamo gli stessi titoli) perchè abbiamo tutti raccolte dai 50 ai 300 pezzi..........

alla rinfusa :

Catan, carcassonne, stone age, brass, imperial, dixit, ticket to ride, age of empires iii,tigris & euphrates,concordia

senza dimenticare scacchi, go e magari quarto
Offline giucos20
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 402
Iscritto il: 27 luglio 2010
Goblons: 0.00
Località: roma
Mercatino: giucos20

Re: Quali sono i classici?

Messaggioda Killa_Priest » 10 lug 2018, 1:37

Eccomi qua con la lista, poi continuo nell'altro topic :asd:

in ordine totalmente casuale:

Scacchi / GO - parto subito barando e mettendone due in una posizione, semplicemente questi 2 astratti sono tra i giochi più studiati e vivisezionati della storia ludica.

Magic - Altro gioco super studiato. Il padre di tutti i giochi di carte 1 vs 1 . Ad oggi nessun altro hobbygame ha un circuito torneistico cosi vasto ed importante. Longevità infinita, molti modi diversi per giocarlo e profondità estrema se giocato a livello torneistico.

D&D - siamo arrivati alla quinta edizione e non per niente. Ambientazioni affascinanti, sistema di gioco iconico, una lore vastissima. da qui si è generato tutto e oggi, anche le vecchie edizioni, sono un punto di partenza fondamentale per entrare nel gioco di ruolo.

Vampire: The Masquerade - Altro GDR. Questo al tempo è stato innovativo all'ennesima potenza. Non tanto nelle meccaniche ma proprio per come intendere il gioco di ruolo. Con Vampire il focus è l'interpretazione. C'erano già prima titoli che puntavano sull'interpretazione ma Vampire è stato il più importante e uno dei più famosi.

Puerto Rico - Semplicemente IL german eccellente da tutti i punti di vista. Longevo, profondissimo. l'eleganza applicata ad un gioco da tavolo. oggi ancora pietra miliare del gioco in tutte le sue forme.

For Sale - un paio di anni prima di Carcassonne c'era lui come gioco introduttivo per eccellenza e a mio avviso ancora attualissimo. Piccolo giochino di aste ripieno di idee interessanti e funzionali, all'epoca e pure oggi. un piccolo gioiello.

El Grande - Le maggioranze fatte bene. Ha aperto la strada al determinismo nel mondo dei giochi di "botte". Innovativo, stretto, cattivo. altra pietra miliare di game design.

Warhammer Fantasy - che vi devo dire? semplicemente per anni campione incontrastato del tridimensionale. Un gioco che ha fatto vedere come il tema si lega indissolubilmente alle meccaniche di gioco.

Commands & Colors - per quelli che il wargame si gioca solo in 45 ore con 95000 chittini microscopici.

Caylus - probabilmente il piazzamento lavoratori è LA meccanica più abusata della storia del gdt dopo il tirare un D6. c'erano prima (Keydom ad esempio) ma nessuno, ad oggi, riesce a distillare meglio la meccanica grezza in un capolavoro del genere. monumentale
La configurazione tattica eccellente, dal punto di vista strategico, consiste nell’essere privi di configurazione tattica.
Quando si è senza forma, neanche gli agenti segreti sono in grado di spiarci, né gli uomini più intelligenti di tramare progetti.
Offline Killa_Priest
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 346
Iscritto il: 14 marzo 2016
Goblons: 800.00
Località: Gorizia
Utente Bgg: Killapriest
Facebook: andrea.dellorco.90
Mercatino: Killa_Priest
The Great Zimbabwe Fan Io gioco col giallo Birra fan Podcast Maker I love American Sono stato alla Gobcon 2018

Re: Quali sono i classici?

Messaggioda s83m » 10 lug 2018, 10:37

Caylus e la Disgiunzione di Mordenkainen sono il cavaliere nero dei Germane e del GDR
Offline s83m
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2404
Iscritto il: 18 settembre 2013
Goblons: 180.00
Località: Roma
Utente Bgg: s83m
Board Game Arena: s83m
Mercatino: s83m
Sono stato alla Gobcon 2016 Triade, il verde e' troppo verde... Birra fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Io faccio il Venerdi GdT! Podcast Maker Io gioco Classico

Re: Quali sono i classici?

Messaggioda Elijah » 11 lug 2018, 14:10

- Acquire (di Sid Sackson)
- Dune
- Civilization (di Francis Tresham)
- Kings & Things (di Tom Wham)
- Il Labirinto Magico (di Max J. Kobbert)
- I Coloni di Catan (di Klaus Teuber)
- Puerto Rico (di Andreas Seyfarth)
- Twilight Imperium III (di Christian Petersen)
- Agricola (di Uwe Rosenberg)
- Terra Mystica

Commento:
Sid Sackson e Francis Tresham sono a mio avviso autori pionieri di giochi in stile tedesco. Dune e il titolo di Tom Wham sono due precursori dei giochi tematici moderni.
Il labirinto magico e I coloni di Catan hanno permesso il boom dei giochi in stile tedesco, con l'apice raggiunto da Puerto Rico e Agricola. Twilight Imperium III rappresenta il gioco tematico per antonomasia.
Terra Mystica rispecchia l'orientamento attuale: vai con l'ibrido!
Offline Elijah
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 887
Iscritto il: 09 luglio 2010
Goblons: 0.00
Località: Ticino
Utente Bgg: Elijah Six
Mercatino: Elijah

Re: Quali sono i classici?

Messaggioda linx » 12 lug 2018, 16:40

Elijah ha scritto:-Twilight Imperium III rappresenta il gioco tematico per antonomasia.

Curiosa affermazione. Twilight imperium II già aveva tutta la tematicità che vedi nel III, che non fa altro che aggiornarlo ibridandolo con la meccanica tedesca di Puerto Rico. Perché il classico è il III, allora?
(Adesso Eithereven mi uccide...)
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 7089
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 1,320.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Mercatino: linx
Agricola fan Membro della giuria Goblin Magnifico Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Precedente

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti