Report Lucca Comics 2009

Sulla famosa manifestazione di giochi e fumetti. About the famous event related to comics and games

Messaggioda wallover » 2 nov 2009, 15:01

mocs ha scritto:il signore di cui nonricordoilnome dei giochi Cocktail in italiano (marò che goduria 'ste scatoline di latta).

Gianfranco Fioretta di Oliphante (ex Unicopli) www.oliphante.eu
Offline wallover
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
Game Inventor
 
Messaggi: 376
Iscritto il: 14 giugno 2004
Goblons: 630.00
Località: Piossasco (TO)
Mercatino: wallover

Messaggioda mocs » 2 nov 2009, 17:57

wallover ha scritto:
mocs ha scritto:il signore di cui nonricordoilnome dei giochi Cocktail in italiano (marò che goduria 'ste scatoline di latta).

Gianfranco Fioretta di Oliphante (ex Unicopli) www.oliphante.eu


Grazie Wallover, Gianfranco è stato gentilissimo, ci ha aperto tutte le scatoline dei 4 giochini Cocktail in vendita, per mostrarci il contenuto e poter scegliere quella che più ci piaceva. E ancora complimenti per la loro iniziativa con la speranza che riescano a pubblicarli tutti come si prefiggono.


Aggiungo ai miei thanks to:
Michele Quondam che come ha visto me e Odk non ci ha dato le 4 carte col dorso corretto di RFtG... ma l'intero pacchetto cellophanato! E questo è stato fatto per tutti quelli che come noi ne facevano richiesta.

Daniele di Acqua Dolce: giovedi ci sono in civetta e lo si gioca. Ci conto!
E' STATO BELLO!
Immagine
Socio Fondatore:
Immagine
Offline mocs
Goblin Artisticus
Goblin Artisticus

Avatar utente
Top Uploader
Game Illustrator
 
Messaggi: 1033
Iscritto il: 26 giugno 2008
Goblons: 0.00
Località: Roma
Mercatino: mocs

Messaggioda il_Nadir » 2 nov 2009, 20:53

Angiolillo ha scritto:
ZioCino ha scritto:credo che il problema del maggiore sconto degli editori sia da ricercarsi in quanto già detto da altri: se loro fanno più sconto del dovuto il negoziante sin incaxxa (a ragione)... purtroppo questa è la problematica legata alla gestione contemporanea di editori, distributori e negozianti...
l'altro discorso dello sconto cumulativo nn lo conoscevo affatto e, concordo con te, detto così lo capisco poco...


Consente all'editore di fare un sconto più elevato, facendo felice il gicatore. Ma gli consente anche di dire al negoziante che glie lo rinfaccia: "Mica a tutte le decine di migliaia di visitatori, solo a quelli che si sono fermati X mezzore da me e hanno provato questo e quello."


Ma in realtà non è solo per questo a mio avviso.
Lo sconto cumulativo: più cose provi più sconti hai, per l'EDITORE ha perfettamente senso.
Alla fine all'editore interessa in maniera relativa che tu acquisti il gioco da lui in fiera, gli interessa molto di più avere l'occasione di farti vedere e provare il maggior numero di SUOI giochi possibile. In modo che tu possa verificare quanto siano buoni e decidere poi di comprarli anche nei mesi successivi.
Ti premia e invoglia a fermarti e provare più prodotti con la logica dello sconto cumulativo.

A me sembra che abbia perfettamente senso.
Se poi qualcuno vive la cosa nella logica: "Cosa devo fare per avere uno sconto da voi? Perdere diverse mezzore a provare diversi giochi? No grazie... non ho tempo e/o voglia..." allora è un altro discorso.
Offline il_Nadir
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 633
Iscritto il: 01 ottobre 2007
Goblons: 30.00
Località: Milano
Mercatino: il_Nadir

Messaggioda Angiolillo » 2 nov 2009, 21:24

D'accordo che non è solo questo!

Io comunque davo la spiegazione che mi hanno fornito i responsabili di Giochi Uniti e Nexus qualche anno fa, quando hanno introdotto questa formula di sconto legata alle demo (c'era una cartolina da far firmare ai vari dimostratori). La spiegazine mi è parsa sensata e l'idea buona, tanto che la vedo ripresa da vari altri editori.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5396
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda il_Nadir » 2 nov 2009, 21:34

Ma infatti penso sia sicuramente anche per il motivo che citavi tu.
Volevo solo aggiungere un altro possibile punto di vista dal lato editore diciamo che potrebbe venire poco considerato dai giocatori (almeno stando a quanto letto in alcuni commenti).
Offline il_Nadir
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 633
Iscritto il: 01 ottobre 2007
Goblons: 30.00
Località: Milano
Mercatino: il_Nadir

Messaggioda whiterussian » 3 nov 2009, 0:24

mmm...prezzi alti?
ma posso sapere (x risparmiare) dove li comprate i giochi?
io ho strappato uno starcraft a 55 (stand giochi uniti, prezzo esposto 68, prezzo internet 80)
Offline whiterussian
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 22
Iscritto il: 21 ottobre 2009
Goblons: 0.00
Località: Firenze
Mercatino: whiterussian

Messaggioda ZioCino » 3 nov 2009, 9:14

il_Nadir ha scritto:Volevo solo aggiungere un altro possibile punto di vista dal lato editore diciamo che potrebbe venire poco considerato dai giocatori (almeno stando a quanto letto in alcuni commenti).


più che altro certe volte il giocatore non ci pensa...
;)
Winter is coming.
Offline ZioCino
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 450
Iscritto il: 14 aprile 2007
Goblons: 180.00
Località: San Donato Milanese (MI)
Mercatino: ZioCino

Messaggioda Normanno » 3 nov 2009, 11:07

Dunque, mie impressioni:

Comincio dal discorso prezzi. Non c'erano grandi sconti? Questo è vero solo in parte. C'erano giochi scontati: non ricordo, per esempio, il titolo di un nuovo gioco di miniature fantasy da 15 mm, credo di origini italiane, che vendevano scatola base + 2 army lists a 49 euro invece di circa 100; c'erano sconti del 10-20% su alcune cose e questo è vero. Siamo in Italia, non certo ad Essen. Il mercato lo conoscete tutti, fare lamentele sui costi mi sa di "trito e ritrito". Riguardo Nexus io non so come sia andata ai banchi vendita (io ero ai demo), ma so per certo che almeno Talisman costava 5 euro in meno da Giochi uniti rispetto al resto della fiera.

E veniamo alla questione Lucca. Lucca è diventata ormai la fiera otaku/cosplayer nipponico per eccellenza. La gente viene a Lucca nella stragrande maggioranza dei casi per rivedere amici otaku/cosplayer nipponofili che vede una volta o due all'anno.
La sezione fumetti decade (non lo dico io che non ne capisco nulla, ma lo sento dire da decine di persone appassionate) di anno in anno. La sezione giochi ormai è preda di gadget "fantasy", di videogames, di collezionabili. Gli ultimi due però in senso stretto sono definiti "giochi", quindi nulla si può dire alla Lucca Comics: hanno messo i giochi nel padiglione games. This is it.

Poi che sia un dato di fatto che dei videogames me ne frega zero, è vero.
Dei collezionabili pure meno, però ricordo che se giocavi una demo a World of Warcraft ti regalavano roba del gioco per 50 euro di valore. OK, serve ad incentivare il gioco, ma tant'è: te ne esci con 50 euro di roba in più.
Non so qual'era la qualità media del servizio negozianti. So che i "commessi" di molti stand (ma NON di giochi, non ho comprato giochi essendo rimasto inchiodato al tavolo demo di Arcane Legions tutti i giorni) erano ben al di sotto della media come simpatia, qualità del servizio, ed anche serietà.
So anche di contro che c'erano invece stand professionalissimi, con commessi simpatici e disponibili.

In breve: sono stato contento di rivedere, se pur brevemente, i Goblin che conosco. Sono stato contento di rivedere i ragazzi demo della Nexus, e contento di conoscere persone come Kovalic o Weisman. Sono stato contento di giocare e far giocare Arcane Legions, e sono stato contento di farmi quattro giorni fuori da questo posto in cui vivo.
Sono stato invece profondamente deluso dall'andamento di Lucca (io ormai provo disgusto solo a sentir nominare le parole "manga", "anime", "puccioso", "cosplay", "otaku"), sono stato profondamente deluso dai servizi "esterni" (treno Lucca-Pisa composto da UN SOLO VAGONE, si tratta di essere davvero str***i), e se non ci andassi da dimostratore quasi sicuramente Lucca è un evento che salterei volentieri.

This is it.

P.S. per Andrea: ma dov'eri? Nemmeno quest'anno sono riuscito a conoscerti di persona!!!!!
Offline Normanno
Goblin
Goblin

TdG Moderator
Top Author
Top Reviewer 2 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 6671
Iscritto il: 07 novembre 2004
Goblons: 3,620.00
Località: Osgiliath
Mercatino: Normanno
Podcast Maker

Messaggioda SARGON » 3 nov 2009, 11:15

per quanto mi riguarda potete andare a leggere se vi interessa la mia analisi su lucca qui:

http://www.goblins.net/modules.php?name ... 0&start=15

pregandovi di leggere per lo più il mio intervento a pagina 2 più chiaro e sintetico della sola problematica Lucca 09.


sugli sconti, ricordo solo che Katartis è morto e sepolto da una vita, lo si trova generalmente a 35, venderlo a 75 denunciando uno sconto del 20% su un base 100 euro è mi pare operazione piuttosto discutibile.

Per il resto vendere i giochi a sconti dopo le spiegazioni, mi sembra operazione settaria seppur accettabile. Però poi quei giochi fuori non dovrebbero avere il costo che hanno in fiera scontati, altrimenti è un alzare e poi abbassare. Verificheremo a Natale.
Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin
Offline SARGON
Wise Goblin
Wise Goblin

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
Top Uploader 2 Star
TdG Translator
 
Messaggi: 2220
Iscritto il: 06 novembre 2003
Goblons: 6,680.00
Località: Ancona
Utente Bgg: Sargon
Facebook: Andrea Cupido
Mercatino: SARGON
Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda Angiolillo » 3 nov 2009, 11:59

Normanno ha scritto:P.S. per Andrea: ma dov'eri? Nemmeno quest'anno sono riuscito a conoscerti di persona!!!!!


Acc... Arrivato giovedì pomeriggio, sono passato più volte da Giochi Uniti (sabato mattina ho anche dimostrato Wings of War) e pure ai tavoli di Arcane Legions, commentato con Roberto Di Meglio e poi comprato. Per il resto... Ero in ludoteca per sfruttare i tavoli liberi con persone di passaggio, alla Camera di Commercio a incontrare una scolaresca, in Sala Incontri per presentazioni, da Radio Digitale per interviste, in vari locali per pranzi e cene più o meno ufficiali, in vari stand a incontrare gente... La solita frenesia da fiera!
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5396
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda Felicia » 3 nov 2009, 13:25

Buongiorno a tutti dalla neofita della Tana appena tornata nelle squallide lande partenopee.
Prima di tutto saluto e ringrazio tutti i Goblin di Roma, che ho avuto occasione di conoscere a GiocaRoma e CiampinoGioca e con cui ho nuovamente trascorso bei momenti - Irene, Stefano, Guido e in particolare Camillo che merita un altro bacione per avermi regalato il suo preziosissimo GobBerretto... rendendo felice una goblin col pallino dei cappelli :oops: ho una pessima memoria, per cui gli altri non si offendano se non ricordo ancora i nomi :cry:
Inoltre saluto tutti i dimostratori degli stand Nexus e in particolare il carinissimo Andrea di TdG Pisa, al quale alla fine non sono riuscita a strappare una demo di Rush 'n Crush, mannaggia!

Per quanto riguarda il mio punto di vista sulla manifestazione lucchese, riprendo il discorso del Normanno, che mi ha "rubato" molte considerazioni nel precedente post:
Normanno ha scritto:so per certo che almeno Talisman costava 5 euro in meno da Giochi uniti rispetto al resto della fiera.


Anche di più, un trio di catanesi che si sono innamorati del gioco non l'hanno trovato a 42 euro allo stand GiochiUniti e sono corsi a comprarlo da Giochi dei Grandi (o così mi parve) che lo portava a 50 euro...

Normanno ha scritto: E veniamo alla questione Lucca. Lucca è diventata ormai la fiera otaku/cosplayer nipponico per eccellenza. La gente viene a Lucca nella stragrande maggioranza dei casi per rivedere amici otaku/cosplayer nipponofili che vede una volta o due all'anno.


Parlando da ex "pseudo"-otaku-"pseudo"-cosplayer (mi sono redenta assai presto, NdR :lol: ), Lucca è sempre più un ritrovo di persone che vivono molto lontane ma almeno una volta l'anno hanno l'occasione di ritrovarsi tutti insieme. Premesso che non spenderei mai 12 euro per un biglietto d'ingresso (al netto delle spese di viaggio, vitto e alloggio) solo per poter vedere qualcuno in mezzo a una moltitudine di nipponofili dall'ascella mefitica, sembra che la grande ressa instilli nell'utente medio la vena dello shopping compulsivo, anche se si tratta di oggetti reperibilissimi nel negozio sotto casa o con un click sul web. A quanto pare, potersi vantare di aver speso uno sproposito a Lucca per avere il bellissimo portachiavi di ShiruichiMazukawaraocomesichiamalui è uno dei motivi per cui la fiera del fumetto sta ancora in piedi e non regredisce a semplice megaevento cosplay.

Per quanto concerne la disponibilità/scortesia degli standisti, devo spezzare una lancia in loro favore, essendo figlia di commercianti: dipende molto da come il potenziale cliente si pone nei loro confronti, e vi assicuro che esistono persone assolutamente orribili (a Napoli ne vedo a palate). Il problema è comprendere al volo se chi ti sta di fronte è una persona dotata di cervello o meno, e ciò non è sempre facile; comunque, ho visto con i miei occhi una commessa trattare con la massima cortesia me, che parlavo a "grazie" e "per favore", e nel frattempo rispondere più o meno sgarbatamente ad un ragazzino veramente rompiballe. Certo, è una cosa che non si dovrebbe fare, ma so per esperienza che a trattare con un determinato pubblico quando ci sono soldi in mezzo, ti ritrovi prima o poi l'utero che ti frulla come dentro un minipimer :roll:

Normanno ha scritto:Sono stato invece profondamente deluso dall'andamento di Lucca (io ormai provo disgusto solo a sentir nominare le parole "manga", "anime", "puccioso", "cosplay", "otaku"), sono stato profondamente deluso dai servizi "esterni" (treno Lucca-Pisa composto da UN SOLO VAGONE, si tratta di essere davvero str***i), e se non ci andassi da dimostratore quasi sicuramente Lucca è un evento che salterei volentieri.


Aggiungo alla lista dei termini l'inflazionatissimo "kawaii", strillacchiato dalle mangofile di tutta la nazione.

Bah, almeno mi sono divertita e grazie ai giocatori, babbani e non, mi sono fatta un sacco di risate. La qual cosa, parliamoci chiaro, è uno dei motivi per cui continuo a piazzarmi in prima linea quando si tratta di mangiare chilometri per andare a una manifestazione di giochi.

Alla prossima Lucca, dunque... se la GiochiUniti mi riconferma :-?
Non c'erano piccoli uomini nudi seduti sulla vetta a dispensare saggezza, perche' la prima cosa che un uomo veramente saggio capisce e' che stare seduti nudi sulla cima di un monte fa venire non solo le emorroidi, ma le emorroidi con i geloni.
Offline Felicia
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 6
Iscritto il: 14 settembre 2009
Goblons: 0.00
Località: Napoli
Mercatino: Felicia

Messaggioda whiterussian » 3 nov 2009, 13:31

Se eri te al banco della giochi uniti a vendermi Starcraft alle 19 di Domenica sera...GRAZIE il gioco è fantastico!!!!
Offline whiterussian
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 22
Iscritto il: 21 ottobre 2009
Goblons: 0.00
Località: Firenze
Mercatino: whiterussian

Messaggioda Elayne » 4 nov 2009, 8:45

SARGON ha scritto:sugli sconti, ricordo solo che Katartis è morto e sepolto da una vita, lo si trova generalmente a 35, venderlo a 75 denunciando uno sconto del 20% su un base 100 euro è mi pare operazione piuttosto discutibile.


Katartis l'ho visto, essendo stato io (un privato) nello stand Manorhouse di fianco (in quanto il diorama che era in esposizione era mio).
Domenica, avevano corretto il tiro, annunciando il gioco prezzo base a 49€ e non 75€ (sempre però vendendo il tutto, manuali compresi, a 49€).
Alle 18, avevano fatto 10·€ in più di sconto.
Si, non hanno venduto molte copie (credo infatti che non ne abbiano vendute alcuna).

Sconti a Lucca ce n'erano pochi.
Lo stand dov'ero aveva anche la catena Joker e Flames Of War.
Quest'ultimo ha venduto parecchio e c'era una forte scontistica.
Joker (s)vendeva di tutto, da WH al 50%, passando da alcuni giochi in scatola (finiti infatti il giovedì vista la ressa allo stand), a fumetti ad 1€.
Manorhouse / Mindstalkers aveva lo sconto del 10% su tutti i prodotti.

Molti clienti che sono passati hanno detto la stessa cosa: e cioè che i sconti in giro non si vedevano.
E capisco la delusione dei clienti. Già pagano 12€ per entrare in Fiera (se non 13 se con il preorder, che stupidata ...), e devono pur pagare il prezzo pieno la merce ?
Insomma, voi pagate per entrare in un supermercato ?
No.
Offline Elayne
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 128
Iscritto il: 18 gennaio 2008
Goblons: 0.00
Località: Milano
Mercatino: Elayne

Messaggioda Angiolillo » 4 nov 2009, 9:04

Sulla metafora del supermercato ho dei dubbi.

Al supermercato puoi assaggiare decine di prodotti e aprire molte altre confezioni prima di comprare? C'è il signor Giovanni Rana con cui chiacchierare per saperne di più su come fa i tortellini? O Vissani che ti spiega le sue ricette per usarli al meglio? C'è la gara a chi mangia più salsicce? C'è il piccolo produttore artigiano di capocollo che non troveresti altrove? C'è un barbecue dove ti puoi cucinare quello che vuoi? Eccetera.

In una fiera puoi provare decine di giochi e vedere ancor più giochi aperti, incotri autori editori illustratori, ci sono mostre e dibattiti con loro, ci sono tornei, ci sono piccoli editori e autoproduttori on distribuiti e pressoché introvabili altrove, c'è una ludoteca con tavoli liberi... Eccetera. Non mi pare calzante il confronto con un supermercato. Se vuoi vai a Toys'r'us, ce n'è uno anche verso Viareggio non lontano da Lucca... Quello sì che lo puoi confrontare a un supermercato del gioco, e lì entri gratis. ;)
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5396
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda turing70 » 4 nov 2009, 9:51

Sono d'accordo con Angiolillo per il discorso "supermercato". Grazie a tutte le non-novita' di Lucca mi sono dedicato a giochi che avrei sempre voluto provare ma poi non l'ho fatto per il solito discorso "tanto prima o poi capita"... Esempio eclatante il tuo Wings of the War che mi ha sempre incuriosito ma sono sempre stato "rapito" dal provare altre novita'. A Lucca finalmente l'ho provato e ovviamente comprato subito (sul tappetino al 30 + 30 euro ci sarebbe molto da dire, ma vabbe' e' una cosa opzionale, chi vuole se lo compra, chi come me ha Tide of Iron riutilizza i pannelli in cartoncino delle mappa di gioco...).

Da quel punti di vista anche Lucca di quest'anno ha permesso di provare tanti giochi, io dico solo poche novita'.

Sui prezzi, rimango della mia idea. Caso esemplare, sono tornato da Essen con Keltis + espansione acquistato a 19,00 euro tutto compreso. Non posso accettare di vederlo a Lucca solo il gioco base a oltre 30,00 euro... Credo che tutto abbia un limite... (E di questi esempi ne avrei a mucchi).
Offline turing70
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 628
Iscritto il: 02 maggio 2006
Goblons: 100.00
Località: Lavagna (Genova)
Mercatino: turing70

PrecedenteProssimo

Torna a Lucca Comics & Games

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti