Report Lucca Comics 2009

Sulla famosa manifestazione di giochi e fumetti. About the famous event related to comics and games

Messaggioda Radamantis » 12 nov 2009, 2:23

Angiolillo ha scritto:Io sono d'accordo a evitae l'inquiamento acustico da videogiochi. Per il resto, questa faccenda del videogioco da ridurre in proporzione rispetto al gioco da tavolo, assodato che il videogioco non toglie spazio al gioco da tavolo ma se mai aggiunge spazio al totale della fiera (se gli editori volessero comprare più spazi penso che li riceverebbero, si veda la questione del padiglione Mediaset che è in più e non ha tolto spazio a nulla o la crescita del padiglioe verso il passaggio elle mura con scorporameto della Sala Incontri che ha recuperato spazio al resto), a me ricorda la storia di Oracolo.

Un tempo, negli anni '90 dell'ultimo secolo del millenio scorso, in edicola c'era Kaos, rivista di 64 pagine che parlava di giochi di ruolo, giochi da tavolo, wargame e altro per lo più a tema fantasy e fantastico.

Venne Magic e Kaos parlò anche di quello e derivati. Gli appassionati di giochi di ruolo dissero: non togliete spazio ai giochi di ruolo sulla nostra rivista per parlare di Magic e dei giochi di carte collezionabili! Non c'è problema, disse la redazione. Portiamo la rivista a 80 pagine e ne dedichiamo 16 ai gcc e 64, esattamete quante prima, al resto - e lo pagate quato prima, senza sovrapprezzo, perché è la pubblicità indotta dai gcc che paga le pagine in più.
Leggere di Magic e dei gcc in mezzo ai nostri amati giochi di ruolo è fastidioso! dissero gli appassionati di gdr. Non c'è problema, disse la redazione. Facciamo un inserto di 16 pagine separate e distinte all'interno della rivista e lo chiamiamo Oracolo, così i due temi no si cofondono tra loro.
Avere delle pagine su Magic e i gcc nella nostra rivista ci repelle, dissero gli appassionati di gdr. Non c'è problema, disse la redazione. Stacchiamo le pagine su Magic e i gcc facendone un supplemento fisicamente separato, lo celofaniamo con la rivista, voi comprate Kaos e se non vi piace l'allegato lo buttate via.
Avere attaccato alla rivista un supplemento dedicato a Magic e ai gcc ci disgusta, dissero gli appassionati di gdr. Non c'è problema, disse la redazione. Facciamo due riviste distinte: voi pagate un Kaos di 64 pagine quanto lo pagavate prima e non avete un sedicesimo in più né ricevete alcun allegato, così tra l'altro noi risparmiamo. Chi vuole l'allegato se lo compra a parte, sotto forma di rivista Oracolo, e a questo punto lo paga e a oi etrao più soldi. Chi vuole sia Kaos che Oracolo paga due volte, se così volete, e peggio per lui. Ganzo! dissero gli appassionati di gdr. Così si che va bene!
Alla fine, Oracolo è sopravvissuto alla chiusura di Kaos.

La morale di questa storia la lascio a voi... ;)


C'è anche un'altra morale nella storia:

gli imprenditori italiani seguono sempre i "consigli" degli "appassionati" e non ascoltano tutto il resto, non pensano al futuro, all'evoluzione del mercato e a quello che in america chiamano i "black swan".
Poi un giorno si svegliano e fanno: "oiboh! Ho sempre seguito quello che mi dicevano gli appassionati eppure non è andata bene... E' colpa dell'euro o della suina o dei cinesi o dei videogiochi o degli immigrati o di peppe........."
Avoglia a fargli capire quel'è il punto. Niente da fare sono proprio refrattari.

Di storie identiche a Oracolo e Kaos ne conosco a decine...
Offline Radamantis
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 115
Iscritto il: 22 settembre 2008
Goblons: 0.00
Mercatino: Radamantis

Messaggioda Angiolillo » 12 nov 2009, 20:41

Radamantis ha scritto:gli imprenditori italiani seguono sempre i "consigli" degli "appassionati" e non ascoltano tutto il resto, non pensano al futuro, all'evoluzione del mercato e a quello che in america chiamano i "black swan".
Poi un giorno si svegliano e fanno: "oiboh! Ho sempre seguito quello che mi dicevano gli appassionati eppure non è andata bene... E' colpa dell'euro o della suina o dei cinesi o dei videogiochi o degli immigrati o di peppe........."


Ma perché non è andata bene?

Con una rivista, alla Nexus guadagnavano un tot.

Finché Kaos e Oracolo hanno convissuto, hanno raddoppiato i guadagni (Oracolo aveva tiratura minore ma non essendo distribuito in edicola marginalità maggiore, e introiti pubblicitari uguali se non maggiori).

Quando Kaos ha chiuso, hanno mantenuto il tot di guadagi grazie al fatto che Oracolo gli è sopravvissuto.

Quando il business delle riviste in generale e dei giochi di ruolo è diventato improduttivo, hanno mollato il settore e ora fanno giochi da tavolo di successo, tradotti agevolmente in 5-15 lingue, con assai maggiori soddisfazioni anche economiche a parità di sforzo (un gioco di ruolo o una rivista non riescono ad avere analoga portata mondiale).

Peché mai la Nexus dovrebbe dire che non è andata bene?

Al limite sono gli appassionati di giochi di ruolo che potrebbero dire che non è andata bene. Hanno perso Kaos, e anche prima del necessario (magai se restava unita a Oracolo durava di più). E alla fine hanno perso anche un editore di punta del settore, che si è messo a fare altro. Ma non certo rimettendoci... Anzi, passando a un settore di maggior prestigio e profitto.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5396
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Precedente

Torna a Lucca Comics & Games

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti