Tavolo da gioco 2019: diario di bordo

Forum dedicato ai giochi liberi in rete che spesso non hanno uno spazio proprio e finiscono per avere poco risalto o vengono considerati off-topic. Ricordate di citare il nome del gioco nel titolo dei post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per le altre regole in questo forum.

Moderatore: Hadaran

Re: Tavolo da gioco 2019: diario di bordo

Messaggioda paolobax » 14 gen 2019, 21:04

Non ci siamo più espressi sul discorso TV perché dopo esserci confrontati, riteniamo che sia meglio non mescolare le cose. Il rischio è quello di avere un tavolo che fa entrambe le cose ma in modo non ottimale. O che per farle ottimali porti via un sacco di tempo di progettazione, aumenti i costi, ecc.
Però vogliamo tenere l'appunto mentale: chissà che non possa essere il prossimo progetto (o uno dei prossimi).
Offline paolobax
Babbano
Babbano

 
Messaggi: 41
Iscritto il: 19 ottobre 2017
Goblons: 60.00
Mercatino: paolobax

Pubblicita`

Re: Tavolo da gioco 2019: diario di bordo

Messaggioda jure » 14 gen 2019, 21:13

pazienza :) sarà comunque un tavolo fantastico!
MEPHIT - Play RPG online for free www.mephit.it
Offline jure
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 04 ottobre 2011
Goblons: 0.00
Località: Piombino Dese, PD
Mercatino: jure

Re: Tavolo da gioco 2019: diario di bordo

Messaggioda paolobax » 16 gen 2019, 22:07

AGGIORNAMENTO #2 - Illuminazione a LED
In genere, una delle caratteristiche più appariscenti mostrata dai produttori di tavoli è l'illuminazione a led del piano di gioco. Personalmente l'ho sempre ritenuta una cosa inutile all'atto pratico, e non pensavo nemmeno che l'avremmo inclusa nel nostro tavolo. Poi però l'appetito vien mangiando, anche l'occhio vuole la sua parte, ecc... Modi di dire a parte, quella di integrare i led è una divertente sfida tecnica e costruttiva, quindi abbiamo deciso di affrontarla.

Nel prossimo post magari scriverò due parole relativamente all'alloggiamento dei led e dei cavi di alimentazione. Intanto il mio "socio" in questa avventura ha scritto un po' di considerazioni sui led in sé. Ecco qui.

La scelta dei led è dettata dalle specifiche tecniche dei singoli punti luminosi e in parte dall'estetica di come viene percepita la luce. Scegliere un prodotto facilmente reperibile sul mercato obbliga la scelta della tecnologia led da utilizzare.

Il singolo punto luminoso led può emettere una luce colorata ben definita od essere composto da tre piccoli emettitori RGB al fine di ottenere una tavolozza colori più ampia. Le tecnologie si differenziano per prestazioni luminose calcolate in lumen e assorbimento di potenza calcolato in watt.
La percezione della qualità della luce emessa varia al aumentare o diminuire della densità dei singoli punti luminosi distribuiti su di una striscia.

Le due tecnologie più facilmente disponibili sul mercato sono identificate dal nome commerciale del chip luminoso.
La serie 2835 identifica un punto che emette una luce di un colore ben determinato; nel nostro caso servono tre chip per ottenere la combinazione RGB. Il 2835 è un punto molto luminoso e dal consumo contenuto.
La necessita di affiancare 3 chip per ottenere una tavolozza di colori più ampia ne abbassa l'uniformità luminosa percepita dalla breve distanza.
Per questo motivo non pensiamo di scegliere la serie 2835.

Il chip 5050 integra nel singolo punto luminoso 3 emettitori di colore diverso, i colori primari posizionati ad 1/10 di mm l'uno dall'altro riescono a riprodurre una varietà di colori più ampia e dall'uniformità luminosa più gradevole.
L'intensità luminosa emessa e di poco inferiore a quella prodotta dal chip 2835; la potenza richiesta di poco superiore. Infatti il chip 5050 di dimensioni maggiori consuma più corrente e scalda un po' di più del 2835.

Se facciamo due calcoli il chip 2835 emette 24 lumen e consuma 0.18 Watt; valori che moltiplicati per il numero di punti luminosi presenti in una striscia di un metro, 60 punti, producono 1440 lumen/metro e consumano 10.8 Watt/metro.
Il chip 5050 emette 22 lumen e consuma 0.24 Watt valori che moltiplicati per il numero di punti luminosi presenti in una striscia di un metro, 60 punti, producono 1320 lumen/metro per un consumo di 14.4 Watt/metro

Questi dati ci permettono di dimensionare correttamente l'alimentatore necessario per illuminare il tavolo.
Il piano di gioco richiede indicativamente una striscia di 4.8 metri (ovviamente in rapporto alle dimensioni che intendiamo dare al tavolo) .
Usando il chip 5050 è necessario un alimentatore da minimo 70W.

Argomento a parte è il controllo delle strisce led.
I controller che abbiamo provato sono due: il classico ricevitore a IR e il nuovo controller digitale WIFI.
In controller IR (infra rosso) con telecomando è risultato essere di bassa qualità nella ricezione dei comandi.

Il nuovo controller digitale WIFI invece è risultato affidabile e dalla buona ricezione anche in modalità classica IR. Il nuovo controller permette di cambiare i colori utilizzando il classico telecomando IR, uno smartphone attraverso un'applicazione dedicata ed anche con i comandi vocali dei nuovi assistenti di Google e Amazon, aprendo nuove possibilità per l'utilizzo in futuro.

Alla prossima!
Offline paolobax
Babbano
Babbano

 
Messaggi: 41
Iscritto il: 19 ottobre 2017
Goblons: 60.00
Mercatino: paolobax

Re: Tavolo da gioco 2019: diario di bordo

Messaggioda paolobax » 21 gen 2019, 14:41

AGGIORNAMENTO #3 - Profili in alluminio per LED
Dopo una ricerca abbastanza approfondita abbiamo individuato i profili in alluminio che ci piacciono per contenere le strisce a LED.
Oltre ad avere un copertura sanata (in modo da diffondere la luce), volevamo un design molto "minimal" e lineare, per rispecchiare quello del tavolo in generale. Spesso questi tipi di profili hanno alette molto ampie, oppure coperture bombate. Ultimo requisito era poi la dimensione, che doveva essere più contenuta possibile.

Ed ecco qui cosa abbiamo trovato:

Immagine

La dimensione è 15,2 mm di larghezza per soli 6 mm di profondità. Quest'ultima è quella più interessante, poiché evita di scavare via troppo legno nel fianco della cornice del tavolo.
Offline paolobax
Babbano
Babbano

 
Messaggi: 41
Iscritto il: 19 ottobre 2017
Goblons: 60.00
Mercatino: paolobax

Re: Tavolo da gioco 2019: diario di bordo

Messaggioda filippo0 » 21 gen 2019, 20:12

Avete studiato anche un particolare orientamento per i led? Immagino che intensità e diffusione della luce potrebbero dare qualche problema di zone troppo luminose/zone d'ombra, soprattutto con giochi con elementi 3d grandi... Dico "immagino" perché non ho mai provato un tavolo con illuminazione led...
Offline filippo0
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 338
Iscritto il: 04 dicembre 2016
Goblons: 0.00
Mercatino: filippo0

Re: Tavolo da gioco 2019: diario di bordo

Messaggioda paolobax » 21 gen 2019, 20:20

filippo0 ha scritto:Avete studiato anche un particolare orientamento per i led? Immagino che intensità e diffusione della luce potrebbero dare qualche problema di zone troppo luminose/zone d'ombra, soprattutto con giochi con elementi 3d grandi... Dico "immagino" perché non ho mai provato un tavolo con illuminazione led...

I led saranno lungo tutto il perimetro del piano di gioco. Inoltre l'intensità dovrebbe essere regolabile tramite il controller. Appena avremo fisicamente in mano i led, faremo i dovuti test.
Offline paolobax
Babbano
Babbano

 
Messaggi: 41
Iscritto il: 19 ottobre 2017
Goblons: 60.00
Mercatino: paolobax

Re: Tavolo da gioco 2019: diario di bordo

Messaggioda paolobax » 22 gen 2019, 19:47

AGGIORNAMENTO #4 - Progetto CAD e rendering

Ci siamo! Il progetto è pronto!
Il mio socio Max ha fatto un primo disegno di massima del tavolo al CAD, da cui poi ha realizzato in Blender in rendering che potete vedere qui sotto. Si tratta ovviamente del tavolo aperto - pronto per giocarci sopra - e del tavolo chiuso - ovvero "a prova di moglie" :D Le linee sono pulite ed essenziali, così come avevamo in testa fin dall'inizio. Manca solo la rappresentazione dei led.
Ci sarebbe anche un terzo rendering che mostra una feature speciale, ma per ora non la sveleremo ancora.

Il disegno al cad è poi stato raffinato tenendo conto del formato delle plance di legno che useremo per il fondo e la copertura, ottimizzando i tagli. Abbiamo definito le misure di tutti i pezzi, la posizione dei fori per le viti, quella dei cassetti estraibili e delle canaline per i led, ecc.
Non resta che cominciare il lavoro vero e proprio!

Immagine
Immagine
Offline paolobax
Babbano
Babbano

 
Messaggi: 41
Iscritto il: 19 ottobre 2017
Goblons: 60.00
Mercatino: paolobax

Re: Tavolo da gioco 2019: diario di bordo

Messaggioda Simo4399 » 22 gen 2019, 20:19

I 3 pannelli che formano il piano del tavolo chiuso come sono bloccati?
Sono semplicemente appoggiati?

Sui lati ci sono delle linee che sembrano delle specie di cassetti.
Cosa sono?
Semplici linee di design?
Cassetti?
Pianetti estraibili?
improvvisare, adattarsi, raggiungere lo scopo
Offline Simo4399
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10181
Iscritto il: 30 ottobre 2010
Goblons: 0.00
Località: Pisa
Mercatino: Simo4399

Re: Tavolo da gioco 2019: diario di bordo

Messaggioda paolobax » 23 gen 2019, 2:31

I pannelli sono appoggiati nella scanalatura della cornice. Un meccanismo su un lato consentirà di sollevarne uno dei due in testa, per poterli rimuovere.

Quelle linee sono cassetti. Quello centrale un piano con due fori portabicchieri. Quelli laterali invece cassetti veri e propri per riporvi dadi, carte, fogli, matite, ecc.
Inoltre (non si vede nel rendering) anche sui lati corti ci saranno due cassettini più piccoli.
Offline paolobax
Babbano
Babbano

 
Messaggi: 41
Iscritto il: 19 ottobre 2017
Goblons: 60.00
Mercatino: paolobax

Re: Tavolo da gioco 2019: diario di bordo

Messaggioda Sacrilexi » 23 gen 2019, 14:27

i piani del tavolo quando aperto dove vanno messi? avete pensato ad un modo per no appoggiarli "in giro"?
Offline Sacrilexi
Babbano
Babbano

 
Messaggi: 42
Iscritto il: 17 dicembre 2018
Goblons: 0.00
Mercatino: Sacrilexi

Re: Tavolo da gioco 2019: diario di bordo

Messaggioda paolobax » 23 gen 2019, 16:09

Sacrilexi ha scritto:i piani del tavolo quando aperto dove vanno messi? avete pensato ad un modo per no appoggiarli "in giro"?

Non abbiamo previsto di riporli in alcun modo al momento. Un'idea vista da qualche produttore è avere una specie di scatola in cui inserirli che li tiene in piedi, senza doverli appoggiare.
Appenderli in qualche modo sotto al tavolo non è fattibile, perché ridurrebbero troppo lo spazio per le gambe.
Offline paolobax
Babbano
Babbano

 
Messaggi: 41
Iscritto il: 19 ottobre 2017
Goblons: 60.00
Mercatino: paolobax

Re: Tavolo da gioco 2019: diario di bordo

Messaggioda jure » 23 gen 2019, 17:56

paolobax ha scritto:
Sacrilexi ha scritto:i piani del tavolo quando aperto dove vanno messi? avete pensato ad un modo per no appoggiarli "in giro"?

Non abbiamo previsto di riporli in alcun modo al momento. Un'idea vista da qualche produttore è avere una specie di scatola in cui inserirli che li tiene in piedi, senza doverli appoggiare.
Appenderli in qualche modo sotto al tavolo non è fattibile, perché ridurrebbero troppo lo spazio per le gambe.
scatola o cavalletto, tipo quello delle chitarre
MEPHIT - Play RPG online for free www.mephit.it
Offline jure
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 04 ottobre 2011
Goblons: 0.00
Località: Piombino Dese, PD
Mercatino: jure

Re: Tavolo da gioco 2019: diario di bordo

Messaggioda paolobax » 24 gen 2019, 19:29

AGGIORNAMENTO #5 - Legno ed inizio lavori

Il lavoro ha avuto inizio! Siamo partiti da una grande plancia di frassino che potete vedere qui sotto.
E' un legno stabile e con una bella venatura, la cui superficie può essere resa completamente liscia, oppure se ne può esaltare la venatura con la tecnica della spazzolatura. Questo verrà usato per realizzare le gambe, i fianchi e la cornice in massello.
Per il piano di gioco e le plance di chiusura abbiamo optato per un particellare di legno placcato in frassino (quindi non una laminatura plastica). Rispetto ad altre soluzioni (listellare o multistrato), questa ci permette di avere maggior stabilità evitando che nel tempo le superfici si incurvino. Usare legno massello anche per i piani non è una soluzione percorribile per lo stesso motivo (oltre che, dati gli spessori contenuti, per la maggior fragilità).

Parlando di lastre di legno per il fondo e le plance di chiusura, date le misure in cui vengono vendute, abbiamo deciso di ottimizzare il lavoro e realizzare subito due tavoli! Così contiamo di sperimentare due finiture superficiali diverse, e magari anche due tipi di superfici di gioco.

Come potete vedere abbiamo già avviato la realizzazione delle gambe.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Offline paolobax
Babbano
Babbano

 
Messaggi: 41
Iscritto il: 19 ottobre 2017
Goblons: 60.00
Mercatino: paolobax

Re: Tavolo da gioco 2019: diario di bordo

Messaggioda paolobax » 28 gen 2019, 12:58

AGGIORNAMENTO #6 - Struttura di base

Abbiamo completato le gambe dei tavoli e tagliato i pezzi che costituiscono i fianchi, dai quali sono ricavate le aperture per i cassetti.
Per tenere insieme i fianchi e renderli solidali con le gambe, abbiamo fatto tagliare dal fabbro delle placche apposite. Queste si fissano ai fianchi e poi diagonalmente al ciascuna gamba tramite bulloni ed inserti filettati.

Abbiamo poi assemblato il tutto, ottenendo quindi la struttura di base del tavolo, a cui poi andremo a fissare la plancia di gioco e la cornice principale.
L'ultima foto mostra il risultato, anche se è un po' fuorviante perché abbiamo appoggiato uno sull'altro i fianchi dei due tavoli. Scusate.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Offline paolobax
Babbano
Babbano

 
Messaggi: 41
Iscritto il: 19 ottobre 2017
Goblons: 60.00
Mercatino: paolobax

Re: Tavolo da gioco 2019: diario di bordo

Messaggioda paolobax » 4 feb 2019, 20:28

AGGIORNAMENTO #7 - Cassetti

La struttura di supporto dei cassetti è pronta. Questa è solidale ai fianchi del tavolo (anziché al piano di gioco) per ragionamenti legati allo smontaggio del tavolo (per il trasporto) e soprattutto per tenere perfettamente in quadro tutta il tavolo.

I cassetti sono quasi pronti. Mancano i fori per i porta bicchieri. Come si vede in foto, sul lato lungo abbiamo messo 3 cassetti: i due laterali sono cassetti veri e propri, per quanto sottili. Andranno bene per riporvi fogli, matite, dadi, ecc, ma anche eventualmente i componenti dei giocatori (token, miniature) durante una partita. Il cassetto centrale è invece un ripiano nel quale ricaviamo i fori per 2 portabicchieri (uno per ogni giocatore su quel lato). Il lato corto ha 2 piccoli cassetti laterali; in questo caso uno è un cassetto e l'altro sostiene il portabicchiere.

I portabicchieri li abbiamo presi in offerta sul sito americano di Amazon. Abbiamo acquistato una confezione da 10 pezzi, più 2 sfusi per poter completare i due tavoli. Sono semplicemente in acciaio, con un diametro interno di 8 cm nel quale ci sta comodamente una bottiglia di birra da 66 cl. Non sono molto profondi, ma quanto basta per evitare che la bottiglia cada a terra se colpita.
Di portabichieri se ne trovano anche tanti sul cinese AliExpress, solo che ci uccidevano con le spese di spedizione. Nel caso produrremo altri tavoli, dovremo pensare a qualche economia di scala.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

PS: nella terza foto si vede anche parte della cornice che circonderà il piano di gioco e su cui si appoggeranno i giocatori. E' work-in-progress e credo oggetto del prossimo aggiornamento qui. A presto!
Offline paolobax
Babbano
Babbano

 
Messaggi: 41
Iscritto il: 19 ottobre 2017
Goblons: 60.00
Mercatino: paolobax

PrecedenteProssimo


  • Pubblicita`

Torna a [GV] L'angolo del gioco fai da te

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti