Regole realistiche: Warhammer Fantasy Vs. Warhammer 40K

Discussioni generali su tutti i giochi di miniature e tridimensionali (compresi i giochi Games Workshop). Indicate sempre il gioco di cui parlate nel titolo dei vostri post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum.

Moderatori: Normanno, groblnjar

Realismo: Warhammer Fantasy o Warhammer 40K?

Warhammer Fantasy
20
54%
Warhammer 40.000
17
46%
 
Voti totali : 37

Messaggioda Valkian » 14 set 2007, 14:15

Devo però puntualizzare che, anche se ben accetta la regola delle armature, in effetti così potrebbe sembrare, l'obiezione di buffone non è poi così lontana dal vero...

Io ho fatto per un pò combattimento corazzato medievale, e vi posso dire che le armature (del 1100) erano fatte appositamente per reggere contro molti colpi a svariati gradi di forza (quindi diciamo che gia il TA al 5+ di un armatura pesante e poco, ma a noi va bene così), e che per sfondare efficacemente un armatura non si tira un devastante e spaventoso colpo di forza (che potrebbe danneggiare o rompere l'arma) ma si appoggia il pomolo dell'elsa alla spalla, e si spinge con il propio peso corporeo (incrementato mediamente di 40 kg dall'armatura) la spada di punta contro il corpo del nemico (tipo baionetta appunto), forando così l'armatura per il peso, non per la forza del combattente (alla fine si spinge solo con una gamba).
Se si può dire che se nel 40k le armature sono eccessive (tutte ste TRUPPE con TA al 3+) nel fantasy siano anche troppo leggerine... Cmq la regola della forza che buca le armature a me non è mai dispiaciuta.

Infine, sono al corrente del fatto che in una precedente edizione del fantasy gli eroi erano troppo potenti, e sono daccordo nel dire che andavano depotenziati, ma ora mi sembra che abbiano troppo calcato la mano...

Sebbene, poi, condivida con te il fatto che nel 40k ci sia troppo corpo a corpo, io non me la prenderei così a male... Alla fine esistono eserciti come i tiranidi (ispirati ai film di fantascienza alla Alien) e il caos (con demoni antichissimi che prendono parte alle battaglie) ed è abbastanza logico che alcuni eserciti abbiano molto implementato la loro efficacia in mischia...

Infine per concludere: Penso che questa discussione sia stata presa come una crociata religiosa colma di fanatismo realista. Io non volevo parlare di realismo del gioco. Sono entrambi giochi ispirati ad un mondo non reale (fantasy uno e fantascienza l'altro) e quindi è normale aspettarsi che tattiche e equipaggiamenti non siano corrispondfenti alla storia...
Io volevo parlare di realismo nell'applicazione delle regole!
Ossia come le regole simulino bene o no quella determinata azione in una situazione più reale...
Nessuno voleva discutere di statisiche e numeri, ma di come questi venivano applicati.
Offline Valkian
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 413
Iscritto il: 26 febbraio 2007
Goblons: 0.00
Località: Milano
Mercatino: Valkian

Messaggioda buffone3 » 14 set 2007, 15:49

allora senza dubbio il 40k

sono molto realistiche le regole dell'ultimo rimasto e i nuovi test per sparare allte unità + lontane, rendono bene l'idea di panico nelle truppe, poi il fatto che si giochi tutto in scheramglia lo rende ancora migliore
Offline buffone3
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1436
Iscritto il: 10 agosto 2007
Goblons: 0.00
Località: LUCCA
Mercatino: buffone3

Messaggioda Bretoniano91 » 14 set 2007, 16:13

Bé io avrei detto War 40k ma dopo aver sentito del fatto della mischia ho perso ogni stima... Cioé in un futuro lontanissimo dove ci sono le armi da tiro migliori dell'universo in gioco conta ancora la mischia? Cioé nelle guerre moderne (dopo la 2 guerra mondiale) io non vedo più la mischia... Chi rischierebbe mai di arrivare in contatto fisico con il nemico sapendo che puoi sparare nascosto dietro un muretto? forse solo le tiranidi ma li si parla di una specie quasi primitiva...
Un uomo non muore fin quando le sue opere e i suoi ricordi nn vengono dimenticati... I'm a rocket maaaaaaaaaaan...
Offline Bretoniano91
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 176
Iscritto il: 04 luglio 2007
Goblons: 0.00
Località: Paternò CT
Mercatino: Bretoniano91

Messaggioda Ciurry46 » 14 set 2007, 19:39

Bhè stando all'argomento del post devo votare 40k, ossia l'applicazione delle regole (per uanto assurdo sia un corpo a corpo a suon di pugnale nel 41esimo millennio) è più realistica in 40k: proprio per il fatto di vvedere un'unità da 40 modelli attaccati da un drago con sopra un tipo più demone che altro, che èer sfiga tua fa un morto uello fa superiorità, ranghi, alfiere e simili e il drago volando via viene raggiunto e distrutto...da fanteria imperiale?! maddai...
preferisco vedere una suadra di space marine che vedendo quanti compagni sono caduti sotto i colpi dei nemici iniziano a pensare che forse forse è il caso di fugarsela a casa!

Certo che poi il bg è irreale in tutti e due (meglio fantasy), anche perchè ragazzi...l'imperatore dell'umanità...turco... EHHHHH?!?!?! mannò perchè?!?!
Perchè tra 38000 anni si studia ancora latino?! basta è un incubo! Perchè nel futuro cos evoluto l'umanità non si è ancora estinta?! Dovremmo morire dopodomani da uanto inuinamento producono tutte le fabbriche dell'imperium!

Regole preferisco 40k, applicate meglio che nel whf, ma spiegate orrendamente sul regolamento (ragazzi il regolamento 40k è il peggiore di tutti i regolamenti di giochi di strategia, basti pensare che addirittura l'indice è sbagliato!)
Background...tra i due mali scelgo il minore, fantasy...ma non che sia degno di lode...
"...ergo diutius vivit vinum quam homuncio. Quare tangomenas faciamus! Vinum vita est. Vero Opianum praesto. Ergo vivamus, dum licet esse bene!"

Siamo nati per un proposito più oscuro della mera esistenza.
Offline Ciurry46
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2446
Iscritto il: 29 maggio 2007
Goblons: 0.00
Località: Rho - Milano
Mercatino: Ciurry46

Messaggioda swbis » 15 set 2007, 2:07

impossibile che una cosa di queste possa essere minimamente realistica. mi astengo dal voto grazie.
Offline swbis
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 25 luglio 2007
Goblons: 0.00
Località: San Benedetto del Tronto
Mercatino: swbis

Messaggioda Sol_Invictus » 15 set 2007, 12:14

Concordo con chi evita di dilungarsi in trattati di storia militare e semplicemente riconosce che nessuno dei due regolamenti e' minimamente realistico.
Anche senza tirare in ballo alcun tipo di dato tecnico, basta notare che i movimenti, il fuoco, ecc. non avvengono in simultanea come nella realta', ma a turni...cosa ovviamente del tutto improponibile a simulare uno scontro reale (simultaneita' che peraltro direi e' quasi impossibile da rendere in un gioco). Quindi niente da fare, realismo zero in qualunque caso, la GW produce due giochini divertenti e non simulazioni di guerra..mai e poi mai. Non vale nemmeno la pena di porsi il problema, davvero.
S'i' fosse fuoco, arderei 'l mondo;
s'i' fosse vento, lo tempestarei;
s'i' fosse acqua, i' l'annegherei;
s'i' fosse Dio, mandereil' en profondo;
Offline Sol_Invictus
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1706
Iscritto il: 16 novembre 2006
Goblons: 30.00
Località: Londra / Ravenna
Mercatino: Sol_Invictus

Re: Discussione stupida e sterile

Messaggioda Alarindo » 15 set 2007, 23:14

perdono il tuo modo di scrivere suppongo tu non volessi essere scortese comunque:
manhunter72 ha scritto:Chi se ne frega se i pezzi d'artiglieria tirano a 20Km! Stiamo trattando di simulazioni che devono trovare un compromesso tra rappresentazione e giocabilità... mica posso andare a piazzare le mie truppe in casa del vicino per avvicinarmi al vero più possibile!

l'illogicità io non la vedo nel fatto che i pezzi di artiglieria sparino a 48" in un gioco in scala ci può anche stare
quello che non torna e che una unità con l'abilità di cavalleria/moto/ecc la raggiunga ed attacchi mediamente in 2 turni...
le dimensioni sono 4 e devono essere tutte in scala!
quindi bisogna decidere quando dura un turno

quindi se il turno dura 30 secondi
l'artiglieria o il fante (col fucile ad avancarica) spara una volta ed il motociclista (a 60-120km/h) fa max 1 km per fare 20 km ci mette 20 minuti
oppure il turno dura 20 minuti l'artiglieria moderna spara una 30ina di colpi e scappa un fante con un'arma semiautomatica spara un 3-400 di colpi (se li ha) mentre le moto cavalleria arrivano sul bersaglio ad una velocità piu normale 70/80 km/h
terza alternativa il turno dura 30 secondi ed i cavalli nel 40k vanno a 1200km/h
quarta alternativa... teoria della relatività
probabilmente la cosa poteva avere logica in scontri fantasy su brevi distanze fra un arciere ed un cavaliere ma fra fucili laser e demoni a 6 zampe...
e poi un lanciamissili spara a 48" ed una pistola a 12" ma che razza di scala!!!

:
manhunter72 ha scritto: la maggior parte dei proiettili d'artiglieria e fanteria leggera hanno una velocità d'uscita alla canna inferiore alla velocità del suono -340 m/s. Inoltre colpiscono sempre a un velocità parecchio inferiore a causa dell'attrito dell'aria... raramente un calibro 7,62 centra un bersaglio a oltre 100m a più di 600Km orari, e parlaimo di un calibro potente!



tranne pistole di piccolo calibro la maggior parte delle armi spara proietti la cui velocità d'uscita alla canna è superiore alla velocita del suono (Nell'aria, la velocità del suono è di 331,5 m/s a 0ºC e di 343 m/s a 20ºC, almeno su quello c'hai preso) ad esempio un garand (vecchio fucile 7.62 della IIWW) spara un proiettile ha una velocità iniziale di 855 m/sec ed ha una gittata utile di 500 m (anche se il colpo resta letale a piu di un km di distanza) le armi antiaeree invece possono sparare proiettili avelocità superiori a 1.500 m/s (mac 5). per la cronaca anche un balestriere era in grado di centrare un bersaglio in movimento ad oltre 150 metri

ps non c'è dubbio che la naia sia inutile, lo posso dire perchè l'o fatta.. ma tu?parli di qualcosa che conosci o solo per sentito dire?

pps lascia stare l'uomo ragno e superman... almeno loro
Offline Alarindo
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 620
Iscritto il: 13 febbraio 2007
Goblons: 0.00
Località: vicino Bologna
Mercatino: Alarindo

Messaggioda Alarindo » 15 set 2007, 23:33

e poi, per entrambi i giochi ...
ma perchè prima si tira per ferire e poi si fà il tiro per penetrare l'armatura? non divrebbe essere il contrario?
è una cosa che fà invidiare l'assurdità del tach0 di D&D :!:
Offline Alarindo
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 620
Iscritto il: 13 febbraio 2007
Goblons: 0.00
Località: vicino Bologna
Mercatino: Alarindo

Pedissequamente...

Messaggioda manhunter72 » 17 set 2007, 14:02

Caro il mio Alarindo...

ma no no che non volevo essere scortese! Stavo solo usando un po' di sarcasmo, dato che è più che evidente che parli di argomenti che non conosci, come l'ideazione o lo sviluppo di giochi di guerra. I quali, ribadisco, devono tenere conto prima di tutto del compromesso tra giocabilità (facilità d'apprendimento e d'applicazione delle regole, disponibilità media di tempo e spazio da parte dei giocatori) e validità di resa scenica dello scenario, dell'ambientazione, dell'atmosfera.

Volendo 'pignoleggiare' poi, io il milite l'ho assolto (nei paracadutisti, '93, compagnia Avio... ho sparato e mi hanno anche sparato addosso, ecchecazz..!), per cui è inutile che continui a sciorinare dati che chiunque può trovare su Wikipedia...

Quello che, caro il mio pedissequo, non vuoi capire (probabilmente percè ignori come funzioni la stragrande maggioranza dei giochi di guerra, 3d o su mappa) è che non esiste proprio un rapporto esatto tra le “quattro dimensioni” nel wargming. Difatti, tanto per riprendere il mio esempio che non ti va giù, quello dell'artiglieria posizionata in un altro appartamento rispetto ai suoi bersagli: proprio per quello che tu dici, in un lasso di tempo (turno) adatto a un gioco di guerra moderno (alcuni minuti.. fai tu!), in una simulazione realistica dovremmo piazzare le artiglierie ad alcuni metri dal nemico, concedendo a ogni reparto di fanteria non meccanizzata pochi centimetri di movimento per turno! Ma che bello!! Infatti è per questo che non troverai tanto facilmente giochi di simulazione di guerra (a meno che non siano schermaglie con un rapporto 1 a 1, cioé una miniatura corrisponde a un uomo!) che citino espressamente: “il turno di gioco equivale esattamente a 30 secondi” o cose di questo genere.... Poiché nella realtà ogni unità da battaglia effettua un certo numero di cose (dà e riceve ordini, ricarica le armi, si riposa ecc..) che non vengono considerate in dettaglio, ma riprodotte in termini generici. Ecco perché devi considerare, IN OGNI GIOCO DI GUERRA, che la battaglia duri un tot... per esempio un giorno se si tratta di battaglie antiche o medievali, oppure da alcun decine di minute ad alcune ore nel caso di guerre moderne.
Ti metto un'altra pulce nell'orecchio: sai trovarmi un gioco di guerra in cui venga rappresentato realisticamente il divario del volume di fuoco tra un arma a colpo singolo come il sopracitato Garand e alcune armi automatiche che vomitano decine di proiettili al secondo? Divertitici pure a spulciare manuali, ma non sarà una ricerca facile! Il più delle volte troverai che le armi ad altissima cadenza fuoco tireranno3 o 4 dadi, raddoppieranno il numero dei colpi ecc... E' ovvio che sia così!!!

In ultimo... evita di renderti ridicoli con esempi banali e inutili, infarciti di dati e numeretti... Voglio dire, riguardo al BANG... Invito chiunque a provare a sparare con un'arma caricata a salve (va benissimo anche una scacciacani qualsiasi). Noterere che fa un bang bello forte, più forte addirittura di quello di una pistola che spara pallottole. Eppure dalla canna non esce niente?!? Strano eh?!?

Riguardo alla frase
"per la cronaca anche un balestriere era in grado di centrare un bersaglio in movimento ad oltre 150 metri "
Che dirti... se sei convinto tu! Per la cronaca vorrei solo agiungere che non è per niente facile nella realtà centrre un bersaglio a un centinaio di mtri di distanza con una balestra, benché fissata su una buona postazione e con l'adeguato tempo di mira. Se non ci credi va almeno una volta a goderti lo spettacolo di un palio di balestrieri, tipo il Torneo dei Quartieri di Gubbio e vedrai cosa significa tirare a un paglione di mezzo metro di diametro da almeno un centinaio di metri (tale è la lunghezza, se non ricordo male, della Piazza Grande di Gubbio). Notare che i partecipanti sono loro modo campioni che si esercitano tutto l'anno...

Un salutone! Però studia, se vuoi parlar di giochi!
Offline manhunter72
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 77
Iscritto il: 16 settembre 2005
Goblons: 0.00
Località: lido di camaiore
Mercatino: manhunter72

Messaggioda Sol_Invictus » 17 set 2007, 15:48

Ma sono l'unico che trova un po' ridicolo e fuori luogo che ogni discussione su temi piu' o meno vagamente legati alla guerra diventi un pretesto per una interminabile serie di lezioni di storia e tecnologia militare?
Cioe', che bisogno c'e' di avvicendarsi in cattedra snocciolando dati, numerelli e grandi verita' nascoste riguardo la tecnologia bellica quando si sta invece parlando di un GIOCHINO DI SOLDATINI come e' warhammer?! Che ci frega a noi del raggio dei cannoni e della penetrazioni dei proiettili? Questa discussione mi ricorda tanto quella sul film 300 (ovviamente degenerata in un flame, e questa mi pare sulla buona strada), dove tanta gente si e' sentita in dovere ti tenere lezioni di storia non richieste e completamente fuoriluogo, quando non perfino approssimative.
Vi svelo un segreto...come per 300, anche per warhammer la storia e' la stessa: lo capisce anche mio cugino di 8 anni che e' un giochino completamente avulso da qualsiasi pretesa di realismo, anche SENZA sapere nulla di calibri e gittate utili. Semplicemente perche' e'OVVIO. E' OVVIO che gli spartani non combattevano in tanga contro degli orchi ninja, almeno quanto e' ovvio che le armi vere non sparano a distanze di sputo e a cadenze di fuoco completamente sballate rispetto alla velocita' di spostamento di un uomo. E' altrettanto OVVIO, come ho detto, che le vere guerre non si combattono a turno. Nessuno ha bisogno di lezioni di stampo fanatico-militaristico per rendersene conto...non mettetevi a flammare e litigare qui sul raggio delle balestre e sulla penetrazione dei proiettili del garand, mi sembra decisamente off-topic.
S'i' fosse fuoco, arderei 'l mondo;
s'i' fosse vento, lo tempestarei;
s'i' fosse acqua, i' l'annegherei;
s'i' fosse Dio, mandereil' en profondo;
Offline Sol_Invictus
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1706
Iscritto il: 16 novembre 2006
Goblons: 30.00
Località: Londra / Ravenna
Mercatino: Sol_Invictus

Messaggioda Maresciallo_Helbrecht » 17 set 2007, 16:13

Premetto che non son un esperto di tattiche militari ne di Tolkien o chi altro... Ma credo che tutto cio si assolutamente irrilevante; cedo che dovremmo ribadire il vero obiettivo del sondaggio: quale dei due giochi è piu realistico nell aplicazione delle regole, non quale dei due giochi è piu realistico in assoluto!!

40K dal profilo storico è chiaramente un disastro perchè è evidente che nessuno andra + in CaC nel futuro ma una discussione su questo punto sarebbe inutile perchè non è lo scopo del sondaggio... Ev se ne potrebbe fare un altro topik..
Immagino invece che il vero scopo di questa discussione sia per esempio: dal momento che la GW ha deciso che sia nel fantasy che nel futuro si combatterà in CaC, in quale dei 2 regolamenti il CaC viene svolto in modo piu realistico?

Bhe,... io voto 40K perchè mi pare assurdo che nella frenesia della battaglia corpo a corpo i soldati riescano (e vogliano) rimanere in ranghi! Credo che sia piu realistico 40K in quanto tutti si buttano contro tutti senze risparmiare colpi e in quanto i singoli combattano individualmente per salvarsi la vita "fottendosene" se gli altri compagni sono ancora vivi o no e non i limitano a rimpazzare i morti in prima fila..
E poi non riesco nemmeno a capire come un drago possa scappare di fronte a una truppa da 15 uomini solo perchè vede una bandiera. Posso capire se si tratta di un eroe umano, ma da quando i draghi hanno paura di qualcosa?
For Death, and for Glory! - Theoden, King of Rohan
Immagine
https://warhammer.get-forum.net/index.htm
Offline Maresciallo_Helbrecht
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1137
Iscritto il: 11 settembre 2007
Goblons: 0.00
Località: Svizzera
Mercatino: Maresciallo_Helbrecht

Messaggioda Asliaur » 17 set 2007, 16:50

Strano, ma vero si combatteva anche in ordinati ranghi, comunque fa lo stesso.
Grazie e saluti,

Asliaur dell'Onda d'Argento
Offline Asliaur
Elven Spy...
Elven Spy...

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 3611
Iscritto il: 15 luglio 2003
Goblons: 20.00
Località: Roma (Italy)
Mercatino: Asliaur

Messaggioda AraldodiGea » 17 set 2007, 19:02

salve, io ho votato fantasy, anche se entrambi i giochi in verità possiedono poco di realistico per i motivi fino adesso elencati. per rendere più realistico il 40k un modo ci sarebbe, basterebbe prendere spunto dal sistema di gioco dell'epic.....la sequenza dei turni è completamente diversa...non esistono fasi, bensì azioni predeterminate e le unità dei due giocatori si muovono alternatamente. il corpo a corpo non è una reale mischia ma è più una schermaglia in cui due fazioni si affrontano a distanza ravvicinata. per la gittata delle armi si potrebbe assumere anche infinita assegnando dei malus a colpire via via che la distanza del bersaglio aumenta....e poi la cosa forse migliore a mio parere sarebbe affidare alle varie armi un "ruolo", proprio come ad epic....il cannone laser potrà essere usato solo come arma anticarro mentre il requiem solo come arma anti uomo ecc...naturalmente con le dovute eccezioni. penso che ci lavorerò su, voglio proprio vedere se riesco a tirare fuori un sistema di gioco migliore di quelli della GW!!
Offline AraldodiGea
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 180
Iscritto il: 27 febbraio 2007
Goblons: 0.00
Località: Viareggio
Mercatino: AraldodiGea

Messaggioda Maresciallo_Helbrecht » 17 set 2007, 19:16

Bhe,.. se ci riesci facci sapere che l idea nn sembra male!!!!!
Buon lavoro!! :-)
For Death, and for Glory! - Theoden, King of Rohan
Immagine
https://warhammer.get-forum.net/index.htm
Offline Maresciallo_Helbrecht
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1137
Iscritto il: 11 settembre 2007
Goblons: 0.00
Località: Svizzera
Mercatino: Maresciallo_Helbrecht

Re: Pedissequamente...

Messaggioda Alarindo » 18 set 2007, 16:55

manhunter72 ha scritto:Caro il mio Alarindo...

ma no no che non volevo essere scortese! Stavo solo usando un po' di sarcasmo, dato che è più che evidente che parli di argomenti che non conosci, come l'ideazione o lo sviluppo di giochi di guerra. I quali, ribadisco, devono tenere conto prima di tutto del compromesso tra giocabilità (facilità d'apprendimento e d'applicazione delle regole, disponibilità media di tempo e spazio da parte dei giocatori) e validità di resa scenica dello scenario, dell'ambientazione, dell'atmosfera.

a questo punto posso darti dell'ignorante anch'io e risponderti per le rime, mio genio dei giochi... che forse ha giocato solo a risiko:


manhunter72 ha scritto:Quello che, caro il mio pedissequo, non vuoi capire (probabilmente percè ignori come funzioni la stragrande maggioranza dei giochi di guerra, 3d o su mappa) è che non esiste proprio un rapporto esatto tra le “quattro dimensioni” nel wargming. Difatti, tanto per riprendere il mio esempio che non ti va giù, quello dell'artiglieria posizionata in un altro appartamento rispetto ai suoi bersagli: proprio per quello che tu dici, in un lasso di tempo (turno) adatto a un gioco di guerra moderno (alcuni minuti.. fai tu!), in una simulazione realistica dovremmo piazzare le artiglierie ad alcuni metri dal nemico, concedendo a ogni reparto di fanteria non meccanizzata pochi centimetri di movimento per turno! Ma che bello!! Infatti è per questo che non troverai tanto facilmente giochi di simulazione di guerra (a meno che non siano schermaglie con un rapporto 1 a 1, cioé una miniatura corrisponde a un uomo!) che citino espressamente: “il turno di gioco equivale esattamente a 30 secondi” o cose di questo genere.... Poiché nella realtà ogni unità da battaglia effettua un certo numero di cose (dà e riceve ordini, ricarica le armi, si riposa ecc..) che non vengono considerate in dettaglio, ma riprodotte in termini generici. Ecco perché devi considerare, IN OGNI GIOCO DI GUERRA, che la battaglia duri un tot... per esempio un giorno se si tratta di battaglie antiche o medievali, oppure da alcun decine di minute ad alcune ore nel caso di guerre moderne.

ti stai contraddicendo da solo stai dicendo appunto che un turno deve durare lo stesso tempo per tutti quindi se il turno dura 1 ora per l'artigliere dura anche 1 ora per l'assaltatore da come la metti tul'unità che spara dà e riceve ordini, ricarica le armi, si riposa ecc., l'unità che va in assalto... va in assalto... forse un'unità di berserker vichinghi e anche la verso chi vanno all'assalto se nessuno li indirizza?
poi come hai fatto notare tu... e continui a contraddirti e a darmi ragione le artiglierie sono molto presenti nei giochi ad esempio:
- su mappa esagonata dove le dimensioni degli esagoni sono notevoli, variano di gioco in gioco ma il (diciamo) diametro dell'esagono è di molte centinaia di metri e le artiglierie sparano a diversi esagoni (vedi i vari della Editrice Giochi: Curtatone e Montanara, Caporetto, Goito.. sai quelle sono battaglie storiche e lì l'artiglieria non si spara sui piedi)
- in scala 1/100 circa dei vari napoleonici.
- scala 1/72 tipo alzo zero
- ... okkakkio allora anche la GW sa che i pezzi di artiglieria sparano lontano... in epic in proporzione sparano un foootio più lontano e che se qualcorre all'assalto di un nemico al riparo difficilmente ne arriva uno su 10 di quelli che erano partiti!
pensa in scala spara piu lontano un galeone in mezzo al mare che un basilisk.
dove la scala è maggiore i produttori di giochi "realistici" fanno sparare l'artiglieria dalle retrovie (nell'appartamento accanto probabilmente) fanno arrivare il supporto aereo

manhunter72 ha scritto:Ti metto un'altra pulce nell'orecchio: sai trovarmi un gioco di guerra in cui venga rappresentato realisticamente il divario del volume di fuoco tra un arma a colpo singolo come il sopracitato Garand e alcune armi automatiche che vomitano decine di proiettili al secondo? Divertitici pure a spulciare manuali, ma non sarà una ricerca facile! Il più delle volte troverai che le armi ad altissima cadenza fuoco tireranno3 o 4 dadi, raddoppieranno il numero dei colpi ecc... E' ovvio che sia così!!!

te la metto io la pulce nell'orecchio: in quei giochi che citi tu siccome sono tendenzialmente giocati da appassionati del settore dei giochi strategici e che hanno studiato le armi le divise e le tecniche realmente usate dalle unita e quindi gli ideatori non possono dire fregnacce senò sono sputtanati, bene in quei giochi il volume di fuoco di un'unità di mitragliatrici come dici tu è si di 3/4 volte superiore ad un'unità di fanteria.. ma l'unita di fanteria conta come un plotone di 15-30uomini l'unità di mitragliatrici è composta da 2-3 coppie di mitraglieri/serventi piu osservatore ergo 3 mitragliatrici fanno danno tre volte in più di 30 fucili
equazione approssimata una mitragliatrice = 20/30 fucili


manhunter72 ha scritto: In ultimo... evita di renderti ridicoli con esempi banali e inutili, infarciti di dati e numeretti... Voglio dire, riguardo al BANG... Invito chiunque a provare a sparare con un'arma caricata a salve (va benissimo anche una scacciacani qualsiasi). Noterere che fa un bang bello forte, più forte addirittura di quello di una pistola che spara pallottole. Eppure dalla canna non esce niente?!? Strano eh?!?

forse il mio discorso era semplicistico ma assodato che le case produttrici ci dicono che le loro armi sparano proiettili in uscita dalla bocca da fuoco a velocità superiori a quelle del suono, se non ci credi non ci posso fare nulla...
ennesima maronata che dalla pistola che spara a salve non esce niente mettici una mano avanti e poi mi racconti. no quella che tu chiami fiammata sono i gas combusti della polvere nella cartuccia che quando escono . a velocità superiore a quella del suono fanno BANG.
quando è presente un'ogiva i canna i gas premono su di essa dilatandosi fino ad espellerla dalla canna ad elevatissima velocità ed il bang che si sente e causato dal proietto ed i gas combinati che escono a velocitò supersonica dalla canna. ps la velocità del proiettile e minore di quella del gas che sfugge anche leggermente dall'otturatore e attorno al proiettile ma è pur sempre superiore a mac 1

manhunter72 ha scritto: Riguardo alla frase
"per la cronaca anche un balestriere era in grado di centrare un bersaglio in movimento ad oltre 150 metri "
Che dirti... se sei convinto tu! Per la cronaca vorrei solo agiungere che non è per niente facile nella realtà centrre un bersaglio a un centinaio di mtri di distanza con una balestra, benché fissata su una buona postazione e con l'adeguato tempo di mira. Se non ci credi va almeno una volta a goderti lo spettacolo di un palio di balestrieri, tipo il Torneo dei Quartieri di Gubbio e vedrai cosa significa tirare a un paglione di mezzo metro di diametro da almeno un centinaio di metri (tale è la lunghezza, se non ricordo male, della Piazza Grande di Gubbio). Notare che i partecipanti sono loro modo campioni che si esercitano tutto l'anno...

oggi i tornei di balestra si disputano su distanze di una 40ina di metri credo e contro bersagli di una trentina di centimetri.
ho visto premetto solo in foto i bersagli il cui cento e solo di 3-4 centimetri con una 20ina di quadrelli infilati ed alcuni erano infilati dentro gli altri.
ora non so se fosse vero (io non c'ero) ma i balestrieri genovesi si vantavano di colpire una moneta sulla cima dell'albero di una nave tirando dalla cima dell'albero di un'altra nave

manhunter72 ha scritto: Volendo 'pignoleggiare' poi, io il milite l'ho assolto (nei paracadutisti, '93, compagnia Avio... ho sparato e mi hanno anche sparato addosso, ecchecazz..!), per cui è inutile che continui a sciorinare dati che chiunque può trovare su Wikipedia...Un salutone! Però studia, se vuoi parlar di giochi!


ci credo ci credo...
eccheccazz col carattere che ti ritrovi ci credo che ti hanno sparato... chi erano i tuoi commilitoni? e poi cosa hanno fatto ti hanno infilato un ferro nel naso e tirato via la parte del cervello che regola la socievolezza e l'educazione? se quello che ti dico c'è anche su wikipedia (che sicuramente non è la bibbia) forse tutte cazzato non sono... non trovi?
ps se tu fossi ateo.. si è vero anche nella bibbia ci sono le c@xx@te se vuoi possiamo propore un sondaggio:
ci sono più c@xx@te nella bibbia o nel regolamento del 40k?

per me comunque discorso chiuso se tu ritieni 40k fra i giochi più realistici non vedo perche dovresti cambiar idea

comunque ciao manhunter72 buona giornata
Offline Alarindo
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 620
Iscritto il: 13 febbraio 2007
Goblons: 0.00
Località: vicino Bologna
Mercatino: Alarindo

PrecedenteProssimo

Torna a [GM3D] Giochi di Miniature vari

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti