Richiesta informazioni su WH

Discussioni generali su tutti i giochi di miniature e tridimensionali (compresi i giochi Games Workshop). Indicate sempre il gioco di cui parlate nel titolo dei vostri post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum.

Moderatori: Normanno, groblnjar

Richiesta informazioni su WH

Messaggioda thondar » 7 mag 2011, 13:21

Salve, sono totalmente niubbo dell'argomento. Vorrei sapere come si articola questo gioco in quanto versioni e edizioni. Parlo di materiale in inglese perché immagino che in ITA ci sarà solo una minima parte. Inoltre parlo della versione fantasy o storica e non di quella fantascientifica/futuristica (il 40k)

Se non erro esiste sia il wargame che il GdR. Quante edizioni sono uscite per entrambe? Per il GdR siamo alla 3°, giusto? ed ha spaccato il mondo dei fan (non cominciate una edition war). Sta uscendo molta roba? Quanto alla prima è stata decisamente abbandonata o ancora viene giocata perché in certi spetti meglio della 2°?

E per il wargame? mi sembra di aver letto una ottava edizione? Ci sono differenze sostanziali? Quale è l migliore? quali sono le più giocate attualmente?

E c'è anche un warhammer historical, giusto? cosa è, un wargame? quante edizioni sono?

E poi c'è altro?
Offline thondar
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 440
Iscritto il: 16 giugno 2010
Goblons: 0.00
Località: .
Mercatino: thondar

Messaggioda Zaidar » 8 mag 2011, 12:38

Da giocatore del wargame ti posso rispondere in parte:

Le versioni italiane del wargame ci sono eccome. Esiste una scatola base del prezzo attorno agli 80 euro che comprende due mini-armate per una battaglia propedeutica, il manuale del regolamento completo, un set di dadi (parecchi d6 + 2 dadi deviazione) e un metro cm/pollici. Considerando che solo il manuale vale 50 € separatamente sicuramente conviene, anche perchè le miniature (nani e goblin mi sembra) le potresti rivendere ai giocatori nani e goblin e tenerti solo il manuale.
Oltre a quello, ci sono tutti i libri degli eserciti. Il manuale base fornisce tutte le regole necessarie per le battaglie, ma nessuna armata. Quindi è da acquistare obbligatoriamente anche un libro degli eserciti (altri 30 euro).

Come puoi subito notare, siamo distanti anni luce da prezzi abbordabili e questo è uno dei pochi difetti del gioco.

In pratica uno wargame è un gioco da tavolo di battaglia. Il tabellone di gioco è il campo di battaglia, nel caso di Warhammer su di esso si muovono le tue truppe (miniature) seguendo un turno ben preciso e un regolamento ben preciso. Il tutto è misurato in pollici (ad esempio i fanti normali si muovono di 4'' ossia 10 cm, 20 se caricano o marciano). Non esiste una griglia, il campo di battaglia è libero e interamente percorribile, eccezion fatta per gli elementi scenografici (muri, case, foreste) che possono offrire vantaggi strategici o precludere movimento e visuale.
Il gioco si sviluppa in turni, e ogni giocatore ha a disposizione un certo numero di turni, ultimati i quali la partita è finita e si conta chi ha vinto calcolando il punteggio raggiunto. Ogni turno è strutturato secondo un ordine preciso: movimento, tiro, magia, corpo a corpo.

Le armate sono bilanciate secondo il metodo dei punti: se si decide di giocare a 1000 punti (partita rapida) si hanno 1000 punti da spendere utilizzando il proprio libro degli eserciti: ogni creatura, potenziamento, eroe, mostor ha un costo in punti. Appena raggiungi il punteggio della partita il tuo esercito è pronto. Le varie truppe sono divise in tipologiie: Truppe, Truppe Speciali, Truppe Rare, Eroi e Grandi Eroi. Devi seguire una combinazione minima di queste truppe quando crei un esercito: vi è un numero MINIMO di Truppe (le più scarse solitamente) che devi schierare a seconda del punteggio della partita e un corrispondente numero MASSIMO delle altre truppe e di eroi che si possono schierare. Ad esempio in una partita a 1000 punti puoi schierare soltanto 1 Truppa Rara (puoi sempre decidere di non schierarne nessuna, comunque). PEr gli eroi valgono le stesse regole, puoi avere 4 eroi di cui 1 può essere un Grande Eroe nelle partite da 2000 punti, mentre a 1000 puoi avere solo 3 eroi normali. Gli eroi nel gioco sono determinanti (devi sempre avene almeno uno in campo che sia il Generale dell'esercito), possono agire da soli, cavalcare grandi mostri o schierarsi con le altre truppe simili (fanti se è a piedi, cavalleria se è a cavallo) e inoltre gli eroi possono ingaggiare duelli e lanciare magie durante la partita.

Le regole di ogni esercito sono molto differenti, e ogni esercito ha molte creature, bestie e truppe, il che rende WH un gioco estremamente vario e assolutamente unico ogni volta. La grande quantità di eserciti esistente inoltre permette di inscenare battaglie sempre nuove e a mio parere molto coinvolgenti. La fortuna è un fattore piuttosto pesante nel gioco, in quanto si tirano dadi quasi per tutto, ma essendo un wargame un buon 75% della vittoria è dovuto alla ttattica. Devi sempre pensare a come sviluppare l'attacco, a dove e come sferrare le carica, a come disporre gli arcieri per avere il massimo di visuale, a dove inserire gli eroi perchè con il loro coraggio siano d'esempio alle truppe (che possono essere colti dal panico e fuggire) e distribuire saggiamente l'equipaggiamento magico afficnhè ogni eroe dia il meglio di se.

Il punto di forza del gioco è un insuperabile effetto visivo: probabilmente warhammer fantasy è il più bel gioco da vedere, specie quando hai tutte le miniature delle tue creature ben dipinte e disposte su uno scenario con foreste, case e un avversario che fa altrettanto: una lussuria per gli occhi indiscutibile. Anche assistere alle partite altrui è divertente per lo spettacolo che offre e per la miriade di scelte tattiche che si può immaginare, suggerire o sconsigliare. Inoltre è un gioco estremamente vario e dove ogni esercito ha una enorme gamma di possibilità.

I punti a svantaggio sono evidentemente che il gioco ha un prezzo proibitivo. Le miniature costano un occhio della testa, tanto che per avere un esercito completo a 2000 punti (partita standard da torneo) la spesa si aggira (esclusi manuali e colori per pitturare le miniature) sui 500 euro. Inoltre le miniature vanno colorate, e anche se per qualcuno questa parte hobbistica può piacere molto, per chi ha poco tempo risulta assolutamente fastidiosa. Inoltre da un po' di tempo i giocatori si sono accorti che per strategie di vendita la Games Workshop (la casa di WH) rande un pizzico più forti le armate appena restaurate, il che dovrebbe incentivare a comperarle, ma questo porta un leggero squilibrio nelle partite, che può essere davvero uno sbilanciamneto nel caso l'esercito più nuovo si scontri con quello più vecchio. Per ovviare a questo, di solito si prende un "pacco" anche virtuale dei manuali tutti di un solito anno e si gioca con quello. Io ho la collezione del 2008, che mi sembra abbastanza bilanciata, anche se non ho visto che la metà degli eserciti.
Un'altra pecca del gioco può essere la lunghezza: a duemila punti, oltre che ad una mezzoretta buona di preparazione, ci vogliono circa 3 ore per concludere. A me questa longevità piace, ma porta inevitabilmente a relegare il gioco a giornate apposite. Poichè appunto ho l'occasione di giocarci 1 volta ogni 1-2 mesi sicuramente dal mio punto di vista posso dire che è un gioco di cui non mi stancherei mai, ma per un giocatore più assiduo (che presumibilmente avrà 1 solo esercito di miniature) non so se potrebbe rivelarsi più ripetitivo. Un altra compito gravoso (ma divertente) è la creazione della lista dell'esercito, ossia la composizione del tuo esercito con i punti a disposizione scegliendo le truppe, gli eroi e l'equipaggiamento dal libro dell'esercito. E se poi vuoi variare rispetto al tuo solito esercito (chessò, fare un maxi esercito di soli goblin, che costano pochissimo per schierrarne un'infinità) devi comprarti altre miniature, il che mette una tagliola al portafogli.

Spero di esserti stato utile... del gdr non ne so nulla invece :)

EDIT: oddio, ho letto male una virgola e ho capito che tu chiedessi "cos'è un wargame" XD mondo pizza ho scritto un poema per nulla :D

Delle edizioni sinceramente non ne sono molto informato, so tuttavia che ogni anno un esercito viene "restaurato" e reso un pizzico più forte degli altri per strategie di marketing odiose. Io uso regolamento ed esercito del 2008 (ho giocato anni senza avere il regolamento o scroccando all'avversario di turno :) )
Offline Zaidar
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1604
Iscritto il: 04 maggio 2011
Goblons: 30.00
Località: Vernio (PO)
Mercatino: Zaidar

Messaggioda thondar » 8 mag 2011, 16:52

Ti ringrazio per la risposta e per la mole di informazioni interessanti.
Avevo cominciato a perdere speranza e temevo di aver formulato male la domanda :-)

Mi sembra di capire che sia comunque un gioco molto complicato (o almeno complesso) e che necessiti di una consultazione continua dei manuali per gestire le varie regole (oltre che delle liste esercito), giusto? Questa cosa non scoraggia molti giocatori?
[/b]
Offline thondar
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 440
Iscritto il: 16 giugno 2010
Goblons: 0.00
Località: .
Mercatino: thondar

Messaggioda Zaidar » 9 mag 2011, 10:20

No no le regole sono tante è vero, ma dopo la seconda partita te le ricordi già tutte (c'è da dire che io facendo i nonmorti le regole sulla psicologia le salto a piè pari :D ). Anche le statistiche sono molto semplici (sebbene ogni creatura abbia 9 parametri te li ricordi molto facilmente). Comunque occorre avere il manuale almeno dell'esercito perchè ovviamente ci si può dimenticare se una creatura ha Abilità di Combattimento 4 oppure 5...
Comunque nel complesso sebbene la mole iniziale di regole da leggere il modo migliore di imparare è fare una partita o vederla: in quel modo le impari all'istante, non c'è dubbio :). Il manuale del regolamento serve occasionalmente, se l'avversario si ricorda una cosa in maniera diversa da te o se utilizza le magie "comuni" anzichè quelle del suo esercito (le magie vengono generate casualmente per i maghi all'inizio della partita), mentre il libro degli eserciti serve più spesso in quanto ricordarsi tutte le statistiche dei 20 tipi di creature che hai sul campo può esser dura :)
...e a volte c'è gente pignola che non crede che il tuo eroe con quell'oggetto magico possa arrivare a Forza 7 e allora ti tocca mostrarglielo... comunque una cosa trascurabile nell'ambito di una partita, la consultazione prende si e no 10 minuti in 3 ore di partita...
Offline Zaidar
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1604
Iscritto il: 04 maggio 2011
Goblons: 30.00
Località: Vernio (PO)
Mercatino: Zaidar

Messaggioda xarabas81 » 9 mag 2011, 12:12

semplcii semplici non sono.

anche i giocatori più esperti applicando tutte le regole si trovano spesso a consultare manuali durant eil goco, anche perchè i regolamenti sono cambiati diverse volte durante gli anni.

per il wargame, direi che la caratteristica principale è che è un hobby molto costoso :grin:
Offline xarabas81
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1476
Iscritto il: 29 agosto 2008
Goblons: 0.00
Località: Prato (PO)
Mercatino: xarabas81


Torna a [GM3D] Giochi di Miniature vari

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite