Pagina 6 di 6

Re: Musica progressive

MessaggioInviato: 17 apr 2018, 0:22
da Cianopanza

Re: Musica progressive

MessaggioInviato: 8 ago 2018, 10:12
da Cianopanza
Tiro su questo thread perche' mi è capitato un video su youtube


Gruppo piu' pop, ma di chiaro stampo prog per lunghezza, complessità, tematiche dei pezzi e arrangiamenti.
Strumentoni, tra l'altro... quel piano elettrico Wurlitzer bianco panna :blush_sm: (credo sia il gruppo per cui quel piano elettrico è diventato celeberrimo)

Non vado matto per i Supertramp, ma gran musicisti e devo dire hanno sempre saputo scrivere ottime canzoni (con orecchiabili strutture a strofe, ritornelli, special e bridge)
più che suite barocche e opere rock con momenti che cambiano e non torneranno mai piu', tipiche del prog.
Ci sono riff accattivanti che possono richiamare i momenti piu' bubblegum dei Genesis, con andamento molleggiato e rimbalzante (solo che i Genesis non tengono
un riff piu' di 8 battute prima di passare a qualche altra roba sinfonica o al moog con il "suono papera")

Re: Musica progressive

MessaggioInviato: 8 ago 2018, 10:40
da Signor_Darcy
Cianopanza ha scritto:Tiro su questo thread perche' mi è capitato un video su youtube


Gruppo piu' pop, ma di chiaro stampo prog per lunghezza, complessità, tematiche dei pezzi e arrangiamenti.
Strumentoni, tra l'altro... quel piano elettrico Wurlitzer bianco panna :blush_sm: (credo sia il gruppo per cui quel piano elettrico è diventato celeberrimo)

Non vado matto per i Supertramp, ma gran musicisti e devo dire hanno sempre saputo scrivere ottime canzoni (con orecchiabili strutture a strofe, ritornelli, special e bridge)
più che suite barocche e opere rock con momenti che cambiano e non torneranno mai piu', tipiche del prog.
Ci sono riff accattivanti che possono richiamare i momenti piu' bubblegum dei Genesis, con andamento molleggiato e rimbalzante (solo che i Genesis non tengono
un riff piu' di 8 battute prima di passare a qualche altra roba sinfonica o al moog con il "suono papera")

L'ho scritto anche nella recente recensione di Noria: i Supertramp sono stati quello che oggi è un buon gioco tedesco di oggi; non saranno Puerto Rico, né Alta tensione, ma sono eleganti, puliti e godibili.

Re: Musica progressive

MessaggioInviato: 8 ago 2018, 20:14
da faro59
L'anima prog (che poi era quella di Roger Hodgson) c'era nei primi album ed è andata scemando con il successo commerciale...niente di nuovo sotto al sole

Re: Musica progressive

MessaggioInviato: 9 ago 2018, 11:11
da Cianopanza
faro59 ha scritto:L'anima prog (che poi era quella di Roger Hodgson) c'era nei primi album ed è andata scemando con il successo commerciale...niente di nuovo sotto al sole


Senza demonizzare il pop. Anzi, scrivere, arrangiare e produrre musica di un certo tipo, a certi livelli e con certi suoni è piuttosto difficile.
"Crime of the Century" e "Breakfast in America" sono due ottimi album.
Gli anni 70 sono stati musicalmente piuttosto prolifici, segnati da una vera e propria rivoluzione con il punk, nel 77... Il prog risulta piuttosto prolisso e lambiccato.
Difficilmente ha urgenza di comunicare qualcosa dopo il '77. Dopo quella data sono dischi oltre il tempo massimo. L'abbandono di un certo stile prog da parte di molti non è
solamente legato al successo commerciale. Bene o male quasi tutte le band nate negli anni precedenti hanno avuto una svolta nella seconda metà degli anni 70,
oppure sono scomparse, sopraffatte da una generazione nuova.

Re: Musica progressive

MessaggioInviato: 9 ago 2018, 11:32
da Signor_Darcy
Cianopanza ha scritto:
faro59 ha scritto:L'anima prog (che poi era quella di Roger Hodgson) c'era nei primi album ed è andata scemando con il successo commerciale...niente di nuovo sotto al sole


Senza demonizzare il pop. Anzi, scrivere, arrangiare e produrre musica di un certo tipo, a certi livelli e con certi suoni è piuttosto difficile.
"Crime of the Century" e "Breakfast in America" sono due ottimi album.
Gli anni 70 sono stati musicalmente piuttosto prolifici, segnati da una vera e propria rivoluzione con il punk, nel 77... Il prog risulta piuttosto prolisso e lambiccato.
Difficilmente ha urgenza di comunicare qualcosa dopo il '77. Dopo quella data sono dischi oltre il tempo massimo. L'abbandono di un certo stile prog da parte di molti non è
solamente legato al successo commerciale. Bene o male quasi tutte le band nate negli anni precedenti hanno avuto una svolta nella seconda metà degli anni 70,
oppure sono scomparse, sopraffatte da una generazione nuova.

Esatto; e in quel periodo ci sono signori album pure se più smaccatamente pop, da 90125 degli Yes ad Eye in the sky del sempre ottimo progetto di Alan Parsons.

Re: Musica progressive

MessaggioInviato: 9 ago 2018, 12:24
da Cianopanza
Signor_Darcy ha scritto:Esatto; e in quel periodo ci sono signori album pure se più smaccatamente pop, da 90125 degli Yes ad Eye in the sky del sempre ottimo progetto di Alan Parsons.


Si, inoltre dal punto di vista tecnologico, i tardi anni 70 sono lo stato dell'arte della tecnologia analogica.
Registrazioni su 24 tracce e nastri da 2 pollici, outboard di studio a componenti discrete dal suono caldissimo. Microfoni, preamplificatori, compressione della dinamica, effettistica, mixaggio e masterizzazione. Tutto alle massime qualità che quella tecnologia ha potuto dare. Ed anche la stampa su vinile era piuttosto curata in quei anni.
Spoiler:
Solo pochi anni dopo i primi digitali hanno cambiato sonorità. Tecnologicamente ancora grezzissimi all'epoca, ma dal suono nuovo e probabilmente meno costosi... Un effetto riverbero da studio, ad esempio, poteva stare in una unità rack, anziché in un mobilone, con una piastra di metallo di due metri e mezzo da tenere murato, lontano da vibrazioni esterne... Certo in confronto il digitale suonava come sabbia sfregata in una grotta, ma era anche un suono nuovo... Il riverbero "sabbione" anni 80 è un po' la caratteristica timbrica di quegli anni
Mentre il punk rappresentava qualcosa di piu' "urgente" e registrato in fretta e con pochi mezzi. Gli artisti mainstream, arrivati dall'epoca del prog, del glam rock, hanno potuto usufruire verso la metà dei 70 degli studi, dei produttori e dei tecnici migliori di sempre, in campo audio.
Chi poteva permetterselo, ovviamente... Perche' i costi di produzione dovevano esser vertiginosi. Anche da qui grandissimi album pop, dal suono piuttosto raffinato, patinato, laccato e altri mille aggettivi. Avevano le idee e i mezzi per fare grandi album pop e l'hanno fatto.

Re: Musica progressive

MessaggioInviato: 9 ago 2018, 13:19
da faro59
Ovviamente non intendevo denigrare il periodo pop dei Supertramp, che trovo molto ma molto più raffinato e variegato di molti dei gruppi che hanno avuto la svolta commerciale di cui sopra.

Ho continuato ad ascoltare con piacere i Supertramp o i dischi solisti di Hodgson, cosa che non mi è successa con i Genesis commerciali ad esempio...