Race the Wind: regolamento incompleto e/o impreciso

Discussioni generali sui giochi da tavolo, di carte (non collezionabili/LCG) o altri tipi di gioco che non hanno un Forum dedicato. Indicate sempre il gioco di cui parlate nel titolo dei vostri post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum, come la guida per l'uso dei TAG nelle discussioni.

Moderatori: IGiullari, Agzaroth, romendil, Jehuty, rporrini, Hadaran, UltordaFlorentia

Race the Wind: regolamento incompleto e/o impreciso

Messaggioda Leles » 18 giu 2013, 17:46

Cari Goblin, vorrei sottoporvi alcuni dubbi, nati giocando un paio di partite a Race the Wind, della Ghenos Games. Un ottimo titolo, per gli appassionati di vela, che però sembra essere stato implementato da chi, di vela, poco ne capisce. Vengo al sodo, elencando i punti che, secondo me, sono i più imbarazzanti:

1) La regola dei cambi di vento: è si rivela drastica e quindi surreale: tirando il dado, il vento può ribaltarsi completamente di direzione, quando questo nella realtà non accade mai (semmai viene spostato il campo di gara). L'idea che il vento cambi è giusta, aderente alla realtà, ma secondo me andrebbe implementata in modo più morbido. Ho quindi proposto un sistema alternativo che caricherò a breve nella sezione upload.

2) La gestione del turno: questa, dal regolamento, non è chiara. Si dice che bisogna scegliere un primo giocatore, dopodiché si procede in senso orario. Apparentemente nessun problema, ma secondo me il round (cioè un giro completo di mosse dal primo all’ultimo giocatore), andrebbe giocato simultaneamente, o per lo meno, essere considerato tale (cioè contemporaneo). Il problema nasce quando si devono risolvere le precedenze per gli ingaggi. Ci sono due casi: a) l’ingaggio di poppa, b) l’ingaggio per incrocio conteso. Se si segue alla lettera il regolamento e si gioca in ordine di turno in senso orario, come va considerata la precedenza nel caso A? Si interrompe l’ordine di turno e muove per primo chi non ha la precedenza, per poi riprendere il turno da dove lo si era interrotto (in pratica, si toglie dai piedi)? Altrimenti se chi ha la precedenza si trovasse a giocare, per via dell’ordine di turno, prima di chi ostruisce la strada, sarebbe comunque costretto a cambiare rotta e quindi non avrebbe senso riconoscergli una precedenza (a parte il diritto a chiamare penalità per l’avversario). Idem dicasi per il caso B: in questo caso chi ha la precedenza può rivendicare per sé il punto conteso, quindi che agisca prima o dopo l’avversario non ha importanza, poiché si ”riserverebbe” quella mossa, costringendo l’altro a scegliere una diversa opzione.
Volendo fare così anche per l’ingaggio di poppa, quindi, chi lo vince cosa dovrebbe fare? Dichiarare in anticipo tutti i suoi spostamenti (e poi essere obbligato a rispettarli?)?

3) Precedenze nella zona “delle 2 lunghezze”: nel caso una barca si trovi all’interno della zona delle “2 lunghezze” ed una all’esterno di essa, e si venisse a creare un ingaggio, con quale regole verrebbero decise le precedenze? Il regolamento non ne fa menzione.

4) Ingaggi: quando si decidono? Ad inizio round? Ancora una volta la gestione del turno/round crea dei problemi di meccaniche molto seri. Io ho assunto di deciderli ad inizio round, prima della mossa del primo giocatore, altrimenti non essendo chiaro come gestire le precedenze (vedi punto n° 2), si creerebbero accavallamenti di mosse ingestibili se venissero decisi volta per volta.

5) I segnalini assenza di vento, che bisogna piazzare davanti a sé quando si è in “copertura”, si considerano “personali” oppure no? Mi pare molto strano che se la mia barca è in copertura, e deve per questo trovarsi in una zona di poco vento, possa mettere questa penalità anche davanti alla barca che l’ha causata…

6) Nel caso ci si trovasse “controvento”, si può fare una sola manovra? (questo è detto tra le righe nel regolamento, non sembra essere stabilito in maniera chiara).

Tutti questi casi, frequentissimi durante una partita, non sono coperti dal regolamento…con mia grande sorpresa. Ho buttato giù una serie di regole, per ovviare a queste situazioni, e vorrei discuterle con voi e, sperabilmente, con gli autori del gioco. Si potrebbe pensare anche a riscrivere il regolamento, in base ai commenti e ai contributi, o almeno un file di FAQ.
Sarebbe giusto e doveroso, nei confronti di un gioco unico nel suo genere, dai bellissimi materiali, che rende onore ad uno sport affascinante e pulito.
Offline Leles
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 2397
Iscritto il: 14 gennaio 2008
Goblons: 1,030.00
Località: Roma
Utente Bgg: Leles
Mercatino: Leles
Sei iscritto da 5 anni.

Messaggioda Tillo » 19 giu 2013, 10:31

Ottimo Leles,

Dunque, in effetti leggendo solamente il manualetto ufficiale, i dubbi si accumulano come granelli di sabbia in una clessidra.. e solo dopo 3 turni di gioco si hanno così tante domande che si teme di dover giocare a un altro gioco..

Iniziamo,

1: Per quanto riguarda il vento si, trovo veramente grossolano il sistema base che consente questi repentini cambi di direzione. Durante una regata è davvero difficile che si facciano due andature di bolina consecutive, quindi si dovrebbe trovare il modo per mantenere fissa almeno l'andatura di bolina e poppa alternate. Per fare questo si può giostrare solo su metà rosa dei venti banalmente, oppure ho immaginato un sistema che conto di provare quanto prima. Coin Flip con scritto dx e sx per tenere il conto della direzione dell'ultimo cambio di vento subito. d8: 1-2-3 cambio di vento di uno stack (45°) in direzione opposta all'ultimo cambio di vento, 4-5-6 nessun cambio di vento, 7 cambio di vento di uno stack (45°) nella stessa direzione del precedente cambio di vento, 8 due stack (90°) in direzione opposta all'ultimo cambio di vento. In questo modo il vento dovrebbe tendenzialmente rimanere in bolina e poppa nelle varie andature ma si manterrebbero i cambi di vento per le varie strategie di gioco. Anzi, così è quasi possibile cercare di prevedere il cambio prima che questo avvenga, cosa che REALMENTE gli skipper provano a fare per procurarsi dei vantaggi nei campi di regata.

Da valutare la possibilità di eliminare i segnalini vento sul tabellone e sostituirli con un cambio vento a ogni fine turno. In questo modo non si cerca piu una tratta ben visibile a tutti ma si giocherebbe solo sull'abilità nel modificare la propria andatura in base al vento in continuo movimento.

2. Punto ostico questo delle precedenze. Inizialmente si è provato a mantenere il giro di turno lasciando scegliere se ignorare la precedenza o "autonegarsi" la casella di possibile collisione. Successivamente invece si è deciso di far muovere, nel giro dei turni, prima chi ha diritto di manovra, questo semplifica di molto le questioni anche se sembra annullare la possibilità di subire penalità. ATTENZIONE: si potrebbe fare una piccola modifica a quanto sopra indicato: si può lasciare la possibilità di non cedere il proprio turno a chi ha diritto di manvora e rubargli la posizione senza averne diritto e scegliere quindi di subire la penalità.

Ricordo che le penalità REALMENTE vengono prese solo per errori di manovra e mai volontariamente, qui non ci possono essere errori di esecuzione (a meno che prima di cedere il turno all'avversario che ha diritto di manvora si lanci un dado per randomizzare anche le manovre con eventuali fail.. ma poi davvero diventa un altro gioco..)

3. Qui preferisco pensare che chi ha raggiunto la zona delle due lunghezze ha un nuovo "regolamento" e che risulti quindi estraneo a tutto ciò che avviene fuori dalla zona di virata di boa anche se lo coinvolge. Evidentemente quando si è vicini alla boa si sono iniziate le manovre di virata e non ha molto senso pensare che si badi più a quello che accade alle proprie spalle piuttosto che concentrarsi sui diritti di virata in prossimità della boa.

4. In parte ho risposto sopra, ad ogni modo confermo la versione di Leles, per me vanno decisi a inizio turno, controllando le varie zone di possibile collissione o ingaggi e in base allo status di inizio turno si decide la sequenza di turno facendo muovere prima chi ha diritto di rotta (sempre che qualcuno non si opponi volontariamente) e risolvendo così il turno.

Aggiungo due cosette..

Spingere fuori l'avversario nell'ingaggio di poppa: è possibile buttare fuori dal campo di regata l'avversario (cosa che avviene realmente.. in quei casi, nelle regate reali, chi sta avanti può muoversi leggermente di traverso per acquistare nodi e cercare di allontanarsi anche a costo di fare piu strada, oppure stringe l'angolo di bolina sotto i 10° prendendo una rotta sfavorevole e fancedosi affiancare). Non mi affascina molto l'idea di rimanere sotto scacco continuto dell'avversario e sapere già di che "morte morire" a bordo campo di regata. Il gioco rischia di diventare una continua caccia alla coda dell'avversario per fargli prendere una penalità o farlo andare fuori campo di regata, in realtà l'obbiettivo nella regata è quello di arrivare sempre prima dell'avversario. Per ovviare a questo pensavo a dare il diritto, a chi prende una folata di vento a favore, di eseguire anche una manovra e permettergli quindi di "scappare" dalla rincorsa avversaria.

5. Direi decisamente personali..

6. Direi di si

Ad ogni modo aspetto altri commenti e suggerimenti per questo gioco che, per chi è appassionato di vele, potrebbe essere davvero uno spettacolo!

Ciao!
Offline Tillo
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 18 giugno 2010
Goblons: 0.00
Mercatino: Tillo

Re: Race the Wind: regolamento incompleto e/o impreciso

Messaggioda mechvigiak » 29 giu 2015, 16:11

Qualcuno conosce altri giochi legati alla vela ?

151miglia, Regatta (gigamics o quello della Educationa Insights) ?
Da appassionato di vela e di giochi mi chiedevo com'erano.
A.
Offline mechvigiak
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 314
Iscritto il: 13 novembre 2003
Goblons: 140.00
Località: Milano-Biella-Vercelli
Mercatino: mechvigiak

Re: Race the Wind: regolamento incompleto e/o impreciso

Messaggioda Leles » 29 giu 2015, 16:40

Ignoro :snob:
Non sono le nostre capacità che ci dicono chi siamo veramente, sono le nostre scelte!
Offline Leles
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 2397
Iscritto il: 14 gennaio 2008
Goblons: 1,030.00
Località: Roma
Utente Bgg: Leles
Mercatino: Leles
Sei iscritto da 5 anni.


Torna a [GdT] Giochi da Tavolo, di Carte e altri Giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti