Videogiochi VS Giochi Da Tavolo

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Sephion, pacobillo, Rage

Messaggioda Falcon » 15 apr 2006, 22:10

Malkav ha scritto:io stesso lo faccio ed ho addirittura comprato il Game Boy Advance solo per giocare a Final Fantasy Tattics Advance,ma solo che considero questi videogames più un passatempo che un modo per socializzare.


Perché sei malato! ;)

Malkav ha scritto:Una frase che ho sentito recentemente esplica chiaramente ciò che voglio dire:
I videogames supereranno i giochi da tavolo solo quando sapranno bere birra e dire cazz@#§. :-) Un modo simpatico per dire:il bello dei boardgames è stare tra amici. :grin:


Te l'ho detta io (e l'ho anche scritta sopra... se leggessi per bene! :roll: ).. ma continuo a non ricordarmi dove l'ho vista. forse su GMM2? :-?

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

Offline Falcon
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
Top Uploader
 
Messaggi: 5488
Iscritto il: 09 gennaio 2005
Goblons: 3,384.00
Località: Senigallia (An)
Mercatino: Falcon
Sono stato alla Gobcon 2015 Ho partecipato alla Play di Modena Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Ventennale Goblin

Messaggioda magobaol77 » 15 apr 2006, 23:23

Premetto: sono stato un discreto appassionato di videogames, ma attualmente gioco praticamente solo a boardgames (al limite giochi boardgames online).
I videogames sono sicuramente giochi di grande valore ed un mezzo potentissimo. In essi tuttavia è racchiusa una trappola mortale. L'isolamento ludico. Oggettivamente la socializzazione è molto mediata rispetto ad un boardgame. Anche se ci troviamo nella stessa stanza a giocare non è la stessa cosa, lo sguardo è fisso sullo schermo, l'interazione è decisamente limitata e mediata. Questo porta al gioco in solitario o al gioco on-line che molte volte è sostitutivo della socializzazione diretta. (in altre parole, io ho amici con cui ci ritrovavamo le sere a giocare, e che oggi lavorano e giocano a World of Worcraft e basta e non li vedo da un anno. ) in una società dove ci troviamo sempre più ad essere divisi e parcellizzati il gioco di tavoliere che spinge ad incontrarsi è molto importante, anche per i bambini e ragazzini (che spesso si trovano isolati).
Se utilizzato bene il videogame può essere un grande mezzo di cultura, ma ha anche diverse insidie nascoste....
"Ebbene, si gioca per vincere ma giocando per vincere si impara a perdere. E io credo che questa sia la cosa importante, perchè se si è imparato a perdere si è imparato a vivere. E' tutto quello che volevo dire."
Alex Randolph
Offline magobaol77
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 714
Iscritto il: 19 febbraio 2005
Goblons: 490.00
Località: Fermo
Mercatino: magobaol77

Messaggioda frankiedany » 15 apr 2006, 23:34

freeman74 ha scritto:
kopesh ha scritto:Tra un po' riusciremo ad informatizzare anche i rapporti sociali come l'amicizia.

Kopesh


beh veramente ci hanno già provato: "The sims" è un simulatore di vita: rapporti di amicizia,amore,figli,carriera,arredamento,edilizia....
:grin:
frankiEdany
ehi, goblins...sono FRANKIE ...Dany si è fregata la mia E !!!
Offline frankiedany
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 1122
Iscritto il: 20 novembre 2005
Goblons: 350.00
Località: ROMA Historic Centre
Mercatino: frankiedany

Messaggioda frankiedany » 15 apr 2006, 23:43

Starmaster ha scritto:Sono più di 20 anni che gioco con i videogames ma non sono ne un asociale ne un alienato. Ho sempre visto il videogame come una vera fuga dalla realtà così come i board-game. Ma tra i due c'è veramente poco in comune se non quest' ultima cosa che ho detto.

Ho provato, ultimamente, a giocare su Brettspielewelt ai board game via on-line e devo dire che manca quell' allegria che differenzia le serate passate davanti ad un monitor e quelle passate al tavolo con 4 amici.
Si, i giochi indubbiamente restano gli stessi ma il contorno è ben diverso e per me la differenza la fa proprio quel contorno.

Cmq i videogames faranno sempre parte della mia vita e molto probabilmente faranno parte della mia vita anche i board-game.
In sostanza non riesco a stare lontano da tutti e 2. ;) ....penso di amarli alla stessa maniera.


pure io la penso così...infatti rispetto ad un boardgame su PC preferisco un vero gioco da PC!!!

cmq x la socializzazione bisogna distinguere tra le consolle ( tipo play 2 ) e il PC.
Le consolle sono più socialmente aggreganti anke per il tipo di periferiche visto che spesso il PC supporta la tastiera anzichè i pad.
e poi amke la postazione del PC in genere è associata a spazi + di studio che di svago per cui in salotto si sta meglio davanti alla TV con playstation.

A me personalmente piace interagire socialmente anke nei giochi fatti x un solo giocatore:
o si fa un pò x uno o ci si dividono i tasti ( tanto ci vuole x certi giochi quasi un "diploma di dattilografia")...infatti è comodo ridurre il numero di tasti da battere!!! :grin:
Poi anke x quelli horror non mi piace giocarci da sola xkè sennò ho paura! :roll:
frankiEdany
ehi, goblins...sono FRANKIE ...Dany si è fregata la mia E !!!
Offline frankiedany
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 1122
Iscritto il: 20 novembre 2005
Goblons: 350.00
Località: ROMA Historic Centre
Mercatino: frankiedany

Messaggioda freeman74 » 16 apr 2006, 1:34

ragazzi trovatemi un boardgame che riproduca una partita di calcio, tipo Winning Eleven per PS2, o un simulatore di corse tipo Toca Race Driver 3 per PC....è ovvio che Puerto Rico al pc non è come giocarlo con gli amici...ci sono giochi (le simulazioni) che puoi fare solo al pc, e giochi che puoi fare solo con gli amici seduti ad un tavolo...non mettete insieme le due cose e non paragonateli...sarebbe come paragonare il vino con la birra...quale è meglio?
Offline freeman74
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 5101
Iscritto il: 21 giugno 2004
Goblons: 1,120.00
Località: Roma - Casal Palocco
Mercatino: freeman74

Messaggioda frankiedany » 16 apr 2006, 10:55

freeman74 ha scritto:sarebbe come paragonare il vino con la birra...quale è meglio?


la birra!!!! :beerchug: :beerchug: :alcohol:
frankiEdany
ehi, goblins...sono FRANKIE ...Dany si è fregata la mia E !!!
Offline frankiedany
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 1122
Iscritto il: 20 novembre 2005
Goblons: 350.00
Località: ROMA Historic Centre
Mercatino: frankiedany

Messaggioda Necros » 16 apr 2006, 19:56

io vado per il vino!

frankiedany ha scritto:beh veramente ci hanno già provato: "The sims" è un simulatore di vita: rapporti di amicizia,amore,figli,carriera,arredamento,edilizia....
:grin:

e dieri che ci sono anche riusciti con wow, certe cose sono fatte veramente bene, bisogna ammetterlo!
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00
Mercatino: Necros

Messaggioda VecchioUnno » 17 apr 2006, 11:09

Secondo me in certe situazioni il pc è complementare ai giochi da tavolo.
Infatti devo dire di aver giocato con l'opzione hotseat ( due giocatori con un pc) a diverse simulazioni belliche ( combat mission 1,2,3 - flight leader - v for victory ) e devo dire che relegare al pc i vari lanci di dadi . interpretazioni di l.o.s. , lettura tabelle e gestione delle tessere ha reso molto più fruibile in senso ludico i giochi.
Certo esistono altri giochi che perdono molto nella conversione col pc, ma per mia esperienza , le simulazioni a turni sono più fruibili (sopratutto al neofita) col pc.
E comunque non esiste (almeno per ora :-? ) intelligenza artificiale che possa competere con l'incredibile varietà di reazione ( senza contare la variante alcool :lol: )che può avere una una persona.
Ciao a tutti
Offline VecchioUnno
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 582
Iscritto il: 17 aprile 2005
Goblons: 20.00
Località: Savona
Utente Bgg: vecchiounno
Mercatino: VecchioUnno

Messaggioda Necros » 17 apr 2006, 20:05

è vero anche che nei giochi da tavolo una discussione per fraintendimento del regolamento scoppia sempre; questo con le macchine non accade e questo potrebbe anche essere visto come un male.
"Ora, se la morte è il non aver più alcuna sensazione, ma è come un sonno che si ha quando nel dormire non si vede più nulla neppure in sogno, allora la morte sarebbe un guadagno meraviglioso."
Offline Necros
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 10000
Iscritto il: 28 novembre 2004
Goblons: 0.00
Mercatino: Necros

Messaggioda Loccio » 17 apr 2006, 20:56

Io da appassionato maniacale di videogames (e buon neofita dei boardgames) vi dico questo:

Da un punto di vista di socializzazione parlando dei videogames moderni e odierni, il videogames in socializzazione guadagna milioni di punti rispetto al boardgame. Non che sia un vantaggio per forza, però personalmente ho conosciuto centinaia di persone in giro per l'italia solo negli ultimi 2 mesi che gioco a World of Warcraft, che una vita che comunque volente o nolente gioco a giochi da tavola (seri o meno che siano). Il vantaggio del videogame odierno è che è online. Che per fare certe cose, e organizzare certi eventi, quella persona devi sentirla, ci devi interagire, ci devi "vivere" quel momento insieme. Il boardgame invece basta essere un gruppetto di 3-6 persone, e non hai bisogno di ampliare le tue conoscenze. Una volta che sei in 3-6, hai fatto... puoi giocare a tutto... WoW invece richiede almeno 40 persone per fare qualcosa di impegnativo...

Vi parlo di WoW ma vi posso parlare di miliardi di altri videogames...

Ho conosciuto (3-4 anni fa) una community italiana di giocatori "seri" di Tekken Tag. Con community intendo un gruppo di persone grosso quanto la TDG, con la differenza che invece di condividere un hobby generico (boardgame, Giochi di Ruolo e giochi di miniature) ne condivideva addirittura solo uno. Pensate anche che nessuno di noi videogiocatori gioca ad un solo videogames, e già basterebbero 2 giochi giocati seriamente, per conoscere il doppio (ma anche molte di più) delle persone che uno di voi ha potuto conoscere all'interno della TDG.

Dopo, come fate voi, fanno anche i videoludici: si radunano, si ritrovano, si incontrano, non necessariamente per portare avanti la loro passione, ma anche per conoscersi meglio, per socializzare, per vedersi. Cosa che neanche un forum di Boardgame permette tutti i giorni. E nemmeno i boardgame... dato che io se gioco da tavolo o di ruolo gioco con falcon e malkav, ma con nessun'altro di voi. Mentre di un eventuale forum di WoW gioco con 100 persone contemporaneamente.

Tra l'altro svantaggio notevole del boardgame: se non hai gente con cui giocarci, non lo compri, e non vedo perchè dovresti essere interessato a comprarlo... Il videogame anche se non hai gente, la gente la conosci tramite il videogame, o comunque ti offre un notevole divertimento in singolo, cosa che un boardgame non può mai fare.

Falcon (cito lui perchè è l'unico che conosco qua dentro, anche se oggi ho conosciuto sargon di persona) purtroppo non si è accorto che la gente che ha conosciuto, non l'ha conosciuta perchè voleva giocare ad un boardgame, ma perchè o la conosceva già da prima o perchè ci ha giocato di ruolo e successivamente ci gioca da tavolo... Ma non ci è partito da tavolo. Il videogame invece funziona diversamente: io non ti conosco, ma ti incontro in un negozio che offre consolle di prova per provare i giochi. Ti sfido a tekken, vinco io, vinci tu, pareggiamo, perdiamo... Ci conosciamo in quel frangente. Non dopo una conoscenza che partiva già da prima. Ci conosciamo tramite la passione, e non dopo che abbiamo scoperto le nostre passioni.

Con questo non voglio dire che il videogame sia meglio del boardgame. Affatto. Dico solamente che al giorno d'oggi un videogame ti da una prospettiva di socializzazione migliore di un boardgame.

Tralascio anche il fatto che se questo forum non fosse esistito, voi goblin non vi sareste probabilmente mai incontrati nè conosciuti, anzi forse non tutti questi.
The angel that deserves to die
Offline Loccio
Babbano
Babbano

Avatar utente
 
Messaggi: 41
Iscritto il: 18 marzo 2005
Goblons: 0.00
Località: Senigallia (AN)
Mercatino: Loccio

Messaggioda kopesh » 18 apr 2006, 0:00

Chiarisco brevemente il mio "personale" punto di vista.
Innanzitutto non sono un alienato, vivo, lavoro, ho una famiglia e degli amici.
Ho giocato parecchio ai viedogiochi, da solo e in comunità e più o meno in egual misura ai giochi di società.
Nel post non faccio riferimento al divertimento o alla giocabilità!!!
E' vero che con i viedogiochi non litighi, non possono barare ed il livello di "realtà" è superiore a quello dei giochi di società.
Ma questa non è la loro peculiarità: i videogiochi non insegnano e non si impara, inoltre più che pensare devi reagire!!! I Videogiochi sono utili per spegnere il cervello e attivare i riflessi, cosa utile quando si è sovraccarichi.
Badate che non ho detto che chi gioca con i videogiochi è un Cogl__ne
Quando si gioca ad un gioco di società, devi mettere in modo i neuroni, ed espandere la capacità di stare insieme ad altre persone. Impari, insegni e ti diverti.

Kopesh
Offline kopesh
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 611
Iscritto il: 05 febbraio 2005
Goblons: 100.00
Località: milano
Mercatino: kopesh

Messaggioda magobaol77 » 18 apr 2006, 9:58

Loccio ha scritto:Io da appassionato maniacale di videogames (e buon neofita dei boardgames) vi dico questo:

Da un punto di vista di socializzazione parlando dei videogames moderni e odierni, il videogames in socializzazione guadagna milioni di punti rispetto al boardgame. Non che sia un vantaggio per forza, però personalmente ho conosciuto centinaia di persone in giro per l'italia solo negli ultimi 2 mesi che gioco a World of Warcraft, che una vita che comunque volente o nolente gioco a giochi da tavola (seri o meno che siano). Il vantaggio del videogame odierno è che è online. Che per fare certe cose, e organizzare certi eventi, quella persona devi sentirla, ci devi interagire, ci devi "vivere" quel momento insieme. Il boardgame invece basta essere un gruppetto di 3-6 persone, e non hai bisogno di ampliare le tue conoscenze. Una volta che sei in 3-6, hai fatto... puoi giocare a tutto... WoW invece richiede almeno 40 persone per fare qualcosa di impegnativo...

Vi parlo di WoW ma vi posso parlare di miliardi di altri videogames...

Ho conosciuto (3-4 anni fa) una community italiana di giocatori "seri" di Tekken Tag. Con community intendo un gruppo di persone grosso quanto la TDG, con la differenza che invece di condividere un hobby generico (boardgame, Giochi di Ruolo e giochi di miniature) ne condivideva addirittura solo uno. Pensate anche che nessuno di noi videogiocatori gioca ad un solo videogames, e già basterebbero 2 giochi giocati seriamente, per conoscere il doppio (ma anche molte di più) delle persone che uno di voi ha potuto conoscere all'interno della TDG.

Dopo, come fate voi, fanno anche i videoludici: si radunano, si ritrovano, si incontrano, non necessariamente per portare avanti la loro passione, ma anche per conoscersi meglio, per socializzare, per vedersi. Cosa che neanche un forum di Boardgame permette tutti i giorni. E nemmeno i boardgame... dato che io se gioco da tavolo o di ruolo gioco con falcon e malkav, ma con nessun'altro di voi. Mentre di un eventuale forum di WoW gioco con 100 persone contemporaneamente.

Tra l'altro svantaggio notevole del boardgame: se non hai gente con cui giocarci, non lo compri, e non vedo perchè dovresti essere interessato a comprarlo... Il videogame anche se non hai gente, la gente la conosci tramite il videogame, o comunque ti offre un notevole divertimento in singolo, cosa che un boardgame non può mai fare.

Falcon (cito lui perchè è l'unico che conosco qua dentro, anche se oggi ho conosciuto sargon di persona) purtroppo non si è accorto che la gente che ha conosciuto, non l'ha conosciuta perchè voleva giocare ad un boardgame, ma perchè o la conosceva già da prima o perchè ci ha giocato di ruolo e successivamente ci gioca da tavolo... Ma non ci è partito da tavolo. Il videogame invece funziona diversamente: io non ti conosco, ma ti incontro in un negozio che offre consolle di prova per provare i giochi. Ti sfido a tekken, vinco io, vinci tu, pareggiamo, perdiamo... Ci conosciamo in quel frangente. Non dopo una conoscenza che partiva già da prima. Ci conosciamo tramite la passione, e non dopo che abbiamo scoperto le nostre passioni.

Con questo non voglio dire che il videogame sia meglio del boardgame. Affatto. Dico solamente che al giorno d'oggi un videogame ti da una prospettiva di socializzazione migliore di un boardgame.

Tralascio anche il fatto che se questo forum non fosse esistito, voi goblin non vi sareste probabilmente mai incontrati nè conosciuti, anzi forse non tutti questi.


Mah, socializzare non significa conoscere persone......
da un punto di vista condividere con gente un gioco specifico è limitante (e parlo da giocatore di magic). Immagino passare ad una convention del genere e sentire discorsi simili (tra gioc. di Magic: "ho topdeckato la carta giusta per counterare il deck del mio opponent dato che il mirror era sicuramente un hard match e allora il mio rating scende...)
Credo che la passione generica per il gioco apra di molto la mente e soprattutto sia un terreno relazionale incredibilmente fertile (se io vengo a una convention di WoW mi sento come un deficente alieno, mentre ho portato miei amici che non avevano mai giocato a ModCone si sono divertiti). Credo che la varietà sia un elemento fondamentale di qualsiasi forma culturale e sospetto di qualsiasi gioco "totalizzante".
in seconda battuta metto in serio dubbio la socializzazione da gioco on-line.
Certo fai la tua convention, il tuo ritrovo, parli e ti conosci, ma poi, quotidianamente e settimanalmente come giochi?
Davanti ad uno schermo.
Il boardgame ti spinge ogni volta ad uscire di casa ad incontrarti, etc.
Purtroppo la socializzazione in questo mondo anche mentalmente dall'economia di mercato viene misurata in quantità di persone che conosci. Credo che bisogerebbe considerare anche la qualità delle relazioni e delle interazioni........
"Ebbene, si gioca per vincere ma giocando per vincere si impara a perdere. E io credo che questa sia la cosa importante, perchè se si è imparato a perdere si è imparato a vivere. E' tutto quello che volevo dire."
Alex Randolph
Offline magobaol77
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 714
Iscritto il: 19 febbraio 2005
Goblons: 490.00
Località: Fermo
Mercatino: magobaol77

Messaggioda Malkav » 19 apr 2006, 0:32

magobaol77 ha scritto:Il boardgame ti spinge ogni volta ad uscire di casa ad incontrarti, etc.

Abitudine che in molti hanno perso...io compreso,ma sto cercando di riprendermi. :oops:

magobaol77 ha scritto:Purtroppo la socializzazione in questo mondo anche mentalmente dall'economia di mercato viene misurata in quantità di persone che conosci. Credo che bisogerebbe considerare anche la qualità delle relazioni e delle interazioni.

Verissimo,anche perchè "dietro allo schermo si è tutti più bravi",ma poi dal vivo si è tutt'altra cosa(ne ho visti tanti di questo tipo e continuo a vederne :-? ).
Se scopri di stare scivolando nella follia, tuffati.
(proverbio Malkavian)
Offline Malkav
Iniziato
Iniziato

Avatar utente
 
Messaggi: 366
Iscritto il: 29 novembre 2005
Goblons: 0.00
Località: Senigallia(AN)
Mercatino: Malkav

Messaggioda frankiedany » 19 apr 2006, 12:00

pure secondo me Magobaol dice cose che condivido...sarà che pure x me la quantità di persone conosciute è ininfluente rispetto alla qualità.
Sarà che chi conosci via internet non sai poi se ti piacerà grankè di persona.....xciò che te ne fai di grandi numeri che poi si restringono e magari a stento si contano sull e dita di una mano?

cmq con Loccio condivido il pensiero che effettivamente nei boardgames sei legato alla presenza di un tot numero di giocatori mentre il videogames questo non lo pone come obbligo :grin:
frankiEdany
ehi, goblins...sono FRANKIE ...Dany si è fregata la mia E !!!
Offline frankiedany
Maestro
Maestro

Avatar utente
Top Uploader 1 Star
 
Messaggi: 1122
Iscritto il: 20 novembre 2005
Goblons: 350.00
Località: ROMA Historic Centre
Mercatino: frankiedany

Messaggioda Falcon » 19 apr 2006, 12:41

Loccio ha scritto: Da un punto di vista di socializzazione parlando dei videogames moderni e odierni, il videogames in socializzazione guadagna milioni di punti rispetto al boardgame. Non che sia un vantaggio per forza, però personalmente ho conosciuto centinaia di persone in giro per l'italia solo negli ultimi 2 mesi che gioco a World of Warcraft...


magobaol77 ha scritto:Mah, socializzare non significa conoscere persone......


Ed io concordo con magobaol, hai sbagliato tread. :twisted: Quello per la quantità di persone conosciute non l'ha ancora aperto nessuno, qui si parla di socializzazione, che è tutta altra cosa. Nessuno mette in dubbio che conosci più gente on-line di quanta ne puoi incontrare dal vivo, ma non c'entra nulla con il socializzare.

loccio ha scritto: ci devi "vivere" quel momento insieme.


E qui ammetto che è colpa mia, perché sono un anacronismo vivente, ma sentir parlare di vivere insieme (anche tra virgolette ;) ) un momento on-line, mi fa proprio ribrezzo. On-line non vivi un piffero, forse addirittura è il contrario del vivere! On-line ti diverti insieme, ma da lì al vivere c'è un abisso a quattro dimensioni.

loccio ha scritto:Il boardgame invece basta essere un gruppetto di 3-6 persone, e non hai bisogno di ampliare le tue conoscenze. Una volta che sei in 3-6, hai fatto... puoi giocare a tutto... WoW invece richiede almeno 40 persone per fare qualcosa di impegnativo...


40 persone che non solo non sono nemmeno nella stessa stanza, ma non ti entrano contemporaneamente nemmeno tutte nello schermo! :lol: Di queste 40 parli con 3 o 4 attraverso microfono, e scrivi a tutti gli altri contemporaneamente, molti dei quali non saranno interesati a ciò che dici, non è che ci parli direttamente.

loccio ha scritto:Ho conosciuto (3-4 anni fa) una community italiana di giocatori "seri" di Tekken Tag. Con community intendo un gruppo di persone grosso quanto la TDG, con la differenza che invece di condividere un hobby generico (boardgame, Giochi di Ruolo e giochi di miniature) ne condivideva addirittura solo uno. Pensate anche che nessuno di noi videogiocatori gioca ad un solo videogames, e già basterebbero 2 giochi giocati seriamente, per conoscere il doppio (ma anche molte di più) delle persone che uno di voi ha potuto conoscere all'interno della TDG.


Continuando tu a parlare di conoscere, la mia risposta rimane invariata a quella sopra.

loccio ha scritto: Dopo, come fate voi, fanno anche i videoludici: si radunano, si ritrovano, si incontrano, non necessariamente per portare avanti la loro passione, ma anche per conoscersi meglio, per socializzare, per vedersi. Cosa che neanche un forum di Boardgame permette tutti i giorni. E nemmeno i boardgame... dato che io se gioco da tavolo o di ruolo gioco con falcon e malkav, ma con nessun'altro di voi. Mentre di un eventuale forum di WoW gioco con 100 persone contemporaneamente.


Qui fai un confronto tra la Tana ed i giochi On-line, ma nessuno parlava di questo. Si parla di giocare a casa tra amici, oppure di giocare davanti ad uno schermo con amici. non si stanno confrontanto realtà virtuali, ma realtà e virtualità... se mi si passa il gioco di parole. :-)

loccio ha scritto:Tra l'altro svantaggio notevole del boardgame: se non hai gente con cui giocarci, non lo compri, e non vedo perchè dovresti essere interessato a comprarlo... Il videogame anche se non hai gente, la gente la conosci tramite il videogame, o comunque ti offre un notevole divertimento in singolo, cosa che un boardgame non può mai fare.


E qui siamo tutti d'accordo, infatti tutti abbiamo detto che con un videogioco ti diverti, ma ancora una volta non ci azzecca niente con la socializzazione, tanto più che tu parli di poterlo comprare e giocare "da solo".

loccio ha scritto:Falcon (cito lui perchè è l'unico che conosco qua dentro, anche se oggi ho conosciuto sargon di persona) purtroppo non si è accorto che la gente che ha conosciuto, non l'ha conosciuta perchè voleva giocare ad un boardgame, ma perchè o la conosceva già da prima o perchè ci ha giocato di ruolo e successivamente ci gioca da tavolo... Ma non ci è partito da tavolo.


Io me ne sono accorto... che ti sbagli. Io ho sempre trovato amici grzie ai giochi, in vita ho conosciuto 3/4 (e forse più) delle persone mia proprio grazie ai giochi di ruolo. Persone con cui avevo una conoscenza superficiale, le invitavo a giocare, e se gli piaceva (è successo sempre :grin: ) poi si diventava amici e si cominciava ad uscire insieme ed a frequentarsi con regolarità. Questo è socializzare.
Tanto più che se ci pensi, noi non ci frequentavamo da qualche anno, se non per un caffè sporadico, ma abbiamo ripreso a frequentarci proprio in seguito ad una campagna di D&D fatta insieme.

loccio ha scritto:Il videogame invece funziona diversamente: io non ti conosco, ma ti incontro in un negozio che offre consolle di prova per provare i giochi. Ti sfido a tekken, vinco io, vinci tu, pareggiamo, perdiamo... Ci conosciamo in quel frangente. Non dopo una conoscenza che partiva già da prima. Ci conosciamo tramite la passione, e non dopo che abbiamo scoperto le nostre passioni.


Qui ti capisco, anche se non tieni in considerazione la cosa più importante: la triste realtà in cui viviamo io e te. Abbiamo una fumetteria che o parli di manga o sei straniero e che gli unici giochi che tiene sono Magic e Holli e Benji il Gdt (in uno scaffale a prendere polvere). Se la fumetteria funzionasse come quella di Jesi, che conosci, che tratta in parta anche i giochi da tavola, chi ti impedirebbe di fare la stessa cosa da te sopra descritta? Nessuno. Purtroppo però, questo lo fa solo il negozio di videogiochi. :-( Il mondo ha preso una brutta piega...

Concordo sul fattore divertimento dei videogiochi, e della possibilità che danno di affrontare la giornata da solo senza annoiarsi (ma chissà se sia un bene). In alcuni casi servono anche per far aggregare le persone, ma i bordgame sono per gente che vive la stessa esperienza faccia a faccia, e questo (almeno per ora ;) ) nessun videogioco on-line può darlo.

Quoto in pieno magobaol77 sulla questione importantissima (almeno per me :grin:) di spremere le meningi e sul fattore quantita/qualità espresso da Malkav e franky. Magari al tavolo sei solo in 5 o 6, ma te li scegli, è gente (si spera) in gamba, lo steso non puoi fare con i videogiochi on-line.

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

Offline Falcon
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Reviewer 1 Star
Top Uploader
 
Messaggi: 5488
Iscritto il: 09 gennaio 2005
Goblons: 3,384.00
Località: Senigallia (An)
Mercatino: Falcon
Sono stato alla Gobcon 2015 Ho partecipato alla Play di Modena Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Ventennale Goblin

PrecedenteProssimo

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti