Ne vale la pena?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Rage, Sephion, pacobillo

Ne vale la pena?

Messaggioda Tsuna » 10 set 2018, 14:02

Ciao a tutti amici goblin, sono Tsuna, fresco tesserato della sede di Brescia e vi scrivo per presentarvi una questione che mi sta preoccupando.
Una piccola digressione: ho cominciato a interessarmi al mondo dei giochi da tavolo da un anno abbondante a questa parte e, come mio solito quando trovo qualcosa che mi appassiona, mi ci sono buttato a capofitto. Dopo video, recensioni e articoli ho approfittato delle varie feste per farmi regalare le tanto desiderate scatole.
Una volta prese le scatole però mi mancavano le persone con cui giocare e così mi sono messo all'opera anche sotto quel punto di vista: da una parte mi sono avvicinato alle serate della TdG che mi hanno permesso di conoscere tanti giochi e tantissime persone disponibili, mentre dall'altra parte ho pensato di organizzare un "gruppo di gioco" anche nel paese dove abito (il paese dove abito è ad una cinquantina di minuti da Brescia) sperando di riuscire a far conoscere questi nuovi giochi in scatola anche alle persone del paese che pensavano che i giochi in scatola fossero solo Risiko e Monopoly.
Ora dopo un anno le due cose si solo evolute in maniera diversa: dopo un anno di frequentazione mi sono tesserato TdG e so che ad ogni appuntamento riuscirò a giocare e troverò persone interessate mentre dall'altra parte non ho trovato tantissimi partecipanti e che non si sprecano a mostrare troppo interesse (anche se alle serate mi sembra ci si diverta sempre).
Ora la mia preoccupazione: Ne vale la pena di continuare? Mi sembra di "costringere" le persone che non sono realmente interessate e che si aggregano solo perchè non hanno di meglio da fare. Ne vale la pena soprattutto ora che ho a portata la "soluzione più semplice"?
Mi piacerebbe molto poter portare avanti questi incontri anche solo per divulgare e permettere anche nel mio paesello di provincia la diffusione della cultura ludica ma, soprattutto in quest'ultimo periodo, mi sembra così difficile...

Mi scuso per il papiro, spero di aver pubblicato nella giusta sezione e spero che qualcuno vorrà condividere opinioni, pensieri ed esperienze
grazie mille :)

Tsuna
Offline Tsuna
Babbano
Babbano

 
Messaggi: 7
Iscritto il: 22 gennaio 2018
Goblons: 0.00
Mercatino: Tsuna

Re: Ne vale la pena?

Messaggioda oracolodidelfi » 10 set 2018, 14:42

Ma che sei, il mio alter-ego? :D
Stesse tempistiche, stesso approccio, stesse problematiche.
Credo sia questione di feeling e carattere. Io non sono un tipo che crea comunità (tendenzialmente sono un outsider) e non amo insistere, per cui mi sembra che il gruppo sia sempre in equilibrio instabile. Probabilmente avessi un carattere e una socialità diversi troverei nel mare magnum persone interessate che possano formare un nucleo stabile. Poi che ci sia chi va e chi viene, è nell'ordine delle cose.
Per la mia piccola realtà debbo dire che non vale la pena e a breve mollerò tutto, per passare a situazioni più regolari a Perugia. La cerchia è troppo piccola e non si riesce a organizzarsi bene (come quando il gruppo del calcetto è di soli 10 uomini, e si è sempre a rischio che qualcuno faccia saltare il tutto perchè il bambino sta male o la fidanzata è offesa...)
Se fosse stata più ampia e regolare, beh, non avrei avuto problemi.
Insomma, guarda e cerca di capire cosa vogliono i tuoi compagni di gioco: se è una questione di tempi, di tipo di giochi, di tipo di persone che vengono o se semplicemente vogliono venire una volta al mese, quando non c'è proprio alternativa. Non farti intortare dai giri di parole e dalle ciance, perchè in fondo sei l'anima dell'associazione (o del gruppo) ed è cosa giusta sapere quali sono i problemi della stessa, se possono essere risolti, avere dei suggerimenti e, qualora le risposte fossero deludenti, mollare il colpo per virare verso lidi più strutturati.
Offline oracolodidelfi
Novizio
Novizio

 
Messaggi: 150
Iscritto il: 01 dicembre 2017
Goblons: 0.00
Località: Lago Trasimeno
Mercatino: oracolodidelfi

Re: Ne vale la pena?

Messaggioda linx » 10 set 2018, 17:18

A parer mio dipende da quanto "sbattimento" ti richiede organizzare le serate nel tuo paesello. Se la gente viene senza che tu debba insistere non vedo motivo di abbandonarlo. Anche perché è comunque una base di partenza. Se tu dovessi conoscere in seguito una persona più interessata, ad esempio, avresti un gruppo di gioco dove aggregarlo. Poi se comunque vi divertite (e non hai di meglio da fare) non vedo dove sta il problema.

Se invece vuoi abbandonare il gruppo al paesello per raddoppiare le serate in Tana... allora è un discorso diverso.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 7187
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 1,320.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Mercatino: linx
Agricola fan Membro della giuria Goblin Magnifico Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan

Re: Ne vale la pena?

Messaggioda Badger28 » 11 set 2018, 11:04

Penso siano problemi piuttosto comuni, sinceramente. E non solo "in paese", anche in città (anche se ovviamente un po' meno).
A mio modestissimo avviso, ne vale SEMPRE la pena, però conviene non smettere mai di cercare nuove leve. In alcuni casi può capitare di fossilizzarsi su persone che chiaramente non saranno mai "veramente" appassionate, ma al massimo casual (la tipologia di giocatore più in voga), cercando di convincersi e convincerle - con reciproca insoddisfazione se non "sangue amaro".
Se si vuole un gruppo abbastanza fisso, bisogna trovare le persone giuste, c'è poco da fare. Gente che ha l'entusiasmo e la voglia ogni settimana, non che (quando va bene) si fa vivo solo se glielo si chiede.
Personalmente al momento ho un gruppo "misto", oltre a me 2 assidui, poi altri 3-4 sporadici. Ci si barcamena :pippotto:
Offline Badger28
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 571
Iscritto il: 15 marzo 2010
Goblons: 0.00
Località: Padova
Utente Bgg: RickNash
Mercatino: Badger28

Re: Ne vale la pena?

Messaggioda Michele24 » 14 set 2018, 17:49

Premessa: secondo me chi "diffonde il verbo" è solo da apprezzare e lodare.
Parlo per esperienza in quanto vivo e ho vissuto una situazione molto simile anche io.
Gioco da molti anni con periodi alterni di distacco quasi totale e mesi intensi, ma negli ultimi 2 anni ho trovato un minimo di stabilità ludica. Vivo in un paesino di nemmeno 4 mila abitanti e ad almeno 50 minuti dalle città che offrono altro.
Fino a qualche anno fa avevo rinunciato a cercare di coinvolgere le persone che frequentavo normalmente perchè difficilmente si riusciva a giocare, quindi mi ero abbastanza rassegnato a giocare molto poco per un periodo.
Poi la svolta quando la mia ragazza si è scoperta amante dei giochi anche lei e sono entrate nuove persone nel giro della compagnia, regalandomi serate di gioco e, unendo il tutto a dei cugini "nomadi" amanti anche loro del buon gioco, diciamo che sono riuscito a garantirmi i miei 3/4 mesi buoni in un anno.
Preso dal ritrovato ritmo e dal crescente "essere mainstream" del nostro hobby ho deciso di unire l'utile al dilettevole, organizzando la "giornata dei giochi da tavolo" nel bar di mia proprietà, dedicando un'ampia fetta del locale e dedicandomi personalmente alla spiegazione e accompagnamento nelle partite, dalle 16:00 alle 01:00.
Non pretendo di dire che sono nato per illustrare giochi o coinvolgere gente, ma dopo 20 anni di lavoro a contatto diretto e con giochi del livello di Carcassonne/Catan come primo approccio penso che lo scoglio da superare per far sedere qualcuno non sia poi così insuperabile.
Com'è andata a finire? Dopo quasi 3 mesi ho smesso per sfinimento. Ma non per il tempo dedicato alla "giornata", piuttosto per la qualità. Chi ha voglia di giocare o fare qualcosa la cerca, meno di 1 su mille si imbatte in qualcosa che non conosce e può piacergli a tal punto da far nascere una passione, quindi chi si siederà al tavolo lo farà in modo superficiale o comunque come un'occasione da una volta e arrivederci.
Le persone presenti c'erano, ma la maggior parte andavano dall'aggressivo/competitivo, distratti o menefreghisti al caciarone più totale. Le uniche con cui si poteva veramente "giocare" erano quelle che già c'erano prima e ci sono anche adesso. Non mi permetto di criticare il modo in cui si affronta il gioco, ma io gioco principalmente per divertirmi e per il piacere di stare a tavola con qualcuno, tutto questo è l'esperienza dei GdT per me.
Ora ho circa 15 titoli a disposizione nel bar e chi vuole li prende da solo e ci gioca, ma oltre una decina di persone stabili che giocano poco altro oltre Bang il massimo che ho ricevuto è stato un invito a partite da 20 persone a lupus in tabula come appuntamento fisso tutte le settimane.
Quindi se devo dire la mia: No! Non ne vale la pena. Preferisco spararmi i miei 50/60 minuti e andare da qualche amico giocatore ogni tanto piuttosto che dedicare tempo ed energie ad una causa non dico persa, ma che parte già zoppicante.

P.s. mi scuso se il discorso non risulta molto omogeneo, ma come accade quasi sempre scrivo a tratti nei tempi morti sul lavoro.
Offline Michele24
Veterano
Veterano

Avatar utente
Tdg Supporter
 
Messaggi: 791
Iscritto il: 07 aprile 2011
Goblons: 120.00
Località: Lauro (AV)
Utente Bgg: Michele24
Board Game Arena: Michele Spawn
Mercatino: Michele24

Re: Ne vale la pena?

Messaggioda oracolodidelfi » 14 set 2018, 21:16

Complimenti per la passione e il tentativo.
E' chiaro che il 90% della popolazione non ha interesse per cose nuove (briscola, scopa e burraco vanno molto perchè "classici") o teme le cose difficili (gli scacchi, con 10 regole, sono visti come complicati). Ti guardano con occhi bovini e pensano che sei un po' matto.
Il restante 10% è per lo più interessato a passare la serata in modo leggero e privo di concentrazione o applicazione, sia pure di 5 minuti. Siamo tutti diventati smart o mere estensioni dello smartphone.
I competitivi, però, allontanano la gente. Si sa
Offline oracolodidelfi
Novizio
Novizio

 
Messaggi: 150
Iscritto il: 01 dicembre 2017
Goblons: 0.00
Località: Lago Trasimeno
Mercatino: oracolodidelfi

Re: Ne vale la pena?

Messaggioda MPAC71 » 14 set 2018, 22:40

oracolodidelfi ha scritto:Ti guardano con occhi bovini e pensano che sei un po' matto.


Nemmeno a farlo apposta, vi cito la scenetta di ieri pomeriggio.
Al minibasket porto il più piccolo e, durante la lezione, io ed il mio bambino più grandicello ci ritiriamo in un angolo tranquillo e facciamo qualche partita a Lost Patrol (giochiamo sempre a qualcosa durante i tempi di attesa).
Si avvicinano due bambini con rispettivi padri.
Domande di rito da parte dei pargoli; cerco di spiegare visto l'interesse.
I due papà mi guardano con un'espressione indecifrabile; poi uno dei due, per cavarsi fuori dalla situazione, dice con un tono piuttosto sarcastico: "Dai andiamo a casa: tanto tra pochi giorni é il tuo compleanno e magari ti compriamo…... questa roba".
:sisi:
Io sono anni che ho rinunciato a cercare di promuovere il mio hobby nei confronti del prossimo.
Me lo tengo per me e per le persone con cui vale la pena stare assieme.
Paolo (MPAC71)
Ultima modifica di MPAC71 il 18 set 2018, 10:43, modificato 1 volta in totale.
"England expects that every man will do his duty" (H.Nelson)
Offline MPAC71
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 588
Iscritto il: 07 febbraio 2011
Goblons: 0.00
Località: Legnano (Mi) - (ma sono di Perugia)
Mercatino: MPAC71

Re: Ne vale la pena?

Messaggioda MPAC71 » 14 set 2018, 22:45

Michele24 ha scritto:Preferisco spararmi i miei 50/60 minuti e andare da qualche amico giocatore ogni tanto piuttosto che dedicare tempo ed energie ad una causa non dico persa, ma che parte già zoppicante.

Concordo su ogni parola.
Paolo (MPAC71)
"England expects that every man will do his duty" (H.Nelson)
Offline MPAC71
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 588
Iscritto il: 07 febbraio 2011
Goblons: 0.00
Località: Legnano (Mi) - (ma sono di Perugia)
Mercatino: MPAC71

Re: Ne vale la pena?

Messaggioda Claudio77 » 14 set 2018, 23:20

Purtroppo mi trovo a concordare con le visioni "nichiliste" degli amici Goblin che mi hanno preceduto... aggiungo che io mi diletto di wargames per cui ho una barriera in più, i miei giochi sono complessi,richiedono acume tattico (o strategico,o entrambi), durano molto tempo (a volte giorni, quindi ci si trova se l'amico si ferma a dormire da noi per esempio...oppure si usa il computer a distanza) E chicche finale spesso richiedono o comunque stimolano una conoscenza reale della storia simulata...

Il tutto va coordinato con il lavoro e la famiglia come immaginerete,e molti di voi sanno di cosa parlo.

Hobby elitario dunque. Che va a braccetto con questi tempi sempre più complessi dove nel tempo libero si cerca qualcosa di semplice,sicuramente non impegnativo,e che al 100% abbia poche semplici regole con pochissimi pezzi (ideale un mazzo di carte e stop) ed una durata contenutissima :pippotto:

Consiglio? Gli interessi si trovano se le due parti si vengono in contro. E la vita dura troppo poco. Massimizza il tuo divertimento e fatti i 50min con persone che hanno già visto la luce. Se qualcuno dei tuoi compaesani ti chiederà una partita mostrati disponibile con qualcosa di simpatico e veloce (io ho avuto fortuna con Dice Forte, e Bloodborne gioco di carte), ma non rincorrerli.

Buon gioco! :approva:
Offline Claudio77
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 1154
Iscritto il: 21 gennaio 2010
Goblons: 20.00
Località: Il Vasto Mondo!
Mercatino: Claudio77

Re: Ne vale la pena?

Messaggioda LorenZo-M » 15 set 2018, 10:26

Ciao,
credo tu sia doppiamente fortunato. Primo perché hai un associazione vicino a casa, secondo perché comunque nel tuo paesino riesci a racimolare un po' di amici per giocare.
Io, dovendomi spesso spostare per lavoro ed avendo una certa età, non riesco a radunare i miei amici. A Trieste sono spesso tutti troppo indaffarati (figli, lavoro, chissene...). In Liguria, invece, dove non conosco persone interessate a formare un gruppo di gioco e sono abbastanza lontano da qualsiasi associazione, mi ritrovo a giocare fillerini...
hanno aperto un nuovo negozio di giochi qui in paese... hanno una stanzetta con qualcosa in prova, sempre entry level... proverò li... :grin:
Offline LorenZo-M
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 865
Iscritto il: 07 febbraio 2016
Goblons: 20.00
Località: Trieste - Imperia
Utente Bgg: lorenzo_m
Board Game Arena: LorenZo-M
Yucata: LorenZo-M
Mercatino: LorenZo-M

Re: Ne vale la pena?

Messaggioda Tsuna » 16 set 2018, 23:13

Ringrazio tutti per le risposte prima di tutto. In effetti l'approccio "nichilista" sembra quello più invitante. Non dico che non mi faccia piacere poter spiegare giochi a neofiti (che tra l'altro non blocco con cinghialoni impossibili, ma con giochi anche molto easy) ma il fegato marcio che mi viene quando mi sembra di dover quasi "pregare" la gente per venire a giocare o comunque il poco interesse mostrato nei giochi mi fanno pensare che forse il gioco non valga la candela. Non metto in dubbio poi di essere molto fortunato ma certe cose mi lasciano l'amaro in bocca...
Tsuna
Offline Tsuna
Babbano
Babbano

 
Messaggi: 7
Iscritto il: 22 gennaio 2018
Goblons: 0.00
Mercatino: Tsuna

Re: Ne vale la pena?

Messaggioda Poldeold » 18 set 2018, 8:51

Guarda, ti racconto la mia/nostra esperienza qui in Ticino.

Io sono ripartito (dopo l'università) grazie ai fratelli di mia moglie (essendo tanti e più o meno della mia età). Da lì, come peraltro penso la maggior parte dei frequentatori della Tana, si è accesa la famosa fiammella che poi, pian piano, è diventata un fuoco ardente di passione.
Ciò mi ha portato a conoscere e frequentare un paio di amici con regolarità (con cui condivido la passione ancora adesso).
Ad un certo punto (grazie anche alla frequentazione di un paio di fiere a Milano al Forum di Assago e a Torino al Lingotto) a me è venuta una gran voglia di divulgare, non solo di giocare. Ne ho parlato con i miei amici e così è nata l'associazione. All'inizio eravamo in pochissimi (5/6) ed è stato così PER ANNI, poi pian piano l'associazione si è ampliata e ora conta stabilmente una cinquantina di persone.

Dall'esperienza che ho accumulato posso fare le seguenti considerazioni:
- per creare qualcosa è necessario essere in un piccolo nucleo che condivide l'obiettivo (altrimenti resta semplicemente un gruppo di gioco che si incontra stabilmente con regolarità, cosa che peraltro va benissimo);
- possono passare anni prima che l'iniziativa prenda piede (qui dipende dalla pazienza di chi la promuove).

Detto ciò bisogna considerare che la "gente" non è attratta dal gioco come lo concepiamo noi che abbiamo la PASSIONE. Semplicemente le persone giocano perché hanno l'occasione ma non per forza poi decidono di continuare con questo passatempo. Quante persone mi è capitato di incontrare alle serate di divulgazione alle varie fiere o manifestazioni a cui abbiamo partecipato, che mi sembrano super lanciate e che mi dicono che verranno sicuramente a trovarci e poi non si vedono più.
È così e bisogna accettarlo. D'altronde ognuno è diverso e si appassiona o non si appassiona per come è fatto lui. Sono convinto che la passione per il GdT non nasce e cresce tanto per la nostra bravura nel divulgare, ma piuttosto è una cosa che uno ha già dentro di lui. C'è quindi una predisposizione che può essere "accesa" o rinvigorita da un incontro, ma c'è già. La libertà di ognuno però si gioca proprio in questo ed è da rispettare.

Tornando al tuo caso, ti direi: ma tu hai un gruppo di amici con cui ti trovi che condivide con te il progetto di creare qualcosa nel paese in cui vivi? Questo è un aspetto importante non solo per far nascere qualcosa, ma soprattutto per mantenere un'iniziativa viva.

https://www.giochintavola.ch - Associazione Ticinese Giochi da Tavolo

Offline Poldeold
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
 
Messaggi: 2850
Iscritto il: 26 novembre 2006
Goblons: 200.00
Località: Lugano (Svizzera)
Utente Bgg: poldeold
Mercatino: Poldeold

Re: Ne vale la pena?

Messaggioda linx » 18 set 2018, 13:33

... ma se li devi pregare.... anche no.
Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".
Offline linx
Goblin
Goblin

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Editor
Top Author
 
Messaggi: 7187
Iscritto il: 03 dicembre 2003
Goblons: 1,320.00
Località: Busto Arsizio (VA)
Yucata: linx
Mercatino: linx
Agricola fan Membro della giuria Goblin Magnifico Yucata Player Le Havre Fan Ilsa Magazine fan


Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

  • Pubblicita`