Sareste disposti ad ordinare BattleLore in italiano?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Sareste disposti a prenotare (previo pagamento) una copia di BattleLore in modo da ordinare alla DOW una stampa in italiano se dovessimo essere in più di 1000?

Si
22
63%
No
13
37%
 
Voti totali : 35

Messaggioda TinuZ » 22 giu 2007, 2:14

Ho buttato li il mio utopistico SI ... utopistico perchè fra i molti giochi che ho acquistato ultimamente mi fà veramente imbestialire che alcuni siano firmati da Italiani e piuttosto hanno regolamento in inglese, tedesco e francese ... MA il top della tristezza lo tocca una casa editrice Italiana con un autore Italiano che NON esce con un regolamento Italiano ... giuro, per quanto di persona mi sembrino delle brave persone non ho manco voglia di provarli i loro giochi ... e poi speriamo che editori stranieri inseriscano la nostra lingua???
I miei 2 cents (di euro)
cià
TinuZ
la community ludica
https://www.giocatorino.it

l'evento ludico
https://www.giocatorino.org

la trasmissione radio-web ludica
https://www.frequenzaludica.it

la rivista ludica
https://www.ilsa-magazine.net/
Offline TinuZ
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
Top Author
 
Messaggi: 338
Iscritto il: 29 settembre 2005
Goblons: 1,200.00
Località: Torino
Mercatino: TinuZ

Messaggioda freeman74 » 22 giu 2007, 11:20

lucifugo ha scritto:
Ciaci ha scritto:ci stiamo a lamentare che un gioco tradotto costa qualche euro di più delle versioni straniere e poi siamo disposti a pagare molto di più per avere del materiale per localizzarlo in italiano. 8-O


Pagare molto di più? Io Battlelore in inglese già ce l'ho, se dovessi prendere la "fantomatica" versione italiana spenderei il doppio inutilmente. Mentre, se avessi la possibilità di acquistare il mazzo di carte in italiano ad un prezzo onesto, potrei avvicinare a questo gioco anche i miei amici meno anglofoni.

La stessa cosa la farei per tanti altri giochi, ad esempio per Fury of Dracula.

Non credo che ad una casa come la DOW costerebbe molto far stampare un mazzo di carte in italiano (del resto già si fanno stampare migliaia di articoli). Del resto il prezzo dovrebbe essere onesto, volto a coprire le spese e NON al guadagno poichè chi compra il mazzo in Italiano ha già la versione in Inglese (quindi la DOW ha già fatto il suo profitto).
Per la distribuzione, per risparmiare, potrebbero far ordinare il mazzo esclusivamente dal loro sito.

La DOW alla fine avrebbe dei ritorni indiretti:
1) "fa fesso e contento" il cliente supportandolo e quindi si fa buona pubblicità
2) vendendo il materiale tradotto esclusivamente dal suo sito invoglia chi lo ordina ad aggiungere altri articoli (per sfruttare le spese di spedizione) e, inoltre, fa avvicinare i clienti al suo servizio di vendita diretta.

Dopo tutto questo sproloquio sottolineo che sono CONVINTISSIMO che non avremo MAI materiale tradotto venduto separatamente, nè dalla DOW nè da qualunque altra casa :evil:


Scusate ma alla DOW non credo convenga stampare (x) mazzi in italiano per venderne quanti...20? 30?
Ma facciamo anche 100....
Alla DOW non costerebbe nulla tradurre il gioco (quanto potrà mai influire una traduzione...manco 1 euro a copia tiè per un gioco come BattleLore - e mi sono tenuto stralarghissimo)...e tra l'altro potrebbe benissimo essere stampato in fase di ristampa delle altre edizioni, per cui il problema rimane sempre lo stesso: chi in Italia si accolla l'acquisto di 1000 pezzi?
Conviene a tutti prenderlo in lingua...e chi lo ha preso già in Inglese...bè...nessuno si lamenta (per fare un esempio) alla Nexus perchè magari ha comprato Runebound o Fury Of Dracula in inglese e poi è uscito in italiano.....per cui se si avesse la certezza che i giochi venissero localizzati allora uno aspetterebbe, sennò bisogna solo fare quello che già si fa sulla Tana: tanta buona volontà e si traduce per tutti il regolamento (chi lo può fare), sennò amen, tutto rimane come è.
Offline freeman74
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 5101
Iscritto il: 21 giugno 2004
Goblons: 1,120.00
Località: Roma - Casal Palocco
Mercatino: freeman74

Messaggioda freeman74 » 22 giu 2007, 11:21

Ah giusto per rimanere in esempio...ho comprato Runebound, prima edizione, e nessuno sapeva sarebbe uscito in italiano; quando è uscito in lingua l'ho rivenduto, ad un italiano, qui sulla Tana....per cui se avete preso BattleLore in inglese di sicuro lo rivendete...certo, alla metà, forse meno, ma sempre meglio di niente.
Offline freeman74
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 5101
Iscritto il: 21 giugno 2004
Goblons: 1,120.00
Località: Roma - Casal Palocco
Mercatino: freeman74

Messaggioda kevin123 » 24 giu 2007, 13:30

Vorrei farvi un esempio:
nexus quasi probabilmente tradurrà in italiano Tide of Iron.
Molti goblin sanno di ciò e pazientemente aspettano (altri no) ed è una cosa giusta per due motivi, 1° perchè nexus avendoci abituati a questo iter saprà che venderà molte copie e che per lei questa pubblicazione non sarà un investimento sbagliato 2° Noi aspettando fiduciosi avremo la nostra copia in italiano.(Anche se con qualche carta tradotta puntualmente male) e acquistando il prodotto da nexus questa continuerà a pubblicare in italiano prodotti validi per giocatori super pazienti.
In finale ringrazio nexus perchè forse con il suo metodo azzeccatissimo e l'unica che ancora ci concede prodotti stranieri in Italiano.
Un saluto Kevin123
Offline kevin123
Esperto
Esperto

 
Messaggi: 414
Iscritto il: 04 febbraio 2006
Goblons: 0.00
Località: Roma
Mercatino: kevin123

Messaggioda lucifugo » 24 giu 2007, 15:20

freeman74 ha scritto:nessuno si lamenta (per fare un esempio) alla Nexus perchè magari ha comprato Runebound o Fury Of Dracula in inglese e poi è uscito in italiano.....


Se di Fury of Dracula vendessero il mazzo di carte italiano separatamente io lo comprerei e credo anche altri.
Offline lucifugo
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 759
Iscritto il: 19 novembre 2006
Goblons: 40.00
Località: Roma
Mercatino: lucifugo

Messaggioda Ciaci » 24 giu 2007, 23:59

lucifugo ha scritto:Se di Fury of Dracula vendessero il mazzo di carte italiano separatamente io lo comprerei e credo anche altri.


E verresti a spendere sicuramente di più di quanto avresti speso aspettando l'edizione in italiano.

Il fatto è che, produrre solo una parte dei componenti in italiano non è fattibile perchè:

1. agli editori non interessa investire nel produrre del materiale in altre lingue non edite perchè non gli vale la pena (=non rende).
Quante copie del mazzo di Battlelore deve stampare la DOW per venderlo ad un prezzo decente? 1000? OK, e quanti ne venderebbe in Italia? 1000? Non credo.... vedi il punto 3.

2. agli imprenditori nostrani non interessa per lo stesso motivo e aggiungiamoci in più che l'investimento è molto più rischioso, non avendo le strutture della DOW per parare il colpo. E poi, anche se fosse economicamente fattibile, quanto renderebbe? Sarebbe un grosso impegno per un utile irrisorio. Meglio a questo punto buttarsi sulla traduzione completa del gioco, che aumenterebbe i volumi d'affari (e qui ecco spiegato perchè ci si butta su giochi poco dipendenti dalla lingua, è più facile/redditizio).

3. Andate a vedere in home page la sezione delle collezioni (in basso a destra). Ci sono attualmente 1339 collezioni ed il gioco più presente è Bang con 464 presenze. Scorrendo la lista troviamo Puerto Rico a 363, La Guerra dell'Anello a 263. Pur ammettendo che il campione può non essere statisticamente rappresentativo del panorama nazionale mi salta all'occhio che con questi numeri è impensabile che qualsiasi imprenditore possa imbarcarsi in una operazione commerciale come quella che stiamo discutendo, pretendendo (giustamente) di guadagnarci.

My 2, ma anche 4, cents
Offline Ciaci
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 981
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 510.00
Località: Spilimbergo (PN) e dintorni
Mercatino: Ciaci

Messaggioda lucifugo » 25 giu 2007, 0:22

Ciaci ha scritto:E verresti a spendere sicuramente di più di quanto avresti speso aspettando l'edizione in italiano.


Certamente, ma quando l'ho comprato non frequentavo la Tana e quindi non sapevo che sarebbe uscto in italiano :grin: ma, una volta volta fatta la stro***ta, il mazzo di carte italiano lo prenderei! So che non ne avrò mai la possibilità: se la Nexus vendess

Per il resto sono completamente d'accordo con l'analisi fatta da Ciaci però, per quei giochi che sicuramente NON verranno tradotti in italiano come Battlelore, la ditta produttrice potrebbe comunque trovare convenienza nello stampare i componenti come le carte da vendere a parte. Magari non guadagna su questi componenti in sè (basta che vada in pareggio) ma vende più copie del gioco base. E poi guadagna in maniera indiretta dando al consumatore un buon servizio. Per quanto riguarda il regolamento, invece, potrebbe metterne in rete una copia tradotta da scaricare e stampare.

Naturalmente queste mie chiacchiere dovrebbero essere supportate da dati che non possediamo, come il numero di copie vendute di un gioco o i costi per produrre un mazzo di carte tradotto. Sarebbe interessante conoscerli.
Offline lucifugo
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 759
Iscritto il: 19 novembre 2006
Goblons: 40.00
Località: Roma
Mercatino: lucifugo

Messaggioda tanis70 » 25 giu 2007, 17:19

lucifugo ha scritto:Naturalmente queste mie chiacchiere dovrebbero essere supportate da dati che non possediamo, come il numero di copie vendute di un gioco o i costi per produrre un mazzo di carte tradotto. Sarebbe interessante conoscerli.


Quando un gioco in Italia vende più di 1.000 scatole si stappa lo champagne.

Quando lo stesso gioco in Germania ne vende meno di 10.000 è un flop.

I numeri del mercato anglofono sono difficili da determinare, perchè ovviamente i giochi in inglese vengono venduti un pò in mezzo mondo (Italia inclusa, contribuendo ad affossare appunto la possibilità di vedere più titoli tradotti in italiano).

Quanto ai costi:

stampare 1000 mazzi di carte (100 carte, poniamo) di buona qualità ha un costo assurdo, tipo 4 o 5 €uri. Il che significa che siccome chi produce deve marginare almeno il 40% per coprirsi le spese (non scordatevi mai che si tratta di aziende che devono pagare affitti luce gas e telefoni nonchè gli stipendi), un mazzo del genere vi verrebbe a costare dai 7 agli 8 € direttamente dall'editore (più spese di spedizione), intorno ai 15 in negozio (i negozi devono raddoppiare il prezzo, sia perchè con tutte le str...zate che escono hanno i magazzini pieni di titoli che non vendono e quindi devono recuperare sugli investimenti di magazzino, sia perchè a loro volta hanno costi fissi di affitto e personale e visti i volumi ridicoli che si fanno in Italia non hanno alternative).

Per questi e molti altri motivi ciò che proponete (e che, ne convengo, sarebbe davvero bello e comodo) è purtroppo irrealizzabile.

my 2 cents (sottoscrivendo tra l'altro i 4 di ciaci)
Offline tanis70
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
Game Inventor
 
Messaggi: 1444
Iscritto il: 30 gennaio 2005
Goblons: 330.00
Località: Torino
Mercatino: tanis70

Messaggioda Galdor » 30 giu 2007, 13:05

Ho votato "SI".

L'idea del mazzo di carte in italiano venduto a parte non mi pare convenga nè al venditore nè agli acquirenti: tanto vale fare tutta la scatola in italiano (operazione fattibile visto che in Germania e in Francia lo vendono in lingua originale!) :-?

Per chi l'ha già comprato in inglese non sarebbe un problema: Battlelore è un gioco facilmente vendibile, sopratutto in inglese.. :idea: ;)
Offline Galdor
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer
Top Uploader 2 Star
 
Messaggi: 4864
Iscritto il: 15 dicembre 2003
Goblons: 1,600.00
Località: Isengard (Pisa)
Mercatino: Galdor

Messaggioda frankiedany » 4 lug 2007, 18:52

pure io ho messo SI
frankiEdany
ehi, goblins...sono FRANKIE ...Dany si è fregata la mia E !!!
Offline frankiedany
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 1122
Iscritto il: 20 novembre 2005
Goblons: 350.00
Località: ROMA Historic Centre
Mercatino: frankiedany

Messaggioda linx » 4 lug 2007, 19:47

Ho votato realisticamente NO perchè non ho trovato abbastanza amici entusiasti del gioco da rendere la cosa interessante.
Dovrò già valutare quale delle 300 espansioni comprare per evitare che rimangano a far muffa, figuriamoci ricomprare una cosa che già ho (e che non mi metterei certo a rivendere all'estero come Galdor suggerisce per pigrizia, inesperienza e perchè mia figlia ha diviso il tabellone in 2 pezzi accostabili).

Se avessi gli amici entusiasti a portata di mano magari si. Userei il tabellone in più per le battaglie epiche e riutilizzerei le miniature altrove.

Trovo che il problema risieda nel rapporto costo/entusiasmo: sì è disposti ad accettare un costo sull'onda dell'entusiasmo per il nuovo gioco. Pagarlo per avere un gioco che già ho lo trovo difficile, pur non disponendo di particolari problemi economici.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 6613
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 920.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Mercatino: linx
Agricola fan Membro della giuria Goblin Magnifico Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Precedente

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: fantascienziato e 1 ospite