[IMPRESSIONI] The 7th Continent

Discussioni generali sui giochi da tavolo, di carte (non collezionabili/LCG) o altri tipi di gioco che non hanno un Forum dedicato. Indicate sempre il gioco di cui parlate nel titolo dei vostri post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum, come la guida per l'uso dei TAG nelle discussioni.

Moderatori: IGiullari, Agzaroth, romendil, Jehuty, rporrini, Hadaran, UltordaFlorentia

Re: [IMPRESSIONI] The 7th Continent

Messaggioda Thegoodson » 19 ago 2017, 14:32

suaimondi ha scritto:
Agzaroth ha scritto: C'è qualcosa che puoi realmente decidere o è come nei vecchi libri-game per cui "vado di là, muoio, allora vado di qua"?


Piccolo OT: non è vero in assoluto che nei vecchi librogame se vai di là vivi e se vai di qua muori.
Erano così soltanto i librogame fatti male (e ce n'erano parecchi).
Tutto sta nel capire se 7th continent punisce duro chi sbaglia o da piccoli malus che puoi comunque riuscire a tamponare.


acuta osservazione!
in più aggiungo che per questi rari ma pregevoli tipi di gioco a mio modo di vedere una valutazione basata prevalentemente sul gameplay risulti molto limitante, così come la consueta definizione di 'flavour" per il testo presente. Credo invece sia decisivo il livello letterario del prodotto, proprio per la vicinanza con l'oggetto libro.
Per questo motivo ho trovato fantastico Sherlock Holmes Consulting Detective (un grande prodotto editoriale!), ho trovato un'occasione mancata Above and Below (ovvero per la povertà narrativa delle esplorazioni tutte troppo simili e stereotipate, quando potevano essere scritte e narrate in modo molto più vario e avvincente) e con dispiacere non ho fatto il ks per 7th Continent (nonostante io non sia proprio anglofobo, ho pensato che godere di un prodotto simile richieda una piena conoscenza della lingua per immergersi nella narrazione).
Detto questo, Leggerò comunque con piacere i report dei fortunati fruitori di questo gioco
Offline Thegoodson
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 489
Iscritto il: 22 maggio 2013
Goblons: 0.00
Località: Brescia
Mercatino: Thegoodson

Re: [IMPRESSIONI] The 7th Continent

Messaggioda TheTaliesin » 19 ago 2017, 14:46

Anche io al tempo avevo desistito per inseguire la chimera italianizzazione (si vociferava GS) ma, mentre per titoli come gloomhaven le voci si sono fatte sempre più insistenti, qui non leggo interesse... Indi penso che sarà da giocare in lingua ;-)
In diretta dal paese delle streghe!
Offline TheTaliesin
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Organization
TdG Editor
 
Messaggi: 2725
Iscritto il: 04 maggio 2010
Goblons: 330.00
Località: Benevento
Mercatino: TheTaliesin
Sgananzium Fan Tocca a te fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col giallo Il Signore Degli Anelli fan Podcast Maker

Re: [IMPRESSIONI] The 7th Continent

Messaggioda wolframius » 19 ago 2017, 15:00

Agzaroth ha scritto:Ma solo io continuo a rimanete piuttosto freddo nei confronti di questo gioco?
Cioè, un gigantesco libro-game che dura ore e ore da fare praticamente da soli? Ma perché?

Quanto pesano le decisioni nei bivi da prendere? C'è qualcosa che puoi realmente decidere o è come nei vecchi libri-game per cui "vado di là, muoio, allora vado di qua"?


A parte le decisioni sulla mappa, parte importante del gioco è la gestione del mazzo, che è comune a tutti i giocatori e rappresenta l'energia dell'intero gruppo: è importante fare in modo che il mazzo non venga completamente depleto, e per far ciò bisogna ottimizzare le azioni in termini di carte pescate/successi da ottenere e fare azioni che permettano di mischiare le carte scartate.
Offline wolframius
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1787
Iscritto il: 19 gennaio 2012
Goblons: 0.00
Località: Piacenza/Pavia
Mercatino: wolframius

Re: [IMPRESSIONI] The 7th Continent

Messaggioda rasmas » 19 ago 2017, 15:29

Archimede75 ha scritto:Lo hai giocato da solo o con altri?


Una sessione con la moglie (coop), una sessione col figlio (due PG, ma essenzialmente solitario, lui seguiva affascinato la storia).
Diciamo che è un solitarione, non abbiamo sentito un alta "sfida" di cooperazione (alla Pandemia, Gloomhaven scenario, etc), un pò una cooperazione d'avventura alla Eldritch Horror, senza toccare i suoi livelli.

Agzaroth ha scritto:Cioè, un gigantesco libro-game che dura ore e ore da fare praticamente da soli? Ma perché?


La domanda mi sembra posta in maniera polemica, ma cercherò di risponderti per il senso che intendi.
"Ma Perchè?". Perché mi piacciono i libri game, da quando facevano le storielle di Topolino e a otto anni mi bastavano i bivi, passando per Joe Denver, mi è piaciuto giocare con mio figlio ai libri-fumetto-game Pirati, Cavalieri... per approdare a cose più avanzate come TIME STORIES, giochi di narrazione, Hide-and-seek, Sherlock CI, Unlock, etc etc

E questo già basterebbe...
Poi c'è dietro l'aspetto "letterario" che mi ha colpito e affondato in Gloomhaven, così come in questo (i gdt mi stanno sempre più stupendo da questo punto di vista).

Agzaroth ha scritto:Quanto pesano le decisioni nei bivi da prendere? C'è qualcosa che puoi realmente decidere o è come nei vecchi libri-game per cui "vado di là, muoio, allora vado di qua"?


Non ci sono bivi, c'è una mappa che tramite fog-of-war viene svelata pian piano, si sbloccano elementi e hai un mazzo di carte che rappresenta la tua vita e devi ottimizzare le mosse per sopravvivere in quanto "consumano" le carte del mazzo. In più ha un meccanismo di crafting degli oggetti che ti agevola nelle varie "mini-missioni" che ti si aprono esplorando ... è un gioco di avventura però quindi niente precisione matematica come in tedeschi coop, la sfiga pesa, ma la mitighi facendo "crescere" il tuo personaggio e "craftando" equipaggiamento. In più i PG sono tutti differenti e con propri poteri variabili e percorsi di miglioramento.

Non è un vecchio libro-game, è comunque un gioco figlio di questi tempi.

Blackrider81 ha scritto:É così randomico come é stato descritto? Investire 15 ore per poi perdere a causa della pesca di una carta mi inquieta abbastanza.


Ma assolutamente no, però rimane un gioco di avventura. Non è un coop alla Pandemia, GH o simili, dove puoi prevedere con approssimazione matematica.
Per morire devi consumare tutto un mazzo di carte fatto da 35 carte azione/oggetti/bonus + 5 carte specializzate per PG ....e 5 carte teschio (sfiga). Dopo che lo hai finito mischi gli scarti (dove vengono anche scartate le carte sfiga) e la prima volta che peschi una carta teschio-sfiga sei morto. Il che significa che ne hai di possibilità prima di morire... certo se fai un operazione altamente rischiosa quando il mazzo è finito, allora ci sta che ti può essere fatale.


Vorrei tranquillizzare per il livello di inglese.
Il gioco è fatto da dei francesi e si vede, molto più vicino al nostro modo di parlare. E' stato poi "tradotto" in inglese.
Ho trovato molto più ostico e difficile il livello narrativo di Gloomhaven che questo. Si legge una giacchettata.
.:RasMaS:.
Di recente ho giocato a...
Immagine
Offline rasmas
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 680
Iscritto il: 06 novembre 2006
Goblons: 20.00
Località: Pisa (PI)
Mercatino: rasmas

Re: [IMPRESSIONI] The 7th Continent

Messaggioda Thegoodson » 19 ago 2017, 16:10

rasmas ha scritto:
Archimede75 ha scritto:Lo hai giocato da solo o con altri?


Una sessione con la moglie (coop), una sessione col figlio (due PG, ma essenzialmente solitario, lui seguiva affascinato la storia).
...
Vorrei tranquillizzare per il livello di inglese.
Il gioco è fatto da dei francesi e si vede, molto più vicino al nostro modo di parlare. E' stato poi "tradotto" in inglese.
Ho trovato molto più ostico e difficile il livello narrativo di Gloomhaven che questo. Si legge una giacchettata.


Domanda. mai come in questo caso la questione sulla dipendenza dalla lingua sia cruciale e da calibrare.
Come ha fatto tuo figlio a seguire la storia, essendo in inglese?
E Leggevo in un commento sopra che l'inglese delle parti narrative risultava un po' ostico: questo non potrebbe compromettere il godimento del gioco, al di là delle icone per le meccaniche di base?
Offline Thegoodson
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 489
Iscritto il: 22 maggio 2013
Goblons: 0.00
Località: Brescia
Mercatino: Thegoodson

Re: [IMPRESSIONI] The 7th Continent

Messaggioda rasmas » 19 ago 2017, 18:02

Come ha fatto tuo figlio a seguire la storia, essendo in inglese?
E Leggevo in un commento sopra che l'inglese delle parti narrative risultava un po' ostico: questo non potrebbe compromettere il godimento del gioco, al di là delle icone per le meccaniche di base?


Mio figlio seguiva la storia raccontata da me e mi aiutava nelle scelte ... il più delle volte si cacava addosso appena giravamo una carta "nebbia".

Molte informazioni sono icone e si capiscono dai disegni.

Di testo ce n'è una tonnellata, DEVI conoscere l'inglese bene.

Dicevo solo che, per esempio, un Gloomhaven scritto da un madrelingua aveva tutta una serie di aggettivi e descrizioni molto evocative e ostiche ... mentre qui abbiamo un inglese tradotto che ho trovato molto più "scorrevole", grazie anche al fatto che i testi sono nella carte e non ci sono per esempio paginate di scenari da leggersi. Meno "stancante".

Punto fermo rimane: se conosci bene l'inglese vai tranquillo.
.:RasMaS:.
Di recente ho giocato a...
Immagine
Offline rasmas
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 680
Iscritto il: 06 novembre 2006
Goblons: 20.00
Località: Pisa (PI)
Mercatino: rasmas

Re: [IMPRESSIONI] The 7th Continent

Messaggioda viofla77 » 19 ago 2017, 19:10

Avete da subito inserito le carte delle tre espansioni o quello si fa solo quando si vuole giocare altre maledizioni?
Apostoli al fosforo illuminano Infedeli Blu. Saporedelferronellefauci
Offline viofla77
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 3041
Iscritto il: 10 febbraio 2014
Goblons: 200.00
Località: Pramaggiore (VE)
Utente Bgg: viofla77
Facebook: flavio collovini
Mercatino: viofla77

Re: [IMPRESSIONI] The 7th Continent

Messaggioda Blackrider81 » 19 ago 2017, 20:23

Per morire devi consumare tutto un mazzo di carte fatto da 35 carte azione/oggetti/bonus + 5 carte specializzate per PG ....e 5 carte teschio (sfiga). Dopo che lo hai finito mischi gli scarti (dove vengono anche scartate le carte sfiga) e la prima volta che peschi una carta teschio-sfiga sei morto. Il che significa che ne hai di possibilità prima di morire... certo se fai un operazione altamente rischiosa quando il mazzo è finito, allora ci sta che ti può essere fatale.


Vorrei capire meglio questa parte: il mazzo azione ha 45-50 carte ipotizzando 1 o due giocatori. Queste carte vengono consumate e scartate per fare azioni. Una volta esaurito questo mazzo si rimescolano gli scarti e si inizia a pescare da lì, con una sorta di timer in quanto alla prima pesca di un teschio sei morto. In pratica, esaurito il mazzo azione, sai che inizia un lento conto alla rovescia, giusto?

Da qualche parte leggevo che uno scenario può durare anche 15-20 ore. Immagino che cercare di non esaurire il mazzo azione sia indispensabile. Ma a parte centellinare le azioni, quali meccaniche permettono di controllare l'esaurimento del mazzo e l'entrata nella zona a rischio game over? Penso alle short/long rest di Gloomhaven per esempio. C'è qualcosa di simile in 7th continent? Perché altrimenti mi sembra difficile far durare 50 carte azione per 15 ore.
Offline Blackrider81
Esperto
Esperto

 
Messaggi: 546
Iscritto il: 30 aprile 2014
Goblons: 0.00
Località: Banco (Svizzera)
Utente Bgg: blackrider81
Mercatino: Blackrider81

Re: [IMPRESSIONI] The 7th Continent

Messaggioda caci2000 » 19 ago 2017, 20:57

Blackrider81 ha scritto:
Per morire devi consumare tutto un mazzo di carte fatto da 35 carte azione/oggetti/bonus + 5 carte specializzate per PG ....e 5 carte teschio (sfiga). Dopo che lo hai finito mischi gli scarti (dove vengono anche scartate le carte sfiga) e la prima volta che peschi una carta teschio-sfiga sei morto. Il che significa che ne hai di possibilità prima di morire... certo se fai un operazione altamente rischiosa quando il mazzo è finito, allora ci sta che ti può essere fatale.


Vorrei capire meglio questa parte: il mazzo azione ha 45-50 carte ipotizzando 1 o due giocatori. Queste carte vengono consumate e scartate per fare azioni. Una volta esaurito questo mazzo si rimescolano gli scarti e si inizia a pescare da lì, con una sorta di timer in quanto alla prima pesca di un teschio sei morto. In pratica, esaurito il mazzo azione, sai che inizia un lento conto alla rovescia, giusto?

Da qualche parte leggevo che uno scenario può durare anche 15-20 ore. Immagino che cercare di non esaurire il mazzo azione sia indispensabile. Ma a parte centellinare le azioni, quali meccaniche permettono di controllare l'esaurimento del mazzo e l'entrata nella zona a rischio game over? Penso alle short/long rest di Gloomhaven per esempio. C'è qualcosa di simile in 7th continent? Perché altrimenti mi sembra difficile far durare 50 carte azione per 15 ore.


Esistono carte che ti permettono di recuperare dagli scarti delle carte azione. Non ho ancora giocato ma immagino siano varie le possibilità di recuperare le "forze", cure dormire? mangiare.. ecc..
Offline caci2000
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2104
Iscritto il: 10 marzo 2013
Goblons: 0.00
Località: Verona
Mercatino: caci2000

Re: [IMPRESSIONI] The 7th Continent

Messaggioda rasmas » 19 ago 2017, 21:08

Blackrider81 ha scritto:Vorrei capire meglio questa parte: il mazzo azione ha 45-50 carte ipotizzando 1 o due giocatori. Queste carte vengono consumate e scartate per fare azioni. Una volta esaurito questo mazzo si rimescolano gli scarti e si inizia a pescare da lì, con una sorta di timer in quanto alla prima pesca di un teschio sei morto. In pratica, esaurito il mazzo azione, sai che inizia un lento conto alla rovescia, giusto?


Giusto! :approva:
Il mazzo può anche crescere per via di carte azione/skill-avanzate acquistabili con punti esperienza (che ottieni in svariati modi).

Blackrider81 ha scritto:Da qualche parte leggevo che uno scenario può durare anche 15-20 ore. Immagino che cercare di non esaurire il mazzo azione sia indispensabile. Ma a parte centellinare le azioni, quali meccaniche permettono di controllare l'esaurimento del mazzo e l'entrata nella zona a rischio game over? Penso alle short/long rest di Gloomhaven per esempio. C'è qualcosa di simile in 7th continent? Perché altrimenti mi sembra difficile far durare 50 carte azione per 15 ore.


Certo.
Ci sono gli oggetti (che trovi e/o che crafti), i bonus ottenuti, luoghi particolari (fuochi e bivacchi), le abilità, le proprietà innate... che manipolano il via-vai della carte tra scarti e mazzo-azioni.

Oppure semplicemente, se le condizioni lo permettono, vai a caccia e (se ti riesce) ti procuri da mangiare, che normalmente ti fa ritornare carte dagli scarti al mazzo.
Certo se ti trovi in un isola rocciosa, piccola e piena di rocce aride non è facile... ma non si può mai dire. ....se segui le tracce.... :asd:



Una curiosità: chicca di stile quando guadagni una carta-punti-esperienza, oltre ad un semplice " Vale 1XP" stampato, sotto riporta un "TIP!", ovvero consigli sparsi sulle regole e sul gioco in se, come quelli che nei videogiochi scorrono nei momenti di caricamento.... :D
.:RasMaS:.
Di recente ho giocato a...
Immagine
Offline rasmas
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 680
Iscritto il: 06 novembre 2006
Goblons: 20.00
Località: Pisa (PI)
Mercatino: rasmas

Re: [IMPRESSIONI] The 7th Continent

Messaggioda Simon77 » 19 ago 2017, 21:27

Non vedo l'ora di provarlo....avessi fatto il ks!!!
:maporc: :)

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
Offline Simon77
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 790
Iscritto il: 17 febbraio 2014
Goblons: 0.00
Mercatino: Simon77

Re: [IMPRESSIONI] The 7th Continent

Messaggioda TheTaliesin » 19 ago 2017, 21:46

Simon77 ha scritto:Non vedo l'ora di provarlo....avessi fatto il ks!!!
:maporc: :)

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
Non ti preoccupare Simo, non trovando copie a prezzo "amichevole", sicuramente andremo a caccia di qualche eb e ci aggiungeremo succosi add-on
In diretta dal paese delle streghe!
Offline TheTaliesin
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Organization
TdG Editor
 
Messaggi: 2725
Iscritto il: 04 maggio 2010
Goblons: 330.00
Località: Benevento
Mercatino: TheTaliesin
Sgananzium Fan Tocca a te fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col giallo Il Signore Degli Anelli fan Podcast Maker

Re: [IMPRESSIONI] The 7th Continent

Messaggioda nand » 19 ago 2017, 22:18

Blackrider81 ha scritto:In pratica, esaurito il mazzo azione, sai che inizia un lento conto alla rovescia, giusto?

In realtà non è proprio così, da regolamento quando non ci sono carte nel mazzo azione e devi pescare, nello step 2) Cost mischi la pila degli scarti e peschi da lì, e nello step 5) Discard rimetti e rimischi nella pila degli scarti le carte pescate, quindi non c'è un effetto timer che ti porterebbe inevitabilmente alla morte, ma ad ogni azione le probabilità si resettano al rapporto maledizioni/carte negli scarti e così c'è sempre una possibilità di scamparla.
Nota: se devi pescare e scartare carte azione a causa di uno stato che hai ricevuto, va fatto prima di poter rimischiare, quindi aumenta la possibilità di pescare una maledizione.
Offline nand
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5208
Iscritto il: 10 agosto 2004
Goblons: 80.00
Località: Modena
Utente Bgg: n_and
Mercatino: nand

Re: [IMPRESSIONI] The 7th Continent

Messaggioda wolframius » 20 ago 2017, 0:19

Blackrider81 ha scritto:
Per morire devi consumare tutto un mazzo di carte fatto da 35 carte azione/oggetti/bonus + 5 carte specializzate per PG ....e 5 carte teschio (sfiga). Dopo che lo hai finito mischi gli scarti (dove vengono anche scartate le carte sfiga) e la prima volta che peschi una carta teschio-sfiga sei morto. Il che significa che ne hai di possibilità prima di morire... certo se fai un operazione altamente rischiosa quando il mazzo è finito, allora ci sta che ti può essere fatale.


Vorrei capire meglio questa parte: il mazzo azione ha 45-50 carte ipotizzando 1 o due giocatori. Queste carte vengono consumate e scartate per fare azioni. Una volta esaurito questo mazzo si rimescolano gli scarti e si inizia a pescare da lì, con una sorta di timer in quanto alla prima pesca di un teschio sei morto. In pratica, esaurito il mazzo azione, sai che inizia un lento conto alla rovescia, giusto?

Da qualche parte leggevo che uno scenario può durare anche 15-20 ore. Immagino che cercare di non esaurire il mazzo azione sia indispensabile. Ma a parte centellinare le azioni, quali meccaniche permettono di controllare l'esaurimento del mazzo e l'entrata nella zona a rischio game over? Penso alle short/long rest di Gloomhaven per esempio. C'è qualcosa di simile in 7th continent? Perché altrimenti mi sembra difficile far durare 50 carte azione per 15 ore.


Certe azioni, tipo mangiare e riposarsi, ti fanno rimettere un tot di carte dagli scarti al mazzo di pesca.
Offline wolframius
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1787
Iscritto il: 19 gennaio 2012
Goblons: 0.00
Località: Piacenza/Pavia
Mercatino: wolframius

Re: [IMPRESSIONI] The 7th Continent

Messaggioda Ale Friend » 20 ago 2017, 10:31

Ok hype

Inviato dal mio ALE-L21 utilizzando Tapatalk
Le Parti e il Tutto - Formazione e Cultura del Gioco

https://lepartiltutto.wordpress.com/
Offline Ale Friend
Veterano
Veterano

 
Messaggi: 640
Iscritto il: 03 aprile 2015
Goblons: 20.00
Mercatino: Ale Friend

PrecedenteProssimo

Torna a [GdT] Giochi da Tavolo, di Carte e altri Giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti