[IMPRESSIONI] The Quest for El Dorado

Discussioni generali sui giochi da tavolo, di carte (non collezionabili/LCG) o altri tipi di gioco che non hanno un Forum dedicato. Indicate sempre il gioco di cui parlate nel titolo dei vostri post e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum, come la guida per l'uso dei TAG nelle discussioni.

Moderatori: IGiullari, Agzaroth, romendil, Jehuty, rporrini, Hadaran, UltordaFlorentia

Re: [IMPRESSIONI] Race to El Dorado

Messaggioda iugal » 1 lug 2017, 15:57

Provato finalmente ieri in 4.
Knizia prende una meccanica a lui nuova, dandone un interpretazione e un taglio "kniziano", riuscendo in questa maniera a renderla particolare.
Non sono un esperto di deckbuilding, non avendo giocato tantissimi titoli del genere, ma giochi di knizia sì ne ho provati parecchi.
Parlo di taglio "kniziano" perché in El Dorado il deckbuilding è pulito e essenziale.
Intanto la mano è di sole 4 carte (e non le classiche 5), riducendo le opzioni e di conseguenza tipici problemi legati al tempo delle mosse – scelta probabilmente anche dettata dal target family.
Poi in molti giochi del genere si può notare spesso una certa opulenza nelle scelte di desgin. Pare che per la struttura stessa della meccanica, l'autore sia invogliato a "esagerare" nella quantità di carte disponibili e anche nella possibilità di acquisto delle stesse da parte dei giocatori, che così arrivano a partita avanzata con mazzi di molte carte al grido di: "ok ho 'sti 2 soldi che mi avanzano, ma sì compriamo anche questa!". L'ottima soluzione di Knizia è quella che il denaro non serve solo all'acquisto, ma permette in alternativa il movimento sui terreni gialli.
Esempi di pulizia della meccanica potrebbero essere Concordia e Lewis & Clark, inoltre entrambi giochi di movimento in mappa. Siamo su un atro target, per cui la complessità è ovviamente maggiore, con più opzioni e azioni disponibili.
In El Dorado le carte fanno compiere soltanto 2 azioni: movimento e acquisto, e se volgiamo secondariamente la pesca di carte. L’aver focalizzato l’attenzione sul solo movimento (il gioco è una corsa e l’obiettivo è arrivare primi) ha fatto in modo che la valutazione nella conformazione del percorso sia essenziale nella scelta di ogni acquisto, che perciò non viene mai fatto a cuor' leggero. Ogni carta viene acquistata solo ai fini del movimento futuro, non ci sono strutture da costruire, luoghi da visitare o altre azioni da fare lungo il percorso: mai implementazione del deckbuilding ai fini del movimento in mappa è stata più rigorosa. E devo dire che i due aspetti si sposano molto bene, senza soffrire di ripetitività o noia. Non posso dirlo con certezza dopo una sola partita, ma credo che, a fronte delle sole due azioni, cambiare il percorso dia luogo ogni volta a partite veramente molto diversificate.
Bello il twist sul mercato attivo e futuro, altra scelta che può dar luogo a partite diverse tra loro; e il twist sulle barriere da rimuovere per passare da una tessera all'altra che collezionate funzionano per spezzare gli spareggi.
L’aspetto “kniziano” di pulizia che ho maggiormente apprezzato è che per tutta la partita il mazzo non è mai troppo intasato, e si riesce a fare una previsione abbastanza accurata sul momento in cui una data carta dovrebbe uscire.
Bella anche la componente di interazione nell’occupazione delle caselle in prossimità del percorso degli avversari.
Per me dopo una prima prova su strada, promosso. Consigliato a chi piace Knizia e/o i giochi di corsa e/o la meccanica di deckbuilding. Sempre tenendo presente che si tratta di un family.
Offline iugal
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 331
Iscritto il: 26 maggio 2013
Goblons: 120.00
Località: Provincia di Treviso
Utente Bgg: iugal
Board Game Arena: iugal
Yucata: iugal
Mercatino: iugal

[IMPRESSIONI] Race to El Dorado

Messaggioda Mod_XXII » 2 lug 2017, 11:55

L'ho rigiocato altre due volte, entrambe in 1vs1. Per me, ma non è una novità, è ancor più bello perché la gestione di due esploratori necessità più scelte e in soli due giocatori si riesce a controllare maggiormente come compone il deck l'avversario. Dopo 5 partite posso dire che è veramente un bel gioco e che scala perfettamente. Uno dei migliori deckbuilding in quanto a personalizzazione del mazzo. Nella seconda partita di ieri ho finito la partita con solo 11 carte (il deck iniziale è di 8) di cui solo una del deck iniziale. Insomma si riesce a controllare abbastanza bene la corsa se si gioca con attenzione, quindi è vero che siamo difornte ad un family proponibile a tutti ma un gamer che costruisce il suo deck bene secondo me vince 9 volte su 10. I percorsi modulari lo rendono ogni volta diverso. Per ora ho fatto solo i percorsi consigliati ma immagino che facendoli random cambia anche il modo di costruire il deck perché potrebbere esserci, per esempio, più acqua che in quelli consigliati. La meccanica delle barriere che determinano il vincitore in caso di arrivo nello stesso turno è un piccolo tocco di classe che solo i grandi designer possono concepire. Così semplice ma così efficace e tematico in quanto premia chi è stato mediamente più avanti nella corsa. Per me un piccolo (per modo di dire) grande capolavoro: consigliatissimo. :approva:
Immagine
Immagine Immagine Immagine
Offline Mod_XXII
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 8081
Iscritto il: 03 febbraio 2007
Goblons: 380.00
Località: "Polo Nerd" (Pg)
Utente Bgg: Mod_XXII
Board Game Arena: Mod_XXII
Mercatino: Mod_XXII
10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Seasons Fan Le Havre Fan Backgammon Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col giallo Epic Card Game fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Innovation fan Podcast Maker

Re: [IMPRESSIONI] Race to El Dorado

Messaggioda IGiullari » 2 lug 2017, 13:26

Molto curiosi del titolo. Lo cerchiamo.
Il canale YouTube della Tana dei Goblin è ora realtà!
https://www.youtube.com/user/LaTanaDeiGoblin
Offline IGiullari
Maestro Goblin
Maestro Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
Top Reviewer 1 Star
 
Messaggi: 16327
Iscritto il: 27 marzo 2013
Goblons: 3,310.00
Località: Saluzzo (CN)
Utente Bgg: IGiullari
Board Game Arena: IGiullari
Mercatino: IGiullari
Agricola fan Puerto Rico Fan Sono stato alla Gobcon 2015 Sono un Goblin Terra Mystica Fan Ho partecipato alla Play di Modena Five Tribes Fan Star Realms Fan Seasons Fan The Castles of Burgundy Fan Le Havre Fan Caylus Fan Carcassonne Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Sono stato alla fiera di Essen Sono un Sava follower 7 Wonders Duel fan Io amo Feld I viaggi di Marco Polo fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Podcast Maker

Re: [IMPRESSIONI] Race to El Dorado

Messaggioda iugal » 2 lug 2017, 13:39

Un analisi a proposito di "tocco da grande game designer".
Il capostipite dei deckbuilding, lo sappiamo, è Dominion. Gioco di sole carte che per aumentare variabilità e rigiocabilità ha visto la stampa di molte espansioni, le quali in sostanza aggiungevano nuove carte al gioco, che così oltretutto diventava personalizzabile.
Alla nuova meccanica "pura", di sole carte, sono stati poi aggiunti elementi, tra cui il classico tabellone; che spesso proponeva percorsi da compiere grazie alle azioni delle carte (Concordia, Lewis & Clark, Trains, Clank!).
Knizia, forse intuendo il potenziale sperimentato in altri titoli (primo tra tutti Lewis & Clark), crea un gioco di movimento in mappa con motore deckbuilding progettato in maniera secondo me esemplare. L'associare carte-movimento a determinati terreni e aggiungere più o meno difficoltà di transito a ogni casella ha portato due risultati: focalizzare il gioco interamente sul percorso, e - di conseguenza - dare variabilità non aggiungendo carte ma implementando una mappa modulare.
Il primo punto, dove molti designer tentati dal tabellone avrebbero aggiunto elementi ovvi e ambientati (esplorazione di luoghi, incontri da fare, strutture da costruire), ha permesso di creare un gioco essenziale e semplice ma non banale e sempre teso.
Il secondo punto, il tabellone modulare, ha consentito di aumentare la variabilità non agendo su nuove carte, bensì sul tabellone, che è sempre lo stesso ma sempre diverso. Sempre lo stesso perché gli elementi che si troveranno saranno ogni partita i medesimi, però ogni volta organizzati in maniera differente. Con i tabelloni fissi degli altri giochi citati questo lavoro era impossibile, dovendo agire appunto sulla variabilità delle carte stesse le quali portano più complicazioni (combo) e più casualità (la pesca), mentre con la mappa modulare hai una visione globale già dal setup.
Il raffronto è sicuramente con Lewis & Clark, altro target, ma sempre un gioco di corsa con l'intuizione dei vari tipi di terreno da superare. Come detto qui il percorso è fisso e i terreni sono solo 2 (montagna e acqua). Inoltre l’attenzione sul percorso – sebbene fondamentale per la vittoria – è sviata da altri elementi, come la parte di piazzamento lavoratori e di gestione risorse. Infine il deckbulding è piuttosto blando, in quanto vengono solitamente acquistate poche carte.
Lewis & Clark è un ottimo titolo, progettato bene, ma se devo pensare a un gioco di corse con meccanica di deckbulding il mio primo pensiero andrà sicuramente a El Dorado.
Faccio poi notare il dettaglio – secondo me una nota di game design assolutamente magistrale – di dare il doppio utilizzo, acquisto o movimento, alle carte gialle. Ottenendo il duplice risultato di focalizzare ancora l’attenzione sulla mappa e di conseguenza ridurre gli acquisti, così da non avere mai un mazzo troppo carico, quindi poco efficiente e poco prevedibile.
Infine c’è quella parte di interazione diretta in mappa, con il posizionamento del proprio esploratore a ostruire il percorso di quello degli avversari che è un elemento discreto ma stuzzicante.
Un Knizia – finalmente – in gran spolvero :clap:
Offline iugal
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 331
Iscritto il: 26 maggio 2013
Goblons: 120.00
Località: Provincia di Treviso
Utente Bgg: iugal
Board Game Arena: iugal
Yucata: iugal
Mercatino: iugal

Re: [IMPRESSIONI] Race to El Dorado

Messaggioda IGiullari » 2 lug 2017, 14:00

Vi ricordiamo di lasciare il vostro commento anche nella scheda gioco

https://www.goblins.net/giochi/wettlauf ... 5#commenti
Il canale YouTube della Tana dei Goblin è ora realtà!
https://www.youtube.com/user/LaTanaDeiGoblin
Offline IGiullari
Maestro Goblin
Maestro Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
Top Reviewer 1 Star
 
Messaggi: 16327
Iscritto il: 27 marzo 2013
Goblons: 3,310.00
Località: Saluzzo (CN)
Utente Bgg: IGiullari
Board Game Arena: IGiullari
Mercatino: IGiullari
Agricola fan Puerto Rico Fan Sono stato alla Gobcon 2015 Sono un Goblin Terra Mystica Fan Ho partecipato alla Play di Modena Five Tribes Fan Star Realms Fan Seasons Fan The Castles of Burgundy Fan Le Havre Fan Caylus Fan Carcassonne Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Sono stato alla fiera di Essen Sono un Sava follower 7 Wonders Duel fan Io amo Feld I viaggi di Marco Polo fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Podcast Maker

Re: [IMPRESSIONI] Race to El Dorado

Messaggioda iugal » 2 lug 2017, 14:03

IGiullari ha scritto:Vi ricordiamo di lasciare il vostro commento anche nella scheda gioco

Già fatto :grin:
Offline iugal
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 331
Iscritto il: 26 maggio 2013
Goblons: 120.00
Località: Provincia di Treviso
Utente Bgg: iugal
Board Game Arena: iugal
Yucata: iugal
Mercatino: iugal

Re: [IMPRESSIONI] Race to El Dorado

Messaggioda steam » 2 lug 2017, 14:20

Bene bene
All primes are odd except 2, which is the oddest of all
Offline steam
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 1757
Iscritto il: 21 maggio 2016
Goblons: 40.00
Mercatino: steam
Telegram Fan

Re: [IMPRESSIONI] Race to El Dorado

Messaggioda Michele24 » 2 lug 2017, 15:08

Cacchio se mi è salita la scimmia dopo queste 2 impressioni! Prevista qualche localizzazione? O almeno il regolamento in Inglese?

Edit: il regolamento in inglese si trova su BGG.
Offline Michele24
Veterano
Veterano

Avatar utente
Tdg Supporter
 
Messaggi: 615
Iscritto il: 07 aprile 2011
Goblons: 0.00
Località: Lauro (AV)
Utente Bgg: Michele24
Board Game Arena: Michele Spawn
Mercatino: Michele24

[IMPRESSIONI] Race to El Dorado

Messaggioda Mod_XXII » 5 lug 2017, 9:11

(ho visto che su BGG è inserito come The Quest for El Dorado :sisi: )

Finalmente sono riuscito a provare anche dei percorsi random e devo dire che il gioco funziona alla grande. Come potete vedere dalla foto il percorso aveva molti esagoni acqua rispetto a quelli che si trovano già pronti nelle regole, quindi ci siamo dovuti adattare... Carta Capitano a go go! E niente, confermo che il gioco è un gioiello che riesce ad unire il deckbuilding alla corsa senza risultare nè posticcio nè tantomeno invasivo. Altra cosa: qui farsi il mazzo - ah ah! - è relativamente semplice perché ci sono molti modi per eliminare carte che non si vogliono più MA il tutto va studiato benissimo perché un mazzo performante va adattato al percorso. Se si rimane troppo indietro si rischia di perdere anche con un mazzo di poche carte; ieri ne avevo solo 10 ed ho perso ugualmente. Questo per dire che le due anime del gioco (corsa e db) sono integrate benissimo. Sarà anche un family ma è parecchio soddisfacente. Spero vinca lo SdJ, se lo merita. :approva:
Immagine
Immagine Immagine Immagine
Offline Mod_XXII
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 8081
Iscritto il: 03 febbraio 2007
Goblons: 380.00
Località: "Polo Nerd" (Pg)
Utente Bgg: Mod_XXII
Board Game Arena: Mod_XXII
Mercatino: Mod_XXII
10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Seasons Fan Le Havre Fan Backgammon Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col giallo Epic Card Game fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Innovation fan Podcast Maker

Re: [IMPRESSIONI] Race to El Dorado

Messaggioda kagliostro » 5 lug 2017, 10:31

@Mod_XXII hai mai la sensazione che chi riesce a partire bene diventi poi irraggiungibile?
In un gioco di "corse" potrebbe essere un problema. Avere a metà partita la sensazione che il gioco sia già finito sarebbe brutto brutto...
Offline kagliostro
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2419
Iscritto il: 14 settembre 2010
Goblons: 30.00
Località: Perugia
Mercatino: kagliostro
Birra fan

Re: [IMPRESSIONI] Race to El Dorado

Messaggioda Mod_XXII » 5 lug 2017, 11:18

kagliostro ha scritto:@Mod_XXII hai mai la sensazione che chi riesce a partire bene diventi poi irraggiungibile?
In un gioco di "corse" potrebbe essere un problema. Avere a metà partita la sensazione che il gioco sia già finito sarebbe brutto brutto...


Ho sulle spalle 7 partite e ti dico che NO, non ho mai avuto quella sensazione. Chiaramente chi è davanti ha il grosso vantaggio di raccogliere le barriere e quelle fanno la differenza in caso di arrivo nello stesso turno. Però ho visto due partite vinte in super rimonta. Diciamo che, dalla mia esperienza, il rischio c'è più nelle partite 1vs1 perché se rimani indietro con entrambi gli esploratori rischi davvero una sonora sconfitta. Le rimonte ci sono ma non sono mai casuali e comunque si arriva sempre tutti nell'ultimo esagono o quasi. Insomma partite sempre combatutte. :approva:
Immagine Immagine Immagine
Offline Mod_XXII
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 8081
Iscritto il: 03 febbraio 2007
Goblons: 380.00
Località: "Polo Nerd" (Pg)
Utente Bgg: Mod_XXII
Board Game Arena: Mod_XXII
Mercatino: Mod_XXII
10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Seasons Fan Le Havre Fan Backgammon Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col giallo Epic Card Game fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Innovation fan Podcast Maker

Re: [IMPRESSIONI] Race to El Dorado

Messaggioda kagliostro » 5 lug 2017, 12:21

Ok grazie mille.
Offline kagliostro
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2419
Iscritto il: 14 settembre 2010
Goblons: 30.00
Località: Perugia
Mercatino: kagliostro
Birra fan

Re: [IMPRESSIONI] Race to El Dorado

Messaggioda Zakimos » 5 lug 2017, 17:26

L'ho provato alla CON di Genova e il setup è durato quasi quanto la partita :-/ azzeccare la giusta combinazione dei tile è quasi impossibile e mi rincuora sapere che si possa metterli anche a caso, altrimenti lo avrei depennato seduta stante.

La partita è andata come un fulmine, tesa e divertentissima. Si prende confidenza con le carte sin da subito e le bastardate sono continue. Forse per i tile mi ha dato una sensazione simile all'Oracolo di Delphi ma con meno cose da fare, molta più interazione e molto meno dipendenza dal caso. Se non fosse che odio le modular board lo rigiocherei molto volentieri.
Offline Zakimos
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 85
Iscritto il: 21 ottobre 2015
Goblons: 0.00
Mercatino: Zakimos

Re: [IMPRESSIONI] Race to El Dorado

Messaggioda Mod_XXII » 5 lug 2017, 17:51

Zakimos ha scritto:e il setup è durato quasi quanto la partita :-/


mmm forse la prima partita. Ti assicuro che, se ben diviso il materiale nelle bustine ziplock, si setuppa in meno di 5 minuti.

In effetti per riprodurre i percorsi che sono delle regole serve un po' di tempo (e occhio) ma, anche qui, niente di drammatico. :approva:
Immagine Immagine Immagine
Offline Mod_XXII
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 8081
Iscritto il: 03 febbraio 2007
Goblons: 380.00
Località: "Polo Nerd" (Pg)
Utente Bgg: Mod_XXII
Board Game Arena: Mod_XXII
Mercatino: Mod_XXII
10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Seasons Fan Le Havre Fan Backgammon Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col giallo Epic Card Game fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Innovation fan Podcast Maker

Re: [IMPRESSIONI] Race to El Dorado

Messaggioda Zakimos » 5 lug 2017, 18:22

Mod_XXII ha scritto:In effetti per riprodurre i percorsi che sono delle regole serve un po' di tempo (e occhio) ma, anche qui, niente di drammatico.


Ehehe, in realtà è stato solo quello che ci ha portato via almeno un quarto d'ora :-D. Ma come ho detto ho un problema io con le plance modulari.
Offline Zakimos
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 85
Iscritto il: 21 ottobre 2015
Goblons: 0.00
Mercatino: Zakimos

PrecedenteProssimo

Torna a [GdT] Giochi da Tavolo, di Carte e altri Giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti