Rosenberg

Discussioni generali sui giochi da tavolo, di carte (non collezionabili/LCG) o altri tipi di gioco che non hanno un Forum dedicato. Indicate sempre il gioco di cui parlate nel titolo dei vostri post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum, come la guida per l'uso dei TAG nelle discussioni.

Moderatori: IGiullari, Agzaroth, romendil, Jehuty, rporrini, Hadaran, UltordaFlorentia

Re: Rosenberg

Messaggioda Shooock » 28 apr 2015, 0:09

Finalmente uno che non si ferma all'apparenza, e che giocando i giochi ne capisce le varie differenze.

Concordo parzialmente con l'analisi di linx, ma è un analisi superficiale. Dire è partito da A ed è arrivato a B trascinandosi dietro un pò di A, non vuol dire che A e B siano simili.
Dopo aver giocato ad Eldritch Horror, mi è difficile non credere in forze esterne che regolano il destino di questo mondo.
Offline Shooock
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2371
Iscritto il: 28 novembre 2011
Goblons: 90.00
Mercatino: Shooock

Re: Rosenberg

Messaggioda odlos » 28 apr 2015, 9:05

Stef ha scritto:
Micenea ha scritto:L'amore e l'ostinazione per il tema bucolico gli fa meritare il premio zappa d'oro.
Non ne posso più di campi da arare e coltivare e di meeples da nutrire. Con Uwe ho chiuso, fintantoché continuerà a a creare prodotti simili a se stessi.


Gli unici due prodotti davvero simili tra loro che ha sviluppato secondo me sono, per ovvi motivi, Agricola e Caverna.

Per il resto i giochi, pur essendo molto incentrati sull'elaborazione delle risorse, risultano sufficientemente differenti fra loro.


:approva:
Concordo con Stef e Protos, nel senso che l'impronta di Rosenberg si vede un po' in tutti giochi, ma la somiglianza è marginale (tranne quella che intercorre tra Agricola e Caverna). A livello di meccaniche troviamo aspetti sostanzialmente diversi, in particolare, Alle Porte di Loyang si distacca completamente dal resto della produzione dell'autore (l'unico punto d'incontro è il tema). Le Havre e Agricola non condividono così tanto, come ha sottolineato Protos, mentre Ora et Labora in effetti riprende il sistema di trasformazione risorse di Le Havre e lo sfruttamento dei terreni di Contadini della Brughiera, ma nel complesso siamo di fronte ad un gioco che mantiene le sue peculiarità.
Immagine

Immagine
Offline odlos
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 3069
Iscritto il: 04 luglio 2007
Goblons: 20.00
Località: Chiasso
Mercatino: odlos
Sei iscritto da 1 anno. Sei iscritto da 5 anni. Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins

Re: Rosenberg

Messaggioda nakedape » 28 apr 2015, 9:09

Shooock ha scritto:Finalmente uno che non si ferma all'apparenza, e che giocando i giochi ne capisce le varie differenze.
Concordo parzialmente con l'analisi di linx, ma è un analisi superficiale. Dire è partito da A ed è arrivato a B trascinandosi dietro un pò di A, non vuol dire che A e B siano simili.


Nessuno qui dice che sono "lo stesso identico gioco". Banalmente in tutti ci sono risorse da trasformare e, a parte qualche trovata ergonomica, gran poche novità in termini di meccaniche. Se aggiungiamo che le ambientazioni non brillano per diversità, il gusto che restituiscono è molto, molto simile.
Diciamo che tra gli autori noti è quello che più che proporre uno stile personale dettato da scelte di design, sembra ostinato a riproporre meccaniche già collaudate. Poi c'è chi lo chiama affinamento, chi evoluzione e chi pensa che sotto sotto sia più semplice riarrangiare lo stesso piatto.
Impressioni di Gioco

Qualità al posto di quantità.

https://www.facebook.com/groups/702594666567184
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12569
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Re: Rosenberg

Messaggioda Tanelorn » 28 apr 2015, 9:16

nakedape ha scritto:
Nessuno qui dice che sono "lo stesso identico gioco". Banalmente in tutti ci sono risorse da trasformare e, a parte qualche trovata ergonomica, gran poche novità in termini di meccaniche. Se aggiungiamo che le ambientazioni non brillano per diversità, il gusto che restituiscono è molto, molto simile.
Diciamo che tra gli autori noti è quello che più che proporre uno stile personale dettato da scelte di design, sembra ostinato a riproporre meccaniche già collaudate. Poi c'è chi lo chiama affinamento, chi evoluzione e chi pensa che sotto sotto sia più semplice riarrangiare lo stesso piatto.


Quoto tutto... poi, diciamolo, quanti altri autori fanno Agricola, poi le Havre, poi Agricola per due giocatori, poi Le Havre per due giocatori, poi Ora et Labora che è un Le Havre rimaneggiato, poi un Caverna che è un Agricola rimaneggiato. Non dico che siano identici e che un appassionato non possa apprezzarli tutti, ma non si può negare che per buona parte delle sue produzioni Rosenberg rigira sempre quei 3/4 ingredienti (poi ogni tanto fa anche qualcosa di diverso tipo Patchwork, ma il grosso della produzione ha tutto lo stesso imprinting).
Offline Tanelorn
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 3031
Iscritto il: 04 marzo 2008
Goblons: 0.00
Località: Bologna
Mercatino: Tanelorn

Re: Rosenberg

Messaggioda odlos » 28 apr 2015, 11:34

nakedape ha scritto:Nessuno qui dice che sono "lo stesso identico gioco". Banalmente in tutti ci sono risorse da trasformare e, a parte qualche trovata ergonomica, gran poche novità in termini di meccaniche. Se aggiungiamo che le ambientazioni non brillano per diversità, il gusto che restituiscono è molto, molto simile.
Diciamo che tra gli autori noti è quello che più che proporre uno stile personale dettato da scelte di design, sembra ostinato a riproporre meccaniche già collaudate. Poi c'è chi lo chiama affinamento, chi evoluzione e chi pensa che sotto sotto sia più semplice riarrangiare lo stesso piatto.


Mi sa che c'è proprio una differenza di percezione; Agricola, Le Havre, Alle porte di Loyang, Ora et Labora e Glass Road a me restituiscono esperienze e sensazioni diverse.
Alle Porte di Loyang ha meccaniche completamente diverse, in comune al resto della produzione di Rosenberg ha solo il tema e l'aspetto legato alla semina degli ortaggi (ma è un dettaglio).
Glass Road ha di innovativo il sistema con cui si giocano le carte (che è il fulcro del gioco), riprende sì lo sfruttamento dei terreni (Ora et Labora, Contadini della Brughiera) e gli edifici che trasformano le risorse (Le Havre, Ora et Labora), mentre lascerei perdere il discorso sulla ruota di produzione visto che è semplicemente un accorgimento per gestire meglio le risorse (tra l'altro funziona in altro modo rispetto a quella di Ora et Labora).
Ora et Labora introduce: una differente gestione dei lavoratori (si liberano i lavoratori solo una volta che sono tutti occupati, esiste l'abilità del priore di poter eseguire immediatamente l'azione dell'edificio appena costruito) e l'aspetto legato al posizionamento degli edifici sulla plancia personale. Probabilmente per qualcuno tutto ciò non è sufficiente per definirlo innovativo, per me è qualcosa di sostanzialmente diverso rispetto ad Agricola e Le Havre (poi è innegabile che con quest'ultimo ci sono anche parecchi punti d'incontro, ma per quanto mi riguarda hanno più peso le differenze).

Tanelorn ha scritto:... poi, diciamolo, quanti altri autori fanno Agricola, poi le Havre, poi Agricola per due giocatori, poi Le Havre per due giocatori, poi Ora et Labora che è un Le Havre rimaneggiato, poi un Caverna che è un Agricola rimaneggiato. Non dico che siano identici e che un appassionato non possa apprezzarli tutti, ma non si può negare che per buona parte delle sue produzioni Rosenberg rigira sempre quei 3/4 ingredienti (poi ogni tanto fa anche qualcosa di diverso tipo Patchwork, ma il grosso della produzione ha tutto lo stesso imprinting).


In effetti... mi ero dimenticato dell'esistenza di Le Havre e Agricola per 2 giocatori, a cui non ho mai giocato (non giocando mai a 2 non li ho mai presi veramente in considerazione), suppongo che questi non brillino per originalità. Anche Fields of Arle non so quanto si discosti da Agricola.
Facendo una considerazione generale, posso anche essere d'accordo con chi dice che parte della produzione di Rosenberg non sia particolarmente originale, soprattutto se paragonata a quella di altri autori, però c'è anche un discreto numero di titoli (ed è a questi che mi riferivo in precedenza) che, pur condividendo più o meno il tema, riescono a restituire qualcosa di diverso.
Immagine

Immagine
Offline odlos
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 3069
Iscritto il: 04 luglio 2007
Goblons: 20.00
Località: Chiasso
Mercatino: odlos
Sei iscritto da 1 anno. Sei iscritto da 5 anni. Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins

Re: Rosenberg

Messaggioda nakedape » 28 apr 2015, 11:43

odlos ha scritto:Ora et Labora introduce: una differente gestione dei lavoratori (si liberano i lavoratori solo una volta che sono tutti occupati, esiste l'abilità del priore di poter eseguire immediatamente l'azione dell'edificio appena costruito) e l'aspetto legato al posizionamento degli edifici sulla plancia personale. Probabilmente per qualcuno tutto ciò non è sufficiente per definirlo innovativo, per me è qualcosa di sostanzialmente diverso rispetto ad Agricola e Le Havre (poi è innegabile che con quest'ultimo ci sono anche parecchi punti d'incontro, ma per quanto mi riguarda hanno più peso le differenze).


Ognuno valuta anche con il peso delle proprie esperienze. Io non ho un genere di riferimento, apprezzo un po' di tutto, e mi piace variare anche se alcune caratteristiche (kingmaking, downtime, eccesso di regole) mi rendono alcuni giochi inavvicinabili. Chiaro che se uno gioca solo a giochi di gestione di risorse può apprezzare anche le differenze più piccole.
Mettiamola così: faccio fatica a trovare un autore più ripetitivo (nemmeno Gerdts con la rotella).
Impressioni di Gioco

Qualità al posto di quantità.

https://www.facebook.com/groups/702594666567184
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12569
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Re: Rosenberg

Messaggioda odlos » 28 apr 2015, 12:00

Sì, infatti, capisco il tuo punto di vista.
Se non la pensassi diversamente, non avrei giocato così tanto ad Agricola, Le Havre e Ora et Labora.
Io ho un campo di preferenze molto ristretto, gioco esclusivamente a german di un certo tipo, probabilmente questo incide sul mio giudizio circa l'originalità.
Immagine

Immagine
Offline odlos
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 3069
Iscritto il: 04 luglio 2007
Goblons: 20.00
Località: Chiasso
Mercatino: odlos
Sei iscritto da 1 anno. Sei iscritto da 5 anni. Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins

Re: Rosenberg

Messaggioda donhaldo » 28 apr 2015, 12:06

Ho letto nell'intervento di Linx che in Le Havre sarebbe stata calmierata l'esigenza di cibo rispetto ad Agricola, ma io, pur avendo pochissime partite all'attivo
per entrambi i giochi, ho avuto la sensazione opposta, vale a dire una progressione "devastante" nella richiesta di cibo di Le Havre.
Ma forse sono solo io che non ci so ancora giocare bene... :triste:
Immagine
Offline donhaldo
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2290
Iscritto il: 24 marzo 2014
Goblons: 100.00
Località: Modena
Utente Bgg: donhaldo
Mercatino: donhaldo

Re: Rosenberg

Messaggioda Micenea » 28 apr 2015, 12:12

donhaldo ha scritto:Ho letto nell'intervento di Linx che in Le Havre sarebbe stata calmierata l'esigenza di cibo rispetto ad Agricola, ma io, pur avendo pochissime partite all'attivo
per entrambi i giochi, ho avuto la sensazione opposta, vale a dire una progressione "devastante" nella richiesta di cibo di Le Havre.
Ma forse sono solo io che non ci so ancora giocare bene... :triste:

Concordo. Se ad Agricola il cibo, nella progressione del gioco, ha un effetto "frenante", a Le Havre è a dir poco schiacciante.
Offline Micenea
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1274
Iscritto il: 05 novembre 2012
Goblons: 90.00
Località: Roma
Mercatino: Micenea

Re: Rosenberg

Messaggioda nakedape » 28 apr 2015, 12:23

Micenea ha scritto:
donhaldo ha scritto:Ho letto nell'intervento di Linx che in Le Havre sarebbe stata calmierata l'esigenza di cibo rispetto ad Agricola, ma io, pur avendo pochissime partite all'attivo
per entrambi i giochi, ho avuto la sensazione opposta, vale a dire una progressione "devastante" nella richiesta di cibo di Le Havre.
Ma forse sono solo io che non ci so ancora giocare bene... :triste:

Concordo. Se ad Agricola il cibo, nella progressione del gioco, ha un effetto "frenante", a Le Havre è a dir poco schiacciante.


+1

In Agricola la richiesta del cibo può essere gestita con diversi approcci e dipende dal numero di lavoratori che hai deciso di costruire. In Le Havre scende come una scura indipendentemente da tutto...
Impressioni di Gioco

Qualità al posto di quantità.

https://www.facebook.com/groups/702594666567184
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12569
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Re: R: Rosenberg

Messaggioda mistake89 » 28 apr 2015, 12:33

nakedape ha scritto:
Micenea ha scritto:
donhaldo ha scritto:Ho letto nell'intervento di Linx che in Le Havre sarebbe stata calmierata l'esigenza di cibo rispetto ad Agricola, ma io, pur avendo pochissime partite all'attivo
per entrambi i giochi, ho avuto la sensazione opposta, vale a dire una progressione "devastante" nella richiesta di cibo di Le Havre.
Ma forse sono solo io che non ci so ancora giocare bene... :triste:

Concordo. Se ad Agricola il cibo, nella progressione del gioco, ha un effetto "frenante", a Le Havre è a dir poco schiacciante.


+1

In Agricola la richiesta del cibo può essere gestita con diversi approcci e dipende dal numero di lavoratori che hai deciso di costruire. In Le Havre scende come una scura indipendentemente da tutto...

Vero. Ma mi chiedo - e chiedo a chi ha più esperienza: in agricola si può davvero essere competitivi senza innalzare - più che si può, il numero dei componenti della famiglia?
Magari puoi decidere di fermarti a 4, ma meno la vedo francamente dura essere realmente competitivi. Magari mi sbaglio.
Scusate l'inciso.

inviato dalla sua scatoletta tascabile
Vendo: Terraforming mars (ITA); Mombasa (ITA); Cry Havoc (ENG); Pochi acri di neve (ITA); Le havre (ITA); Summoner Wars (ITA)
Offline mistake89
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2500
Iscritto il: 27 dicembre 2012
Goblons: 40.00
Località: Lucania/Frankfurt am Main
Mercatino: mistake89

Re: Rosenberg

Messaggioda donhaldo » 28 apr 2015, 12:41

mistake89 ha scritto:Vero. Ma mi chiedo - e chiedo a chi ha più esperienza: in agricola si può davvero essere competitivi senza innalzare - più che si può, il numero dei componenti della famiglia?
Magari puoi decidere di fermarti a 4, ma meno la vedo francamente dura essere realmente competitivi. Magari mi sbaglio.
Scusate l'inciso.


La mia impressione (da novizio di Agricola) è che sia praticamente d'obbligo aumentare il numero di lavoratori perché
ci sono troppe cose da fare e due componenti della famiglia non sono sufficienti per essere competitivi.
Questo ovviamente innalza le richieste di cibo nei periodi di raccolto, ma non in maniera così drastica come avviene
al progredire dei round in Le Havre.
Immagine
Offline donhaldo
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2290
Iscritto il: 24 marzo 2014
Goblons: 100.00
Località: Modena
Utente Bgg: donhaldo
Mercatino: donhaldo

Re: Rosenberg

Messaggioda traico7 » 28 apr 2015, 12:51

donhaldo ha scritto:
mistake89 ha scritto:Vero. Ma mi chiedo - e chiedo a chi ha più esperienza: in agricola si può davvero essere competitivi senza innalzare - più che si può, il numero dei componenti della famiglia?
Magari puoi decidere di fermarti a 4, ma meno la vedo francamente dura essere realmente competitivi. Magari mi sbaglio.
Scusate l'inciso.


La mia impressione (da novizio di Agricola) è che sia praticamente d'obbligo aumentare il numero di lavoratori perché
ci sono troppe cose da fare e due componenti della famiglia non sono sufficienti per essere competitivi.
Questo ovviamente innalza le richieste di cibo nei periodi di raccolto, ma non in maniera così drastica come avviene
al progredire dei round in Le Havre.

Parecchio tempo fa, il marito di mia cugina, vinse con soli 2 lavoratori x tutta la partita.. Ma fu un caso isolato ed eravamo tutti alle prime armi..
Credo sia necessario aumentare almeno di 1 componente, soprattutto se, in precedenza, ci si è costruiti un buon motore di cibo..
L'importante è vincere o partecipare??? Nessuna delle due... L'importante è giocare con le regole giuste...
Offline traico7
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5562
Iscritto il: 07 maggio 2013
Goblons: 5,790.00
Località: Modena
Utente Bgg: traico7
Board Game Arena: traico7
Yucata: traico7
Mercatino: traico7
Puerto Rico Fan Recensioni Minute  Fan Sgananzium Fan Sei iscritto da 1 anno. Sono stato alla Gobcon 2015 Sei nella chat dei Goblins Sono un Goblin Sono un Cylon Ho partecipato alla Play di Modena Hai fatto l'upload di 10 file Le Havre Fan Lords of Waterdeep fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col giallo Birra fan Io odio Traico! :D Playstation fan Battlestar Galactica fan Io amo Feld Pizza fan Michelangelo fan Hai scritto 5 recensioni Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Io uso il mercatino della Tana dei Goblin Boba fan Pandemic Legacy Fan Telegram Fan Harry Potter Ventennale Goblin Ho comprato la spilla alla Play 2017 Concordia Fan I love German

Re: Rosenberg

Messaggioda odlos » 28 apr 2015, 12:52

mistake89 ha scritto:...Ma mi chiedo - e chiedo a chi ha più esperienza: in agricola si può davvero essere competitivi senza innalzare - più che si può, il numero dei componenti della famiglia?
Magari puoi decidere di fermarti a 4, ma meno la vedo francamente dura essere realmente competitivi. Magari mi sbaglio.
Scusate l'inciso.

inviato dalla sua scatoletta tascabile


Sì, puoi rimanere a 4 (dipende però da quando hai fatto il quarto), perdi relativamente poco in termini di azioni, calcola che il quinto se ti va bene lo fai al terzultimo giro (ti fa guadagnare 2 azioni e 3 PV rispetto a giocatori che sono fermi a 4), ti costerebbe troppo farlo prima con la necessità di un'ulteriore stanza. Con 3 è molto difficile rimanere competitivi, è possibile per carità, ma il più delle volte la vedo male.
Chiaramente conta anche quando esce l'azione "Crescita della Famiglia", se sei il primo a farla e come si comportano gli avversari.
Immagine

Immagine
Offline odlos
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 3069
Iscritto il: 04 luglio 2007
Goblons: 20.00
Località: Chiasso
Mercatino: odlos
Sei iscritto da 1 anno. Sei iscritto da 5 anni. Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins

Re: Rosenberg

Messaggioda traico7 » 28 apr 2015, 12:58

Ah.. Avevo letto male.. Chiedeva se è possibile vincere rimanendo a 4?
Avevo capito rimanendo a 2...
Secondo me si riesce ampiamente a vincere rimanendo a 4..
L'importante è vincere o partecipare??? Nessuna delle due... L'importante è giocare con le regole giuste...
Offline traico7
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5562
Iscritto il: 07 maggio 2013
Goblons: 5,790.00
Località: Modena
Utente Bgg: traico7
Board Game Arena: traico7
Yucata: traico7
Mercatino: traico7
Puerto Rico Fan Recensioni Minute  Fan Sgananzium Fan Sei iscritto da 1 anno. Sono stato alla Gobcon 2015 Sei nella chat dei Goblins Sono un Goblin Sono un Cylon Ho partecipato alla Play di Modena Hai fatto l'upload di 10 file Le Havre Fan Lords of Waterdeep fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col giallo Birra fan Io odio Traico! :D Playstation fan Battlestar Galactica fan Io amo Feld Pizza fan Michelangelo fan Hai scritto 5 recensioni Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Io uso il mercatino della Tana dei Goblin Boba fan Pandemic Legacy Fan Telegram Fan Harry Potter Ventennale Goblin Ho comprato la spilla alla Play 2017 Concordia Fan I love German

PrecedenteProssimo

Torna a [GdT] Giochi da Tavolo, di Carte e altri Giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti