Traduzioni dall'INGLESE... "du iu spik l'inglisc?"

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Ohooo Pelle verde, è per te un ostacolo l'Inglese?

L'inglese per me è un grosso limite!
12
14%
L'inglese per me non è un problema ma preferisco l'ITALICO
48
58%
L'inglese non è un problema e lo preferisco pure!
23
28%
 
Voti totali : 83

Messaggioda Jehuty » 8 ott 2010, 19:32

Ehm... wanna non mi pare slang, ma appartiene al verto to want mi pare... :roll:
Immagine
Offline Jehuty
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
Tdg Super Moderator
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: 26 agosto 2010
Goblons: 270.00
Località: Nella Bocca di un Vulcano (CE)
Utente Bgg: Jehuty
Mercatino: Jehuty

Messaggioda ASA » 8 ott 2010, 20:34

Ho votato la seconda perchè, pur non avendo (troppe) difficoltà con l'Inglese, preferisco un regolamento che sia immediato almeno nella presentazione, per cui in lingua Italiana. Per questa immediatezza sono persino disposto a perdonare qualche "peccato" veniale tipo errori di traduzione, posto che non inficino il gioco, anche considerando che ho visto fior di regolamenti in lingua originale che necessitano di FAQ lunghe quanto il regolamento per dirimere le questioni che nascono.
Quando però ritengo ne valga veramente la pena, sono perfino capace di cimentarmi nella traduzione di un regolamento dall'Inglese all'Italiano, cosa che da due vantaggi fondamentali:
1) Riesco a sviscerare le regole meglio che quando ho a che fare con un regolamento in Italiano
2) Sicuramente mi "rimangono in testa" molto meglio le regole che ho tradotto di quelle che ho solo letto.
You'll never have the second choice to make the first impression
Offline ASA
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 660
Iscritto il: 18 marzo 2009
Goblons: 20.00
Località: Olgiate Olona (VA)
Mercatino: ASA

Messaggioda Uruloki » 8 ott 2010, 21:22

Ai tempi in cui il GIRSA era stato appena tradotto dall'inglese, nel mio gruppo vigeva la regola per cui se le edizioni in inglese ed in italiano non coincidevano si seguiva la regola espressa dal manuale in inglese e non capitava di rado.
Per cui, se possibile, preferisco i manuali in inglese, anche se le ultime edizioni di D&D hanno traduttori più che decenti.
Offline Uruloki
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 08 ottobre 2010
Goblons: 0.00
Località: Villa Verucchio (RN)
Mercatino: Uruloki

Messaggioda LordRevan » 8 ott 2010, 22:36

Jehuty ha scritto:Ehm... wanna non mi pare slang, ma appartiene al verto to want mi pare... :roll:


In realtà è una abbreviazione:

I want è diverso da I want to che deve essere seguito da qualcosa.
Esempio:

I wanna go = I want TO go.

I'm gonna go = I am going TO go.
Cos' this, people reckon, and me included, is why pubs and drugs were kindly invented... To calm us all down, stop us going mental.
Offline LordRevan
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 653
Iscritto il: 27 settembre 2009
Goblons: 150.00
Località: Dallas Metroplex
Mercatino: LordRevan

Messaggioda Jehuty » 8 ott 2010, 22:40

:oops:
Immagine
Offline Jehuty
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
Tdg Super Moderator
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: 26 agosto 2010
Goblons: 270.00
Località: Nella Bocca di un Vulcano (CE)
Utente Bgg: Jehuty
Mercatino: Jehuty

Messaggioda Rayden » 9 ott 2010, 12:56

Io sono pienamente d'accordo con Randall, purché (come ben dice in uno degli ultimi post) non si sfoci nel ridicolo come i francesi col loro "ordinateur" o gli spagnoli con le loro "rebù" (redbull).
Tuttavia, non credo che l'inglese sia una lingua migliore o peggiore dell'italiano, e dunque ritengo che una crociata contro l'inglese sia assolutamente inutile (sarebbe come battersi contro la forza di gravità). Semplicemente, ci tengo alla preservazione della mia lingua per puri motivi culturali, così come ci tengo al mio dialetto (e non per fini politici, ovviamente) alla mia cucina, ecc., e non smetterò mai di pretendere un italiano corretto quando si parla tra italiani e esistono termini equivalenti in italiano.

Certo è che mi ritengo molto più fortunato di un inglese madrelingua: io con poco sforzo posso capire e farmi capire con l'inglese in tutto il mondo, ma un inglese forse solo dopo decine di anni di intenso studio della nostra lingua potrebbe arrivare a toccare con un dito una minima parte della bellezza e dell'eleganza della Divina Commedia, dono che noi abbiamo spontaneo.
Immagine
Offline Rayden
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Organization
Top Reviewer
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 1644
Iscritto il: 09 gennaio 2008
Goblons: 1,300.00
Località: Pescara
Mercatino: Rayden

bello

Messaggioda aledrugo1977 » 9 ott 2010, 13:49

bel sondaggio!!

L'inglese non è un problema ma preferisco l'ITALIANO: mentre noi s'ammazzava un Giulio Cesare gli angli vestivano di pelli di marmotte!!
Offline aledrugo1977
Goblin sondaggisticus
Goblin sondaggisticus

Avatar utente
Top Author 2 Star
TdG Auctioneer Level 1
TdG Editor
 
Messaggi: 9219
Iscritto il: 12 gennaio 2006
Goblons: 3,440.00
Località: Pendolare senza fissa dimora. Ora Sarzana!
Mercatino: aledrugo1977
Starcraft Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Il trono di spade Fan Sono un Sava follower

Messaggioda Sol_Invictus » 9 ott 2010, 14:48

Il tema mi sembra leggermente deragliato..se il senso della domanda, come credo, è: 'nei giochi quale lingua preferite', allora voterei la 2 in un mondo perfetto, tuttavia dati i noti problemi legati alle traduzioni mi sta bene anche la 3.

Però il tema sembra sia stato stiracchiato fino a lanciarsi in varie acrobazie su quale lingua sia 'migliore' (?!) in 'assoluto'. Mah. L'inglese è una lingua tecnica, facile e terribilmente piatta rispetto all'italiano, che è più complesso, incasinato e, sul piano tecnico, approssimativo. Dunque w l'inglese per i tecnicismi, w l'italiano per la lingua colloquiale ed espressiva.

Sulle ibridazioni tra lingue, sono un fenomeno innegabile e che fa parte della naturale evoluzione, ma un fondamentale requisito per evitare l'impoverimento di una lingua a favore di una più diffusa (es. l'ita con l'eng) sarebbe che il processo avvenisse in un clima culturale sano. Cosa che oggi non avviene, naturalmente.

E dunque abbiamo i soliti idioti che infilano termini inglesi in ogni dove, solo perchè credono che 'faccia figo' chiamare qualcosa con inglesismi, come ad esempio si fa sempre più spesso nel mondo dell'economia, della pubblicità, ma anche (per cercare di tornare in tema) in ambienti più prettamente 'nerd' pieni di slang e acronimi stupidini. O quei genitori che usano nomi inglesoidi per i figli, ma sono troppo ignoranti per scriverli correttamente, e saltano fuori degli strani ibridi onomastici. Ecc. ecc. gli esempi sono sempre molteplici nel campo dell'ignoranza 8)
Ecco, in questi casi il risultato è solo un impoverimento ed è pure ridicolo, dato che l'italiano andrebbe benissimo, anzi andrebbe meglio, siccome siamo in Italia. Quindi, si usi l'ottimo italiano ogni volta che si può, e si lascino le lingue straniere al loro giusto posto, da usare quando e se servono.[/u]
Ultima modifica di Sol_Invictus il 9 ott 2010, 17:42, modificato 3 volte in totale.
S'i' fosse fuoco, arderei 'l mondo;
s'i' fosse vento, lo tempestarei;
s'i' fosse acqua, i' l'annegherei;
s'i' fosse Dio, mandereil' en profondo;
Offline Sol_Invictus
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
 
Messaggi: 1707
Iscritto il: 16 novembre 2006
Goblons: 30.00
Località: Londra / Ravenna
Mercatino: Sol_Invictus

Re: bello

Messaggioda ob1 » 9 ott 2010, 15:12

...grazie aledrugo1977... e diciamo che volevo rendermi anche conto come i goblin vedono la lingua inglese nel mondo dei GdT e dei GdR .

-In effetti la maggioranza (per ora) preferisce l'italiano anche se di questi molti non hanno stretti problemi con l'inglese.
-Un buon gruppo non ritiene un problema l'inglese e molti di questi lo considerano anche meglio.
-Infine c'è un 12% che considera, nel mondo ludico, l'inglese come un grosso limite.

Questo non vuole sicuramente essere un resoconto definitivo del sondaggio, che ho volutamente lasciato aperto, ma diciamo che vuole essere un passaggio per riprendere un pelo le fila del discorso. (come faceva anche notare Sol_Invictus).

Non era mia intenzione creare una guerra diplomatico-linguistica su chi sia meglio fra l'italiano e l'inglese.
Nonostante ciò ho trovato interessantissime tutte le vostre risposte.
Offline ob1
Saggio
Saggio

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 1902
Iscritto il: 27 aprile 2007
Goblons: 30.00
Località: Imola
Mercatino: ob1

Messaggioda Jehuty » 9 ott 2010, 15:34

Però, credo che fondamentalmente, il sondaggio doveva avere la domanda:
"Nel tuo gruppo/i di gioco, come vedi l'Inglese?"
Anche perché alcuni se non erro hanno scritto che preferiscono l'inglese per manuali più chiari e meno errori nel gioco stesso, e sono al 1000% con loro, ma con giochi solo in inglese, il numero di giocatori (occasionali e non, o chi si vuole introdurre in questo mondo) calerebbe drasticamente, visto che i giochi sarebbero potabili solo per chi sa l'inglese, imho :roll:
Immagine
Offline Jehuty
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
Tdg Super Moderator
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: 26 agosto 2010
Goblons: 270.00
Località: Nella Bocca di un Vulcano (CE)
Utente Bgg: Jehuty
Mercatino: Jehuty

Messaggioda ob1 » 9 ott 2010, 15:56

Jehuty ha scritto:Però, credo che fondamentalmente, il sondaggio doveva avere la domanda:
"Nel tuo gruppo/i di gioco, come vedi l'Inglese?"
Anche perché alcuni se non erro hanno scritto che preferiscono l'inglese per manuali più chiari e meno errori nel gioco stesso, e sono al 1000% con loro, ma con giochi solo in inglese, il numero di giocatori (occasionali e non, o chi si vuole introdurre in questo mondo) calerebbe drasticamente, visto che i giochi sarebbero potabili solo per chi sa l'inglese, imho :roll:


La mia intenzione era capire come ognuno di noi pelleverde vede l'inglese all'interno del mondo ludico.

Io non riesco (e mi demotivo) a leggere un manuale, o un regolamento, o una carta di un qualsivoglia gioco in inglese, perchè ci metterei un trilioni di anni e quindi accetto di tralasciare molti dettagli e aspetti linguistici di ambientazione pur di arrivare a capire il gioco.
Ovvio che il regolamento tradotto con errori crea problemi ed è anche ovvio che certe traduzioni vengono fatte senza capire il contesto del discorso e tradotte pari-pari... ma riuscendo a leggere nel modo più diretto e comprensibile (e quindi per me in Italiano) riesco ad arrivare al succo... ripeto , conscio del fatto che ho probabilmente tralasciato e perso miriadi di finezze non tradotte o tradotte male!
Forse questo non è lo stile giusto per "migliorarsi" o "cresere" culturalmente... ma il gioco lo vedo come un godevole passatempo e un modo sano per stare con gli amici. (ma questo è OT)
Offline ob1
Saggio
Saggio

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 1902
Iscritto il: 27 aprile 2007
Goblons: 30.00
Località: Imola
Mercatino: ob1

Messaggioda Raistlin » 9 ott 2010, 20:01

Normanno ha scritto:Io ho votato la terza, perchè ho visto tanti e tanti svarioni (principalmente in passato e non sempre per colpa dei traduttori) nelle traduzioni italiane. E non parlo solo di giochi, ma di videogames, e di libri



Sottoscrivo. La penso esattamente allo stesso modo.
Offline Raistlin
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 6039
Iscritto il: 04 dicembre 2003
Goblons: 100.00
Località: Torino, Città Magica...
Utente Bgg: RaistlinMajere
Mercatino: Raistlin

Messaggioda Jehuty » 9 ott 2010, 21:21

ob1 ha scritto:Forse questo non è lo stile giusto per "migliorarsi" o "cresere" culturalmente... ma il gioco lo vedo come un godevole passatempo e un modo sano per stare con gli amici. (ma questo è OT)


Concordo in pieno! :!:

Di fatti pensavo che forse servisse una domanda che chiedesse com'è l'inglese nel gruppo di gioco, poiché se un gioco da tavolo non serve per condividere divertimento e giornate/serate con amici/parenti a che serve ^^
Se nella maggior parte dei gruppi c'è anche solo 1 che l'inglese non lo sa, o ci son frasi troppo complicate in una carta, il momento clou del gioco può andare tranquillamente a donne di facili costumi e far perdere il divertimento dell'attimo.

Ma sono solo considerazioni personali 8-O
Immagine
Offline Jehuty
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
Tdg Super Moderator
 
Messaggi: 8281
Iscritto il: 26 agosto 2010
Goblons: 270.00
Località: Nella Bocca di un Vulcano (CE)
Utente Bgg: Jehuty
Mercatino: Jehuty

Messaggioda DrZero » 10 ott 2010, 0:38

Raistlin ha scritto:
Normanno ha scritto:Io ho votato la terza, perchè ho visto tanti e tanti svarioni (principalmente in passato e non sempre per colpa dei traduttori) nelle traduzioni italiane. E non parlo solo di giochi, ma di videogames, e di libri



Sottoscrivo. La penso esattamente allo stesso modo.


Quoto e sottoscrivo.

Nei videogiochi questo è molto evidente, ma anche in alcuni giochi da tavolo ho fatto fatica a capire il manuale italiano, mentre quello in inglese era chiarissimo.
Un esempio è la Guerra dell'Anello in cui alcune espressioni dubbie nel manuale italiano sono chiarissime in quello inglese.
Il mondo è miooo!!!
We are Alpharius!
Offline DrZero
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 787
Iscritto il: 04 novembre 2004
Goblons: 60.00
Località: Pescia (PT) (Italy)
Mercatino: DrZero

Re: bello

Messaggioda Cyrano » 11 ott 2010, 7:58

aledrugo1977 ha scritto:bel sondaggio!!

L'inglese non è un problema ma preferisco l'ITALIANO: mentre noi s'ammazzava un Giulio Cesare gli angli vestivano di pelli di marmotte!!


E mentre noi vivevamo sugli alberi in egitto costuivano le piramidi quindi via coi manuali in geroglifico!!! :lol:

(battuta nuda e cruda ma non ho resisistito era dai tempi della scuola che non avevo più occasione di farla e cominciavo a sentirmi vecchio)
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)
Mercatino: Cyrano

PrecedenteProssimo

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti