Riflessione Socio-Ludologica

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Riflessione Socio-Ludologica

Messaggioda randallmcmurphy » 8 nov 2012, 3:09

Il nostro Ludologo Andrea Ligabue ha raccontatola storia di sua figliache, alla risoluzione di un problema che chiedeva di intersecare i numeri di un mazzo di carte con quelli di un dado, non sapeva quali fossero tali numeri e che tipo di dado usare...

Ovviamente non è il caso di Caterina, e di certo è meglio iniziare a giocare con quel popo' di roba che il Liga ha a disposizione, piuttosto che con Monopoli e Risiko, ma allargando il concetto mi viene da pensare a tutti quei giovani "moderni" che praticamente nascono con l'I-pad in mano e poi magari non sanno fare 2+2...

Il progresso selvaggio e noncurante, e l'abbandono delle tradizioni, non sono sempre positivi...Caterì...la prossima volta ci facciamo una briscola! :D
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »
(Isaac Asimov)

Immagine
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2946
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,730.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
Mercatino: randallmcmurphy
10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda blackpix » 8 nov 2012, 8:42

a questo punto è obbligatoria la tappa dalla maestra con due dadi di Seasons e 40 carte di Magic :) :)
Offline blackpix
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 414
Iscritto il: 30 marzo 2012
Goblons: 0.00
Località: Magenta (MI)
Mercatino: blackpix

Messaggioda tika » 8 nov 2012, 8:48

favoloso spaccato famigliare della "famiglia che vorrei".
Iniziare la giornata con un sorriso
Offline tika
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2265
Iscritto il: 29 agosto 2008
Goblons: 240.00
Località: Trento
Mercatino: tika

Messaggioda TeOoh » 8 nov 2012, 10:11

spettacolare essere "emarginato" perchè ne sai un sacco!
Trovi le mie entusiasmanti e mirabolanti Recensioni Minute su YouTube!
Offline TeOoh
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1040
Iscritto il: 16 aprile 2012
Goblons: 100.00
Località: Galliate (NO)
Utente Bgg: TeOoh
Yucata: TeOoh!
Mercatino: TeOoh
Recensioni Minute  Fan Sono un Sava follower Podcast Maker Telegram Fan

Re: Riflessione Socio-Ludologica

Messaggioda Peppe74 » 8 nov 2012, 10:35

randallmcmurphy ha scritto:..Caterì...la prossima volta ci facciamo una briscola! :D


ma con le napoletane e le regole tradizionali, o con le carte degli hobbit e le regole riscritte da Martin Wallace? :lol:

Secondo me c'è anche un po' di snobismo...un bel mazzo di napoletane non ha fatto mai male a nessuno e mi ricorda tanti bei momenti passati (oltre a tanti giochi intelligenti fatti).
...e non ci vuole Martin Wallace per riscrivere (male) la briscola, in questo caso molto meglio affidarsi alla cultura popolare (che non fa per niente male) ;)
Offline Peppe74
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Editor
Top Author
Top Reviewer
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 6049
Iscritto il: 16 febbraio 2006
Goblons: 1,370.00
Località: Vimercate (ma sono di Napoli)
Utente Bgg: Peppe74
Mercatino: Peppe74
Agricola fan Puerto Rico Fan Through the ages Fan Sono un Goblin Membro della giuria Goblin Magnifico Alta Tensione Fan Io gioco col rosso Brass fan Food Chain Magnate fan Napoli fan Splotten Spellen fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Angiolillo » 8 nov 2012, 10:47

"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5407
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda linx » 8 nov 2012, 12:22

Vorrei evidenziare, invece, che il problema non è di Caterina, che ha inquadrato PERFETTAMENTE il problema, ma di chi pone il quesito che non ha fornito tutti i dati necessari per risolverlo!!!!

Mentre è sicuro che un cubo ha 6 facce, non è per niente sicuro che un dado ne abbia altrettante! Stessa cosa con un mazzo di carte.

La risposta al quesito doveva essere proprio: "il problema è irrisolvibile per mancanza di tutti i dati necessari" e la spiegazione del perchè. E' chi pone il quesito che, se presume una soluzione, è in torto.

Tempo fa posero a mia figlia questo problema:
"Durante l'intervallo in cortile ci sono 50 bambini. Al suono della campanella i 20 bambini di prima e di seconda rientrano in classe. Quanti sono i bambini di terza ora in cortile?"
Io ho segnalato il problema come irrisolvibile per mancanza di dati (nessuno ci dice che fuori siano rimasti solo bambini di terza) e il maestro ha confermato che tali problemi sono spesso posti proprio per evidenziare chi arriva a questa soluzione invece che fare una meccanica sottrazione.

E vorrei ben vedere che insegnano alla mia bimba a non valutare tutti i fattori in campo... :evil:

Certo nel caso del professore di Caterina penso che il problema sia proprio di carenza culturale di chi ha formulato il problema. Nondimeno un professore di matematica dovrebbe APPREZZARE una risposta così formulata!!! Avercene di allieve così sveglie da notare la cosa!
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 6616
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Mercatino: linx
Agricola fan Membro della giuria Goblin Magnifico Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda Peppe74 » 8 nov 2012, 12:43

linx ha scritto:Vorrei evidenziare, invece, che il problema non è di Caterina, che ha inquadrato PERFETTAMENTE il problema, ma di chi pone il quesito che non ha fornito tutti i dati necessari per risolverlo!!!!



Stai farneticando linx, ti manca il concetto di "sottinteso", di "ufficio", di "default". Se per Caterina è ovviamente perdonabile, per te no :lol:
Se io parlo delle cifre dei numeri so che di "ufficio" sono 0,1,2,3,4,5,6,7,8,9.
Anche se giornalmente uso sistemi di numerazione diversa da quella decimale non chiedo: "Quale sistema di numerazione intendi?"

Se parlo delle lettere, senza specificare altro, intendo A, B, C;....,
non chiedo "intendi l'alfabeto cirillico o quello greco?"

Allo stesso modo per "dado" in un contesto generico si intende il dado cubico, che esistono altri poliedri che facciano da dado lo sappiamo, ma se non lo specifichi intendi il cubo.
Offline Peppe74
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Editor
Top Author
Top Reviewer
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 6049
Iscritto il: 16 febbraio 2006
Goblons: 1,370.00
Località: Vimercate (ma sono di Napoli)
Utente Bgg: Peppe74
Mercatino: Peppe74
Agricola fan Puerto Rico Fan Through the ages Fan Sono un Goblin Membro della giuria Goblin Magnifico Alta Tensione Fan Io gioco col rosso Brass fan Food Chain Magnate fan Napoli fan Splotten Spellen fan Ilsa Magazine fan

Messaggioda randallmcmurphy » 8 nov 2012, 16:49

Comunque io non discutevo sulla "svegliezza" di Caterina, che è ovvia, non soffermatevi sul caso particolare, che è anche divertente se vogliamo, ma sul concetto che c'è dietro...

Cioè che il progresso spesso fa perdere per strada certe cose, e quelli che vengono definiti "nativi digitali" MANGERANNO sempre la polvere se paragonati a ME! :grin:

IO al contrario di un QUALSIASI giovane del 2012 so usare un I-pad, il C64, un pallottoliere, CAPIRE LEGGENDO, fare il gioco della campana, CONTARE SENZA la calcolatrice, SCRIVERE senza inglesismi e abbreviazioni, cioè in ITALIANO, e SFIDO CHIUNQUE a dimostrare il contrario e a trovarmi UNO che oggi possa dire lo stesso! Che il problema venga anche da chi indirizza i giovani è plausibile, ma a coloro che come speranza per il futuro pensano ai giovani io dico...ANNAMO BENE! :-P Sarà un futuro MOLTO più grigio...

Saper usare un computer non vuol dire essere più intelligenti...questo è il concetto che volevo sviscerare, senza ovviamente far riferimento a Caterina, ma prendendo solo come spunto quel racconto.
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »
(Isaac Asimov)

Immagine
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2946
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,730.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
Mercatino: randallmcmurphy
10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda blackpix » 8 nov 2012, 17:28

randall ma questa è la semplice storia che si ripete :P

un 60enne ti potrà dire che lui a differenza tua sa come si viveva bene quando non c'era la TV, che ha provato il piacere di farsi 20 km di bicicletta al giorno per andare al lavoro perchè non c'erano mezzi di trasporto adeguati e che in più oggi sa usare sia il c64 che l'ipad :P
Offline blackpix
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 414
Iscritto il: 30 marzo 2012
Goblons: 0.00
Località: Magenta (MI)
Mercatino: blackpix

Messaggioda randallmcmurphy » 8 nov 2012, 20:50

Sì..buonasera...io non li vedo tutti questi sessantenni con l'ipad...e anzi ci sono fior fior di negozi di computer che campano con l'assistenza...per andare a spiegare come si fa a COLLEGARE una USB....

La generazione degli anni 60 e 70 ha avuto la fortuna di crescere affacciandosi alla tecnologia e sapendone cogliere le potenzialità senza perdere però il legame con ciò che c'era prima...grazie all'attenzione dei loro genitori che venivano da situazioni precedenti più dure...

Evidentemente crescendo in quella epoca più spensierata (rispetto a quella dei genitori), quelle generazioni non hanno saputo mantenere lo stesso legame con i loro figli, che stanno diventando gli "smidollati" odierni :-P

Ovviamente generalizzo, qualunquizzo e tutto quello che volete, ma la sensazione, per le mie esperienze dirette e indirette, è questa...se qualche studioso di sociologia vuole aprirmi la mente con le sue dissertazioni progressiste, sarò ben lieto di ascoltare...ma tanto io la vedo così! :-P
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »
(Isaac Asimov)

Immagine
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2946
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,730.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
Mercatino: randallmcmurphy
10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda Lord » 9 nov 2012, 1:48

Penso che tu abbia ragione, e penso che questo discorso si possa allargare anche ad altri campi. Io ad esempio ho 23 anni, vado all'università e nonostante sappia utilizzare apparecchiature tecnologiche senza dover mai leggere le istruzioni(mai fatto in vita mia, tranne che in pochissimi casi) so come dici tu contare senza calcolatrice, usare un pallottoliere, ecc... ma rispetto a mio padre che odia i computer non sarei in grado di fare cose che sa fare lui,ad esempio aggiustare e cambiare i fili al forno, ridipingere da solo tutta la casa, impastare il cemento, tutte cose che sono al di fuori del suo lavoro(lavora in polizia). Credo che andando avanti si perdano sempre di più queste capacità manuali a discapito di quelle tecnologiche che molto spesso vengono considerate più nobili.
E penso che questo discorso va avanti da tempo, cosi come mio padre non riesce a reggere o sa fare tutto quello che fa mio nonno. Mio nonno si è costruito mezza casa, un intero muro che circonda la casa, un forno a legno e 2 garage da solo....e a 84 anni va in campagna alle 6 di mattina...io andrei in coma se facessi un giorno quello che fa lui :roll:
Offline Lord
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1442
Iscritto il: 06 aprile 2012
Goblons: 0.00
Località: Chieti
Mercatino: Lord

Messaggioda randallmcmurphy » 9 nov 2012, 3:14

Concordo..e infatti più andiamo avanti e più mi sembra di vedere degli "smidollati"..e da questo punto di vista mi ci metto anche io, perchè sui lavori manuali, da mio padre e mio nonno, avrei avuto da imparare A PACCHI!...

Con questo ovviamente non voglio rinnegare la tecnologia e il progresso, ci mancherebbe, ma a volte mi sembra che in nome della facilità e della velocità, ci si perda dei bei pezzi per strada..
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »
(Isaac Asimov)

Immagine
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2946
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,730.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
Mercatino: randallmcmurphy
10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Messaggioda Angiolillo » 9 nov 2012, 3:59

Ciao.

Lord ha scritto:nonostante sappia utilizzare apparecchiature tecnologiche senza dover mai leggere le istruzioni(mai fatto in vita mia, tranne che in pochissimi casi)


Se posso dirottare un poco, credo che sia questa abitudine ad aver reso più difficile la propagazione dei giochi da tavolo. Da bambino, negli anni '70, era normale per me ricevere un gioco da tavolo, studiare le regole e poi spiegarlo agli amici. Come si faceva con un frullatore o uno stereo. Ora è una cosa poco naturale, perché si sperimenta per imparare più che leggere manuali prima. E quindi lo standard per il grande pubblico è il party game con mezza pagina di regole, non il Monopoly o il Risiko con diverse pagine di regole come tempo fa.
"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)
Offline Angiolillo
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Author 1 Star
Game Inventor
 
Messaggi: 5407
Iscritto il: 11 giugno 2004
Goblons: 2,470.00
Località: Roma
Mercatino: Angiolillo

Messaggioda Lord » 9 nov 2012, 9:41

Probabilmente si, e credo sia dovuto ad un senso di pigrizia mentale. Questo succede anche con i miei amici quando cerco di spiegare loro un nuovo gioco e si lamentano del dover imparare un altro gioco nonostante non debbano leggersi neanche una pagina in quanto faccio tutto io.
Però sinceramente se io compro un cellulare nuovo e so già impostarlo o usarlo dopo 2 minuti che leggo a fare le pagine in cui mi descrivono la struttura anatomica del suddetto telefono?
Offline Lord
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1442
Iscritto il: 06 aprile 2012
Goblons: 0.00
Località: Chieti
Mercatino: Lord

Prossimo

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti