Se la statistica è una scienza..

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Rage, Sephion, pacobillo

Messaggioda LordYupa » 2 nov 2005, 0:11

MadeR ha scritto: nella definizione classica 1/3 sarebba la risposta giusta se: il campo fosse perfetto e uniforme, senza vento ed egualemente illuminato in ogni punto, tutti giocatori fossero cloni di sé stessi nella stessa forma e avessero mangiato contemporaneamente le stesse cose identiche, le connessione neurali fossero identiche per tutti loro... altrimenti nel modello si dovrebbero pesare le differenze e la probabilita di ogni risultato cambia.


Se riusciamo a scrivere il sistema di equazioni differenziali che governa la partita e risolverlo potremmo sapere a priori il risultato.
Io non credo alla probabilità, Esempio se io devo scegliere due oggetti e scelgo il primo, la mia scelta non è casuale perchè era "scritto" che io avrei scelto il primo oggetto.

Se riusciamo a scrivere queste formule (ora chi le ha? forse Dio?) riusciremmo a sapere come funziona il mondo. Per il momento ci dobbiamo accontentare di Modelli che simulano parti di realtà.
Twilight Struggle - Additional Developer e Map Editor (1° e 2° edizione) [GMT Games]
The Caucasus Campaign - Developer [GMT Games]
Ardennes 44' 2nd edition - Developer [GMT Games]
France 40' - Special Assistant [GMT Games]
Holland 44' - In Development [GMT Games]
Offline LordYupa
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 781
Iscritto il: 08 novembre 2004
Goblons: 220.00
Località: Frosinone

Messaggioda eddie » 2 nov 2005, 0:26

LordYupa ha scritto:
MadeR ha scritto: nella definizione classica 1/3 sarebba la risposta giusta se: il campo fosse perfetto e uniforme, senza vento ed egualemente illuminato in ogni punto, tutti giocatori fossero cloni di sé stessi nella stessa forma e avessero mangiato contemporaneamente le stesse cose identiche, le connessione neurali fossero identiche per tutti loro... altrimenti nel modello si dovrebbero pesare le differenze e la probabilita di ogni risultato cambia.


Se riusciamo a scrivere il sistema di equazioni differenziali che governa la partita e risolverlo potremmo sapere a priori il risultato.
Io non credo alla probabilità, Esempio se io devo scegliere due oggetti e scelgo il primo, la mia scelta non è casuale perchè era "scritto" che io avrei scelto il primo oggetto.

Se riusciamo a scrivere queste formule (ora chi le ha? forse Dio?) riusciremmo a sapere come funziona il mondo. Per il momento ci dobbiamo accontentare di Modelli che simulano parti di realtà.

le equazioni differenziali possono darci il risultato della partita solo con un certo grado di probabilità a causa del fattore quantico(vedi heisenberg)a causa del quale viviamo in un mondo non deterministico.se questo fattore non ci fosse allora le equazioni governerebbero il mondo e potremmo conoscere la fine dell'universo
Sì, stavo seduto a mangiarmi la focaccina, a bermi il caffé e a ripassare l'accaduto nella mia mente quando ho avuto quello che gli alcolisti definiscono il momento di lucidità
Offline eddie
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2240
Iscritto il: 08 gennaio 2005
Goblons: 0.00
Località: roma(caput mundi)

Messaggioda LordYupa » 2 nov 2005, 0:53

eddie ha scritto:le equazioni differenziali possono darci il risultato della partita solo con un certo grado di probabilità a causa del fattore quantico(vedi heisenberg)a causa del quale viviamo in un mondo non deterministico.se questo fattore non ci fosse allora le equazioni governerebbero il mondo e potremmo conoscere la fine dell'universo


Per me il mondo è Deterministico, noi siamo attori di un copione già scritto
Twilight Struggle - Additional Developer e Map Editor (1° e 2° edizione) [GMT Games]
The Caucasus Campaign - Developer [GMT Games]
Ardennes 44' 2nd edition - Developer [GMT Games]
France 40' - Special Assistant [GMT Games]
Holland 44' - In Development [GMT Games]
Offline LordYupa
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 781
Iscritto il: 08 novembre 2004
Goblons: 220.00
Località: Frosinone

Messaggioda genma1 » 2 nov 2005, 10:04

LordYupa ha scritto:Se riusciamo a scrivere il sistema di equazioni differenziali che governa la partita e risolverlo potremmo sapere a priori il risultato.

In realtà il successo del gioco tedesco è stato sancito proprio dal fatto che le scelte multiple sono intrinsecamente non deterministiche, gli scacchi lo sono, i giochi tedeschi no perchè dipendono da scelte avversarie delle quali non è possibile stabilire una convenienza a priori per due motivi:
- Alcune scelte potrebbero essere parimenti valide
- Le scelte future dei giocatori renderanno le scelte attuali comunque non deterministiche

A meno che tu non voglia dire che si potrebbe in linea teorica calcolare la soluzione del sistema di equazioni che governa la mente umana ma... in questo caso anche il lancio del dado potrebbe essere considerato deterministico.

In effetti, escludendo il libero arbitrio, tutto può essere calcolato, ma la teoria della probabilità classica è stata concepita per far fronte a quelle situazioni in cui il peso computazionale sia tale da rendere di fatto incalcolabile l'esito a priori.
The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
Immagine
Offline genma1
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: 06 luglio 2004
Goblons: 4,260.00
Località: Roma(RM) e Frosinone(FR)

Messaggioda LordYupa » 2 nov 2005, 13:28

genma1 ha scritto:In realtà il successo del gioco tedesco è stato sancito proprio dal fatto che le scelte multiple sono intrinsecamente non deterministiche, gli scacchi lo sono, i giochi tedeschi no perchè dipendono da scelte avversarie delle quali non è possibile stabilire una convenienza

E' però possibile sapere il "risultato" del gioco supponendo che lo stiano giocando due persone "razionali" e determinare la migliore strategia. Stò parlando in linea teorica, perchè fare una cosa del genere non è sempre fattibile.

Esempio: Il gioco Sasso, forbici, carta.
Se due giocatori "razionali" giocano a questo gioco utilizzando il metodo di eliminazione di strategie dominate (o anche il procedimento mini-max) il primo giocatore non sà cosa giocare perchè ogni sua mossa potrà essere intuita dall'avversario e controbattuta, risultato: il primo giocatore rimane all'infinito a scegliere una strategia. Allora cosa fare per non far capire al secondo giocatore la strategia del primo? E quella che neanche il primo giocatore sappia la propria strategia, cioè far scegliere al caso (con uguale probabilità) se giocare Sasso o Forbici o Carta. Se entrambi i giocatori giocano cosi il teorema di Von Neumann ci dice che il gioco ha "equilibrio" e i due giocatori hanno probabilità di vittoria di 1/2.

Un altro importante risultato è che queste strategie sono massimali, cioè giocando con altre strategie (esempio gioco sistematicamente Sasso) si potranno ottenere solo risultati peggiori.
Twilight Struggle - Additional Developer e Map Editor (1° e 2° edizione) [GMT Games]
The Caucasus Campaign - Developer [GMT Games]
Ardennes 44' 2nd edition - Developer [GMT Games]
France 40' - Special Assistant [GMT Games]
Holland 44' - In Development [GMT Games]
Offline LordYupa
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 781
Iscritto il: 08 novembre 2004
Goblons: 220.00
Località: Frosinone

Messaggioda genma1 » 2 nov 2005, 14:02

LordYupa ha scritto:Esempio: Il gioco Sasso, forbici, carta.

Esatto!!! L'esempio è perfetto, i giochi tedeschi racchiudono un qualche aspetto del tuo esempio, e per questo non si riesce nenche a scrivere un articolo serio sulle possibili eperture in El Grande ;)
The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
Immagine
Offline genma1
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: 06 luglio 2004
Goblons: 4,260.00
Località: Roma(RM) e Frosinone(FR)

Messaggioda Juda » 2 nov 2005, 19:12

Mi sembra che l' esempio fatto vada esattamente nella direzione opposta al determinismo. Mi sbaglio?

Adotta un Juda, ti sara "fedele" per sempre!?!

Offline Juda
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1571
Iscritto il: 25 novembre 2004
Goblons: 0.00
Località: Lodi

Messaggioda Biggossa » 2 nov 2005, 19:43

sdp ha scritto:In un certo senso e' un controsenso perche' ci piacerebbe lanciare dieci volte la monetina e comprendere anche perche' puo' venire per un miliardo di volte consecutive testa, ma non e' cosi'.

A questo proposito c'è un bellissimo film con Tim Roth intitolato "Guildestern e Rosencranz sono morti" che da una perfetta spiegazione del perché ai due amici continui a venire sempre testa per 900 volte consecutive... Scusate l'intervento forse un po' OT... Ah, il motivo delle 900 volte è nel titolo stesso del film...[/i]

Biggossa Lo Terrore s'accompagna allo passo ciondolante d'esto strano trapassato che non vuol esser menato.

Offline Biggossa
Novizio
Novizio

Avatar utente
Game Inventor
Game Illustrator
 
Messaggi: 225
Iscritto il: 04 novembre 2004
Goblons: 480.00
Località: Torino

Precedente


  • Pubblicita`

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti