Traduzioni dall'INGLESE... "du iu spik l'inglisc?"

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Ohooo Pelle verde, è per te un ostacolo l'Inglese?

L'inglese per me è un grosso limite!
12
14%
L'inglese per me non è un problema ma preferisco l'ITALICO
48
58%
L'inglese non è un problema e lo preferisco pure!
23
28%
 
Voti totali : 83

Messaggioda Simone » 11 ott 2010, 8:09

digio ha scritto:l'inglese bisogna saperlo orsù!
si può rimediare facilmente con corsi serali, scuole,viaggi in inghilterra o lezioni private. fodamentale guardare film in lingua...magari con sottotitoli in Eng.
non solo per i boardgame. è per tutto! lavoro, viaggi, per avere informazioni più libere (o da altro punto di vista) e anche per tenerti in contatto con il mondo intero che grazie ad internet non è più un limite.


Hai assolutamente ragione e te lo urlo dal profondo del pozzo della mia ignoranza
« Nessun amico mi ha reso servigio, nessun nemico mi ha recato offesa, che io non abbia ripagati in pieno » Lucio Cornelio Silla
Offline Simone
Goblin Dictator
Goblin Dictator

Avatar utente
TdG For Social
Top Author
Top Reviewer
Top Uploader
 
Messaggi: 11425
Iscritto il: 15 agosto 2005
Goblons: 590.00
Località: CIMMERIA (Castrocaro, Forlì)
Utente Bgg: Simone Poggi
Yucata: SP_Warlock
Mercatino: Simone
Sono un cattivo Yucata Player Io gioco col rosa 7 Wonders Duel fan Birra fan Breaking Bad fan Al cavaliere nero nun je devi rompe er c***o! Queen fan Io faccio il Venerdi GdT! Pizza fan Carson city fan Command & Colors Ancient fan Pathfinder fan

Messaggioda Cyrano » 11 ott 2010, 8:16

Il discorso è sempre di età e di scelte... A trent'anni ci sono un mucchio di cose che ancora non si sanno. Bisogna farsi i conti sulla loro importanza. Ad esempio: quanti neo padri sanno l'inglese ed invece pensano che la pedagogia sia il condimento che danno al Mac Donald per l'insalata? Non è uno scherzo...

Purtroppo quando si poteva studiare si pensava alla bici, allo snowboard (qualcuno pure alle ragazze mai io ero "torta" :grin: ) ed ora ci si ritrova così...

Ogni tanto riprendo in mano i libri, pian piano qualche parola la inserisco nel mio scarno vocabolario ma il tempo rimane quello ;)
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)
Mercatino: Cyrano

Messaggioda ob1 » 11 ott 2010, 12:58

Cyrano ha scritto:Il discorso è sempre di età e di scelte... A trent'anni ci sono un mucchio di cose che ancora non si sanno. Bisogna farsi i conti sulla loro importanza. Ad esempio: quanti neo padri sanno l'inglese ed invece pensano che la pedagogia sia il condimento che danno al Mac Donald per l'insalata? Non è uno scherzo...

Purtroppo quando si poteva studiare si pensava alla bici, allo snowboard (qualcuno pure alle ragazze mai io ero "torta" :grin: ) ed ora ci si ritrova così...

Ogni tanto riprendo in mano i libri, pian piano qualche parola la inserisco nel mio scarno vocabolario ma il tempo rimane quello ;)



...concordo al 100%
Offline ob1
Saggio
Saggio

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 1902
Iscritto il: 27 aprile 2007
Goblons: 30.00
Località: Imola
Mercatino: ob1

Re: bello

Messaggioda GuardianOfTheFlame » 11 ott 2010, 14:27

Cyrano ha scritto:
aledrugo1977 ha scritto:bel sondaggio!!

L'inglese non è un problema ma preferisco l'ITALIANO: mentre noi s'ammazzava un Giulio Cesare gli angli vestivano di pelli di marmotte!!


E mentre noi vivevamo sugli alberi in egitto costuivano le piramidi quindi via coi manuali in geroglifico!!! :lol:

mi sa che non hai colto la citazione da "Fascisti su Marte" :grin:
cmq prendendo la frase seriamente sarebbe un'ottima risposta! ;)

Ogni tanto riprendo in mano i libri, pian piano qualche parola la inserisco nel mio scarno vocabolario ma il tempo rimane quello

purtroppo siamo tra i paesi europei che sa peggio l'inglese e i recenti tagli han solo peggiorato la situazione (alla faccia delle famose "3 I")... l'inglese è una lingua ormai internazionale e molto importante a livello lavorativo (ma anche turistico) ed è anche semplice: andrebbe insegnata sin dalle elementari visto che i bambini apprendono meglio e più velocemente.
Io credo sarebbe meglio come si fa in molti paesi in cui i film si sottotitolano ma non si doppiano: così ci si abituerebbe molto di più alle lingue straniere.
Questo non sarebbe una perdita di lingua o cultura, ma un'apertura mentale importante: l'inglese non andrebbe certo a sostituire l'Italiano, semplicemente sapremmo entrambi. Non mi pare che in Olanda o in Belgio stiano perdendo l'identità e le lingue nazionali, eppure sono in generale molto più preparati di noi sull'inglese.
Come detto da sol_invictus, uno studio consapevole delle lingue straniere eviterebbe eccessi anche nel senso opposto.
Personalmente, mi scoccia aver avuto un'istruzione un po' carente di inglese; per fortuna negli anni ho almeno imparato a leggerlo bene, ma come autodidatta. Dato che sono appassionato di fumetti, per me è stata una necessità imparare l'inglese perché diversi volumi che mi interessavano non erano tradotti in italiano, così ho cominciato a leggerli in lingua. Nel complesso è meglio: evito gli errori di traduzioni, non perdo giochi di parole, non devo aspettare l'edizione italiana e sono sicuro di poter recuperare tutto (il mercato italiano è molto più piccolo, quindi non esce tutto o a volte certe serie rimangono incompiute).

Riguardo il sondaggio, io ho votato la terza perché anche dal punto di vista ludico i vantaggi dell'inglese sono gli stessi che elencavo prima per il fumetto.
Purtroppo però non tutti i miei amici con cui gioco sanno l'inglese e quindi cerco di prendere giochi in inglese indipendenti (o quasi) dalla lingua e per altri devo ripiegare sulle edizioni ITA. Starcraft è un esempio di gioco che ho preso in ITA e che avrei preferito in inglese visto che Brood War non è stata localizzata.
Il tuo nome diverrà famoso. Non così famoso, forse, quanto il mio. Ma dopotutto, io sarà dalla parte vincente. Fai del tuo meglio Ettore.
E al resto di voi Troiani, io dico che gli Achei giungeranno alle vostre porte col fuoco! - Odisseo
Offline GuardianOfTheFlame
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 602
Iscritto il: 08 luglio 2010
Goblons: 30.00
Località: Cameri (NO)
Mercatino: GuardianOfTheFlame

Messaggioda Cyrano » 11 ott 2010, 15:42

Non guardo la TV ed al cinema ci vado pochissimissimo non avrei mai potuto cogliere la citazione :oops:
«Sua OTtosità»

Tre urrah per il tappo!
Offline Cyrano
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 5749
Iscritto il: 26 agosto 2007
Goblons: 10.00
Località: Cavalese (TN)
Mercatino: Cyrano

Messaggioda rporrini » 11 ott 2010, 17:04

In gioventù ho sempre detestato cordialmente l'inglese. Al liceo feci carte false pur di portare francese all'esame (non c'era ancora l'ordinateur con i suoi mega-octets).

Purtroppo questa mia scelta andò a collidere contro altre mie scelte: i giochi da tavolo erano quasi esclusivamente in inglese e, non conoscendone il significato, quasi tutta la musica della mia generazione era composta solo da meravigliosi ma incomprensibili suoni.

Potete immaginare l'emozione quando, una volta impegnatomi a comprendere tale lingua, ho riascoltato le canzoni di cui sopra commuovendomi vent'anni (e passa) dopo.
Immagine
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.
Offline rporrini
Magister Antiquitatis
Magister Antiquitatis

Avatar utente
Tdg Super Moderator
Top Author
Top Uploader 1 Star
Tdg Supporter
 
Messaggi: 9595
Iscritto il: 20 febbraio 2004
Goblons: 780.00
Località: Roma - First Valley
Utente Bgg: rporrini
Board Game Arena: rporrini
Yucata: rporrini
Facebook: rporrini
Mercatino: rporrini
Puerto Rico Fan Tocca a te fan Terra Mystica Fan Alta Tensione Fan Alhambra Fan Sono stato alla Gobcon 2016

Messaggioda Elijah » 12 lug 2011, 20:42

La lingua è un potenziale ostacolo sempre e comunque.

Io ho giochi in tedesco, inglese come anche in italiano. Il problema è che per me non fa alcuna differenza, ma per gli altri che giocano con me a volte sì.
Non posso proporre giochi in tedesco a persone italofone, sarebbe un disastro, soprattutto se nel gioco bisogna conoscere la lingua in questione per capirci qualcosa.
Com'è anche un disastro quando propongo giochi in italiano a persone che parlano solo il tedesco.

Le varie lingue sono un vero grattacapo. Non so mai in che lingua comprare i vari giochi.
Offline Elijah
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 856
Iscritto il: 09 luglio 2010
Goblons: 0.00
Località: Ticino
Utente Bgg: Elijah Six
Mercatino: Elijah

Messaggioda Rayden » 13 gen 2012, 14:51

Kaimano ha scritto:Il popolo italiano è da sempre abituato ad avere tradotti i suoi prodotti di consumo: spot pubblicitari, film, trattati scientifici, videogiochi, e quant'altro.

Scherzi?? Ma sei mai stato in Spagna o in Francia (per fare due esempi qualunque)? Lì usano gli ordinateur al posto dei computer e mangiano il perro caliente al posto dell'hot dog...
Gli italiani sono tra i più vulnerabili all'influenza delle lingue estere... noi parliamo di "book fotografici", di "manager", per non parlare degli abomini più recenti mutuati dal mondo informatico! (Randall, tu che ne pensi a riguardo? ;) )

E comunque, se conosci una lingua non è che fai tutta 'sta gran fatica a decifrare le regole. Non solo, io se non fosse per l'avvio che ho avuto grazie a Magic ora saprei l'inglese MOLTO peggio!
Immagine
Offline Rayden
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Organization
Top Reviewer
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 1644
Iscritto il: 09 gennaio 2008
Goblons: 1,300.00
Località: Pescara
Mercatino: Rayden

Messaggioda randallmcmurphy » 13 gen 2012, 15:15

Essendo chiamato in causa ecco cosa dico:

E' vero che in passato da noi traducevano TUTTO, rigiravano le scene dei film e a volte riscrivevano dei dialoghi solo per eliminare parole troppo complicate "come la parola "cloni" in guerre stellari".

In pratica si trattava il pubblico come fosse un bambino da non esporre alle difficoltà.

Oggi invece non traducono quasi NIENTE..i titoli dei film, gli slogan pubblicitari, i nomi degli oggetti...e in più infilano A CAPOCCHIA termini o frasi inglesi in tutti i contesti, dai fumetti al corriere della sera.

Devo dire che non mi piace nessuna di queste situazioni.

Conoscere le lingue straniere è utile e a volte necessario (per i giochi lo è stato, e anzi anche io ho migliorato l'inglese grazie al gioco) ma come ripeto ogni qual volta mi si presenta l'occasione, l'abuso mi nausea sempre di più.
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »
(Isaac Asimov)

Immagine
Offline randallmcmurphy
Goblin Showman
Goblin Showman

Avatar utente
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
TdG Auctioneer Level 1
 
Messaggi: 2946
Iscritto il: 24 giugno 2005
Goblons: 1,730.00
Località: Rimini
Utente Bgg: mcmurphy
Mercatino: randallmcmurphy
10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Membro della giuria Goblin Magnifico

Precedente

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite