Questione disponibilità regolamenti tradotti

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, Rage, pacobillo

Re: Questione disponibilità regolamenti tradotti

Messaggioda pennuto77 » 18 apr 2014, 9:36

Sono lieto di vedere che la Asterion, come al solito, si distingue per comunicazione, approccio e professionalità. Grazie mille dell'intervento che è arrivato spontaneamente (non ho ancora fatto il tentativo degli MP perché sono arrivato ora in ufficio).

Vorrei puntualizzare un paio di cose. Qui si parla del fatto se sia conveniente o meno impedire la presenza di un regolamento italiano scaricabile dalla rete.Impedirla, cioè rendere impossibile avere le regole italiane in altro modo (legale) se non comprando il gioco dal produttore italico.
Chiedere la sostituzione di materiale tradotto in modo amatoriale con quello ufficiale o semplicemente rimuoverlo perché tanto sul proprio sito si mette a disposizione la traduzione ufficiale è una cosa molto diversa. Direi anche legittima e corretta in quanto si cerca di evitare traduzioni potenzialmente dannose e non all'altezza. Diviene una questione di proprietà e di qualità del prodotto che trovo ottima e professionale.

Quello che invece vorrei approfondire è proprio l'esempio portato da Jones.
La disponibilità di una traduzione on line di regole straniere danneggia il mercato e i produttori della versione nostrana? Nel caso di Jones sembrerebbe essere addirittura causa del fatto che i giochi NON verranno proprio tradotti, una casistica addirittura peggiore della rimozione del solo regolamento. Certo si parla di giochi esenti da testo se non nelle regole. Ovvio che una localizzazione di tali titoli ha un impatto minore sul mercato ma paradossalmente questa casistica è la peggiore in assoluto poiché rende impossibile agli utenti giocare a tale titolo se non si conosce la lingua originale del gioco, dato che non c'è neppure la possibilità di spendere di più ma avere il titolo in italiano.
Secondo me e secondo molti mercati e ditte, la libera fruizione del sapere incentiva il mercato e le vendite. Basti pensare all'industria della musica o a internet in generale. Oppure alle centinaia di App gratuite per smartphone che anche dove vengono scaricate gratuitamente generano notevoli introiti per i loro creatori. Ma non voglio farla facile. Ogni mercato e realtà economica ha le sue dinamiche. Ed io appunto vorrei discutere e capire quelle del nostro hobby.

Dico la mia però.
Io penso che un approccio "liberale" come quello di Asterion (mi permetto di fare il nome perché è intervenuto nel forum in prima persona) paga. Paga per la pubblicità positiva, paga per la serietà e fiducia che trasmette e ottiene. Paga perché sono convinto che la maggior parte dei compratori, a prescindere dalla dipendenza del linguaggio e dalla disponibilità dei regolamenti tradotti, preferirà sempre
comprare la versione italiana di un gioco. Nel mio piccolo conosco parecchi titolari di negozi e/o store online e TUTTI. Ripeto TUTTI. Dicono che giochi come Power Grid e Ticket to Ride, anche se completamente indipendenti dalla lingua, vendono MOLTO di più in italiano.
La Asterion poi ha fatto anche un ulteriore passo avanti con le promozioni che scontano i proprietari del gioco straniero se comprano quello italianizzato da loro. Geniale! Non solo diminuiscono l'impatto della presenza del gioco in altre lingue ma lo rendono un'occasione di business per "erodere" fette di mercato originariamente già perse PRIMA dell'uscita del gioco italiano.
Io credo e sono convinto che un BRAVO imprenditore non risente di certe dinamiche se fa bene il suo lavoro (non voglio offendere nessuno sia chiaro), semplicemente ci sono canali, comportamenti, logiche pubblicitarie e di marketing, che sfruttano e volgono a loro vantaggio proprio la diffusione gratuita di certe informazioni.

Tuttavia ripeto, ho queste convinzioni ma sono anche certo che non conosco tutto e magari mi sfuggono certe dinamiche/informazioni cruciali che, se qualcuno ci fa il piacere di discuterne insieme, magari mi faranno cambiare idea..... :grin:
Offline pennuto77
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 8961
Iscritto il: 10 marzo 2006
Goblons: 1,980.00
Località: Monte Compatri (Castelli romani)
Utente Bgg: pennuto77
Board Game Arena: pennuto77
Yucata: pennuto77
Facebook: carlo.trifogli.9
Mercatino: pennuto77
Agricola fan Through the ages Fan Sgananzium Fan 10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico Sono stato alla fiera di Essen

Re: Questione disponibilità regolamenti tradotti

Messaggioda pennuto77 » 18 apr 2014, 10:19

Piccolo aggiornamento.
Ho scritto in MP a UPlay (Leo), Giochix (Michequo), GiochiUniti (DBCooper), Angiolillo (in qualità di esperto) e mi pare anche qualcun'altro.
Se vi vengono altri nomi diteli e speriamo di fare un dibattito costruttivo e civile :sisi:
Offline pennuto77
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 8961
Iscritto il: 10 marzo 2006
Goblons: 1,980.00
Località: Monte Compatri (Castelli romani)
Utente Bgg: pennuto77
Board Game Arena: pennuto77
Yucata: pennuto77
Facebook: carlo.trifogli.9
Mercatino: pennuto77
Agricola fan Through the ages Fan Sgananzium Fan 10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico Sono stato alla fiera di Essen

Re: Questione disponibilità regolamenti tradotti

Messaggioda Leo » 18 apr 2014, 11:20

Avevo già visto la discussione, e la segnalerò.

Io in quanto "interfaccia aziendale" (citazione di Simone) faccio semplicemente da collettore di richieste e "annunciatore". Non decido nulla e non ho impatto sulle politiche Uplay.
Posso solo riportare un caso che mi è capitato come traduttore.
In primis NON ho mai pubblicato nulla senza l'autorizzazione della casa editrice questo perchè nonostante il mio sia un lavoro amatoriale il rispetto di chi ne detiene i diritti è fondamentale (e un po' per pararmi il cuBo, dato che conosco una delle poche persone al mondo che ha preso una sonora multa per aver fotocopiato un libro all'università e conosco personalmente chi fa i controlli per la Siae...)
Spesso mi propongo alle case editrici, in fase di realizzazione del gioco (prima dell'uscita ad Essen, per la precisione) e alcune mi chiedono il regolamento solo ed esclusivamente per fini loro interni (non lo potrò mai pubblicare) per potersi proporre a distributori locali i quali rispondono in maniera molto esplicita dicendo che se il gioco è già stato tradotto anche amatorialmente NON sono interessati a portarlo in Italia perchè il mercato degli hard gamers in Italia vede la maggior parte delle vendite non rivolte al sostegno del mercato interno ma alla semplice ricerca del centesimo di risparmio. Questo discorso me lo hanno fatto un editore americano e uno tedesco che tra loro forse nemmeno si conoscono.

Questi i miei due centesimi

Leo
Leo

Non lo avete ancora capito? Non sono io rinchiuso qui con voi... Siete voi rinchiusi qui con me!!! (Rorschach)

Pagate alla gente noccioline e avrete scimmie a lavorare (Bette Davis)

Sto lavorando per fare la Geeklist della mia collezione
Offline Leo
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Author
Top Uploader
 
Messaggi: 1996
Iscritto il: 11 aprile 2005
Goblons: 490.00
Località: Nonantola (MO)
Utente Bgg: leo_gre
Mercatino: Leo
Recensioni Minute  Fan Sgananzium Fan Tocca a te fan 10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Ho partecipato alla Play di Modena Hai scritto 20 articoli per la Tana dei Goblin Hai fatto l'upload di 20 file Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Gdt Live Fan Tifo Inter

Questione disponibilità regolamenti tradotti

Messaggioda Angiolillo » 18 apr 2014, 11:54

Mi pare un discorso realistico. Del resto una casa editrice (o un distributore) che prende un gioco per localizzarlo spesso contratta l'esclusiva per la lingua, più che per il territorio. L'importazione parallela di copie in altra lingua è per lei un problema e i due fattori che l'aggravano sono l'indipendenza dalla lingua dei materiali e la disponibilità di traduzioni. La combinazione di entrambe le cose è micidiale. Specie per chi distribuisce sul mercato specializzato, a un pubblico più abituato a sfruttare queste occasioni. Poi sta a ogni operatore valutare, nella sua particolare situazione, se è più conveniente condividere o no in rete le traduzioni o meno. Wings of War credo sia stato tradotto in una dozzina di lingue o forse più: nella maggior parte dei casi direi che i vari localizzatori giapponesi, olandesi, finlandesi, greci, polacchi, russi e quant'altro sono onterveniti sul regolamento stampato, alcuni sulle scatole, uno anche sulle carte (benché indipendenti dalla lingua per cambiare il titolo) ma senza poi mettere le regole in rete.
Da parte mia come autore, traduttore e curatore osservo che l'atteggiamento "uso il regolamento originale anche se c'è l'italiano" è a doppio taglio. Ho letto pessime traduzioni, ma (per non far nomi nei giochi da tavolo) posso garantire che le tradizioni italiane della Campagna Imperiale di Warhammer RPG fatte da Nexus funzionavano meglio dell'originale perché ne correggevano alcuni errori. E così anche la traduzione di un prodotto ludici di imminente uscita che sto curando.



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5395
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Re: Questione disponibilità regolamenti tradotti

Messaggioda mikequo » 19 apr 2014, 13:46

Ciao a tutti,
interessante discussione.

Come sapete tutti i regolamenti in italiano di giochi tradotti non vengono messi in download per limitare, diciamo così, le di un mercato con un altro.
Noi traduciamo molto poco, quindi il problema ci tocca sono in modo limitato: tutti i giochi originali che pubblichiamo hanno infatti i regolamenti online.

Porrei una differenza tra giochi nuovi, di cui si vuole conoscere qualcosa leggendo i regolamenti, ed un gioco già uscito da tempo che viene "solo" tradotto in italiano.
Nel secondo caso credo che la necessità non ci sia o sia molto più limitata.

Ciao!
michele
Offline mikequo
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
Top Author
Game Inventor
 
Messaggi: 1757
Iscritto il: 12 maggio 2004
Goblons: 1,170.00
Località: Roma
Mercatino: mikequo

Re: Questione disponibilità regolamenti tradotti

Messaggioda Angiolillo » 19 apr 2014, 13:59

Peraltro, se la finalità rivendicata da chi vorrebbe la traduzione è capire se il gioco è interessante o meno, c'è da aggiungere che il compito di far capire come funziona un gioco (e a chi si rivolge) sarebbe quello delle presentazioni, delle recensioni, delle dimostrazioni. Che sono fatte apposta e che, se ben fatte, sono anche più efficaci della lettura del regolamento originale (che da un lato potrebbe essere anche troppo, dall'altro manca della messa in pratica che per la comprensione di un gioco è assai importante).
Certo non è un bel periodo per la stampa ludica, senza riviste in edicola e con le rubriche dedicate al gioco quasi tutte sparite dalla stampa. Ciò non toglie che gli strumenti di divulgazione di un gioco sono e dovrebbero essere ben altri.
Del resto, per capire se un'automobile fa per voi che cosa fate? Vi leggete il manuale dell'auto? O invece ne leggete sulla stampa specializzata e nelle rubriche dedicate, cercate di fare una prova su strada dal concessionario e chiedete a chi l'ha guidata?
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5395
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Re: Questione disponibilità regolamenti tradotti

Messaggioda Tanelorn » 19 apr 2014, 14:15

Io butto lì un'altra riflessione: che senso ha tradurre in italiano un gioco di cui bisogna tradurre solo il regolamento? Ormai un minimo di inglese lo masticano tutti (non si può vivere senza sapere almeno le basi dell'inglese, e mica solo per i boardgame), portare in lingua nativa un gioco traducendo solo il regolamento e mettendolo magari al 15/20% in più del prezzo non è una mossa molto furba... altro discorso è tradurre un gioco con molta lingua anche sui componenti (e a quel punto la traduzione del regolamento non farà più paura).
E vi ricordo che, se vi piace la politica di un'azienda e non quella di un'altra, vale sempre il discorso di "votare col portafogli"...
Offline Tanelorn
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2990
Iscritto il: 04 marzo 2008
Goblons: 0.00
Località: Bologna
Mercatino: Tanelorn

Questione disponibilità regolamenti tradotti

Messaggioda Mik » 19 apr 2014, 14:31

@Tanelorn: anche io la pensavo come te. Però poi, riflettendoci, questo discorso vale principalmente per i gamers.
Credo invece che una delle missioni che hanno le varie case editrici sia quello di espandere il più possibile il loro mercato, anche attraverso fiere, incontri, dimostrazioni ed altro.
E per un non gamers, un passante casuale attratto dal gioco, trovarsi di fronte ad un gioco non italiano (fosse anche solo per il regolamento), è già un bell'ostacolo e può fare la differenza tra il comprare il prodotto come lo si vede sul banco o meno.
Quindi ben vengano localizzazioni anche di questi giochi se servono a mantenere vive le nostre case editrici e a diffondere i giochi.
Poi magari anche grazie a queste traduzioni che ci paiono inutili, riusciamo ad avere quelle che ci interessano maggiormente ;)

Bisogna pensare che i clienti di una casa editrice non siamo solo noi Goblin.
Sarei anche curioso di sapere se rappresentiamo la maggioranza o la minoranza degli introiti di una casa editrice.

Fa più cassa un dixit, tre porcellini o un trajan?

Rende più un le havre, Robinson Crusoe o un Coconuts e un capuccetto rosso?
Ultima modifica di Mik il 19 apr 2014, 14:32, modificato 1 volta in totale.
Offline Mik
Maestro Goblin
Maestro Goblin

Avatar utente
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 17538
Iscritto il: 16 luglio 2011
Goblons: 130.00
Località: Venezia
Mercatino: Mik

Re: R: Questione disponibilità regolamenti tradotti

Messaggioda Kobayashi » 19 apr 2014, 14:31

Angiolillo ha scritto:Del resto, per capire se un'automobile fa per voi che cosa fate? Vi leggete il manuale dell'auto? O invece ne leggete sulla stampa specializzata e nelle rubriche dedicate, cercate di fare una prova su strada dal concessionario e chiedete a chi l'ha guidata?


Mah, trovo il tuo paragone poco azzeccato. E per un motivo molto semplice: le auto funzionano tutte allo stesso modo, i gdt no.
Diciassette? Regina!! SUBITO!!!

NEW! Il mio VENDO a MI/MB/PLAY
Offline Kobayashi
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2827
Iscritto il: 24 aprile 2006
Goblons: 110.00
Località: Arcore
Utente Bgg: kobayashi.issa
Mercatino: Kobayashi
10 anni con i Goblins Io gioco col nero

Re: R: Questione disponibilità regolamenti tradotti

Messaggioda Khoril » 19 apr 2014, 14:32

Angiolillo ha scritto:Peraltro, se la finalità rivendicata da chi vorrebbe la traduzione è capire se il gioco è interessante o meno, c'è da aggiungere che il compito di far capire come funziona un gioco (e a chi si rivolge) sarebbe quello delle presentazioni, delle recensioni, delle ...

Escludendo i video tutorial che quasi si salvano (ma che cmq devono semplificare per stare in tempi accettabili)... il resto è soggetto alla soggettività. Mentre a me occorre leggere le regole per capire se un gioco può andare bene per il mio gruppo e dare un mio giudizio.
Altrimenti solo leggendo preview e recensioni avrei comprato Craftsmen...

Inviato dal mio GT-I9300 utilizzando Tapatalk
Offline Khoril
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
Game Inventor
Tdg Supporter
 
Messaggi: 1220
Iscritto il: 13 gennaio 2009
Goblons: 290.00
Località: Montichiari (BS)
Utente Bgg: Khoril
Mercatino: Khoril

Re: Questione disponibilità regolamenti tradotti

Messaggioda cola » 19 apr 2014, 15:08

Angiolillo ha scritto:Peraltro, se la finalità rivendicata da chi vorrebbe la traduzione è capire se il gioco è interessante o meno, c'è da aggiungere che il compito di far capire come funziona un gioco (e a chi si rivolge) sarebbe quello delle presentazioni, delle recensioni, delle dimostrazioni. Che sono fatte apposta e che, se ben fatte, sono anche più efficaci della lettura del regolamento originale (che da un lato potrebbe essere anche troppo, dall'altro manca della messa in pratica che per la comprensione di un gioco è assai importante).
Certo non è un bel periodo per la stampa ludica, senza riviste in edicola e con le rubriche dedicate al gioco quasi tutte sparite dalla stampa. Ciò non toglie che gli strumenti di divulgazione di un gioco sono e dovrebbero essere ben altri.

Come è stato detto le recensioni sono soggettive e possono essere di parte mentre il regolamento no inoltre proprio per la mancanza di informazione è utile avere dei dati più certi possibile.
Angiolillo ha scritto:Del resto, per capire se un'automobile fa per voi che cosa fate? Vi leggete il manuale dell'auto? O invece ne leggete sulla stampa specializzata e nelle rubriche dedicate, cercate di fare una prova su strada dal concessionario e chiedete a chi l'ha guidata?

Quanti giochi hai, quante macchine hai?
Hai acquistato in tutta la tua vita lo stesso numero di macchine e boardgame?
Mi sembra che il paragone non calzi...
Offline cola
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
Tdg Super Moderator
 
Messaggi: 7758
Iscritto il: 13 febbraio 2012
Goblons: 30.00
Località: Roma
Utente Bgg: colaglc
Mercatino: cola
Sei nella chat dei Goblins Ho partecipato alla Play di Modena Sono stato alla Gobcon 2016 Io faccio il Venerdi GdT! Ho parteciapto al torneo di Clash Royale

Questione disponibilità regolamenti tradotti

Messaggioda Simone » 19 apr 2014, 15:11

Angiolillo ha scritto:Peraltro, se la finalità rivendicata da chi vorrebbe la traduzione è capire se il gioco è interessante o meno, c'è da aggiungere che il compito di far capire come funziona un gioco (e a chi si rivolge) sarebbe quello delle presentazioni, delle recensioni, delle dimostrazioni. Che sono fatte apposta e che, se ben fatte, sono anche più efficaci della lettura del regolamento originale (che da un lato potrebbe essere anche troppo, dall'altro manca della messa in pratica che per la comprensione di un gioco è assai importante).
Certo non è un bel periodo per la stampa ludica, senza riviste in edicola e con le rubriche dedicate al gioco quasi tutte sparite dalla stampa. Ciò non toglie che gli strumenti di divulgazione di un gioco sono e dovrebbero essere ben altri.
Del resto, per capire se un'automobile fa per voi che cosa fate? Vi leggete il manuale dell'auto? O invece ne leggete sulla stampa specializzata e nelle rubriche dedicate, cercate di fare una prova su strada dal concessionario e chiedete a chi l'ha guidata?


Esistono Nmila riviste on line e Nmila blog per questo

Nel 2014 la comunicazione è il web 2.0, con i suoi blogger o social media

Il resto è obsoleto e lo lascerei negli anni 90

Sulla professionalità di chi scrive/scrisse sul cartaceo e chi scrive sul web...ci sono dei somari, dei lacchè, dei lecchini, dei mercenari, delle prostitute e dei professionisti oggi come ieri


Ichinen iwa omo toosu

La forza di volontà attraversa la roccia

S.
« Nessun amico mi ha reso servigio, nessun nemico mi ha recato offesa, che io non abbia ripagati in pieno » Lucio Cornelio Silla
Offline Simone
Goblin Dictator
Goblin Dictator

Avatar utente
TdG For Social
Top Author
Top Reviewer
Top Uploader
 
Messaggi: 11423
Iscritto il: 15 agosto 2005
Goblons: 590.00
Località: CIMMERIA (Castrocaro, Forlì)
Utente Bgg: Simone Poggi
Yucata: SP_Warlock
Mercatino: Simone
Sono un cattivo Yucata Player Io gioco col rosa 7 Wonders Duel fan Birra fan Breaking Bad fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Queen fan Io faccio il Venerdi GdT! Pizza fan Carson city fan Command & Colors Ancient fan Pathfinder fan

Re: Questione disponibilità regolamenti tradotti

Messaggioda Angiolillo » 19 apr 2014, 15:48

Funzioneranno allo stesso modo, le auto, però la capienza sel portabagagli, il consumo, gli accessori e tante altre cose che ti cambiano l'esperienza utente variano da un'auto all'altra. Il manuale queste cose te le dice. Se non variassero, non avresti un manuale utente diverso per ogni sottomodello di automobile. E però il manuale non è forse lo strumento migliore per orientare il potenziale cliente.

Sulla soggettività, quello è il problema di non avere testate su cui si possa sviluppate una critica e un giornalismo professionale. Qualche buona testata online c'è, ma purtroppo non è molto.
Io recensisco ristoranti per un editore che fa una guida con la massima professionalità. Anche le recensioni dei ristoranti sono fatte da persone e quindi hanno una componente soggettiva. Ma ti assicuro che dietro la nostra guida c'è un grande lavoro per tendere coerenti i parametri di giudizio, allineaee i criteri di voto e così via, secondo una linea editorialeesplicita in cui i lettori si riconoscono. Per cui alla fine quella guida è utile ad aiutare la scelta di un pubblico dai gusti e dai bisogni variegati. La guida ha una sua utilità e infatti si continua a pubblicare da oltre dieci anni, anche in un periodo come questo di crisi dell'editoria e in cui chiunque può leggere gratis un sacco di variegate opinioni in libertà su Trip Advisor, 2spaghi e altro.
Credo che oggi una critica e una stampa ludiche fatte con analoghi criteri manchi, e che sarebbe utile.





Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5395
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Questione disponibilità regolamenti tradotti

Messaggioda Simone » 19 apr 2014, 15:56

pennuto77 ha scritto:Simone ma i regolamenti sono disponibili online sul sito della Cranio?


Credo di no

Mi hanno detto che ogni regolamento "deve passare sotto la nostra incudine" (cit.)

Non ho ben afferrato la metafora, l'importante è che abbiano recepito che i link da cancellare me li devono fornire loro

Ichinen iwa omo toosu

La forza di volontà attraversa la roccia

S.
« Nessun amico mi ha reso servigio, nessun nemico mi ha recato offesa, che io non abbia ripagati in pieno » Lucio Cornelio Silla
Offline Simone
Goblin Dictator
Goblin Dictator

Avatar utente
TdG For Social
Top Author
Top Reviewer
Top Uploader
 
Messaggi: 11423
Iscritto il: 15 agosto 2005
Goblons: 590.00
Località: CIMMERIA (Castrocaro, Forlì)
Utente Bgg: Simone Poggi
Yucata: SP_Warlock
Mercatino: Simone
Sono un cattivo Yucata Player Io gioco col rosa 7 Wonders Duel fan Birra fan Breaking Bad fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Queen fan Io faccio il Venerdi GdT! Pizza fan Carson city fan Command & Colors Ancient fan Pathfinder fan

Questione disponibilità regolamenti tradotti

Messaggioda Simone » 19 apr 2014, 16:27

Angiolillo ha scritto:Credo che oggi una critica e una stampa ludiche fatte con analoghi criteri manchi, e che sarebbe utile.


Mancano ( sono veramente pochi ) i professionisti con la penna nelle mani

Sono presenti invece in legioni i lecchini con metri di lingua fuori dalla bocca

Oggi un italiano si può alzare alla mattina e millantare una laurea in agronomia o una professione come l'osteopata o il ludologo, che in suolo italiano non è riconosciuta

Anyway

I regolamenti devono essere pubblicati, perché ci guadagnano tutti e le aziende a fronte di una piccola perdita di clienti che comunque comprano SEMPRE E COSTANTEMENTE in Germania ( di fatto NON sono mai stato loro acquirenti) hanno un riscontro sul mercato più che tangibile.

Asterion e Red Glove sono esempi lampanti di aziende pioniere, che oltre a creare un loro guadagno, hanno sempre avuto un passo in più rispetto al resto del mercato.

Rimarco il concetto che colossi delle Holding di tutto il mondo seguono da anni questa filosofia



- Lo sporco costituisce il 90% di tutto -
Arthur Bloch
« Nessun amico mi ha reso servigio, nessun nemico mi ha recato offesa, che io non abbia ripagati in pieno » Lucio Cornelio Silla
Offline Simone
Goblin Dictator
Goblin Dictator

Avatar utente
TdG For Social
Top Author
Top Reviewer
Top Uploader
 
Messaggi: 11423
Iscritto il: 15 agosto 2005
Goblons: 590.00
Località: CIMMERIA (Castrocaro, Forlì)
Utente Bgg: Simone Poggi
Yucata: SP_Warlock
Mercatino: Simone
Sono un cattivo Yucata Player Io gioco col rosa 7 Wonders Duel fan Birra fan Breaking Bad fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Queen fan Io faccio il Venerdi GdT! Pizza fan Carson city fan Command & Colors Ancient fan Pathfinder fan

PrecedenteProssimo

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti