[Horror] Rovine

Discussioni, commenti, considerazioni e suggerimenti su film, serie TV, libri, fumetti, musica e sport. Indicate sempre l'argomento di cui parlate nel titolo dei vostri post usando un TAG e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum.
TAG: [Film]; [Serie TV]; [Fumetti]; [Musica]; [Sport]

Moderatori: pacobillo, Eithereven, Dera

[Horror] Rovine

Messaggioda IlProfessore » 4 lug 2008, 13:49

E' Mercoledì, al cinema c'è una bolgia: danno Hulk, un altro film d'azione e un capolavoro di Vanzina... In una situazione simile Rovine è come fosse cinema d'essai.
La sala è praticamente deserta, siamo in otto tra cui io e un altro tizio rigorosamente in solitario com'è giusto che sia per i veri cultori di film horror.
Che meravglia! saranno l'aria condizionata, la comodità della sala vuota e la gran voglia che ho di vedere un horror stupidamente estivo, ma questo Rovine mi diverte davvero! Rispetta tutte le promesse(almeno quelle che mi sono immaginato): è violento, sanguinolento, regala momenti di tensione e di assurdità nonché sembra avere il retrogusto di una pellicola di alcune decadi fa. Il suo genere è poi abbastanza originale, perché, sebbene i protagonisti della vicenda siano i soliti ragazzetti americani in vacanza in Messico (e l'inizio non lasci presagire niente di meglio del pessimo Turistas), esauriti i preliminari che li conducono alla visita di una rovina Maya al di fuori dei soliti itinerari turistici, ha inizio un truculento fito-horror con alcune scene davvero raccapriccianti.

Nota bene: Rovine è un film solo per amanti dell'horror che si accostino alla visione senza troppe pretese. Gli altri stiano alla larga.

"Ciò che si fa in tutto il periodo intermedio, della ragione e della riflessione, è come una linea stretta che si diparte dall'immensità oscura e vi fa ritorno". ( J. Michelet, Le Peuple )

Offline IlProfessore
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 3286
Iscritto il: 03 novembre 2004
Goblons: 0.00
Località: Pisa
Mercatino: IlProfessore

Messaggioda UltordaFlorentia » 3 ago 2008, 21:15

Visto oggi....che dire: senza infamia e senza lode.

Il film non è proprio malaccio ed effettivamente ci regala qualche sequenza splatter ma francamente mi sembra ancora uno dei mediocri prodotti da hollyhorror degli ultimi anni: gruppetto di ragazzotti petulanti e viziatelli destinati al macello (anche se alcune caratterizzazioni sono appena un goccio sopra lo standard delle produzioni yankee), dialoghi francamente inconsistenti, tecniche di ripresa scolasticamente innocue, finale scontato.

Certo si beve tutto d'un sorso ma poi lascia in bocca ancora una gran sete di horror di quello "fatto a modo".
Offline UltordaFlorentia
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1511
Iscritto il: 01 agosto 2007
Goblons: 0.00
Località: Firenze/Scandicci
Utente Bgg: Ultor da Florentia
Facebook: Emanuele Ultor False
Mercatino: UltordaFlorentia

Messaggioda Qwein » 3 ago 2008, 21:26

Non riesco più ad andare al cinema.. immagino che il caso sopracitato sia stato un caso, ma quello che non riesco più a compatirmi e ...commenti... risate... urla.. persone che ti passano davanti. Il film deve essere vissuto in una sorta di continum senza possibili rompiballe. L'alternativa sarebbe andare nei cinema ad orari da gufi, ma da me e esploso l'enorme multisala con parcheggione sotterraneo semibuio, che pefino di giorno ti aspetti esca uno con una motosega e una maschera da hokey. Di notte salvo con scorta armata e improponibile, e questo nonostante le 10 mostruose sale a proiezioni continuate, poltrone extralarge e serie di chicche più o meno pietrificate che puoi comprare in perfetto stile americano in barattoloni che vanno dal maxi al cestino del pattume.
Cavolo pare abbia mille anni... forse un pelo di agorafobia che vuoi ti dica. I piccoli cinema dopo l'uscita del mostro hanno chiuso e io con essi ho perso ogni forma di voglia di andare al cinema. Questo immagino non faccia di me un cinefilo accanito ^^
Offline Qwein
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 739
Iscritto il: 29 settembre 2006
Goblons: 80.00
Mercatino: Qwein

Messaggioda IlProfessore » 3 ago 2008, 22:45

UltordaFlorentia ha scritto:Visto oggi....che dire: senza infamia e senza lode.

Il film non è proprio malaccio ed effettivamente ci regala qualche sequenza splatter ma francamente mi sembra ancora uno dei mediocri prodotti da hollyhorror degli ultimi anni: gruppetto di ragazzotti petulanti e viziatelli destinati al macello (anche se alcune caratterizzazioni sono appena un goccio sopra lo standard delle produzioni yankee), dialoghi francamente inconsistenti, tecniche di ripresa scolasticamente innocue, finale scontato.

Certo si beve tutto d'un sorso ma poi lascia in bocca ancora una gran sete di horror di quello "fatto a modo".


Concordo, anche se io ero leggermente più entusiasta di te proprio perché speravo in un film simile (impreziosito da una permanenza al cinema di circa quattro giorni soltanto)...Non avevo taciuto comunque che si trattava di un film apprezzabile solo da veri e stomacati appassionati dell'horror...quelli che si bevono di "tutto", un tutto che per quanto faccia schifo - soltanto dall'odore - viene consumato spensieratamente...o, in alternativa, col rigore malato di chi non può perdersi nemmeno una di queste proiezioni.
L'estate, si sa, è portatrice d'orrori innominabili, spesso destinati a rimanere senza un nome per dimenticanza... per quanto poco ci hanno colpito... ma già ho visto scorrere alcuni nuovi trailer...scene di sangue e bruttura mi si propongono per queste afose serate e io spero tanto di saper cogliere il loro invito, immergermi nelle tenebre di un cinema, in compagnia di altri (pochi) mostri come me e chissà, magari, per una volta, restare sorpreso...o solo piacevolmente dilettato.
:vampire:

"Ciò che si fa in tutto il periodo intermedio, della ragione e della riflessione, è come una linea stretta che si diparte dall'immensità oscura e vi fa ritorno". ( J. Michelet, Le Peuple )

Offline IlProfessore
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 3286
Iscritto il: 03 novembre 2004
Goblons: 0.00
Località: Pisa
Mercatino: IlProfessore

Messaggioda IlProfessore » 3 ago 2008, 23:17

Qwein ha scritto:Non riesco più ad andare al cinema.. immagino che il caso sopracitato sia stato un caso, ma quello che non riesco più a compatirmi e ...commenti... risate... urla.. persone che ti passano davanti. Il film deve essere vissuto in una sorta di continum senza possibili rompiballe. L'alternativa sarebbe andare nei cinema ad orari da gufi, ma da me e esploso l'enorme multisala con parcheggione sotterraneo semibuio, che pefino di giorno ti aspetti esca uno con una motosega e una maschera da hokey. Di notte salvo con scorta armata e improponibile, e questo nonostante le 10 mostruose sale a proiezioni continuate, poltrone extralarge e serie di chicche più o meno pietrificate che puoi comprare in perfetto stile americano in barattoloni che vanno dal maxi al cestino del pattume.
Cavolo pare abbia mille anni... forse un pelo di agorafobia che vuoi ti dica. I piccoli cinema dopo l'uscita del mostro hanno chiuso e io con essi ho perso ogni forma di voglia di andare al cinema. Questo immagino non faccia di me un cinefilo accanito ^^

Ti capisco. Purtroppo, paradossalmente, nonostante la possibilità data, dal numero maggiore di sale, di una proiezione diversificata, questa non avviene. In realtà accade che più sale proiettino un medesimo film (ovviamente il più commerciale) e la divisione in sale risulti solamente fittizia. Sostanzialmente, tale divisione consente di ottenere uno spazio maggiore per un singolo prodotto e, contemporaneamente, fornire al cinema un'imponente immagine di facciata per chi, ad essa vuol cedere...

"Ciò che si fa in tutto il periodo intermedio, della ragione e della riflessione, è come una linea stretta che si diparte dall'immensità oscura e vi fa ritorno". ( J. Michelet, Le Peuple )

Offline IlProfessore
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 3286
Iscritto il: 03 novembre 2004
Goblons: 0.00
Località: Pisa
Mercatino: IlProfessore

Messaggioda trilobit » 12 ago 2008, 11:46

IlProfessore ha scritto:Purtroppo, paradossalmente, nonostante la possibilità data, dal numero maggiore di sale, di una proiezione diversificata, questa non avviene. In realtà accade che più sale proiettino un medesimo film (ovviamente il più commerciale) e la divisione in sale risulti solamente fittizia. Sostanzialmente, tale divisione consente di ottenere uno spazio maggiore per un singolo prodotto e, contemporaneamente, fornire al cinema un'imponente immagine di facciata per chi, ad essa vuol cedere...


... e io intanto me ne vado all'Arsanale [nota per chi non è di Pisa: cineclub locale non assoggettato alle logiche commerciali]. :p127:
"La vita è troppo breve, per bere del vino cattivo" (G. E. Lessing)
Sorsi Di Vino - Il mio blog sul mondo del vino
Offline trilobit
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2014
Iscritto il: 11 aprile 2004
Goblons: 560.00
Località: Pisa
Mercatino: trilobit

Messaggioda IlProfessore » 13 ago 2008, 3:14

trilobit ha scritto:
IlProfessore ha scritto:Purtroppo, paradossalmente, nonostante la possibilità data, dal numero maggiore di sale, di una proiezione diversificata, questa non avviene. In realtà accade che più sale proiettino un medesimo film (ovviamente il più commerciale) e la divisione in sale risulti solamente fittizia. Sostanzialmente, tale divisione consente di ottenere uno spazio maggiore per un singolo prodotto e, contemporaneamente, fornire al cinema un'imponente immagine di facciata per chi, ad essa vuol cedere...


... e io intanto me ne vado all'Arsanale [nota per chi non è di Pisa: cineclub locale non assoggettato alle logiche commerciali]. :p127:

Io invece vado all'Arsenale, dev'essere simile a quello dove vai tu :lol: .
Si pensi che i "ragazzi del cinema"(i gestori, per intenderci), un po' di anni fa, intorno al 2002 gestivano anche una sorta di cineteca completamente gratuita con circa una trentina di posti a sedere e un videoproiettore dove un paio di sere a settimana ci deliziavano con cicli di B-movies o cinema d'essai. Lì scoprii A. de Ossorio, film come Non profanare il sonno dei morti viventi, i saffo-vampireschi di J.Franco, nonché la meravigliosa arte di S.Tsukamoto oltre Tetsuo.
N.B.: Siamo OT, ma direi che è un OT in sintonia con lo spirito con il quale è partita la discussione

"Ciò che si fa in tutto il periodo intermedio, della ragione e della riflessione, è come una linea stretta che si diparte dall'immensità oscura e vi fa ritorno". ( J. Michelet, Le Peuple )

Offline IlProfessore
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Moderator
 
Messaggi: 3286
Iscritto il: 03 novembre 2004
Goblons: 0.00
Località: Pisa
Mercatino: IlProfessore


Torna a Tempo Libero

Chi c’è in linea

Visitano il forum: spada e 1 ospite