Sul Divertimento....

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Messaggioda Necros » 12 giu 2005, 13:42

Infatti si puo benissimo andare in discoteca tutta la notrte e la mattian dopo(se ce la fai) fare una sessione di D&D, queste cose certamente non sono in contrapposizione.

Penso che tutti noi almeno una volta nella vita saino andati in disco, preso una sonora sbonza e forse fotto uso anche di droghe(si spera leggere), poi ognuno è padrone della propria vita, giusto?

la cosa che da veramente fastidio però è essere ritenuti degli sflgati perche in discoteca non ci vai tutti i santi sabati ma preferisci andare al cinema con gli amici.
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00
Mercatino: Necros

Messaggioda sinat75 » 12 giu 2005, 15:18

Interessante si il post!
Nonostante ormai da qualche anno abbia abbandonato la vita notturna devo dire che a volte mi manca. Vorrei sfatare questo mito dell'andare in discoteca e non riuscire a stringere rapporti sociali. Per mia esperienza la discoteca (o disco-pub o locale metal o qualsiasi altro tipo) è un punto di ritrovo importante. Normalmente ci si trova tutti insieme da qualche parte, una piazza, un barrino, una casa o anche una fermata dell'autobus (!!!!), ci si trova, si scazza, si parla si discute del più o del meno oppure di cose importanti, magari si ha l'occasione di conoscere nuove persone, poi si va tutti insieme nel locale stabilito. La relazione passa allora ad una altro livello, c'è chi balla, chi beve esageratamente, chi fuma l'impossibile, chi litiga e chi si bacia.

Non so quante di queste cose si possano fare tutte in una serata qualsiasi, ma solitamente il calderone umano ed emotivo si presenta quasi sempre in queste lunghe notti che spesso finiscono all'alba.

Il giorno dopo magari ti ritrovi con un bel mal di testa, oppure sei raggiante per aver conosciuto quella tipa che volevi tanto conoscere, oppure ancora sei inkazzato per una litigata fatta con un tuo amico, magari non ti ricordi più nulla perchè hai fumato l'impossibile, oppure hai conosciuto meglio quell'amico che non ti saresti aspettato.

Quando sento parlare di vita notturna vuota o inutile mi viene da pensare due cose, o chi lo dice non ha mai fatto vita notturna oppure io sono stato così fortunato da fara la vita notturna con persone fantastiche. E non sto parlando di un piccolo gruppo ristretto, ho girato e frequentato tantissimi tipi di gruppi e di persone, dai metallari ai discotecari agli pseudo intellettuali anni '70 e tutti mi hanno lasciato qualcosa. Certo, si incontrano anche tante teste vuote, ma quelle, purtroppo ci sono un pò ovunque, le più pure, pensate un pò, le ho conosciute in ambito politico...

Col tempo, ma forse sono io che son fatto così, le emozioni calano perchè si cominciano a vivere strani deja-vù, magari cambiano le priorità e cambia la prospettiva da cui si vedono le cose e soprattutto cambiano anche gli ambienti e le persone che li frequentano. Si lascia il posto ad altri, curiosamente criticando le nuove generazioni un pò come facevano i nonni e pensando "ma io non ero così!", ma in fondo è solo una nuova generazione di ragazzi che si sta scoprendo, che sta toccando con mano gli eccessi, i primi amori, le grandi e piccole amicizie, per qualcuno di loro saranno esperienze vuote e magari "da pecoroni", per altri sarà un passo importante della loro vita.

Augh.
-- Sinat --

"...e cantava mentre l'arma fumava del sangue nero dei giganti che costituivano la guardia del corpo di Gothmog, finchè questa tutta si dissolse..."
Offline sinat75
Novizio
Novizio

Avatar utente
 
Messaggi: 205
Iscritto il: 30 gennaio 2004
Goblons: 30.00
Località: Amsterdam
Mercatino: sinat75

Messaggioda Necros » 12 giu 2005, 21:46

Già gli anni '80 doveve+ano essere veramente belli di notte( ma soprattutto in disco...staning alive 8) )però concordo in cieno sul fatto che dipende con chi si esce e con chi si sta!
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00
Mercatino: Necros

Messaggioda mork » 13 giu 2005, 1:28

Necros ha scritto:Penso che tutti noi almeno una volta nella vita saino andati in disco, preso una sonora sbonza e forse fotto uso anche di droghe(si spera leggere), poi ognuno è padrone della propria vita, giusto?


Sulla sbronza posso anche essere d'accordo su altro proprio no.
E non faccio morale.
Si può anche ammettere che la propria libertà di essere o fare vada rispettata, ma visto che quando si è sbronzi o "sballati" nonsi è padroni di se stessi come si fa a garantire che non si vada a ledere il diritto di altri?
Mi dispaice ma non sono proprio d'accordo. :-?
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa
Mercatino: mork

Messaggioda Exilium » 13 giu 2005, 1:54

se dovessi dare una definizione di me stesso vi direi (dopo aver imprecato tre ore perche odio dovermi definire) che sono un solitario filo-dark/gothic...

capirete dunque perche adoro la notte, visto che inevitabilmente e meno popolata, piu silenziosa, e adorabilmente malinconica.

capirete anche perche detesto gruppi di ragazzi alticci che urlano mentre vanno a 120Km/h in citta con l autoradio a tutto volume (TUNZ-TUNZ-TUNZ-TU-TU-TUNZ)

la vita notturna non esiste.non DEVE esistere.
la notte è bella proprio perche è tranquilla...

non voglio dire che dopo il tramonto dobbiano chiuderci in casa e guai a chi esce con gli amici, ovviamente...

ma mi rattrista vedere che delle persono che incontro praticamente nessuna si sofferma ad ammirare la bellezza della notte...
troppo occupati a guardare le ragazze,a bere,o a sentire pessima musica(di qualsiasi genere)...

il senso del post era proprio questo...

perche la gente deve pensare che l unico divertimento sia nella confusione e nella folla?

e perche la gente non deve rispettare IL MIO divertimento?
Immagine

Down with the Clown till I'm Dead in the Ground...
Offline Exilium
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 04 giugno 2005
Goblons: 0.00
Località: Pisa
Mercatino: Exilium

Messaggioda eddie » 13 giu 2005, 2:06

Exilium ha scritto:se dovessi dare una definizione di me stesso vi direi (dopo aver imprecato tre ore perche odio dovermi definire) che sono un solitario filo-dark/gothic...

capirete dunque perche adoro la notte, visto che inevitabilmente e meno popolata, piu silenziosa, e adorabilmente malinconica.

capirete anche perche detesto gruppi di ragazzi alticci che urlano mentre vanno a 120Km/h in citta con l autoradio a tutto volume (TUNZ-TUNZ-TUNZ-TU-TU-TUNZ)

la vita notturna non esiste.non DEVE esistere.
la notte è bella proprio perche è tranquilla...

non voglio dire che dopo il tramonto dobbiano chiuderci in casa e guai a chi esce con gli amici, ovviamente...

ma mi rattrista vedere che delle persono che incontro praticamente nessuna si sofferma ad ammirare la bellezza della notte...
troppo occupati a guardare le ragazze,a bere,o a sentire pessima musica(di qualsiasi genere)...

il senso del post era proprio questo...

perche la gente deve pensare che l unico divertimento sia nella confusione e nella folla?

e perche la gente non deve rispettare IL MIO divertimento?

infatti...quoto in pienissimo......la gente non rispetta i modi di fare degli altri e questo è sbagliato... perhè devo sentirmi dire"tu dipingi i pupazzetti!!!" quando i pupazzetti sono un divertimento molto più sano e impegnativo del fantacalcio e di altre ca***e connesse??ma soprattutto...perchè mi critica uno che non sa nemmeno come si tiene in mano un pennello????
Sì, stavo seduto a mangiarmi la focaccina, a bermi il caffé e a ripassare l'accaduto nella mia mente quando ho avuto quello che gli alcolisti definiscono il momento di lucidità
Offline eddie
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2240
Iscritto il: 08 gennaio 2005
Goblons: 0.00
Località: roma(caput mundi)
Mercatino: eddie

Messaggioda mork » 13 giu 2005, 2:09

eddie ha scritto:infatti...quoto in pienissimo......la gente non rispetta i modi di fare degli altri e questo è sbagliato... perhè devo sentirmi dire"tu dipingi i pupazzetti!!!" quando i pupazzetti sono un divertimento molto più sano e impegnativo del fantacalcio e di altre ca***e connesse??ma soprattutto...perchè mi critica uno che non sa nemmeno come si tiene in mano un pennello????



Me tocca quotare il nanozzo.
Se non sei una pecora uniformata al branco sei un "diverso" da etichettare ed allontanare.
MORK

A Roma, la serata ludica è:
THE GOLDEN RULE
Offline mork
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4595
Iscritto il: 31 marzo 2004
Goblons: 470.00
Località: Roma - De Sanctis Villa
Mercatino: mork

Messaggioda genma1 » 13 giu 2005, 9:34

Amici Goblin,

Molte sono state le opinioni espresse e credo che ormai sia stato detto più o meno tutto.

Concludo solamente dicendo che se si vuole rispetto per le proprie passioni come "dipingere i pupazzetti" è necessario rispettare quelle altrui vuote che possano sembrarci.

Per dirne una non capisco come si faccia ad andare allo stadio a vedere una partita sacrificando così la domenica ma... non lo capisco non è che non lo tolleri. Non è che dica che chi lo fa sia un cretino.

Così il mio post provocatore era solamente una spinta a riflettere e a cercare di capire quanto ci possa essere di buono in ciò che vediamo come distante, e a non criticare ciò che non conosciamo, visto che tutti i giocatori di ruolo e strategia sanno quanto sia fastidioso subirlo.
The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
Immagine
Offline genma1
Saggio
Saggio

Avatar utente
Top Reviewer 2 Star
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: 06 luglio 2004
Goblons: 4,260.00
Località: Roma(RM) e Frosinone(FR)
Mercatino: genma1

Messaggioda Necros » 13 giu 2005, 13:08

Adesso farò il biblico: "Non guardare la pagliuzza nell'occhi dell'alto ma guarda la trave ne tuo occhio."
Insomma io sono liberissimo di fare i "pupazzetti" senza dover essere citicato o ritenuto uno sfigato


mork ha scritto:
Necros ha scritto:Penso che tutti noi almeno una volta nella vita saino andati in disco, preso una sonora sbonza e forse fotto uso anche di droghe(si spera leggere), poi ognuno è padrone della propria vita, giusto?


Sulla sbronza posso anche essere d'accordo su altro proprio no.
E non faccio morale.
Si può anche ammettere che la propria libertà di essere o fare vada rispettata, ma visto che quando si è sbronzi o "sballati" nonsi è padroni di se stessi come si fa a garantire che non si vada a ledere il diritto di altri?
Mi dispaice ma non sono proprio d'accordo. :-?



Infatti, il gioco è non andare troppo oltre, un paio di birrette e basta, tanto per divertirsi ma senza esaggerare



P.S. Quoto sia eddie sia Exillium!Mi piace quello che avete detto!
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00
Mercatino: Necros

Messaggioda Exilium » 13 giu 2005, 13:28

ed ecco appunto la svolta del discorso....

cosa credete che stiamo facendo in questo momento?

stiamo criticando persone che si divertono in altri modi, rispetto ai nostri canoni.

noi giochiamo,loro ci criticano
loro si divertono, noi li critichiamo....

e questo il vero punto:siamo tanto diversi?

viviamo lo stile di vita che scegliamo,disprezzando un po per invidia un po per ignoranza tutto cio che e in qualche modo diverso.


sapete quale e la vera differenza?
il senso delle nostre azioni


non mi sentirete mai dire io gioco a D&D perche i miei amici ci giocano o io dipingo miniature perche è una cosa troppo figa

finche le persone mi daranno delle valide giustificazioni ai loro personali divertimenti avranno tutto il mio rispetto,

chi segue la massa ed agisce solo per apparire nel gruppo,avra da me solo disprezzo
Immagine

Down with the Clown till I'm Dead in the Ground...
Offline Exilium
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 04 giugno 2005
Goblons: 0.00
Località: Pisa
Mercatino: Exilium

Messaggioda Necros » 13 giu 2005, 13:37

Apprezzo e concordo pienamente, hai detto esattamente ciò che penso senza sembrare offensivo e critico nei confronti di altra gente.
A parer mio nella vita bisogna essere equilibrati, è molto difficile ma ci si puo riuscire!
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00
Mercatino: Necros

Messaggioda genluvi » 13 giu 2005, 14:04

Exilium ha scritto:se dovessi dare una definizione di me stesso vi direi (dopo aver imprecato tre ore perche odio dovermi definire) che sono un solitario filo-dark/gothic...

capirete dunque perche adoro la notte, visto che inevitabilmente e meno popolata, piu silenziosa, e adorabilmente malinconica.

capirete anche perche detesto gruppi di ragazzi alticci che urlano mentre vanno a 120Km/h in citta con l autoradio a tutto volume (TUNZ-TUNZ-TUNZ-TU-TU-TUNZ)

la vita notturna non esiste.non DEVE esistere.
la notte è bella proprio perche è tranquilla...

non voglio dire che dopo il tramonto dobbiano chiuderci in casa e guai a chi esce con gli amici, ovviamente...

ma mi rattrista vedere che delle persono che incontro praticamente nessuna si sofferma ad ammirare la bellezza della notte...
troppo occupati a guardare le ragazze,a bere,o a sentire pessima musica(di qualsiasi genere)...

il senso del post era proprio questo...

perche la gente deve pensare che l unico divertimento sia nella confusione e nella folla?

e perche la gente non deve rispettare IL MIO divertimento?


Bellissimo questo pensiero sulla notte, molto spesso mi ritrovo a pensare la stessa cosa....la notte è oramai inquinata da luci e rumori, ora non si può più chiamare notte....(io fra l'altro ho la passione dell'astronomia....passione abbandonata per l'inquinamento luminoso).

Spesso per divertirsi serve rispetto, e soprattutto rispetto dei limiti....la musica eccessiva, l'alcool, la dorga, l'assoluta conformità all'apparenza....tutto è eccessivo, per non parlare del rapporto fra uomo donna. Non esistono più freni e inibizioni. Questo per me non significa divertimento ma perdizione, nel vero senso della parola....forse perdersi in mezzo a delle forti sensazioni ogni tanto ci vuole, ma dopo chi ci garantisce di essere in grado di ritrovare la strada o come essere sicuri di non fare cose di cui ci si potrebbe pentire.........un semplice bacio dato con troppa facilità può portare delle conseguenze, anche profonde, magari non a noi ma alla persona che si bacia.
La voglia di spingersi sempre più oltre dei "divertimenti" giovanili non indica uno stato di benessere ma di malessere, è in non riuscire a restare dentro a un proprio ruolo e alla propria identità, il non accontentarsi di ciò che si è o peggio il non saperlo nemmeno. Da sempre la trasgressione è imperante nei giovani, ma questa non ha più un valore o un significato....è il perdersi nella confusione e nell'apparenza.
La via [...] mi piaceva, ma mi era ancora spiacevole passare per le sue strettoie.
- S. Agostino, Le Confessioni -
Offline genluvi
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 436
Iscritto il: 14 gennaio 2005
Goblons: 0.00
Località: Venezia
Mercatino: genluvi

Messaggioda Exilium » 13 giu 2005, 17:38

asd, vero genluvi, ma cosi facciamo un passo indietro...

abbiamo gia detto che ognuno e libero di perdersi come vuole,l importante e che sia consapevole di cosa fa e perche lo fa...

non dobbiamo giudicare gli altri per le azioni, ma per i motivi...

in realta ci viene insegnato a non giudicare gli altri,ma cazz; devo sempre subire in silenzio?
Immagine

Down with the Clown till I'm Dead in the Ground...
Offline Exilium
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 04 giugno 2005
Goblons: 0.00
Località: Pisa
Mercatino: Exilium

Messaggioda eddie » 13 giu 2005, 18:02

Exilium ha scritto:non dobbiamo giudicare gli altri per le azioni, ma per i motivi...

No.Io giudico la persona non per quello che la spinge a fare una cosa, ma per quello che fa a ME.
Ti vuoi drogare? drogati!
Ti vuoi distruggere il cervello con la musica a palla? Distruggitelo!
Alla fine sei padrone della tua vita.
Ma ca**o non venirmi a rompere con la storia dei pupazzetti che allora mia arrabbio.
Sì, stavo seduto a mangiarmi la focaccina, a bermi il caffé e a ripassare l'accaduto nella mia mente quando ho avuto quello che gli alcolisti definiscono il momento di lucidità
Offline eddie
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2240
Iscritto il: 08 gennaio 2005
Goblons: 0.00
Località: roma(caput mundi)
Mercatino: eddie

Messaggioda Exilium » 13 giu 2005, 18:17

errore eddie...

se per tutta la notte avessi fatto baldoria e mi ritrovassi alle 5 del mattino a dipingere il mio stupido capitano degli space marines e qualcuno mi facesse notare che è da malati di mente, considerato magari che nella mattina magari devo lavorare/avere un esame/sostenere un colloquio come posso arrabbiarmi per una critica del genere?

quello che da noia e che la gente critichi senza dare delle valide spiegazioni, mancando quindi di rispetto per le attivita altrui.

puo essere anche il peggior criminale balordo drogato nazista del mondo, ma se una critica e giusta e giusta...


come dicevo, non e la critica, ma le argomentazioni che si portano a sostegno della tesi a fare la differenza tra giusto o sbagliato
Immagine

Down with the Clown till I'm Dead in the Ground...
Offline Exilium
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 55
Iscritto il: 04 giugno 2005
Goblons: 0.00
Località: Pisa
Mercatino: Exilium

PrecedenteProssimo

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti