Tabletopia: il futuro dei giochi da tavolo?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Rage, Sephion, pacobillo

Re: Tabletopia: il futuro dei giochi da tavolo?

Messaggioda LordDrachen » 2 set 2015, 9:14

[offtopic]
donhaldo ha scritto:Tu a questo dai una connotazione altamente negativa

Semplicemente credo che porterà alcuni rami del gdt a sparire per mancanza di giocatori o a diventare collezionsimo / gioco solitario.
Semplicemente credo che porterà il gioco ad omologarsi troppo.
Questo per ciò che riguarda il mono-genere.
Per quello che riguarda la community credo che non esista e sia frazionata proprio una tendenza che è guidata da un implicito "i gdt son questi, non quegli altri" (per estremizzare) che porta inevitabilmente a creare pregiudizi ("quello non lo provo perché mi hanno detto/ho letto che...").
Alla lunga non è un bell'andare, perché passi che io e te non giochiamo insieme, ma probabilmente ci sentiamo parte pure di due realtà differenti. Realtà inevitabilmente ristrette.[/offtopic]
Occhio che se il gdt copia il gdr con i gruppi di gioco fissi, fa la stessa fine : si smette di giocare quando, per impegni della vita, uno o più persone saltano, smettono, sono impossibilitati.
Come dal gdr si è passati al MMORPG, non vorrei che dal gdt si passasse a Tabletopia. Certo ci saranno differenze, ma il concetto è che vai ad isolare il giocatore, togliendo una componente fondamentale del gaming. Inoltre è proprio il sistema per creare super-steccati. Imho.
Mi trovate anche su BGG. ^_^
Ho visto qualcuno impedire un Runaway Leader ed essere travolto da una Snowball

Immagine
http://www.noferplei.it
Offline LordDrachen
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4022
Iscritto il: 02 agosto 2011
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: LordDrachen
Twitter: LordDrachen
Mercatino: LordDrachen

Re: Tabletopia: il futuro dei giochi da tavolo?

Messaggioda donhaldo » 2 set 2015, 10:04

[offtopic]
LordDrachen ha scritto:Occhio che se il gdt copia il gdr con i gruppi di gioco fissi, fa la stessa fine : si smette di giocare quando, per impegni della vita, uno o più persone saltano, smettono, sono impossibilitati.


Per i gdt, soprattutto in area "german", non ne sono così convinto proprio per la loro caratteristica di fornire un'ottima e soddisfacente esperienza di gioco (a chi piace il genere, ovviamente!) in un tempo normalmente limitato alle due-tre ore e questo favorisce la possibilità di creare gruppi estemporanei quando mancano componenti del gruppo "solito".
Questo ovviamente parlando di club o associazioni.
Su una piattaforma online il problema non si pone: la gente per giocare si trova sempre, anche se, come ho già detto, è una modalità che non appaga le mie esigenze ludiche e quindi non uso.[/offtopic]
Immagine
Offline donhaldo
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2303
Iscritto il: 24 marzo 2014
Goblons: 100.00
Località: Modena
Utente Bgg: donhaldo
Mercatino: donhaldo

Re: Tabletopia: il futuro dei giochi da tavolo?

Messaggioda LordDrachen » 2 set 2015, 10:18

[offtopic]
donhaldo ha scritto:Per i gdt, soprattutto in area "german", non ne sono così convinto proprio per la loro caratteristica di fornire un'ottima e soddisfacente esperienza di gioco (a chi piace il genere, ovviamente!) in un tempo normalmente limitato alle due-tre ore e questo favorisce la possibilità di creare gruppi estemporanei quando mancano componenti del gruppo "solito".

te l'ho già detto: bisogna avere la fortuna di avere sempre gente nuova con QUEI gusti.
per quanto l'euro sia maggioranza è pur sempre una nicchia di un hobby di nicchia.
arriva uno che gioca a Twilight Imperium III e in quel club non gioca.
Quindi capisco il sogno bagnato :asd: di molti di un futuro fatto di soli eurogamer, ma non credo avverrà
nonostante le spinte in tal senso.[/offtopic]
Mi trovate anche su BGG. ^_^
Ho visto qualcuno impedire un Runaway Leader ed essere travolto da una Snowball

Immagine
http://www.noferplei.it
Offline LordDrachen
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4022
Iscritto il: 02 agosto 2011
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: LordDrachen
Twitter: LordDrachen
Mercatino: LordDrachen

Re: Tabletopia: il futuro dei giochi da tavolo?

Messaggioda gen0 » 2 set 2015, 10:30

LordDrachen ha scritto:Come dal gdr si è passati al MMORPG, non vorrei che dal gdt si passasse a Tabletopia. Certo ci saranno differenze, ma il concetto è che vai ad isolare il giocatore, togliendo una componente fondamentale del gaming. Inoltre è proprio il sistema per creare super-steccati. Imho.


[offtopic]Gli mmo fanno l'esatto opposto, non isolano i giocatori, anzi spesso li costringono a fare community, inserirsi in una gilda ecc. Poi comunque non è affatto vero che si è passati dai gdr agli mmo, anzi, il mercato degli mmo stenta terribilmente a crescere anche solo di poco (corea a parte dove vanno come treni, ma sono un'eccezione). Ad ora solo Warcraft se la comanda, gli altri tentano qualcosa ma poi in breve tempo diventano free2play. Destiny solo è riuscito a fare qualcosa in merito, ma solo perchè ha permesso a tanta gente che ignorava il genere (i giocatori console) un qualcosa di nuovo.
In tutto questo gli rpg sono tutt'altro che morti, solo che si sono tendenzialmente spostati verso l'occidente, come sta accadendo a tutto il mercato del videogaming, per evidenti demeriti e mancanze dei giapponesi e per meriti degli americani. Un tempo il top dei gdr era final fantasy, ora è The Witcher. Ma sempre rpg/gdr sono.[/offtopic]

Tornando totalmente IT:

Per il resto è impossibile che tabletopia distrugga i gdt classici per come sono. E' palesemente un "surrogato", un qualcosa per chi "vorrei giocare con titoli fisici ma per limitazioni varie non posso" (e non c'è nulla di male in questo).
E' la stessa paura infondata che ebbero i giocatori di magic quando videro arrivare magic online. Non mi pare che siano spariti i giocatori di magic con le carte di cellulosa in mano...

Comunque quelli che tu chiami "steccati" e "gruppi" sono semplicemente persone con gusti diversi. E succede la stessa cosa con altri prodotti. E non tutti evitano determinati prodotti per "partito preso". Io ad esempio so bene di non apprezzare i giochi di piazzamento e gestione risorse, di preferire un cooperativo ad un competitivo, american a german ecc. E son tutte cose nate provando quei prodotti prima di scartarli
Immagine
Offline gen0
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 3639
Iscritto il: 14 luglio 2014
Goblons: 400.00
Località: Roma
Utente Bgg: gen0
Mercatino: gen0
Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Podcast Maker I love American

Re: Tabletopia: il futuro dei giochi da tavolo?

Messaggioda donhaldo » 2 set 2015, 10:43

gen0 ha scritto:Per il resto è impossibile che tabletopia distrugga i gdt classici per come sono. E' palesemente un "surrogato", un qualcosa per chi "vorrei giocare con titoli fisici ma per limitazioni varie non posso" (e non c'è nulla di male in questo).


Infatti fino a quando le due cose viaggiano su binari distinti non mi "preoccupano" (lo scrivo tra virgolette perché io la notte dormirei lo stesso anche se chiudessero tutte le case editrici e rimanessero solo BGA, Yucata e tabletopia! :asd: ), perché ognuno rimane libero di scegliere la modalità di gioco che preferisce.
Sono le "contaminazioni" che mi fanno un po' storcere il naso, ma anche qui, fino a quando rimangono confinate ad alcuni titoli, il problema, per me, non si pone.

gen0 ha scritto:Comunque quelli che tu chiami "steccati" e "gruppi" sono semplicemente persone con gusti diversi. E succede la stessa cosa con altri prodotti.


Esattamente
Immagine
Offline donhaldo
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2303
Iscritto il: 24 marzo 2014
Goblons: 100.00
Località: Modena
Utente Bgg: donhaldo
Mercatino: donhaldo

Re: Tabletopia: il futuro dei giochi da tavolo?

Messaggioda yon » 2 set 2015, 10:55

Galandil ha scritto:
yon ha scritto:Vediamo. Ipotizziamo che a me piaccia il softair, ma il gruppo più vicino di gioco sta a 50 Km, cosa faccio?
In questa vita non si può avere tutto, se a me piace una cosa e agli altri no, cercherò qualcos'altro da fare. Voglio dire, non ci sono solo i GdT...


No, aspetta, fermo, sei DAVVERO serio?
Cioé, io vivo in un posto assolutamente privo di altri giocatori, posso avere a disposizione quantomeno una piattaforma online e NON LA DEVO SFRUTTARE? WTF! :rotfl:

Sono serissimo.
Presi in esame i vantaggi e gli svantaggi che ho elencato precedentemente, lascio perdere la piattaforma virtuale e piuttosto faccio altro. Proprio perché non si può volere tutto dalla vita e non si può prendere il buono buttando via il cattivo.
Poi la discussione verte su eventuali vantaggi e svantaggi, io non pretendo né ho mai preteso che quelli che io percepisco come svantaggi lo siano per tutti, salvo alcuni dati oggettivi.

Per me il gioco non si riduce ad una sfida tra cervelli. Forse per te sì e allora scarti tutta la valenza sociale che io ci annetto, sono due opinioni diverse e credo che quindi si viaggerà sempre in parallelo :-)
Possiamo fare un parallelo con lo sport, c'è chi fa sport perché deve vincere una competizione, chi ci annette un significato più ampio e di vincere non gli importa poi troppo. Secondo me è migliore il secondo punto di vista.


[offtopic](Per @LordDrachen invece è migliore il primo, per questo tifa Rube
viewtopic.php?f=9&t=60660&p=1035518&hilit=bonucci#p1035518
LordDrachen ha scritto:Ultimamente sono troppe volte d'accordo con Yon. Anche stavolta.
Per rimediare dirò solo una cosa: Bonucci. :twisted:

Džeko ;) )
[/offtopic]
Ultima modifica di yon il 2 set 2015, 10:58, modificato 1 volta in totale.
L'irriverenza conduce alla sconsideratezza V. von Croy
Immagine
Offline yon
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2699
Iscritto il: 10 aprile 2013
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: YonHQ
Mercatino: yon
HeroQuest Fan Sono un cattivo

Re: Tabletopia: il futuro dei giochi da tavolo?

Messaggioda LordDrachen » 2 set 2015, 10:57

[offtopic]
gen0 ha scritto:Gli mmo fanno l'esatto opposto, non isolano i giocatori, anzi spesso li costringono a fare community, inserirsi in una gilda ecc.

Le gilde non sono communities. Ho giocato a WoW e LoL. Tutto si può dire dei MMORPG tranne che stimolino una community di appassionati, sono gruppi di competitori tesi a competere con altri gruppi. La loro incidenza sullo sviluppo del gioco è zero (a meno di non essere pro-gamers).

Ad ora solo Warcraft se la comanda

Mi sa che sei rimasto indietro: League of Legends ha più giocatori di WOW. E i MMORPG hanno inevitabilmente dei punti di saturazione, ma son numeri tali da far impallidire qualsiasi cosa.
In compenso i gdr tabletop sono in crisi permanente e ben lontani dagli anni d'oro.

poi in breve tempo diventano free2play

LoL è free to play da sempre. Eppure guadagnano un sacco di soldi. Il businness del gaming online oggi è parecchio diverso
da un tempo. Oggi, come sul mobile, paghi dei benefits, non paghi per giocare.

Un tempo il top dei gdr era final fantasy, ora è The Witcher. Ma sempre rpg/gdr sono.

Non hai capito una ciolla: sto parlando di gdr da tavolo. :asd:[/offtopic]

un qualcosa per chi "vorrei giocare con titoli fisici ma per limitazioni varie non posso" (e non c'è nulla di male in questo).

ah ma dai, che strano che ancora oggi si cita Ultima Online come il primo vero incontro da RPG tabletop e RPG su Pc.
Ma no, non ha mica fatto scuola, macché. :asd:
In realtà i limiti del tabletop sono stati superati a destra e quindi oggi, al tabletop, giocano una minoranza sparuta
rispetto qualche decennio fa.

E' la stessa paura infondata che ebbero i giocatori di magic quando videro arrivare magic online. Non mi pare che siano spariti i giocatori di magic con le carte di cellulosa in mano...

Mondi completamente differenti.
1) Magic ha una componente di collezionismo tale che non è paragonabile al gdt moderno.
2) Magic è torneistico
3) Magic poggia sul fatto di comprare carte fisiche per fare deckbuilding, e con i soldi investiti nessuno vuole
rischiare che gli cracckino l'account online per perdere uno stipendio di carte.

Comunque quelli che tu chiami "steccati" e "gruppi" sono semplicemente persone con gusti diversi.

Sono steccati per trovare gente con cui giocare, per fare attività ludica, ecc.
Se i gusti sono un ostacolo a fare club comuni, attività comuni, allora le minoranze, i generi meno diffusi, andranno a sparire.
I gruppi di gioco si formeranno solo se c'è gente con gli stessi gusti.
E questo perchè ? "Perché gioco solo a quello che mi pare"
Ed il problema è anche che senza community tu non fai nemmeno da tramite e da contatto con altre persone che invece
potrebbero pure avere gusti come i tuoi.

A me vedere il gaming omologato mi fa tristezza, sorry.
Mi trovate anche su BGG. ^_^
Ho visto qualcuno impedire un Runaway Leader ed essere travolto da una Snowball

Immagine
http://www.noferplei.it
Offline LordDrachen
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 4022
Iscritto il: 02 agosto 2011
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: LordDrachen
Twitter: LordDrachen
Mercatino: LordDrachen

Re: Tabletopia: il futuro dei giochi da tavolo?

Messaggioda gen0 » 2 set 2015, 10:58

donhaldo ha scritto:Sono le "contaminazioni" che mi fanno un po' storcere il naso, ma anche qui, fino a quando rimangono confinate ad alcuni titoli, il problema, per me, non si pone.


i giochi che piacciono a te, se ho inteso le tipologie, dubito potranno mai avere bisogno o usufruire di un'app
Immagine
Offline gen0
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 3639
Iscritto il: 14 luglio 2014
Goblons: 400.00
Località: Roma
Utente Bgg: gen0
Mercatino: gen0
Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Podcast Maker I love American

Re: Tabletopia: il futuro dei giochi da tavolo?

Messaggioda donhaldo » 2 set 2015, 11:09

gen0 ha scritto:
donhaldo ha scritto:Sono le "contaminazioni" che mi fanno un po' storcere il naso, ma anche qui, fino a quando rimangono confinate ad alcuni titoli, il problema, per me, non si pone.

i giochi che piacciono a te, se ho inteso le tipologie, dubito potranno mai avere bisogno o usufruire di un'app


Lo credo anch'io... :asd:
Immagine
Offline donhaldo
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2303
Iscritto il: 24 marzo 2014
Goblons: 100.00
Località: Modena
Utente Bgg: donhaldo
Mercatino: donhaldo

Re: Tabletopia: il futuro dei giochi da tavolo?

Messaggioda gen0 » 2 set 2015, 11:11

LordDrachen ha scritto:
gen0 ha scritto:Gli mmo fanno l'esatto opposto, non isolano i giocatori, anzi spesso li costringono a fare community, inserirsi in una gilda ecc.

Le gilde non sono communities. Ho giocato a WoW e LoL. Tutto si può dire dei MMORPG tranne che stimolino una community di appassionati, sono gruppi di competitori tesi a competere con altri gruppi. La loro incidenza sullo sviluppo del gioco è zero (a meno di non essere pro-gamers).


Lol non è un mmo...è un MOBA, tipologia ben diversa. Ed infatti lol non stimola minimamente la community, cosa che invece accade con un WoW che ti porta a fare il tuo gruppo di giocatori. Ma sicuramente almeno ti porta ad avere un gruppo. Tu hai citato il passaggio tra gdr agli mmo come un qualcosa che fatto perdere lo stimolo di fare gruppo, è l'esatto contrario. Conosco gente che è ormai amica da anni grazie a wow. Ci sono persone che si sono sposate dopo essersi conosciute su wow (non le conosco direttamente ma vabbè)
A WoW non puoi giocare praticamente senza gilda. Final Fantasy 7 lo puoi finire chiuso in stanza senza vedere la luce o altri esseri viventi.

Ad ora solo Warcraft se la comanda

Mi sa che sei rimasto indietro: League of Legends ha più giocatori di WOW. E i MMORPG hanno inevitabilmente dei punti di saturazione, ma son numeri tali da far impallidire qualsiasi cosa.
In compenso i gdr tabletop sono in crisi permanente e ben lontani dagli anni d'oro.


Mi sa che non sai manco di cosa parli visto che, ripeto, LOL non è un mmo :sisi: quindi non ha il benchè minimo senso inserirlo nella discussione
poi in breve tempo diventano free2play

LoL è free to play da sempre. Eppure guadagnano un sacco di soldi. Il businness del gaming online oggi è parecchio diverso
da un tempo. Oggi, come sul mobile, paghi dei benefits, non paghi per giocare.


idem come sopra, lol non è un mmo.

Comunque quelli che tu chiami "steccati" e "gruppi" sono semplicemente persone con gusti diversi.

Sono steccati per trovare gente con cui giocare, per fare attività ludica, ecc.
Se i gusti sono un ostacolo a fare club comuni, attività comuni, allora le minoranze, i generi meno diffusi, andranno a sparire.


Benvenuto nel mondo reale XD Funziona così per tutto, da sempre.

I gruppi di gioco si formeranno solo se c'è gente con gli stessi gusti.
E questo perchè ? "Perché gioco solo a quello che mi pare"


e qui si ritorna al fatto che per te giocare è un obbligo/impegno, ma per gran parte del pianeta è divertimento, quindi trovo più che naturale che SE devo giocare ALLORA gioco solo a quello che voglio giocare


A me vedere il gaming omologato mi fa tristezza, sorry.


ma non è gaming omologato. Sarebbe più omologato se tutti giocassero a tutto.
Invece si vengono a formare persone con gusti diversi che formano gruppi diversi di gioco (notare quante volte compare la parola diverso che è proprio all'opposto del concetto di omologazione)



Secondo me, anche giustamente dal tuo punto di vista, hai paura che vadano appunto a morire determinati generi che ti piacciono, quindi vorresti metterti lì con la frusta :frusta: a costringere la gente a giocare ANCHE a quello che ti piace in modo da non vederlo sparire.
Ma non funziona così. Se qualcosa comincia a non piacere ci si può fare ben poco
Immagine
Offline gen0
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 3639
Iscritto il: 14 luglio 2014
Goblons: 400.00
Località: Roma
Utente Bgg: gen0
Mercatino: gen0
Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Podcast Maker I love American

Re: Tabletopia: il futuro dei giochi da tavolo?

Messaggioda yon » 2 set 2015, 11:14

gen0 ha scritto:
LordDrachen ha scritto:Se i gusti sono un ostacolo a fare club comuni, attività comuni, allora le minoranze, i generi meno diffusi, andranno a sparire.


Benvenuto nel mondo reale XD Funziona così per tutto, da sempre.

Ecco, cerchiamo di non farlo funzionare così. Non è che se uno ha gusti o idee che non si affilano alla maggioranza deve essere schiacciato dalla dittatura della maggioranza.

ma non è gaming omologato. Sarebbe più omologato se tutti giocassero a tutto.

l'omologazione comporta l'appiattimento su pochi o su un solo standard. L'omologazione nel gioco è tanti che giocano a poco, non tanti che giocano a tanto.

Per la cronaca, non ho mai visto Drachen costringere nessuno a giocare ai wargame e mi pare che il suo discorso sia tutto meno che: aboliamo i mmorpg, sugli scaffali solo wargames. Poi se uno ce lo vuole leggere per forza perché sa che gioca a giochi divenuti di nicchia è un altro paio di maniche.
L'irriverenza conduce alla sconsideratezza V. von Croy
Immagine
Offline yon
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2699
Iscritto il: 10 aprile 2013
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: YonHQ
Mercatino: yon
HeroQuest Fan Sono un cattivo

Re: Tabletopia: il futuro dei giochi da tavolo?

Messaggioda nakedape » 2 set 2015, 11:28

Il solito luddismo.

Il fascino della pellicola, altro che il digitale.
Il fascino del vinile mica il cd.
Il CD, mica l'MP3!
Il fascino della carta, altro che il kindle.
Il fascino della cornetta, altro che il cellulare.
Il fascino della radio altro che la TV.
...continuate voi.

Una volta che avremo teconologie sufficentemente comode, puzzilli e cartone spariranno. Perderemo in odori e materiali, qualcuno dirà in poesia...
Guadagneremo in:
- velocità di setup
- spazio in casa
- rule enforcement
- regole aggiornate
- possibilità di tutorial
- durata delle partite
- Impossibile avere pezzi mancanti o smarriti o deteriorati.

Inoltre potranno essere concepite nuove modalità di boardgaming e altro ancora.
Il trade off non lo trovo affascinante, lo trovo mostruosamente fico.
Se potessi averlo oggi lo vorrei ieri.
E quando il prodotto sarà maturo le conversioni saranno massicce.
Impressioni di Gioco

Qualità al posto di quantità.

https://www.facebook.com/groups/702594666567184
Offline nakedape
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 12697
Iscritto il: 21 dicembre 2009
Goblons: 100.00
Località: Sant' Agata Bolognese
Mercatino: nakedape
Sono stato alla Gobcon 2015 Sono stato alla Gobcon 2016 Podcast Maker

Re: Tabletopia: il futuro dei giochi da tavolo?

Messaggioda gen0 » 2 set 2015, 11:31

yon ha scritto:
gen0 ha scritto:
LordDrachen ha scritto:Se i gusti sono un ostacolo a fare club comuni, attività comuni, allora le minoranze, i generi meno diffusi, andranno a sparire.


Benvenuto nel mondo reale XD Funziona così per tutto, da sempre.

Ecco, cerchiamo di non farlo funzionare così. Non è che se uno ha gusti o idee che non si affilano alla maggioranza deve essere schiacciato dalla dittatura della maggioranza.


Se è per questo allora cerchiamo pure di far sparire la guerra nel mondo, la povertà e la violenza.

Non è possibile. Sono insite nell'animo umano.

Allo stesso modo non vedo come non lo si possa far funzionare così. Ho visto serie di fumetti finire perchè non piacevano alla maggioranza e a me si. Idem serie tv, anime, manga, videogiochi ecc. Anche in ambito gaming, adoravo le horrorclix -> non piacevano non vendevano abbastanza -> addio horrorclix viva le heroclix e similari.

Non vedo come si possa fare altrimenti o come si possa impedire un processo così chiaro, preciso, consolidato e, mi duole dirlo, anche giusto visto che ci sono di mezzo processi di produzione e vendita (e la gente deve mangiare, anche chi produce).

Come proponi di fare? Il massimo che si può fare è provare a insistere, ma oltre una certa soglia diventa ammorbante per chi subisce (e rischia pure l'effetto opposto) e umiliante per chi propone (il citofonare di cui parlava drachen). Inoltre a dirla tutta, per quanto sforzi si facciano, è un pò come provare a svuotare una barca che imbarca 1 litro d'acqua al minuto usando uno scottex (e anche di questo credo se ne sia accorto pure drachen).

ma non è gaming omologato. Sarebbe più omologato se tutti giocassero a tutto.

l'omologazione comporta l'appiattimento su pochi o su un solo standard. L'omologazione nel gioco è tanti che giocano a poco, non tanti che giocano a tanto.


è normale che ci sia omologazione nei gusti di una persona in ambito ludico. Non è facile immaginare che tutti i giochi che apprezza una persona abbiano in comuni determinati elementi.

E' una battaglia contro mulini a vento
Immagine
Offline gen0
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 3639
Iscritto il: 14 luglio 2014
Goblons: 400.00
Località: Roma
Utente Bgg: gen0
Mercatino: gen0
Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Podcast Maker I love American

Re: Tabletopia: il futuro dei giochi da tavolo?

Messaggioda yon » 2 set 2015, 11:47

Gen0, sono sinceramente dispiaciuto per la tua visione rassegnata del mondo.
Per inciso, io non trovo giusto che funzioni così ma non voglio aprire una voragine sociopolitica OT che esula da questo forum.
Solo:
è normale che ci sia omologazione nei gusti di una persona in ambito ludico.

Attenzione, non confondiamo i piani: un conto è il singolo giocatore, un conto è la platea di giocatori. Che ognuno abbia le sue preferenze è un conto, che tutti abbiano le stesse preferenze è un altro. Soprattutto perché non si può trascurare che spesso sono preferenze indotte da vari fattori (offerta del mercato, pubblicità, eccetera).


yon ha scritto:
gen0 ha scritto:perchè quindi dovrebbero stare lontane?

cioè per quale motivo? Dico a parte la paura arcaica del cerusico che vuole continuare ad usare le sanguisughe ed assaggiare l'urina per verificare se uno è diabetico mentre guarda con sdegno a strumenti del demogno come il glucometro elettronico :D

Lo so che si tratta di una battuta, però chiedo la cortesia di non dare del [glow=red]cavernicolo[/glow]

Galandil ha scritto:Per questi personaggi, non esiste via di mezzo accettabile. Da cui: [glow=red]talebani.[/glow] :sisi:

nakedape ha scritto:Il solito [glow=red]luddismo[/glow].

Ora, io non voglio stare qui a discriminare chi ha ragione o chi ha torto, ma mi sembra che il partito delle magnifiche e progressive sorti della Tecnologia sia un tantino lapidario con chi dice "ma veramente a me sembra che..."
Traetene le adeguate conclusioni.
L'irriverenza conduce alla sconsideratezza V. von Croy
Immagine
Offline yon
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2699
Iscritto il: 10 aprile 2013
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: YonHQ
Mercatino: yon
HeroQuest Fan Sono un cattivo

Re: Tabletopia: il futuro dei giochi da tavolo?

Messaggioda donhaldo » 2 set 2015, 11:51

nakedape ha scritto:Il solito luddismo.


Non è così, almeno non per me.
Per dire, io leggo quotidianamente su ebook, ma alcuni libri me li compro di carta, perché non vorrò mai e poi mai trovarmi ad essere schiavo di una batteria o elemosinare una presa elettrica per poterli consultare.
L'ultimo romanzo di Ken Follet me lo prendo su ebook, ma un libro di storia o di scienze lo compro in cartaceo.
Mi piacerebbe rimanere libero di scegliere.
E se mi si parla di impatto ambientale, non è che produrre e smaltire ebook reader non inquini, soprattutto in un contesto in cui si spinge a cambiare supporto tecnologico molto spesso! Io non sono in grado di valutare se sia peggio la massiccia produzione e stampa su carta o una eventuale massiccia riconversione su e-book. Voi sì?

Per i gdt, come la penso, l'ho già scritto.

Però vedo che si continuano ad affibbiare "etichette" a chi non si allinea ad un certo pensiero...
Immagine
Offline donhaldo
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2303
Iscritto il: 24 marzo 2014
Goblons: 100.00
Località: Modena
Utente Bgg: donhaldo
Mercatino: donhaldo

PrecedenteProssimo

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti