videogiochi: perché sono più diffusi?

Moderatori: Sephion, pacobillo, Dera

Re: videogiochi: perché sono più diffusi?

Messaggioda tika » 28 nov 2014, 10:27

Lunedì ho letto questo topic, e l'argomento mi ha dato subito spunto per provare a dare una mia opinione, così ho cominciato a scriverla:
ovviamente siccome sono logorroico ho scritto scritto scritto ed alla fine mi sono accorto che quello che era venuto fuori era più un articolo che un post.
Così lo ho passato alla redazione ed oggi è stato pubblicato in hompage.
Quindi quello voleva essere il mio contributo a questa discussione, se ritenete lo posso copiare qui per intero per comodità.

In realtà avevo anche scritto una seconda parte, la quale però ho preferito non pubblicare perché la ritenevo decisamente più "debole". Però dato che qui si discute per idee la metto lo stesso perché affronta la questione delle emozioni che è una delle principali affrontate nel topic.

2. Le droghe "ludiche", uno spunto.

Per quanto riguarda la prima parte della discussione (vedi l'articolo) penso di possedere qualche competenza a riguardo. D'ora in poi sentitevi liberi d'interpretare le mie parole come una sorta di coacervo di idee confuse e varie. Se pensate che siano cavolate magari avete ragione!
Proverò comunque a riflettere su un altro dei punti intorno al quale si è concentrata la discussione sul forum, cioè quello delle emozioni.
Possiamo parlare di emozioni suscitate da un gioco da tavola? E se ci sono, sono più vere di quelle suscitate da un videogioco o, per fare un esempio molto vicino, quelle di un film?

Personalmente penso che quando parliamo di emozioni non possiamo catalogarle come più o meno vere piuttosto che più o meno autentiche. Un'emozione è un'emozione. La sua caratteristica principale è, scusatemi se sono lapalissiano, quella di suscitare emozione.
Dunque?

2.1 Emozioni eterologhe.

Va detto che esistono alcune forme di emozione cui possiamo riconoscere un'origine diversa. Vi sono emozioni che si originano direttamente dentro di noi e vi sono emozioni che possono essere indotte per via eterologa attraverso l'utilizzo di canali capaci di stimolare i nostri sensi e di attivare una risposta emotiva.
Per esempio la musica è un canale estremamente potente per la sua capacità di trasmettere emozioni: provate a vedere un film horror di quelli che vi fanno veramente paura - lo so che anche i più duri di voi ne hanno almeno uno - e chiudete gli occhi. L'ansia e la paura rimarranno tali e quali. Forse eviterete di provare un sentimento di rifiuto verso l'immagine spesso violenta del film, ma la sensazione di insicurezza e paura sarà forse addirittura aumentata dal senso dell'incognito che vi pervade.
Aprite ora gli occhi e tappatevi le orecchie (o escludete l'audio del film). Risultato? Imbarazzante. Le scene perderanno praticamente di ogni pathos, potrete assistere all'arrivo di un personaggio terribile con freddezza e il sorriso sulle labbra. Da questo punto di vista, quindi, l'effetto visivo non è il altrettanto forte quanto quello uditivo come strumento per provocare emozioni.
Vi sono dunque diversi canali che attivano in noi degli input in grado di stimolare determinate emozioni, indipendentemente dalla nostra partecipazione attiva alla scena in questione.
La ricezione di questi input è inconscia, cioè non è filtrata da una riflessione sulla causa stessa. Questo tipo di emozioni sono quelle che maggiormente si attivano durante l’esperienza videoludica. O, per meglio dire, sono una categoria di emozioni che vengono stimolate in maniera importante video-giocando mentre lo sono molto meno nell’esperienza del gioco da tavolo.

2.2 Emozioni autoindotte.
Vi sono anche emozioni che hanno un’origine diversa. Nascono cioè direttamente dentro di noi in seguito ad una nostra reazione ben più conscia che nel caso delle eterologhe. Possono essere frutto di soddisfazione, di frustrazione, di realizzazione, di considerazioni e di analisi. Emozioni di questo tipo riescono meglio a svilupparsi di fronte ad un bel gioco da tavolo.
Innanzi tutto per il diverso ritmo che mediamente un gioco di questo tipo ci consente, laddove la concitazione ed il ritmo, ed anche la concentrazione necessaria, è completamente diversa rispetto a quanto non sia in un videogioco. Ma anche proprio per la mancanza di contenuti così immersivi, tanto importanti per provocare quelle che abbiamo chiamato emozioni eterologhe, garantisce a noi stessi la possibilità di dedicarsi a provare sensazioni diverse.

2.3 Le meglio emozioni.
Le prime emozioni sono meglio delle seconde, o viceversa? Io non lo credo.
È indubbio però che le emozioni autoindotte, essendo maggiormente frutto di una coscienza attiva, siano in qualche modo più “faticose” delle prime, perché sostanzialmente, necessitano un filtro aggiuntivo.
Ma le prime sono altrettanto importanti e altrettanto significative. Ben vengano le emozioni, tutti i tipi di emozioni. Ancora una volta sta a noi essere i primi coscienti di ciò che proviamo e di valutare al meglio le nostre sensazioni.
Non sarebbe giusto privarsi né delle une né delle altre. Continuiamo ad emozionarci.
Offline tika
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2217
Iscritto il: 29 agosto 2008
Goblons: 240.00
Località: Trento
Mercatino: tika

Re: videogiochi: perché sono più diffusi?

Messaggioda yon » 28 nov 2014, 11:55

Innanzitutto volevo complimentarmi per il bellissimo articolo che hai scritto, lo ho trovato esaustivo ed incisivo. Oltretutto condivido in pieno.

Su questa seconda parte, a me sembra altrettando solida rispetto alla prima. Anzi, aggiungo pure che mi hai tolto le parole di bocca. Ci pensavo ieri in macchina, l'argomento lo avevo appena accennato ma era chiarissimo nella mia mente:

yon ha scritto: credo però che non siano la regola e che in genere si miri a stimolare un altro tipo di emozioni in chi gioca ai videogames.


Secondo me tu lo hai scritto meglio di come avrei saputo farlo io, perciò grazie anche per averlo reso ancora più chiaro a me stesso, dandomi una conferma. Io avevo scelto un altro esempio: il cinema 4D ed il teatro. Facciamo il caso di una scena che prevede che il protagonista sia in macchina e che venga centrato da un getto d'acqua che parte da un idrante rotto e passa per il finestrino.

Cinema 4D: lo spettatore vede tutta la scena nei minimi dettagli, tridimensionale, con l'effetto sonoro identico a quello reale e viene lui stesso centrato da un getto d'acqua per fargli sentire sulla pelle il bagnato e l'impatto del liquido (vista, tatto ed udito stimolati direttamente). Il cinema 4D "parla".

Teatro: lo spettatore vede l'attore seduto su una sedia di paglia che porta le mani al volto e, con un verso, simula lo schizzo di acqua. Il teatro "mostra".

Il tipo di elaborazione richiesta al cervello è molto differente. Nel primo caso si limita a registrare gli impulsi sensoriali. Nel secondo caso deve prima immaginarli. Il secondo caso è più faticoso e richiede più elaborazioni, oltre che lo stimolo della memoria che è praticamente assente nel primo caso del cinema 4D. In pratica, il cervello viene usato meno nel caso del cinema 4D. Ma vi siete mai chiesti perché oggi una delle frasi più ricorrenti è "no aspetta che me lo scrivo che ho una memoria di ricotta, e poi devo pure vedere se mi ricordo del foglietto"? Perché il computer ci sta disabituando a memorizzare. Tanto, se lo ricorda lui. Non ti ricordi l'anno in cui Cesare passò il Rubicone? Beh, facile, http://www.wikipedia.it ed il gioco è fatto, anzi, sta sempre lì, non devi nemmeno ricordartelo la seconda volta, dopo che lo hai ricontrollato. In pratica c'è un transfert di funzioni dall'uomo alla macchina (cosa che avviene anche, ad esempio, per l'abuso di parti cesarei con la capacità di partorire della donna, ma vale per un sacco di altre cose).

Ora, con questo non sto affermando che dobbiamo tornare nelle caverne e nemmeno fare il pippone off topic, sono esempi che mi servono per inserirmi sulla scia delle conclusioni tratte da Tika, sulle quali sono leggermente discorde: secondo me, dal punto di vista dell'uso del cervello, sono migliori gli stimoli interni, che richiedono più elaborazioni e quindi tengono il cervello più allenato. Anche in questo caso non sto affermando che i videogames vadano banditi dal regno, ma che saputo questo una persona dovrebbe dosare il loro utilizzo. Quindi: più giochi da tavolo e meno videogames.
L'irriverenza conduce alla sconsideratezza V. von Croy
Immagine
Offline yon
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2684
Iscritto il: 10 aprile 2013
Goblons: 20.00
Località: Reggio Emilia
Utente Bgg: YonHQ
Mercatino: yon
HeroQuest Fan Sono un cattivo

Re: videogiochi: perché sono più diffusi?

Messaggioda DooM » 28 nov 2014, 12:59

Generalizzazioni, generalizzazioni basate su esperienze personali everywhere.

Perché i videogiochi sono solo farmville e chi gioca a munchkin avrà una memoria di ferro!
Ultima modifica di DooM il 28 nov 2014, 19:19, modificato 1 volta in totale.
Offline DooM
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 985
Iscritto il: 17 ottobre 2012
Goblons: 10.00
Località: Roma
Mercatino: DooM

Re: videogiochi: perché sono più diffusi?

Messaggioda Morg » 28 nov 2014, 13:34

Bello l'articolo di Tika anche se, giustamente, sposta l'attenzione su importanza di proporre gdt o affini nel processo formativo e perde un po' il focus del thread (ripeto, giustamente visto che è un articolo per la rubrica saranno goblin)
In Ludo Veritas

OFFERTE PER PLAY!
Offline Morg
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 6213
Iscritto il: 09 novembre 2012
Goblons: 410.00
Località: Pavia/Magenta
Mercatino: Morg
Sono stato alla Gobcon 2016 Ho contribuito alla Visibility della Play 2016!

Re: videogiochi: perché sono più diffusi?

Messaggioda tika » 28 nov 2014, 14:56

Morg ha scritto:Bello l'articolo di Tika anche se, giustamente, sposta l'attenzione su importanza di proporre gdt o affini nel processo formativo e perde un po' il focus del thread (ripeto, giustamente visto che è un articolo per la rubrica saranno goblin)


Si e no. Il mio intento di partenza è nato cmq da questo topic. Il fatto è che io credo che la risposta sia proprio da ricercare nella formazione dell'individuo, che influisce sulle sue scelte da adulto.
Per quanto riguarda quanto detto da Doom io non volevo affatto sminuire il valore dei videogiochi, di cui sono un grande appassionato. Se in quanto ho scritto traspare questo messaggio si vede che non sono riuscito a comunicare quanto voluto.
Sono conscio che esistono giochi da tavola e giochi da tavola, e videogiochi e videogiochi. Però sono anche convinto che tra i videogiochi sia più diffuso e ampiamente più giocato farmville di world of goo (e tra l'altro dovremmo anche discutere di COME venga giocato il secondo, sempre tornando al discorso del trial and error).
Secondo me ritorniamo alla medesima risposta, cioè che alcuni giochi (i videogiochi più dei giochi da tavolo in un discorso più ampio, farmville più di world of goo in uno più ridotto) rispondono meglio alle "esigenze" dell'individuo.
E guardate che io gioco world of goo con un approcio trial and error, e mi diverto. Però è importante l'autocoscienza di ciò che si fa.
Offline tika
Saggio
Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2217
Iscritto il: 29 agosto 2008
Goblons: 240.00
Località: Trento
Mercatino: tika

Re: videogiochi: perché sono più diffusi?

Messaggioda Morg » 28 nov 2014, 15:11

Ho capito il tuo intento e la tua spiegazione, ma non credo possa essere esaustiva proprio perché questa differenza di diffusione la si riscontra anche in generazioni che non hanno avuto questo tipo di formazione più digital-oriented. Credo ci sia una commistione di tanti fattori citati nel thread e, torno a dire la mia, soprattutto il fattore tech TIRA. I videogiochi evolvono con la velocità della tecnologia, che già di per sé è un traino enorme.
In Ludo Veritas

OFFERTE PER PLAY!
Offline Morg
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 6213
Iscritto il: 09 novembre 2012
Goblons: 410.00
Località: Pavia/Magenta
Mercatino: Morg
Sono stato alla Gobcon 2016 Ho contribuito alla Visibility della Play 2016!

Re: videogiochi: perché sono più diffusi?

Messaggioda Maxwell » 28 nov 2014, 19:03

tika ha scritto:io non volevo affatto sminuire il valore dei videogiochi, di cui sono un grande appassionato. Se in quanto ho scritto traspare questo messaggio si vede che non sono riuscito a comunicare quanto voluto.

a mio avviso sei stato molto chiaro , non traspare affatto nulla di sminuente .
ed in buona parte condivido .
il mio mercatino scambio\cerco 2015 :

https://www.goblins.net/content/modena-p ... tminiature
Offline Maxwell
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 906
Iscritto il: 22 novembre 2012
Goblons: 0.00
Località: Modena
Mercatino: Maxwell

Re: videogiochi: perché sono più diffusi?

Messaggioda FCM » 28 nov 2014, 20:15

Non so se già è stato detto.... comunque...

Sono più diffusi per un semplice e inculturale motivo.

I giochi da tavolo sono cose per bambini e ragazzetti..... quando le persone ti dicono che a quarant'anni giochi ancora con i pupi ti ho già detto tutto... per me l'unico vero motivo è questo.
...che devo dire..devo dire...Sfatof! /Axis & Allies GDT/ Miniatures Forum: http://www.axisandallies.it/joomla/
Offline FCM
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 804
Iscritto il: 20 aprile 2006
Goblons: 0.00
Località: GreySkull
Mercatino: FCM

Re: R: videogiochi: perché sono più diffusi?

Messaggioda IGiullari » 29 nov 2014, 1:54

Il canale YouTube della Tana dei Goblin è ora realtà!
https://www.youtube.com/user/LaTanaDeiGoblin
Offline IGiullari
Maestro Goblin
Maestro Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
Top Reviewer 1 Star
 
Messaggi: 16175
Iscritto il: 27 marzo 2013
Goblons: 3,310.00
Località: Saluzzo (CN)
Utente Bgg: IGiullari
Board Game Arena: IGiullari
Mercatino: IGiullari
Agricola fan Puerto Rico Fan Sono stato alla Gobcon 2015 Sono un Goblin Terra Mystica Fan Ho partecipato alla Play di Modena Five Tribes Fan Star Realms Fan Seasons Fan The Castles of Burgundy Fan Le Havre Fan Caylus Fan Carcassonne Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Sono stato alla fiera di Essen Sono un Sava follower 7 Wonders Duel fan Io amo Feld I viaggi di Marco Polo fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Podcast Maker

Re: videogiochi: perché sono più diffusi?

Messaggioda cool_fra » 29 nov 2014, 3:59

Gran bell'articolo tika!
Bella l'analisi del punto 1.
Sono ovviamente d'accordo che l'ambiente e quindi l'educazione che viene data a un bambino lo condizionino nelle scelte che farà da adulto (anche riguardo i giochi!)

Senza dimenticare che la pubblicità è un importante mezzo per condizionare, ma anche la pubblicità si piega alla DOMANDA che il consumatore fa, e le "industrie" rispondono con un'OFFERTA mirata.

Come dire, niente di nuovo sotto il sole... L'unico motore della storia è l'economia...

E riguardo la differenza Nord/Sud? Se il nord è più avanzato del Sud è probabile che i genitori di un bambino che abita a nord lavorino di più e quindi passino meno tempo con il bambino rispetto a dei genitori del Sud.. Ma allora come mai al nord ci sono più associazioni che promuovono il gioco da tavolo? È solo un discorso "climatico"? (fa freddo, non usciamo, stiamo a casa e per non giocare sempre ai VG proviamo i gdt)

Poi non credo che chi a 40 anni gioca ai gdt debba essere considerato bambino.. Chi gioca a scacchi a 40 anni viene considerato un bambino? Direi di no.. Eppure gli scacchi cosa sono se non un gioco da tavolo? E quando vedi le persone a mare che giocano a burraco o a scopa, che magari hanno anche 60 e passa anni... Cosa sono? Persone che giocano.
L'unica cosa che cambia quando uno è diventa adulto è che non può dedicare 10ore al giorno per giocare con gli amici, ma si accontenta di quelle poche volte in cui può, perché ci sono altri impegni. (ma magari anche se è adulto aspetta ancora con gioia quel momento in cui si potrà rilassare, come potrà essere per altri suonare uno strumento, giocare a calcio, leggere un libro etc..)
L'unica cosa riguardo agli scacchi e al burraco è solo che sono più diffusi dei gdt, ma se anche a "noi" a cui piace giocare ai gdt, ci vergognassimo di giocarci, non faremmo altro che darci la zappa sui piedi, impedendo la loro diffusione e dimenticando il motivo per cui si gioca ai gdt, ovvero divertirsi stando insieme :)
Offline cool_fra
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 348
Iscritto il: 21 novembre 2010
Goblons: 80.00
Località: Lecce - Bari
Mercatino: cool_fra

Re: videogiochi: perché sono più diffusi?

Messaggioda FCM » 29 nov 2014, 9:06

Volendo dire, non intendevo che qualcuno dovrebbe vergognarsi se gioca ai gdt ma se metti una persona adulta ed estranea al mondo dei gdt come li conosciamo noi nella condizione di scegliere tra scacchi, scopa, scala 40 o pinacola ecc... e dall'altra parte ci metti un bel Age of Empire III (nome a caso) secondo me scegli la prima opzione, per via che comunque la seconda opzione risulta a sua analisi più giocattolosa rispetto ai più seri giochi da taverna che dici.
Dulcis in fundo, è una questione socio-culturale e di associazione gdt= giochi per giovanotti.
...che devo dire..devo dire...Sfatof! /Axis & Allies GDT/ Miniatures Forum: http://www.axisandallies.it/joomla/
Offline FCM
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 804
Iscritto il: 20 aprile 2006
Goblons: 0.00
Località: GreySkull
Mercatino: FCM

Re: videogiochi: perché sono più diffusi?

Messaggioda Maxwell » 29 nov 2014, 10:33

FCM ha scritto:I giochi da tavolo sono cose per bambini e ragazzetti..... quando le persone ti dicono che a quarant'anni giochi ancora con i pupi ti ho già detto tutto... per me l'unico vero motivo è questo.

questo però lo dicono spesso anche dei VG ,
specialmente gente di + di 40 anni o dal pensare "all antica" .

forse i VG hanno il vantaggio , come hanno già accennato altri ,
che avanzando assieme alla tecnologia vengono accettati + naturalmente , specie tra i giovani o nelle mentalità "moderne".
il mio mercatino scambio\cerco 2015 :

https://www.goblins.net/content/modena-p ... tminiature
Offline Maxwell
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 906
Iscritto il: 22 novembre 2012
Goblons: 0.00
Località: Modena
Mercatino: Maxwell

Re: videogiochi: perché sono più diffusi?

Messaggioda FCM » 29 nov 2014, 12:43

Maxwell ha scritto:
FCM ha scritto:I giochi da tavolo sono cose per bambini e ragazzetti..... quando le persone ti dicono che a quarant'anni giochi ancora con i pupi ti ho già detto tutto... per me l'unico vero motivo è questo.

questo però lo dicono spesso anche dei VG ,
specialmente gente di + di 40 anni o dal pensare "all antica" .


Ma secondo me molto meno.... perché comunque i videogames moderni fanno più tecnologia e sono visti alla stregua di un film o animazione che non delle plance di gioco disegnate con dadi e pedine che danno comunque una senzazione di giocattolo... e quindi portano all'associazione giocattolo = per ragazzetti.

Forse se cominciassero a mettere sui giochi dei V.M. 18 potrebbero esser presi più seriamente....Ovviamente sto esagerando.
...che devo dire..devo dire...Sfatof! /Axis & Allies GDT/ Miniatures Forum: http://www.axisandallies.it/joomla/
Offline FCM
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 804
Iscritto il: 20 aprile 2006
Goblons: 0.00
Località: GreySkull
Mercatino: FCM

Re: videogiochi: perché sono più diffusi?

Messaggioda Maxwell » 29 nov 2014, 14:31

FCM ha scritto:Ma secondo me molto meno.... perché comunque i videogames moderni fanno più tecnologia e sono visti alla stregua di un film o animazione che non delle plance di gioco disegnate con dadi e pedine che danno comunque una senzazione di giocattolo... e quindi portano all'associazione giocattolo = per ragazzetti.

Forse se cominciassero a mettere sui giochi dei V.M. 18 potrebbero esser presi più seriamente....Ovviamente sto esagerando.

può darsi .
tieni presente , che io vivo in provincia e che Modena non è 1 metropoli .
magari nella città + grandi (e moderne) la proporzione cambia .
il mio mercatino scambio\cerco 2015 :

https://www.goblins.net/content/modena-p ... tminiature
Offline Maxwell
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 906
Iscritto il: 22 novembre 2012
Goblons: 0.00
Località: Modena
Mercatino: Maxwell

Re: videogiochi: perché sono più diffusi?

Messaggioda TrueOgre » 2 dic 2014, 15:10

Per la cronaca nel 2000 ci stava la ps2 :P 95 psx

Inviato da un luogo sconosciuto ..... tramite il mio Oneplus One.
Offline TrueOgre
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 529
Iscritto il: 20 novembre 2012
Goblons: 10.00
Località: Avellino
Utente Bgg: TrueOgre
Facebook: Giacomo de Simone
Twitter: TrueOgre80
Mercatino: TrueOgre

PrecedenteProssimo

Torna a Sproloqui e chicche varie

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti