Beowulf: The Movie Board Game

Voto recensore:
6,3

Introduzione
Beowulf racconta la storia del leggendario eroe che affronta i nemici del Regno di Heorot. In ognuno dei tre atti, i giocatori guidano Beowulf e i suoi fedeli nella battaglia contro Grendel, contro l’infida madre di Grendel, e il selvaggio drago dorato.

Ambientazione
In Beowulf ogni giocatore prende il controllo dell’eroe, guidando lui e i suoi compagni nella lotta contro i mostri. Lo scopo è di accumulare più punti saga possibile.
La partita viene giocata su tre diverse plance, contenenti assembramenti in diverse forme di spazi quadrati, dove i giocatori posizioneranno le proprie miniature. I giocatori accumulano punti saga piazzando i loro modelli sul tabellone dell'atto in corso in righe e colonne, che contengono aiuti o pericoli, cercando di evitare i secondi e di accaparrarsi i primi. Il gioco è diviso in tre atti. Lo svolgimento di ogni atto si basa sulla sfida contro uno dei nemici di Beowulf. Ogni atto è giocato con un tabellone differente con un incremento progressivo di opportunità e pericoli. Alla fine dei tre atti chi avrà più punti saga vince la partita.

Il gioco
Ogni giocatore ha il medesimo assortimento di miniature: una miniatura da quattro diamanti (Beowulf), due miniature da 3 diamanti (Thane), tre miniature da 2 diamanti (Castello di Herot) ed infine 4 miniature da 1 diamante (vascelli). I diamanti alla base delle miniature indicano la possibilità di guadagnare punti, positivi o negativi, in relazione all’allineamento in cui la miniatura si trova. Piazzare troppo presto le miniature può essere rischioso: gli avversari potrebbero giocare tessere penalizzanti in quella colonna/riga.
Le tessere rappresentano sia gli aiuti che i pericoli dell’avventura di Beowulf; nel primo caso sulle tessere è stampato un numero positivo, nel secondo un numero negativo.
Tessere speciali hanno poi abilità particolari:
Tentazione - si può rimuovere dal tabellone una tessera coraggio;
Coraggio - si può rimuovere dal tabellone una tessera tentazione;
Tesoro - giocarla normalmente o rimuoverla ed incassare subito l’oro;
Ebbrezza - può rimpiazzare una tessera idromele;
Idromele - tessera aiuto che può essere convertita in ebbrezza;
Statua dorata -si possono scambiare di posto altre due tessere;
Buon consiglio - permette di spostare di un riquadro una miniatura;
Corno del drago - aggiunge un diamante alla miniatura;
Tradimento - cancella il valore di tutte le tessere positive;
Gola - divide la riga in due.

Ad inizio partita ogni giocatore riceve 50 punti saga, una scheda di riferimento con riassunte tutte le abilità speciale delle tessere che abbiamo elencato prima, sceglie un colore e prende tutte le miniature di quel colore ed infine pesca due tessere che formano la mano di partenza. Le tessere del primo atto vanno impilate, le altre serviranno negli atti successivi.
Durante ciascun turno di gioco, un giocatore sceglie se piazzare una miniatura su uno spazio vuoto o pescare una tessera e giocarne una dalla mano. Alcune tessere speciali hanno abilità particolari che consentono al giocatore di sostituire la tessera. Non si può ovviamente pescare una tessera e poi piazzare una miniatura: una volta pescata una tessera bisogna piazzare una delle tre tessere che si hanno in mano.
Alla fine del primo atto si calcolano i punti, sommando i valori di tutte le tessere presenti nella riga e nella colonna di ogni miniatura, moltiplicando la somma per i diamanti alla base della stessa. Il possessore della miniatura guadagna o perde quindi punti saga. I vascelli tornano nelle mani dei giocatori disponibili per gli atti successivi mentre le altre miniature vengono rimosse dal gioco una volta conteggiate (bisogna usarle con parsimonia). Si prosegue con il secondo e terzo atto……..

Considerazioni/ Elementi di Sintesi
Il gioco si presenta graficamente accattivante, personalmente ho trovato questo Beowulf: il gioco da tavolo del film migliore della sua prima versione "Kingdoms". La FFG recentemente ha pubblicato una seconda versione di "Kingdoms", inserendo le miniature e le tessere speciali, rendendolo molto simile al gioco qui trattato. Resta un gioco di Knizia, molto astratto e matematico nel calcolo del punteggio: l’ambientazione è un pretesto (caratteristica distintiva del game designer tedesco).

Pro:
Ottima qualità materiali
Regolamento chiaro
Buona longevità
Prezzo contenuto
Contro:
Se si possiede Kingdoms….
Ambientazione posticcia
Scatola troppo grande