Quante donne ci sono nel mondo dei giochi?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Quante donne ci sono nel mondo dei giochi?

Messaggioda Frost82 » 5 mag 2011, 10:32

Una domanda banale, ma è scaturita l'altro giorno da una discussione tra editori.

Secondo voi, quale % ricopre l'aspetto "rosa" del nostro hobby?
E perchè questo "rosa" arriva?

Mi spiego meglio: da vostre esperienze personali, nei vostri gruppi di giochi/associazioni, quante donne ci sono? E le loro motivazioni? Sono li perché c'è il ragazzo/marito/uomo? Sono li perché ce le ha portate il ragazzo/marito/uomo? Oppure sono li di loro sponta?

Ne parlavamo appunto perché codesto editore voleva fare un gioco per "sole donne". :)
Solitamente cerco di avere i guanti di velluto, ma quando serve metto quelli di ghisa.
Offline Frost82
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1276
Iscritto il: 17 dicembre 2004
Goblons: 160.00
Mercatino: Frost82

Messaggioda Simone » 5 mag 2011, 10:38

1%

Sono li perché ce le ha portate il ragazzo/marito/uomo

Poi abbiamo un serbatoio di pellegrine che vengono, perchè ... ce le ha portate il ragazzo/marito/uomo, con un assiduità di 1 volta/anno se capita. La loro percentuale è pari all'1%

( Molto meglio il mondo dei nerdcosplay, anche se la gnoccaggine in Italia è molto bassa :lol:; ok non c'entra molto, scusate )
« Nessun amico mi ha reso servigio, nessun nemico mi ha recato offesa, che io non abbia ripagati in pieno » Lucio Cornelio Silla
Offline Simone
Goblin Dictator
Goblin Dictator

Avatar utente
TdG For Social
Top Author
Top Reviewer
Top Uploader
 
Messaggi: 11425
Iscritto il: 15 agosto 2005
Goblons: 590.00
Località: CIMMERIA (Castrocaro, Forlì)
Utente Bgg: Simone Poggi
Yucata: SP_Warlock
Mercatino: Simone
Sono un cattivo Yucata Player Io gioco col rosa 7 Wonders Duel fan Birra fan Breaking Bad fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Queen fan Io faccio il Venerdi GdT! Pizza fan Carson city fan Command & Colors Ancient fan Pathfinder fan

Messaggioda yoko85 » 5 mag 2011, 10:52

simone ha scritto:
( Molto meglio il mondo dei nerdcosplay, anche se la gnoccaggine in Italia è molto bassa :lol:; ok non c'entra molto, scusate )


ahahah concordo...lì ci sono più ragazze e nn sono nemmeno tutte malvagie, anche se trovi cessi infiniti spesso.
cmq per la mia scarsissima esperienza di vita ludica ho visto donne giocare solo a partygame come taboo e pictionary. Solo una ha tentato, anni e anni fa, di giocare a Carcassonne ma poi ha rinuciato e oggi si limita a giochi come Hotel e Monopoli...

quindi direi che non ne ho viste e potrebbero pure non esistere :D
forse la presenza di qualche donna è solo una leggenda messa in giro dagli editori per attirare qualche uomo e vendere qualche copia in più di un gdt
Offline yoko85
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1847
Iscritto il: 08 aprile 2009
Goblons: 0.00
Località: Cesena, ardente città di Romagna
Mercatino: yoko85

Messaggioda DeaMorrygan » 5 mag 2011, 11:04


Presente!
E ho conosciuto il mio uomo dopo aver scoperto il mondo dei giochi...
Gioco più o meno a tutto: wargames, giochi da tavolo, card games, etc... :grin:
Take my land, take my love, take me were I cannot stand...I don't care I'm still free, you can't take the sky from me
Offline DeaMorrygan
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 06 febbraio 2006
Goblons: 0.00
Località: Roma
Mercatino: DeaMorrygan

Re: Quante donne ci sono nel mondo dei giochi?

Messaggioda Umb67 » 5 mag 2011, 11:23

Frost82 ha scritto:Ne parlavamo appunto perché codesto editore voleva fare un gioco per "sole donne". :)


Per *sole* donne mi pare un obbiettivo molto difficile, visto che già non è molto semplice avere una donna al tavolo di gioco, ma è molto più difficile avere un tavolo di gioco formato da sole donne.

Fare un gioco che piaccia indifferentemente a uomini e donne sarebbe già un ottimo risultato.

Alcuni tratti che ho notato dell'approccio delle donne ai giochi da tavolo sono:

- Evitare il più possibile conflitto diretto tra giocatori. L'uomo (istinti primordiali guerreschi, credo) prova soddisfazione nel vincere ai danni dell'avversario, mentre la donna preferisce fare la sua partita al meglio, possibilmente senza danneggiare gli altri giocatori.

- La parte economica può essere importante, alle donne in genere non dispiace accumulare ricchezze.

- Attenzione a non cadere negli ovvi stereotipi: non è detto che ad una donna piaccia per forza un gioco che il direttore di *marketing* (che magari è un uomo...) pensa che possa piacere alle donne. Un gioco di cucina non è detto che piaccia alle donne "di default"...

- Funzionano bene i giochi con meccaniche di worker placement, controllo area oppure di tile-placement tipo Carcassonne, ma anche i giochi di carte. NO tassativo alle miniature/soldatini...

- Target di età: o si punta alle ventenni, oppure alle 40-enni e oltre. La fascia di mezzo è pericolosa perché è l'eta in cui di norma arrivano i figli e, con tutta la buona volontà, anche le giocatrici più assidue, per un po' di anni non avranno più tempo per il gioco.

C'è chiaramente un grossa differenza tra donne già appassionate ai giochi, cioè che giocano assiduamente e magari il loro marito/ragazzo NON gioca, e queste possono essere *molto* appassionate e anche molto brave, ma sono chiaramente la minoranza, oppure donne "al seguito" del marito/ragazzo giocatore, che magari hanno cominciato a giocare a causa del loro compagno, e sono probabilmente la maggioranza della popolazione femminile giocante. Per cui, un gioco da "hard-core gamers", forse farebbe fatica a vendere, anche se magari piacerebbe molto a quelle "poche"
Offline Umb67
Veterano
Veterano

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 738
Iscritto il: 11 marzo 2010
Goblons: 120.00
Località: Mendrisio (Svizzera)
Mercatino: Umb67

Messaggioda Anatra » 5 mag 2011, 11:41

simone ha scritto:1%

Sono li perché ce le ha portate il ragazzo/marito/uomo


Più o meno è così anche per noi, ma la "nostra" donzella vale doppio visto che si fa anche il torneo di BloodBowl con le minia dipinte a modino
Offline Anatra
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1413
Iscritto il: 19 settembre 2006
Goblons: 20.00
Località: Interzona
Mercatino: Anatra

Messaggioda Cyrano » 5 mag 2011, 12:20

Io oramai gioco praticamente solo con la mia compangna... Se non fosse che vince sempre lei :evil:
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)
Mercatino: Cyrano

Messaggioda a_silvia » 5 mag 2011, 12:49

simone ha scritto:1%
Sono li perché ce le ha portate il ragazzo/marito/uomo

Io ormai sono 5 anni che partecipo alle Gobcon, Play, ecc. Sono venuta da sola e non alla stregua del ragazzo/marito/uomo (ci tengo molto a precisarlo). Anzi, in un caso, è capitato il contrario: mi sono portata dietro il ragazzo non giocatore.
Mi rendo conto di essere una specie "rara" in quanto, sia nella mia affiliata, sia nelle GobCon, sono sempre stata l'UNICA donna. :cry:
Vabbè, sto cercando di coinvolgere anche le mie "amiche", ma in effetti è piuttosto dura...
Offline a_silvia
Veterano
Veterano

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 703
Iscritto il: 28 gennaio 2005
Goblons: 130.00
Località: Milano
Mercatino: a_silvia

Re: Quante donne ci sono nel mondo dei giochi?

Messaggioda notfound » 5 mag 2011, 12:59

Umb67 ha scritto:- Evitare il più possibile conflitto diretto tra giocatori. L'uomo (istinti primordiali guerreschi, credo) prova soddisfazione nel vincere ai danni dell'avversario, mentre la donna preferisce fare la sua partita al meglio, possibilmente senza danneggiare gli altri giocatori.

- La parte economica può essere importante, alle donne in genere non dispiace accumulare ricchezze.



verissimo, anch'io ho riscontrato questa cosa, noi maschi tendenzialmente ci divertiamo quanto annientiamo l'altro, loro decisamente no, salvo qualche eccezione...la mia compagna mi odia quando incomincio dall'inizio a farle le bastardate... "non fai nemmeno iniziare il gioco che mi dai addosso"...questa è la frase tipo, poi odia perdere quindi è per me un suicidio! :twisted:

Umb67 ha scritto:- Attenzione a non cadere negli ovvi stereotipi: non è detto che ad una donna piaccia per forza un gioco che il direttore di *marketing* (che magari è un uomo...) pensa che possa piacere alle donne. Un gioco di cucina non è detto che piaccia alle donne "di default"...


potrebbero addirittura odiarlo un gioco di cucina, ci sono tante donne che non sanno nemmeno dove stanno di casa i fornelli oppure che passano tanto tempo in cucina che l'ultima delle cose sarebbe di giocare ad un gioco di cucina!!!

Umb67 ha scritto:- Funzionano bene i giochi con meccaniche di worker placement, controllo area oppure di tile-placement tipo Carcassonne, ma anche i giochi di carte. NO tassativo alle miniature/soldatini...


vero a tratti, la mia metà come quella di altri si è appassionata ad heroquest, che è di base molto semplice come gioco contenente miniature, in ogni caso piacciono molto i giochi esplorativi, dove si devono trovare oggetti e accumulare ricchezze (talisman, drakon)...e poi il classico dei classici: ticket to ride, piace a tutti indistintamente.

Umb67 ha scritto:- Target di età: o si punta alle ventenni, oppure alle 40-enni e oltre. La fascia di mezzo è pericolosa perché è l'eta in cui di norma arrivano i figli e, con tutta la buona volontà, anche le giocatrici più assidue, per un po' di anni non avranno più tempo per il gioco.

C'è chiaramente un grossa differenza tra donne già appassionate ai giochi, cioè che giocano assiduamente e magari il loro marito/ragazzo NON gioca, e queste possono essere *molto* appassionate e anche molto brave, ma sono chiaramente la minoranza, oppure donne "al seguito" del marito/ragazzo giocatore, che magari hanno cominciato a giocare a causa del loro compagno, e sono probabilmente la maggioranza della popolazione femminile giocante. Per cui, un gioco da "hard-core gamers", forse farebbe fatica a vendere, anche se magari piacerebbe molto a quelle "poche"


vero, la maggior parte sono fidanzate di giocatori, ma ci sono anche giocatrici "single" o a cui il fidanzato/marito non piacciono per nulla i gdt, quest'ultime amano giochi di ruolo e gdt di una certa complessità come arkham horror...
GIOCHI IN VENDITA: LUPUSBURG, TRANSEUROPA
Per foto e dettagli:
https://www.facebook.com/groups/mercatinoludico/permalink/815057132019725/
Offline notfound
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 3315
Iscritto il: 02 gennaio 2011
Goblons: 60.00
Località: Napoli
Mercatino: notfound

Messaggioda Syliael » 5 mag 2011, 13:21

per rispondere alla domanda del topic, troppo poche, ma fidatevi non sono meno agguerrite dei maschietti.

mi piacerebbe anche capire, dal momento che si pensa ad un gioco per sole donne, quale sarebbe un gioco per soli uomini
Offline Syliael
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1533
Iscritto il: 12 luglio 2008
Goblons: 0.00
Località: Roma
Mercatino: Syliael

Messaggioda Peppe74 » 5 mag 2011, 15:12

Syliael ha scritto:mi piacerebbe anche capire, dal momento che si pensa ad un gioco per sole donne, quale sarebbe un gioco per soli uomini


CENSURATO :lol:
Offline Peppe74
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Editor
Top Author
Top Reviewer
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 6068
Iscritto il: 16 febbraio 2006
Goblons: 1,370.00
Località: Vimercate (ma sono di Napoli)
Utente Bgg: Peppe74
Mercatino: Peppe74
Agricola fan Puerto Rico Fan Through the ages Fan Sono un Goblin Membro della giuria Goblin Magnifico Alta Tensione Fan Io gioco col rosso Brass fan Food Chain Magnate fan Napoli fan Splotten Spellen fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Angiolillo » 5 mag 2011, 15:38

Nel settore, che è senza dubbio a schiacciante prevalenza maschile, trovo molte addette di case editrici, alcune autrici (ma talvolta di grande successo http://www.boardgamegeek.com/geeklist/1 ... ning-women ), qualche giornalista ludica, qualche agente (ma già autrice), diverse illustratrici, un buon numero di appassionate anche nell'associazionismo e nell'organizzazione di eventi.
Questo presume (e in effetti ne vedo) anche un numero non del tutto marginale di giocatrici. Su un gioco a target completamente femminile, nutro anche io dubbi comunque.

>NO tassativo alle miniature/soldatini...

Non sarei tassativo, in verità per esempio gli aeroplanini funzionano (nonostante o forse grazie al conflitto diretto, all'aggressività e blabla):
http://www.boardgamegeek.com/thread/220 ... -excellent
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5410
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda vania » 5 mag 2011, 15:39

Premessa 1: sarò prolissa.
Premessa 2: questo 3D mi manda la pressione a mille, perché mi fa alterare sia come giocatrice sia come donna, quindi potrei risultare polemica e/o provocatoria perciò mi scuso in anticipo.

Eccola!!! La donna che gioca a tutto, che ama i giochi seri (Cuba con espansione è fenomenale), la donna che è stata incuriosita da una ludoteca e dalla Tana e ha convinto il ragazzo di allora a vedere di cosa si trattasse, la donna che è rimasta (indipendentemente dall'uomo)...Vi basta??
Anzi sono io a dire basta! Di tavoli di sole donne ne ho visti, di Goblinesse ne conosco e di giochi per "sole donne” non ne sento il bisogno. Cos’è non siamo abbastanza intelligenti, brave, capaci per giocare con gli uomini??? Abbiamo bisogno che qualcuno ci insegni a giocare tra donne???

Basta con sta storia che siamo poche o che ci piacciono solo i filler! Avete visto che alcune donne sono anche iscritte ai TdG Italian Master??? Venite a vedere a Play quante di noi, da tutta Italia, sono sparse per la fiera a lavorare con varie mansioni, non ultima la spiegazione di giochi, molti giochi, anche giochi da hard-gamers!
Semplicemente siamo meno visibili! La maggior parte delle donne posta poco sul sito, magari non segue i forum tutto il giorno, ma non per questo siamo esseri mitologici!

Magari chi è una “novizia” non prova come primo gioco “A Games of Thrones”, di solito si inizia provando Carcassonne, TTR o simili, ma poi si esplorano altre strade! Essere considerata una specie protetta è molto offensivo per me e risveglia i miei istinti guerreschi…Mi spiegate perché gli uomini si chiedono tra loro come mai sono poche le donne???? Mai raggiunti dal pensiero che spesso i gruppi di gioco sono stati considerati “club per soli uomini” per lungo tempo??? Oppure non avete mai pensato che a noi potrebbe non interessare scrivere sul forum che giochiamo, a cosa giochiamo, quando giochiamo, ma che ci interessi semplicemente…giocare???

Vi propongo un quesito che mi pongo: perché voi uomini pensate di sapere quali aspetti di un gioco per “sole donne” valorizzare? Se vogliamo proprio pensarci, vi dico che Dixit, ad esempio, è decisamente un gioco molto amato dalle donne, ma ci si diverte anche con altro. Ad esempio a me piacciono i cooperativi, altre li odiano. C’è chi preferisce giochi astratti e chi ama solo giochi da due. Insomma un gioco per “sole donne” non è diverso da un gioco per “soli uomini”, semplicemente a noi forse attirano un po’ di più giochi con componente creativa, questa è l’unica differenza che negli ultimi 4 anni sono riuscita a notare.
Potete scegliere di ignorare quanto ho scritto, oppure valutare il fatto che su questo sito siamo tutti giocatori, indipendentemente dal fatto di essere uomini o donne.
Offline vania
Maestro
Maestro

Avatar utente
TdG Organization
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 861
Iscritto il: 27 gennaio 2008
Goblons: 600.00
Località: San Martino in Strada
Mercatino: vania
Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col rosso Sono un Sava follower Io dico PUPINA BONA! Firefly fan Pathfinder fan Jones 'Incazzoso' Fan!

Messaggioda Umb67 » 5 mag 2011, 15:50

Ma è ovvio che possiamo trovare dozzine di esempi di donne che giocano a tutto, frequentano convention, giocano a wargames e per giunta con modellini e miniature. Se è per questo, su BGG c'è pure un'americana che gioca ad ASL, e pare sia pure molto forte.

Il problema è che l'argomento era iniziato da una richiesta di Frost82, che da addetto ai lavori, chiedeva dei pareri sulla fattibilità, ovviamente commerciale, di un gioco dedicato alle donne.

Posto che avevo già detto che il concetto di "dedicato alle donne" mi sembra sbagliato, dovrebbe essere più "gioco che piace a uomini E donne", qualsiasi iniziativa commerciale, non può basarsi sulle eccezioni, ma deve ragionare per statistiche.

Qual'è la percentuale di donne che giocano regolarmente ? Molto bassa, e questo è un dato di fatto.

E' possibile cercare di aumentarla ? Se si, con quale tipi di giochi ?

Il fatto che ci siano ALCUNE donne, nel mondo, che giocano a Wings of War, a ASL oppure AD&D o Warhammer, non è che automaticamente possa portare a dire che per aumentare la quantità di donne che giocano, si può tranquillamente proporre un Wargame o un RPG e sicuramente funzionerà!

In ogni caso, l'obiettivo non è irrealizzabile, si tratta solo di trovare il gioco giusto.

Fino a poco tempo fa, si diceva che il mondo dei videogiochi era appannaggio esclusivo maschile, e la casa che fosse riuscita a trovare una formula di gioco che piacesse alle donne, avrebbe guadagnato miliardi. E infatti, una buona ragione del gran successo del Wii e del Nintendo DS, è dovuto al fatto che hanno avuto un maggiore appeal sulle donne rispetto alla norma.

Il problema per l'industria dei giochi da tavolo, è che difficilmente avrà mai le risorse pubblicitarie che ha avuto la Nintendo per far CONOSCERE la sua offerta al pubblico non specializzato, o comunque ad un pubblico che prima non aveva mai raggiunto.
Offline Umb67
Veterano
Veterano

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 738
Iscritto il: 11 marzo 2010
Goblons: 120.00
Località: Mendrisio (Svizzera)
Mercatino: Umb67

Messaggioda Angiolillo » 5 mag 2011, 16:11

Umb67 ha scritto:Il problema è che l'argomento era iniziato da una richiesta di Frost82, che da addetto ai lavori, chiedeva dei pareri sulla fattibilità, ovviamente commerciale, di un gioco dedicato alle donne.


Veramente no. Chiedeva quale percentuale dell'hobby è composto da donne, quali sono i canali con cui le donne arrivano all'hobby, quali sono le loro motivazioni, quanto siano autonome rispetto a partner nel loro decidere di dedicarsi all'hobby.

Dopodiché ci spiegava perché lo chiedeva.

Io non ho una risposta esauriente ma vedo un buon numero di donne che si dedicano a questo hobby approfonditamente, vuoi per passione (ad esempio nell'associazionismo) vuoi per mestiere (ad esempio come designer, illustratrici, agenti o con mansioni editoriali). Non so se ci siano arrivate autonomamente o portate da maschi, ma ci restano con forti motivazioni autonome.

Le giocatrici di WoW (alcune, è vero - comunque sono ben più dei casi lì raccolti) non le citavo per propugnare i wargame come metodo di arruolamento delle giocatrici, ma assai più semplicemente a conferma che - come altri già hanno detto - è meglio non lasciarsi ingannare dagli stereotipi. E "No tassativo a miniature/soldatini" mi pare un'indicazione fuorviante e figlia diretta di uno stereotipo. Tra i miei coetanei, l'unica che conosco che ancora oggi possieda un Colosseo Atlantic è una donna, e lo conserva assieme a molti dei soldatini con cui è cresciuta... ;) Insomma, volevo solo dire: non siate così tassativi, non è il caso.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5410
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Prossimo

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite