Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Discussioni, commenti, considerazioni e suggerimenti su film, serie TV, libri, fumetti, musica e sport. Indicate sempre l'argomento di cui parlate nel titolo dei vostri post usando un TAG e leggete gli annunci e gli adesivi dei moderatori per conoscere le altre norme che regolano il forum.
TAG: [Film]; [Serie TV]; [Fumetti]; [Musica]; [Sport]

Moderatori: pacobillo, Dera, Eithereven

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda sava73 » 6 ott 2015, 10:00

secondo me non è vero ... questo è uno di quei romanzi che non si cancella.
La sensazione che ti ha "regalato" te la porterai dentro un bel po' :sisi:
sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
Immagine
Offline sava73
Goblin Cylon
Goblin Cylon

Avatar utente
Tdg Super Moderator
TdG Administrator
TdG Organization Plus
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 21716
Iscritto il: 08 agosto 2011
Goblons: 9,624,341,229.00
Località: Roma
Utente Bgg: sava 73
Sei nella chat dei Goblins Sono un Cylon Ho partecipato alla Play di Modena Alta Tensione Fan Carcassonne Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Mi piace la pallavolo Tifo Lazio Io dico PUPINA BONA! Triade, il verde e' troppo verde... Birra fan Breaking Bad fan Food Chain Magnate fan Frush fan Amo la Nutella!!!! Splotten Spellen fan The Walking Dead fan Io faccio il Venerdi GdT! Battlestar Galactica fan Pizza fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Ho contribuito alla Visibility della Play 2016! Jones 'Incazzoso' Fan! Ho parteciapto al torneo di Clash Royale Podcast Fan Podcast Maker Telegram Fan Ventennale Goblin

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Assessore » 7 ott 2015, 10:52

Premessa.
Ho avuto 10 giorni di inferno. Tra influenza, lavoro, famiglia = tempo libero 0, anche solo per consultare il forum.
Torno oggi a dedicare una piccola parte del mio tempo al commento finale di questo libro e riprendere contatto con il forum.
Il commento però lo avevo scritto un paio di giorni dopo aver finito di leggere il libro, per mantenere le sensazioni originali e non attutite dal passare del tempo.
Ho letto i vostri commenti comunque...

Commento finale:

[spoil]Valutazione
4 stelle su 5.
La trilogia della città di K, un libro che mi ha spiazzato, colpito, infastidito, svuotato.
Mentre lo leggevo mi ha catturato, mi ha sempre lasciato la voglia di andare avanti nella storia, e questo è un gran pregio.
La lettura si va complicando andando avanti con le pagine, da elementare e diretta nel primo libro, a cervellotica e narrativa nel terzo.
Avevo intuito non ci fosse spazio per un lieto fine che a quel punto mi avrebbe anche deluso, ma credevo ci fosse almeno un barlume di speranza, un qualcosa che risollevasse l'anima del lettore.
Invece il buio dei primi due libri è diventato ancora più buio nel terzo ed ultimo.

Un'esperienza forte, riesce a rimanere coerente e credibile fino alla fine...libro che consiglierei, ma con riserva, può urtare la sensibilità e soprattutto deve essere affrontato con spirito forte, perchè può veramente abbattere chi lo legge.

Tra i difetti, continuo a non capire le situazioni descritte principalmente nel primo libro, non le vedo utili ai fini della storia. Come già detto, sono forzatamente inserite solo per shockare il lettore. Il fatto che poi si scopra non essere vere, me le fa risultare ancora più inutili.

Stato d'animo dell'assessore alla fine del libro:
-- In difficoltà, commosso e triste...molto triste --[/spoil]

Approfitto per dire che senza l'opportunità della lettura condivisa, difficilmente avrei avuto modo di incontrare questa storia nella mia vita di lettore. Libro risultato molto adatto a questo tipo di esperimento, visto che può suscitare emozioni differenti ed avere diversi punti di interpretazione, durante e dopo la lettura.
Cito su tutti quello di martinale, molto profondo.
Organizziamoci per il prossimo romanzo.
:approva:
Offline Assessore
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 235
Iscritto il: 21 gennaio 2013
Goblons: 38.00
Località: Roma
Utente Bgg: Assessore81
Sei nella chat dei Goblins Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Ho parteciapto al torneo di Clash Royale

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda sava73 » 7 ott 2015, 12:36

sulle motivazioni che si scoprono alla fine rispetto le scene "forti" del primo libro:
[spoil]Ho scritto piu' volte "tutto si spiega alla fine!" ...pero' vedo che molti di Voi come pure Assessore - mio gemello di lettura :asd: - non se ne capacitano. Vedo doveroso quindi argomentare di piu' ora che in diversi lo abbiamo chiuso.

Scrivete: "il libro non ne giova", "perchè esagerare così?", "inutile!" ... non sono ovviamente d'accordo.

Finendo il romanzo sappiamo che quelle sono storie di fantasia, ma con una base REALE**, scritte ad hoc da Claus/Lucas (.. insomma lo stesso ragazzino rimasto ferito nell'incidente che ha distrutto la sua famiglia).
Lui non sà esattamente quello che è successo, sà solamente che nessuno lo va a trovare, che lo hanno abbandonato, probabilmente a favore del fratello "non stoprio" ... oppure che sono tutti morti.
Tale sentimento sfocia negli "scherzi" di cattivo gusto di cui ci viene narrato nel secondo libro, quelli ai danni dei genitori che invece andavano a trovare i loro figli in quella specie di ospedale riabilitativo!
Il suo odio nei confronti della Famiglia (la F maiuscola non è messa a caso) è pure l'odio profondo che sta deteriorando tutti i suoi valori. Così il sesso fra una minorata ed un animale diventa anche lo sfogo fantasioso della sua mente malata che cerca vendetta su tutti, una specie di ... accanimento ( :lul: ), di sfogo!

Perchè?
Per dare la misura della devizione di Lucas/Claus (mica mi ricordo chi dei due :asd: ), della sua perversione, del suo ego dilaniato.
Caratterizza il personaggio rendendocelo antipatico, sgradevole ... viscido. Dura avere pietà di uno così... eppure alla fine non ci solleva il dubbio di essere lui effettivamente quello che ha avuto il destino peggiore?

E' tutto nel contrasto.
Questo rende grande il romanzo. Lo scombussolamento interno. Che botta!!


**: avate fatto caso come distorce la REALTA' nei suo racconti partendo da una base che poi scopriamo reale?!
Cioè la donna con la bambina che va a riprendersi i gemelli a fine primo romanzo è la donna che invece ha causato il dramma familiare!
La nonna (che poi non è la nonna) chiama la donna "cagna", la situazione la accusa palesemente di infedeltà ... i gemelli preferiscono restare con la loro "aguzzina"!!!
Tutto riletto trova il suo posto nel mosaico che è la vita dei due ragazzi! L'ordine temporale delle cose non collima? Nel secondo libro scopriamo che Luca/Claus cancella e riordina i suoi racconti .. a beneficio del fratello. Quello, ESATTAMENTE QUELLO, è il messaggio che vuole mandare a LUI e SOLO A LUI. Potente!!

Io piu' ci penso piu' ne sono ammirato.
Libro MERAVIGLIOSO. Un macigno... ma non per questo meno bello (perchè triste, perverso, esasperato).[/spoil]
sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
Immagine
Offline sava73
Goblin Cylon
Goblin Cylon

Avatar utente
Tdg Super Moderator
TdG Administrator
TdG Organization Plus
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 21716
Iscritto il: 08 agosto 2011
Goblons: 9,624,341,229.00
Località: Roma
Utente Bgg: sava 73
Sei nella chat dei Goblins Sono un Cylon Ho partecipato alla Play di Modena Alta Tensione Fan Carcassonne Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Mi piace la pallavolo Tifo Lazio Io dico PUPINA BONA! Triade, il verde e' troppo verde... Birra fan Breaking Bad fan Food Chain Magnate fan Frush fan Amo la Nutella!!!! Splotten Spellen fan The Walking Dead fan Io faccio il Venerdi GdT! Battlestar Galactica fan Pizza fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Ho contribuito alla Visibility della Play 2016! Jones 'Incazzoso' Fan! Ho parteciapto al torneo di Clash Royale Podcast Fan Podcast Maker Telegram Fan Ventennale Goblin

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Micenea » 7 ott 2015, 12:38

Le mie opinioni su questo libro sono grossomod sovrapponibili a quelle espresse da mattia5.
Talmente sconfortante che a distanza di tempo mi pesa pure spenderci sopra qualche parola. L'ho letto in uno dei periodi più neri della mia vita e ricordo di averne proseguito la lettura perché spinta dalla speranza di scorgere spiragli di luce (così come desideravo vederne nella mia realtà).
Nel racconto lo spiraglio non arriva, anzi il buio diventa pece e tenebra assoluta.
Ricordo che a leggere alcuni passaggi ho quasi avuto i conati (e a rileggere i vostri commenti mi sono tornati).

Un libro che esprime molte verità ma nauseabondo e di cui non ho apprezzato il sistema della menzogna al lettore. È una tecnica che non amo e che reputo una manipolazione fin troppo comoda per lo scrittore.

Per me è anche un 2/5.
L'ho abbandonato su uno scaffale di una casa in affitto a Torino, felice di aver liberato uno spazio nella mia libreria romana dove ristagnava intatto da troppo tempo.
Offline Micenea
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1273
Iscritto il: 05 novembre 2012
Goblons: 90.00
Località: Roma

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Sportacus » 7 ott 2015, 12:51

sava73 ha scritto:Io piu' ci penso piu' ne sono ammirato.
Libro MERAVIGLIOSO. Un macigno... ma non per questo meno bello (perchè triste, perverso, esasperato)


Cito solo questo per sottoscrivere in pieno il tuo pensiero.
The basic tool for the manipulation of reality is the manipulation of words. If you can control the meaning of words, you can control the people who must use the words.
(How To Build A Universe That Doesn't Fall Apart Two Days Later, 1978)
Offline Sportacus
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2154
Iscritto il: 13 agosto 2011
Goblons: 10.00
Località: Portici (NA)
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Sportacus » 7 ott 2015, 12:58

[quote="Micenea"Un libro che esprime molte verità ma nauseabondo e di cui non ho apprezzato il sistema della menzogna al lettore. È una tecnica che non amo e che reputo una manipolazione fin troppo comoda per lo scrittore.[/quote]

Dalla autobiografia dell'autrice:
"Prima di tutto, naturalmente, bisogna scrivere. Dopo di che bisogna continuare a scrivere. Anche quando non interessa a nessuno. Anche quando si ha l’impressione che non interessarà mai a nessuno."

Questo per dirti che, secondo me, la città di K. non è stata scritta così per pura tecnica.
The basic tool for the manipulation of reality is the manipulation of words. If you can control the meaning of words, you can control the people who must use the words.
(How To Build A Universe That Doesn't Fall Apart Two Days Later, 1978)
Offline Sportacus
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2154
Iscritto il: 13 agosto 2011
Goblons: 10.00
Località: Portici (NA)
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Sveltolampo » 7 ott 2015, 13:14

sava mi hai tirato un altro cazzotto :piange: e pure micenea :piange:

nel senso positivo...
Offline Sveltolampo
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 11221
Iscritto il: 22 settembre 2011
Goblons: 10.00
Località: Povoletto (UD)
Utente Bgg: Sveltolampo
Sei iscritto da 5 anni. Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Sono un Sava follower Ho parteciapto al torneo di Clash Royale Telegram Fan

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Micenea » 7 ott 2015, 13:28

Ma certamente Sportacus. Immagino che non fosse nelle intenzioni della scrittrice dileggiarsi esclusivamente in un virtuosismo stilistico.

Il sistema di scrittura basato sulla menzogna dà una libertà tale allo scrittore da permettergli di far convergere la storia dove vuole, in qualsiasi momento: tutto diventa il contrario di tutto. Non è uno stile che amo. A questo si aggiunge un'altra "facilitazione narrativa": l'eccesso di morbosità che personalmente trovo gratuita e poco artistica in un racconto.

Ecco, probabilmente chi apprezza gli horror non fa fatica ad apprezzare questo libro.
Offline Micenea
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1273
Iscritto il: 05 novembre 2012
Goblons: 90.00
Località: Roma

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Sportacus » 7 ott 2015, 13:52

Micenea ha scritto:Ma certamente Sportacus. Immagino che non fosse nelle intenzioni della scrittrice dileggiarsi esclusivamente in un virtuosismo stilistico.

Il sistema di scrittura basato sulla menzogna dà una libertà tale allo scrittore da permettergli di far convergere la storia dove vuole, in qualsiasi momento: tutto diventa il contrario di tutto. Non è uno stile che amo. A questo si aggiunge un'altra "facilitazione narrativa": l'eccesso di morbosità che personalmente trovo gratuita e poco artistica in un racconto.


Capisco quel che dici, ma un altro stile di scrittura e l'assenza di alcune scene avrebbero dato vita ad un'altra storia, e a altre emozioni. Storia ed emozioni diverse da quelle che l'autrice aveva dentro e che voleva raccontare.
The basic tool for the manipulation of reality is the manipulation of words. If you can control the meaning of words, you can control the people who must use the words.
(How To Build A Universe That Doesn't Fall Apart Two Days Later, 1978)
Offline Sportacus
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2154
Iscritto il: 13 agosto 2011
Goblons: 10.00
Località: Portici (NA)
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda sava73 » 7 ott 2015, 14:45

Micenea ha scritto:Il sistema di scrittura basato sulla menzogna dà una libertà tale allo scrittore da permettergli di far convergere la storia dove vuole, in qualsiasi momento: tutto diventa il contrario di tutto. Non è uno stile che amo.


estrapolando questo pensiero dal contesto specifico di questo romanzo mi trovi in accordo totalmente!
L'ho scritto anche nel mio commento primo. Pero' se contestualizzo.. no. La Kristof è stata davvero brava. A me il suo romanzo è arrivato forte e ha smosso sensazioni che difficilmente scordero'.
sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
Immagine
Offline sava73
Goblin Cylon
Goblin Cylon

Avatar utente
Tdg Super Moderator
TdG Administrator
TdG Organization Plus
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 21716
Iscritto il: 08 agosto 2011
Goblons: 9,624,341,229.00
Località: Roma
Utente Bgg: sava 73
Sei nella chat dei Goblins Sono un Cylon Ho partecipato alla Play di Modena Alta Tensione Fan Carcassonne Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Mi piace la pallavolo Tifo Lazio Io dico PUPINA BONA! Triade, il verde e' troppo verde... Birra fan Breaking Bad fan Food Chain Magnate fan Frush fan Amo la Nutella!!!! Splotten Spellen fan The Walking Dead fan Io faccio il Venerdi GdT! Battlestar Galactica fan Pizza fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Ho contribuito alla Visibility della Play 2016! Jones 'Incazzoso' Fan! Ho parteciapto al torneo di Clash Royale Podcast Fan Podcast Maker Telegram Fan Ventennale Goblin

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Nynaeve » 14 ott 2015, 12:55

A distanza di tempo, rileggo i vostri commenti...
parto dal fatto che inizialmente non avevo capito la scrittrice né il suo stile, ora grazie ad alcuni di voi, sono più consapevole della persona che ha dato inizio alla Comunicazione. (perché in un libro c'è sempre comunicazione)
in questi giorni in classe sto facendo Baudelaire... consoscere un po' della sua vita mi fa leggere I fiori del Male con una chiave differente che leggendoli senza sapere nulla di lui.
trovo il francese maledetto stranamente un'anima simile a quella che esce fuori da questi libri.
Attenzione. so che sono diversi, uno è un romantico, l'altra una scrittrice di inizio post-moderno e appartenente al filone degli scrittori della Cortina... quindi la similitudine non è stilistica ma puramente empatica.

Triste. Perverso. Esasperato. sono tre aggettivi usati da Sava. e mi complimento con lui per la scelta felicissima dei termini.
A.Kristoff e la Città di K sono tristi, perversi, esasperati un po come C. Baudelaire... un po' come tutti gli scrittori che faticosamente hanno cercato di elevarsi con l'arte sopra le cupe e terribili vicende delle loro vite.
quindi riconosco che c'è bellezza in questo libro, come un fiore del male che nasce dalla disperazione e dal bisogno di scrivere...

prego gli esperti della Kristoff di perdonarmi la "lettura comparata" ma per me i libri una volta letti entrano in un bagaglio personale in cui ogni autore e ogni libro risuona con gli altri...
Ultima modifica di Nynaeve il 14 ott 2015, 13:04, modificato 1 volta in totale.
Offline Nynaeve
Illuminato
Illuminato

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 1728
Iscritto il: 27 aprile 2012
Goblons: 1,000.00
Località: Perugia
Utente Bgg: Egwene
Board Game Arena: Nynaeve
Sei nella chat dei Goblins Terra Mystica Fan The Castles of Burgundy Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Ho contribuito alla Visibility della Play 2016!

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda sava73 » 14 ott 2015, 13:02

siamo qui per questo :snob:
E poi .. il libro ha già vinto (se così si puo' dire, dato che è una vittoria che fa piacere per primi a noi stessi) quando dopo mesi, se non anni, siamo ancora qui a parlarne. :sisi:

Tutti finito?
Siamo pronti per il prossimo meeting di lettura?
sava73 (goblin Cylon) ultimamente ha giocato a:
Immagine
Offline sava73
Goblin Cylon
Goblin Cylon

Avatar utente
Tdg Super Moderator
TdG Administrator
TdG Organization Plus
TdG Top Supporter
 
Messaggi: 21716
Iscritto il: 08 agosto 2011
Goblons: 9,624,341,229.00
Località: Roma
Utente Bgg: sava 73
Sei nella chat dei Goblins Sono un Cylon Ho partecipato alla Play di Modena Alta Tensione Fan Carcassonne Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Mi piace la pallavolo Tifo Lazio Io dico PUPINA BONA! Triade, il verde e' troppo verde... Birra fan Breaking Bad fan Food Chain Magnate fan Frush fan Amo la Nutella!!!! Splotten Spellen fan The Walking Dead fan Io faccio il Venerdi GdT! Battlestar Galactica fan Pizza fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Ho contribuito alla Visibility della Play 2016! Jones 'Incazzoso' Fan! Ho parteciapto al torneo di Clash Royale Podcast Fan Podcast Maker Telegram Fan Ventennale Goblin

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Sveltolampo » 14 ott 2015, 13:06

effettivamente non pensavo, ma anch'io mi ritrovo a pensare al libro ogni tanto...e scopro cose nuove :sisi:

alla fine sono proprio soddisfatto di questa scelta :approva:
Offline Sveltolampo
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 11221
Iscritto il: 22 settembre 2011
Goblons: 10.00
Località: Povoletto (UD)
Utente Bgg: Sveltolampo
Sei iscritto da 5 anni. Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins Sono un Sava follower Ho parteciapto al torneo di Clash Royale Telegram Fan

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Sportacus » 14 ott 2015, 13:08

Nynaeve ha scritto:i libri una volta letti entrano in un bagaglio personale in cui ogni autore e ogni libro risuona con gli altri...


Come è giusto che sia, direi
The basic tool for the manipulation of reality is the manipulation of words. If you can control the meaning of words, you can control the people who must use the words.
(How To Build A Universe That Doesn't Fall Apart Two Days Later, 1978)
Offline Sportacus
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2154
Iscritto il: 13 agosto 2011
Goblons: 10.00
Località: Portici (NA)
Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins

Re: Trilogia della Città di K. - Ágota Kristóf

Messaggioda Rage » 21 ott 2015, 17:19

Finito...bellissimo...nella mia top 5....Grazie per avermi condiviso questa magnifica lettura
[spoil]Il libro parte che mi spiazza: due gemelli...lo sfondo della guerra...i capitoli di due pagine. Se non avessi letto la quarta di copertina, così dal titolo, avrei immaginato un V for Vendetta. Perchè? Boh...sapete quelle sensazioni a pelle? Cmq mi appassiona, con sti due ragazzi sempre cinici e ostinati, che, nonostante tutto, sopravvivono alla brutalità che la vita spesso gli pone davanti. E la cosa bellissima è che la vera crudeltà non è la guerra, ma il contorno,
Il secondo romanzo è una caduta verso l'inferno: se prima "pensano da adulti", ora è l'adulto che pensa e agisce, attaccato alle proprie idee e al modo di vedere la società di un piccolo paesino, allontanato dal fratello (che poi capisco essere fittizio), e dalla Storia che fa da contorno
Il terzo è la consacrazione del "se speri che possa esserci un lieto fine...bhe...smetti di leggere"...Quanti sentimenti in queste pagine
Ripeto...bello...e sopratutto grazie ragazzi[/spoil]
Offline Rage
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Organization
 
Messaggi: 1201
Iscritto il: 28 luglio 2004
Goblons: 170.00
Località: Ronchi dei Legionari (GO)
Utente Bgg: R@ge
Facebook: Mancaugi
Recensioni Minute  Fan Sgananzium Fan Sei nella chat dei Goblins Ho partecipato alla Play di Modena Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Tifo Inter Frush fan Star Wars fan Ho contribuito alla Visibility della Play 2016!

PrecedenteProssimo


  • Pubblicita`

Torna a Tempo Libero



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti