House Rules - provvidenziali o letali?

Discussioni su tutto ciò che circonda il mondo dei giochi e che non trova spazio nelle altre sezioni del forum, come classifiche e collezioni ma anche discussioni e considerazioni su definizioni, terminologie, classificazioni, concetti e questioni di filosofia del gioco.

Moderatori: Cippacometa, Rage, Sephion, pacobillo

House Rules - provvidenziali o letali?

Messaggioda mcrally » 30 mag 2018, 14:40

Mi capita a volte di incappare in qualcuno (a volte lo faccio anche io) che dice "e se giocassimo applicando questa regola: ..." e prosegue enunciando una variante non presente nel regolamento...

Che ne pensate? Vi piace applicare o provare varianti da voi personalizzate? Siete contrari pena la morte a chi osa menzionarle?

Vi è mai capitato di doverle usare o inventare per ampliare/modificare il gioco?
Magari quel gioco ha un "bug" nel regolamento ma con quella regolina fai-da-te risolvi l'inghippo.
Oppure il limite giocatori è 4 ma usando quell'accorgimento si gioca in 5.

Ovviamante non mi riferisco a possibili varianti indicate nel manuale di istruzioni o rese ufficiali in secondo tempo tramite FAQ o espansioni. Mi riferisco a varianti esclusivamente in categoria: "home rules"

Fatemi sapere:
1) Cosa ne pensate in merito
2) Nel caso le avete usate, indicate il gioco e condividete la variante da voi inventata
Ultima modifica di mcrally il 14 lug 2018, 22:16, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Offline mcrally
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 15 dicembre 2016
Goblons: 0.00
Utente Bgg: mcrally
Board Game Arena: Alex McRally
Mercatino: mcrally

Re: Home Rules - provvidenziali o letali?

Messaggioda odlos » 30 mag 2018, 18:21

Una discussione che esce di tanto in tanto. ;)
Personalmente non mi pongo troppi problemi, preferisco non usare house rules, ma se si può migliorare difetti evidenti di gioco o diminuire l'aleatorietà in giochi in cui infastidisce... perché non farlo, capita che alcune scelte dell'autore non siano azzeccate. Di sicuro non ci perdo le notti ad inventarmele, ma se la soluzione nasce in modo spontaneo...


I primi che mi vengono in mente:

Florenza: utilizzo una variante personale per annullare la fortuna del dado nella creazione delle opere d'arte, al posto di tirare ogni volta che si costruisce, si lancia un solo dado a round e vale per tutte gli edifici del round successivo (il primo turno se ne lanciano 2 -uno per quello in corso e uno per il successivo-, così si ha la possibilità di sapere con un po' di anticipo cosa conviene fare). Per applicarla è necessario aggiungere un dado in più alla scatola.

Ora et Labora: avevamo aggiunto la regola che permetteva di costruire sopra gli edifici base della plancia, nelle ultime partite non l'ho più applicata, si vede che non era poi così necessaria.

El Grande: questa è diventata una house rule ma in realtà è nata come errore di lettura del regolamento, lo spostamento del Re è possibile solo in una regione adiacente a quella di partenza (onestamente questa non saprei se migliora davvero l'esperienza di gioco :asd: ).

The Ruhr: A Story of Coal Trade: se viene pescato un evento "no pilot" questo viene applicato solo al turno successivo, se ne pesca un altro per il turno in corso. Anche qui il senso è quello di dare ai giocatori più controllo sulla partita.

Ships: vorrei testarne un paio la prossima volta che lo metto sul tavolo, gran parte delle meccaniche sono valide, peccato però che dei dettagli incidano pesantemente sull'esperienza di gioco. Prima di metterlo in math trade mi piacerebbe provare a correggere questi aspetti, ho già elaborato alcune idee.
Immagine

Immagine
Offline odlos
Onnisciente
Onnisciente

Avatar utente
 
Messaggi: 3750
Iscritto il: 04 luglio 2007
Goblons: 20.00
Località: Chiasso
Mercatino: odlos
Sei iscritto da 1 anno. Sei iscritto da 5 anni. Ho partecipato ad una lettura condivisa dei Goblins

Re: Home Rules - provvidenziali o letali?

Messaggioda mcrally » 31 mag 2018, 6:45

odlos ha scritto:preferisco non usare house rules


Ma si dice "home rules" o "house rules"?
Se penso alla nomenclatura "home made" per le cose fatte in casa mi viene anche da dire "home rules" :snob: .... ma boh :pippotto:

So che mi farò nemico i puristi del gioco ma personalmente ritengo che il divertimento debba avere la meglio. Se qualcosa rende il gioco più divertente nel gruppo anche se meno preciso o corretto.... io ci sto. Se poi c'è conflitto nel gruppo allora sostengo il regolamento. :arcade:

JAMAICA: Per noi la nave fantasma è un MUST in tutte le partite (non solo a 2 giocatori). Nel caso di più giocatori la ghost ship insegue sempre il primo. Assistendo così a scenette del tipo "ma no, passi lei, prego..." o al "devo diventare una macchina da guerra e stare avanti a tutti"

TAKENOKO: A volte ci piace applicare la regola dei set delle missioni. No, non quella del +3 se completi il set di missioni ma una nostra. Non puoi dichiarare conclusa una missione a meno che non completi un set. Puoi completare missioni nell'ordine che vuoi ma non potrai per esempio dichiarare un seconda missione PANDA se prima non hai completato anche TERRENI e GIARDINIERI.
Immagine
Offline mcrally
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 15 dicembre 2016
Goblons: 0.00
Utente Bgg: mcrally
Board Game Arena: Alex McRally
Mercatino: mcrally

Re: Home Rules - provvidenziali o letali?

Messaggioda Rodran Mor » 15 giu 2018, 19:01

Zombicide BP, l'ho un po' espanso ed un bel po' "houserulato".
Mi sono creato almeno 20 personaggi aggiuntivi (sulla linea dei pack eroe).
Ho inserito mostri con più di una ferita. Tipo il drago zombi.....o lo scheletro gigante.
Uso una variante in cui gli zombi invece di ferirti automaticamente, lanciano un dado (con 3+ feriscono).
Gli eroi possono sopportare una ferita in più.
Gli eroi possono conservare, a fine missione l'equipaggiamento trovato...ma lanciano un dado per ogni carta trovata (con 1-2 viene scartata).
Questa regola non si applica ai tesori delle Cripte. La ricerca di equipaggiamento ha un limite per partita.
And much more....
Offline Rodran Mor
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 614
Iscritto il: 24 febbraio 2015
Goblons: 0.00
Località: Cecina
Utente Bgg: RodranMor
Mercatino: Rodran Mor

Re: Home Rules - provvidenziali o letali?

Messaggioda LorenZo-M » 17 giu 2018, 13:09

Si é un argomento che di tanto in tanto torna... Tipo qua: LINK

Il mio primo gioco "serio" é stata la Scatola Rossa di D&D. All' epoca le "home rules" erano all'ordine del giorno. Le si trovavano su funzines o riviste, le si inventavano e tramandavano. Erano parte del gioco.

Pure ora le apprezzo molto e le uso per adattare i giochi al mio gusto o correggere difetti... Ci sono giochi che non danno spazio a varianti fatte in casa, ma tanti si e li apprezzo anche per questo motivo.
Offline LorenZo-M
Maestro
Maestro

Avatar utente
 
Messaggi: 877
Iscritto il: 07 febbraio 2016
Goblons: 20.00
Località: Trieste - Imperia
Utente Bgg: lorenzo_m
Board Game Arena: LorenZo-M
Yucata: LorenZo-M
Mercatino: LorenZo-M

Re: Home Rules - provvidenziali o letali?

Messaggioda Ren » 17 giu 2018, 17:19

mcrally ha scritto:Ma si dice "home rules" o "house rules"?

House rules.

Io personalmente non le uso spesso, di solito solo nei cooperativi, però non sono purista delle regole e se tutti i giocatori sono d'accordo non mi faccio problemi. L'unica cosa che mi dà molto fastidio sono le persone che introducono house rules senza aver giocato al gioco perché leggendo il regolamento "gli sembrava" che questo e quello fosse sbilanciato, di solito le loro house rules sono una ciofeca. Oppure mi è capitato di vedere gente che giocava con house rules in 5 a un gioco da massimo 4, salvo poi lamentarsi del downtime troppo lungo (e grazie al...)

Arkham Horror LCG: Invece di pescare a caso una debolezza all'inizio della partita, ciascuno pesca due debolezze e ne sceglie una da tenere. Questo perché ci sono debolezze che per alcuni personaggi sono letali, e poi perché una volta mi era uscita in tre campagne di fila Paranoia. Se negli scenari successivi c'è da aggiungere altre debolezze al mazzo, applichiamo le regole normali.

Sherlock Holmes Consulente Investigativo: Quando decidiamo di dare la soluzione e leggere le domande, se ci sono domande di cui non sappiamo la risposta possiamo continuare a giocare, ovviamente quando ci decideremo a concludere la partita il punteggio sarà pari ai round effettivamente giocati.

Cluedo: Giocandoci spesso in famiglia, avevamo introdotto una serie di regole per allungare il gioco e renderlo più complesso. Per esempio non si spostano i personaggi chiamati nelle stanze, e invece di far vedere una carta bisogna passarla all'avversario. Poi abbiamo comprato Il Mistero dell'Abbazia e smesso del tutto con Cluedo... :asd:
Offline Ren
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 829
Iscritto il: 28 settembre 2017
Goblons: 0.00
Località: Pavia
Utente Bgg: Ren3
Board Game Arena: Ren3
Mercatino: Ren

Re: Home Rules - provvidenziali o letali?

Messaggioda Dr Houserules » 14 lug 2018, 11:23

Il mio nickname parla da solo...se vuoi poi c'è un video sul canale YouTube di Teooh in cui ne abbiamo discusso.
Le regole sono fatte per essere ... modificate!
Offline Dr Houserules
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 738
Iscritto il: 26 settembre 2015
Goblons: 20.00
Località: Napoli / Milano
Board Game Arena: Fadiesis
Mercatino: Dr Houserules

Re: House Rules - provvidenziali o letali?

Messaggioda mcrally » 14 lug 2018, 22:18

Dr Houserules ha scritto:Il mio nickname parla da solo...se vuoi poi c'è un video sul canale YouTube di Teooh in cui ne abbiamo discusso.


:clap: :clap: :clap:

La tua firma poi "Le regole sono fatte per essere ... modificate!" è stupenda! :fly:

Ma condividi qualche house rules di qualche gioco pleeeease
Immagine
Offline mcrally
Esperto
Esperto

Avatar utente
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 15 dicembre 2016
Goblons: 0.00
Utente Bgg: mcrally
Board Game Arena: Alex McRally
Mercatino: mcrally

Re: House Rules - provvidenziali o letali?

Messaggioda Dr Houserules » 15 lug 2018, 0:13

Allora, vi riporto di seguito quella che è la mia esperienza e l'idea che mi sono fatto delle HR.

Innanzitutto mi piacerebbe fare una pernacchia :lul: a tutti quelli che credono che il regolamento di un gioco sia la Sacra Bibbia. Non è così, perché tutto è migliorabile sempre, sebbene non tutto necessiti di essere migliorato. Miglioramento continuo...vi dice nulla? Le norme ISO hanno tanto da insegnare. :telodicevo:

Mi spiego meglio: ho un carissimo amico che detesta le HR e dice: "io pago per avere un gioco integro, non comprerei mai un gioco che va fixato con qualche houserules..." :nono:

Da un certo punto di vista la sua obiezione è condivisibile, MA: se un gioco mi piace, mi attira, mi intriga...eppure non ha TUTTO quello che vorrei...perché accontentarmi di ciò che l'autore e l'editore mi offrono, se posso rendere il gioco più adatto ai miei desideri?

E' qui che si rischia di scatenare la BOMBA. :protesta:

Perché si avranno risposte che partono col: "chi sei tu per azzardarti a dire che il gioco non va bene?" e proseguono con: "Non hai idea di quanto il gioco sia stato già playtestato per X anni prima di vedere la luce..." il che poi è anche vero, per carità, dietro la realizzazione di un GdT c'è spesso (non sempre) un lunghissimo lavoro alle spalle.

Mi è capitato di notare qualcuno prendere la richiesta di applicazione di HR come un'offesa personale, come se dicessi alla mia fidanzata: "ehi, perché non metti un po' più di trucco stasera?" oppure: "non ti sembra di essere un po' ingrassata ultimamente?". Potete immaginare la reazione. :ingazzeto:

Ho imparato che non bisogna MAI fare simili considerazioni muovendole come critiche becere e assolute.
E' molto meglio approcciare con: "In my own opinion..." oppure: "per soddisfare il mio palato da giocatore X..." (dove X può stare per...german, american, maniaco del controllo, competitivo, amante del bluff....). Un approccio soft garantisce quasi sempre una risposta altrettanto serena e cordiale da parte di chi si sente chiamato in causa. A ben guardare infatti non ci sarebbe nulla di cui offendersi, se non per il tono in cui le critiche vengono mosse.
Eppure mi chiedo: ma si tratta davvero di critiche? :pippotto:
Io non lo credo. ;)

Per quanto mi riguarda le HR sono nient'altro che delle modifiche (o aggiunte) alle regole originali del gioco che hanno il solo obiettivo di accontentare il palato di chi le usa. Magari il gioco è già soddisfacente di suo, ma... perché no!? Magari c'è una minuscola modifica che lo rende esponenzialmente più appagante. :D

Quindi mi piacerebbe dire a tutti gli attori chiamati in gioco: mettiamoci tutti quanti l'animo in pace, le HR nascono a casa delle persone e lì si consumano. :approva: Certo, possono anche essere condivise se si incontra qualcuno che apprezza una certa idea, un'innovazione, e si convince al punto di volerla sperimentare a casa sua, col suo gruppo di gioco. Perché no?? Perché non dovrebbe essere così?

E nonostante tutto ciò, c'è chi mi guarda strano quando dico: "vuoi provare questo gioco? l'ho modificato..." mi guardano come se fossi un Frankenstein dei GdT che cerca di dar vita a qualcosa di deforme e impossibile da concepire. :vampire:
La cosa migliore in questi casi è spiegare PERCHE' ho deciso di applicare una houserule. C'è sempre un perché che deve essere chiaro e condiviso da chi gioca. E' qui che sorge la possibile critica al regolamento ed è qui che va applicato il savoir faire di cui parlavo prima.

Ma andiamo con ordine.

DOMANDA: Perché sento l'esigenza di modificare qualcosa??
RISPOSTA: Perché evidentemente c'è qualcosa nell'esperienza di gioco che non mi ha soddisfatto.

Ecco, qui dobbiamo stare molto attenti a capire QUAL E' il vero problema. :arcade:

Perché potrebbe non essere affatto un problema legato alle regole...magari è semplicemente il gruppo di giocatori che non aiuta, oppure abbiamo letto o interpretato male il regolamento... insomma prima di pensare di modificare qualcosa sarebbe opportuno assicurarsi di aver svolto una diagnosi accurata perché non si può operare di appendicite un paziente che ha un'occlusione intestinale. :sick_sm:

Quindi di default la cosa migliore sarebbe fare almeno 5 partite assicurandosi di aver letto bene il regolamento. Se il problema persiste si può ragionare per capire qual è il problema e come lo si può risolvere. Problema che, ripeto, non è detto sia assoluto, cioè un BUG del gioco...può tranquillamente essere un difetto riscontrato solo da un insieme ristretto di giocatori che condividono le stesse esigenze.

Tante volte il problema è collegato alla sfera emozionale o psicologica del giocatore.
Io ad esempio sono un maniaco del controllo, nel senso che in generale apprezzo soprattutto i giochi che mi danno un forte senso di controllo, cioé giochi più deterministici che aleatori, quelli in cui l'alea è pur presente ma adeguatamente controllabile grazie alle azioni disponibili ai giocatori. Ne sono consapevole e questa consapevolezza mi aiuta a razionalizzare la mia delusione quando provo un gioco che non mi soddisfa. Non dirò quindi che il gioco fa schifo, ma che a me non piace.

Devo essere ben consapevole di chi sono, dei miei appetiti, di cosa mi attira o che trovo repellente, altrimenti rischio di additare un gioco per qualcosa che non solo non è un difetto intrinseco, ma è soprattutto circoscritto soltanto alla mia psiche.
Quindi non avrebbe senso per me, Antonio, giocare a rosso e nero alla roulette e lamentarmi che il gioco è buggato :rotfl: perché il problema non è nel gioco, ma in me che pretendo che il gioco faccia ciò che voglio io quando è stato creato per fare altro. :arcade:

Non si può sempre trasformare un gioco nato per uno scopo in qualcos'altro. Non è proprio impossibile, ma diciamo solo che è raro ottenerlo. Non si può trasformare una patatina Pringles in un babà al rhum. Nella maggior parte dei casi dovremmo rassegnarci all'idea che un gioco è fatto così, è stato pensato così, è stato sviluppato e prodotto così e ...volerlo modificare a tutti i costi sarebbe "contronatura". Meglio allora cambiare gioco. :consola:

Quanti giochi ho avuto la pretesa di cambiare perché non mi rassegnavo all'idea che facessero altro rispetto a ciò che volevo io! E' stato come pretendere da un pesce rosso di arrampicarsi sugli alberi. Ma alla fine l'ho capito e ho lasciato in pace quel povero gioco che si era lasciato torturare per mesi. Forse è una metafora un po' forte, ma rende bene l'idea. Se uno strumento nasce con uno scopo è bene comprendere quale sia lo scopo. Se questo scopo è completamente diverso da ciò che stiamo cercando dovremmo cambiare strumento. Non posso inchiodare i chiodi in una parete con un cacciavite...o forse si, ma: che faticaccia!! E soprattutto alla fine non saremo comunque soddisfatti del risultato, quindi meglio comprare un martello e basta. :approva:

Poi ben che vengano le prove, gli esperimenti folli, le elucubrazioni più assurde...è da lì che nascono le idee, viva il brainstorming! Ma basta che tutti siamo consapevoli che quello è un momento dedicato alla sperimentazione pura, fine a sé stessa e a scopo quasi didattico oserei dire. Quant'è bello sparare caxxate a raffica sul regolamento di un gioco a scopo speculativo per vedere a quali risultati ciò può portare. Sono tutti esercizi di game design molto utili, purché non ci si fossilizzi su un'idea in particolare. Quando provi ad imbrigliare un'idea e la trasformi in regola allora inizia a diventare difficile proseguire, perché hai scelto una strada e più tempo cammini in quella direzione più diventa difficile tornare indietro, ovvero credere che puoi tornare sui tuoi passi e prendere una strada diversa. Bisogna essere mentalmente elastici da accettare l'idea che le soluzioni a cui ci "affezioniamo" necessiteranno quasi certamente di essere messe in discussione, rivedute, modificate tante altre volte, magari accettando proprio la critica di un altro giocatore che potrebbe fornirci un'occasione ottima per tornare in pista. :clap:
Mai avere la presuzione di credere di aver trovato la perfezione...solo così si può restare con l'orecchio teso ad afferrare la novità che ci ronza attorno.

Ho finito, giuro.

Scusatemi per questo pippone esagerato, ma prima di parlare concretamente di qualche HR applicata ai giochi da tavolo volevo mettere in chiaro innanzitutto il mio pensiero su questo argomento che mi sta molto a cuore e su cui trovo spesso un dibattito molto acceso. :flamer:
Le regole sono fatte per essere ... modificate!
Offline Dr Houserules
Veterano
Veterano

Avatar utente
 
Messaggi: 738
Iscritto il: 26 settembre 2015
Goblons: 20.00
Località: Napoli / Milano
Board Game Arena: Fadiesis
Mercatino: Dr Houserules

Re: House Rules - provvidenziali o letali?

Messaggioda Rage » 15 lug 2018, 3:41

Sono contrario alle house rules per un semplice motivo: considero i giochi da tavolo delle piccole opere d'arte, al pari di libri, quadri o film. Se il gioco è uscito così, non vedo perché debba cambiare il regolamento per farmelo piacere. E' come se riscrivessi il Signore degli Annelli, perché la parte di Tom Bombadill mi fa scendere il latte. Credo che il gioco se sia fatto male perché ha un regolamento fallato o che non mi piace, non mi piace il gioco, punto. "Eh ma se con questa regoletta aggiustiamo questa fase...". NO, non mi garba, è un altro gioco e non è più lo stesso per cui è stato concepito. Io sono per le house rules giocatele a casa tua, a casa mia solo regolamento originale.
Immagine
Offline Rage
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Organization
 
Messaggi: 1449
Iscritto il: 28 luglio 2004
Goblons: 80.00
Località: Ronchi dei Legionari (GO)
Utente Bgg: R@ge
Facebook: Mancaugi
Mercatino: Rage
Recensioni Minute  Fan Sgananzium Fan 10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Ho partecipato alla Play di Modena Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Tifo Inter Frush fan Io odio Traico! :D Star Wars fan Ho contribuito alla Visibility della Play 2016! Boba fan Podcast Maker Telegram Fan Ventennale Goblin Ho fatto parte della Visibility I love American Mani al collo! Sono stato alla Gobcon 2017 Sono stato alla Gobcon 2018 Ho comprato la spilla alla Play 2018 Jinteki user

Re: House Rules - provvidenziali o letali?

Messaggioda Mod_XXII » 15 lug 2018, 8:26

Le odio.
La motivazione l’ha scritta Rage nel post sopra.
Immagine Immagine Immagine Immagine
Offline Mod_XXII
Grande Goblin
Grande Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 8918
Iscritto il: 03 febbraio 2007
Goblons: 80.00
Località: Peter Pan / Hydra
Utente Bgg: Mod_XXII
Board Game Arena: Mod_XXII
Mercatino: Mod_XXII
Sei iscritto da 5 anni. 10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Ho partecipato alla Play di Modena Seasons Fan The Great Zimbabwe Fan Le Havre Fan Backgammon Fan Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col giallo Epic Card Game fan Ho sostenuto la tana alla Play 2016 Innovation fan Podcast Maker Tramways Fan Sono stato alla Gobcon 2017 Sono stato alla Gobcon 2018 Tash Kalar Fan

Re: House Rules - provvidenziali o letali?

Messaggioda phalanx » 15 lug 2018, 8:50

Contro.
Nella mia esperienza (specie su skirmish) ho notato che le hr tendono solo a sbilanciare una parte con la scusa di mettere una pezza.

Sono pigro, l’offerta dei gdt è così vasta che se un gioco non mi soddisfa, non ho bisogno di inventare nulla, mi basta scegliere un altro titolo.
Offline phalanx
Grande Saggio
Grande Saggio

Avatar utente
TdG Editor
 
Messaggi: 3044
Iscritto il: 06 gennaio 2014
Goblons: 40.00
Località: lucerna
Utente Bgg: phalanx72
Mercatino: phalanx

Re: House Rules - provvidenziali o letali?

Messaggioda Mailok » 15 lug 2018, 9:49

Esempio: tu spendi 80 euro per un gioco che da regolmento fornito lo valuti 6, con la house rule il gioco diventa da 8 e tra i migliori che tu abbia e non la applichi? Masochismo puro! :D
E se invece quella regola la mette poi lo stesso autore nella revisione del regolamento rendendola "ufficiale"?

L'osservazione sui giochi opere d'arte la comprendo e condivido in parte, ma io compro un gioco per giocarlo e divertirmi, non per ammirarlo o valutare le meccaniche eleganti o innovative, la parte emozionale è nel giocarlo, una opera d'arte ha una emozione che gira su un canale diverso. Secondo me questa visione pone grossi limiti al divertimento, avere questa mentalità così rigida porta a cercare il gioco perfetto e frustratamente non trovarlo quasi mai quando basterebbe uscire da quegli schemi per ritrovare il vero perché dei boardgame
Offline Mailok
Goblin
Goblin

Avatar utente
 
Messaggi: 6070
Iscritto il: 09 agosto 2011
Goblons: 20.00
Località: Roma
Mercatino: Mailok

Re: House Rules - provvidenziali o letali?

Messaggioda AleDD » 15 lug 2018, 12:08

Mailok ha scritto:Esempio: tu spendi 80 euro per un gioco che da regolmento fornito lo valuti 6, con la house rule il gioco diventa da 8 e tra i migliori che tu abbia e non la applichi?


Se il gioco passa da 6 a 8 non hai cambiato una regola, ma metà regolamento
Secondo me per "toccare" il sistema di gioco (qualora ce ne fosse bisogno) ci sono due requisiti:
- Aver giocato un numero di partite nello stesso ordine di grandezza di quelle che ha giocato l'autore durante lo sviluppo del gioco (e probabilmente sono tante)
- Avere delle nozioni di game design (a cosa serve e con cosa interagisce questa meccanica?)
In ogni caso, se un sistema di gioco ha bisogno di essere modificato, vale la pena di passare ad altro, secondo me: che il design sia stato trascurato implica che non è un'opera di valore.

Inviato dal mio STF-L09 utilizzando Tapatalk
Offline AleDD
Babbano
Babbano

 
Messaggi: 21
Iscritto il: 22 gennaio 2017
Goblons: 0.00
Località: Milano
Mercatino: AleDD

Re: House Rules - provvidenziali o letali?

Messaggioda Rage » 15 lug 2018, 12:18

A parte che io non spendo 80€ per un gioco da regolamento 6, perché mi informo prima di comprare. Faccio alcuni esempi: Zombicide per me fa pena; conosco molta gente che adotta hr per redenderlo migliore. Ma se posso giocare ad un altro gioco da 8, perché mi devo sbattere ad adottare regole che chissà se bilanciano o meno il gioco?
Poi vediamo, mi piacerebbe che mi elencaste giochi mediocri che con le hr sono diventati capolavori, comprese quelle inserite in un secondo momento dall’autore stesso.
Sono d’accordo con Phalanx: c’è così tanto sul mercato che non mi va di rendere un gioco "diverso" da quello che POTREI ACQUISTARE ( perché come detto prima non mi pongo manco il problema dì acquistarlo).
Discorso chiusura mentale: mah, qui non ci vedo nulla di chiusura mentale, si parla di intrattenimento. Ribadisco il concetto abbassandolo: se compro un videogioco lo prendo e lo gioco per quello che è. I comandi di The Witcher III fanno pena, ma non mi è mai venuta in mente l’idea di adottarne altri e il gioco mi è piaciuto lo stesso. La fruizione di un qualcosa che esce dalla mente di una persona, per me, deve essere massima per quello che l’autore mi ha regalato.
Immagine
Offline Rage
Gran Maestro
Gran Maestro

Avatar utente
TdG Moderator
TdG Organization
 
Messaggi: 1449
Iscritto il: 28 luglio 2004
Goblons: 80.00
Località: Ronchi dei Legionari (GO)
Utente Bgg: R@ge
Facebook: Mancaugi
Mercatino: Rage
Recensioni Minute  Fan Sgananzium Fan 10 anni con i Goblins Sei nella chat dei Goblins Ho partecipato alla Play di Modena Sono stato alla Gobcon 2016 Io gioco col verde Tifo Inter Frush fan Io odio Traico! :D Star Wars fan Ho contribuito alla Visibility della Play 2016! Boba fan Podcast Maker Telegram Fan Ventennale Goblin Ho fatto parte della Visibility I love American Mani al collo! Sono stato alla Gobcon 2017 Sono stato alla Gobcon 2018 Ho comprato la spilla alla Play 2018 Jinteki user

Prossimo

Torna a Chiacchiere e questioni filosofiche inerenti il mondo dei giochi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Christopher e 1 ospite