Sinestesia(estrema) nel gioco: è possibile?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Sinestesia(estrema) nel gioco: è possibile?

Messaggioda simox » 22 dic 2010, 9:24

Prima di cominciare, do un concetto spicciolo di sinestesia per chi non la conosce (sperando di non sbagliarmi); in pratica, si parla di sinestesia quando un singolo senso attiva diversi apparati sensoriali.


Per fare un esempio, se io vedo un incudine da 150 chili, e qualcuno mi chiede di spostarla e rispondo "oh ca...":in quel momento, attraverso la vista, io percepisco, in questo caso empiricamente, che quel peso è per me impossibile da sollevare.

Detto ciò, passiamo alla discussione: da un mio amico, ho giocato alla ps3 con il Play move (quei giochi che ti vedono con la webcam, per intenderci), e ci siamo sfidati tutti quanti a vari sporti(pallavolo, ping pong...); alla fine, esaltando il mio spirito guerrafondaio, ho schiumato pur di provare "scudo e spada", così ci ho giocato.

Alla fine della serata, tutti stavano bene; io, l'unico ad aver giocato a scudo e spada, mi ritrovo col braccio tutto indolenzito.

Probabilmente non è così (o almeno, non solo, visto che ho articolato il braccio all'inverosimile, e che comunque questi giochi implicano una seppur minima fatica), però mi è piaciuto pensare che il dolore deriva dalla sensazione di aver sollevato e maneggiato un peso consistente: si sa che le spade sono pesanti, e forse mi sono immaginato a tal punto di tenere in mano una spada, da percepirne persino la fatica...ah, forza dell'immaginazione :lol: .

PS: è superfluo dire che mi sono promesso di non riprovare quel gioco per mooooooooooolto tempo!

Voi cosa ne pensate? avete mai avuto esperienze quanto più vicine a questa situazione?

Quando ho un mano un American Game, non mi faccio scrupoli a modificarlo a mani basse per soddisfare le mie esigenze di gioco: sbilanciamenti immondi e situazioni assurde nel gioco fanno parte del divertimento

Offline simox
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader
 
Messaggi: 1088
Iscritto il: 02 settembre 2009
Goblons: 850.00
Località: Campania
Mercatino: simox

Messaggioda Jehuty » 22 dic 2010, 14:21

Non saprei dirti 8-O

Dipende dal numero di 'colpi' che hai comunque effettuato. Possiedo il Wii, e in Wii Sport c'è la boxe....

Sono 3 round da 3 minuti ciascuno, intervallati da circa 5 secondi l'uno dall'altro -.-

Sono circa 10 minuti in cui agiti la braccia e busto tentando di colpire l'avversario e schivare colpi... tutto sull'orlo dell'infarto!!!!
In cui subito dopo si passano 10 minuti ad ansimare sul divano (e tutti quelli che l'hanno provato sono finiti così...).

Credo che il tuo male al braccio sia dovuto, forse, alla quantità di colpi inferti e dalla 'foga' con cui tentavi di colpire, imho 8-O
Immagine
Offline Jehuty
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
Tdg Super Moderator
 
Messaggi: 8246
Iscritto il: 26 agosto 2010
Goblons: 270.00
Località: Nella Bocca di un Vulcano (CE)
Utente Bgg: Jehuty
Mercatino: Jehuty

Re: Sinestesia(estrema) nel gioco: è possibile?

Messaggioda Stormbringer » 2 gen 2011, 17:25

simox ha scritto:alla fine, esaltando il mio spirito guerrafondaio, ho schiumato pur di provare "scudo e spada", così ci ho giocato.

Alla fine della serata, tutti stavano bene; io, l'unico ad aver giocato a scudo e spada, mi ritrovo col braccio tutto indolenzito.

Probabilmente non è così (o almeno, non solo, visto che ho articolato il braccio all'inverosimile, e che comunque questi giochi implicano una seppur minima fatica), però mi è piaciuto pensare che il dolore deriva dalla sensazione di aver sollevato e maneggiato un peso consistente: si sa che le spade sono pesanti, e forse mi sono immaginato a tal punto di tenere in mano una spada, da percepirne persino la fatica...ah, forza dell'immaginazione :lol: .

PS: è superfluo dire che mi sono promesso di non riprovare quel gioco per mooooooooooolto tempo!

Voi cosa ne pensate? avete mai avuto esperienze quanto più vicine a questa situazione?


Si chiama acido lattico...

quando fai un movimento che non sei abituato a fare ripetute volte (cosa che succede a chi riprende ad allenarsi) il tuo corpo mette in circolo dell'acido lattico che si va a posizionare nella fascia muscolare interessata facendola indolenzire...

è un meccanismo di recupero dell'uomo..
Offline Stormbringer
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 82
Iscritto il: 17 ottobre 2010
Goblons: 0.00
Località: Ancona
Mercatino: Stormbringer

Messaggioda Cyrano » 4 gen 2011, 16:49

No l'acido lattico va in circolo solo il giorno dopo e quindi il dolore da AL arriva al terzo giorno (molto biblicamente). Probabilmente qui è proprio una questione di sinestesia e cioè invece di eseguire meccanicamente i movimenti simox ha immaginato i colpi contraendo così i vari tendini del braccio che (non abituati) si sono infiammati. La cosa succede proprio perché da una parte noi agiamo "tendendoci" come se avessimo in mano l'atrezzo e dall'altra non proviamo i contraccolpi fisici che ci spingerebbero a fermarci prima di infiammare i tendini.

Sono comunque giochi da fare con le dovute pause ^^
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)
Mercatino: Cyrano

Messaggioda alfredo » 4 gen 2011, 21:08

Il fattore mentale è determinante anche in quelle discipline in cui i movimenti hanno un'importanza fondamentale, come ad esempio le discipline sportive o musicali (ho affrontato questo argomento studiando queste ultime).
Non è sempre e solo una questione fisica, ma anche il nostro atteggiamento mentale determina, tra le altre cose, quanti e quali muscoli useremo per compiere un certo movimento.
La visualizzazione funzionale al movimento è una componente molto utilizzata in discipline come lo yoga o il pilates, nelle quali viene spesso chiesto al praticante di "immaginare che..." mentre si compiono i movimenti.

Ci sarebbe un'amplia bibliografia sull'argomento, alimentata soprattutto dalle ricerche di psicologia cognitivista (nata il secolo scorso) che ha al centro della sua indagine proprio i processi mentali.
Offline alfredo
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1296
Iscritto il: 23 agosto 2007
Goblons: 290.00
Località: Monsampolo del tronto (AP)
Utente Bgg: fidimar
Facebook:https://www.facebook"> https://www.facebook
Mercatino: alfredo

Messaggioda Cyrano » 5 gen 2011, 9:28

Siamo un po' OT ma nello yoga (quello vero) si dovrebbe creare un vuoto mentale e quindi la visualizzazione è un errore. Ed in effetti è questo che costituisce un paradosso: anche ad encefalogramma piatto lo Yoga (se fatto correttamente) non ha controindicazioni. Da qui si è ipotizzata l'esistenza (documentanta) di una forma di pensiero o di visualizzazione più "profonda" di tipo Cartesiano. :)

Qui mi fermo perché da qui in poi io sono "di parte". ;)
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)
Mercatino: Cyrano

Messaggioda Sprunx » 5 gen 2011, 9:50

Cyrano ha scritto:No l'acido lattico va in circolo solo il giorno dopo e quindi il dolore da AL arriva al terzo giorno.

Sono d'accordo che l'acido lattico non centra con quello di cui stiamo parlando. Però una precisazione (OT): l'acido lattico viene eliminato molto in fretta dal circolo sanguigno, nel giro di qualche minuto o al limite di qualche ora dall'attività svolta. Solo una piccola parte resta nel muscolo, ma non c'entra con il dolore che si avverte nei giorni successivi (come spesso si tende a credere): qui si parla di "Indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata". Fine OT medico :grin:
Mario B.
Asmodee Italia
www.asmodee.it
Prima di postare domande, leggi le FAQ sezione Asmodee Italia sulla Tana dei Goblin.
Offline Sprunx
Goblin
Goblin

Avatar utente
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 7391
Iscritto il: 03 ottobre 2008
Goblons: 1,170.00
Località: Verona
Utente Bgg: sprunx
Mercatino: Sprunx

Messaggioda Cyrano » 5 gen 2011, 10:52

Ma va? 8-O

Non si finisce mai di imaprare, grazie :grin:
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)
Mercatino: Cyrano

Re: Sinestesia(estrema) nel gioco: è possibile?

Messaggioda Domon » 5 gen 2011, 12:05

simox ha scritto:Prima di cominciare, do un concetto spicciolo di sinestesia per chi non la conosce (sperando di non sbagliarmi); in pratica, si parla di sinestesia quando un singolo senso attiva diversi apparati sensoriali.


Per fare un esempio, se io vedo un incudine da 150 chili, e qualcuno mi chiede di spostarla e rispondo "oh ca...":in quel momento, attraverso la vista, io percepisco, in questo caso empiricamente, che quel peso è per me impossibile da sollevare.

Detto ciò, passiamo alla discussione: da un mio amico, ho giocato alla ps3 con il Play move (quei giochi che ti vedono con la webcam, per intenderci), e ci siamo sfidati tutti quanti a vari sporti(pallavolo, ping pong...); alla fine, esaltando il mio spirito guerrafondaio, ho schiumato pur di provare "scudo e spada", così ci ho giocato.

Alla fine della serata, tutti stavano bene; io, l'unico ad aver giocato a scudo e spada, mi ritrovo col braccio tutto indolenzito.

Probabilmente non è così (o almeno, non solo, visto che ho articolato il braccio all'inverosimile, e che comunque questi giochi implicano una seppur minima fatica), però mi è piaciuto pensare che il dolore deriva dalla sensazione di aver sollevato e maneggiato un peso consistente: si sa che le spade sono pesanti, e forse mi sono immaginato a tal punto di tenere in mano una spada, da percepirne persino la fatica...ah, forza dell'immaginazione :lol: .

PS: è superfluo dire che mi sono promesso di non riprovare quel gioco per mooooooooooolto tempo!

Voi cosa ne pensate? avete mai avuto esperienze quanto più vicine a questa situazione?


è un problema comune delle prime volte che si giocano giochi simili. in pratiac è derivato dal fare movimenti "come se" si avesse in mano qualcoa di pesante, ma senza averlo effettivamente. io sono rimasto con la spalla paralizzata una settimana causa lancio nel baseball :D
Niccolò
Offline Domon
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4322
Iscritto il: 12 maggio 2005
Goblons: 0.00
Località: Milano
Mercatino: Domon


Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti