Jungle Speed

Giochi collegati:
Jungle Speed
Voto recensore:
7,3
Si tratta di un gioco di abilità, giocatori minimo due e massimo ottanta (la logica prevede al massimo il numero di persone che ci stanno attorno alla tavola), un gioco facile da apprendere veloce e divertente, adatto a tutti coloro che sanno girare una carta e che sanno prendere un oggetto in mano.

I giocatori rappresentano l’antico popolo degli Abulù, questo popolo si cibava di scimmie e alla fine per spartirsi le ossa rimaste si inventarono un gioco. Non avendo la carta usavano le foglie di eucalipto, ma essendo tutte uguali spesso il gioco finiva in rissa.

L’esperienza del Jungle Speed può cominciare a sette anni. Preparare il gioco è semplicissimo, basta mettere il Totem in mezzo al tavolo da gioco (meglio se rotondo, il tavolo) e mischiare le carte e distribuirle tutte, a faccia coperta, fra i giocatori in senso orario. Il gioco funziona così: a turno ogni giocatore gira una carta del proprio mazzetto e se due o più carte sono uguali, i giocatori proprietari devono afferrare il più rapidamente possibile il Totem, il perdente prende le sue carte scarto e quelle del vincitore e le mette sotto il suo mazzetto. Nel caso un giocatore sbagli a prendere il Totem o lo fa cadere, si prende tutte le carte scarto sue e degli altri giocatori e le mette sotto il suo mazzetto. Chi finisce le carte davanti a se, sia quelle del mazzetto che quelle scarto, termina di giocare. Il gioco finisce quando rimangono solo due persone con carte davanti a se.

Ci sono due tipi di carte: le carte simboli e le carte speciali.
Le carte simboli sono delle carte con disegnate delle forme particolari, presenti nel mazzo in più esemplari e di diversi colori.
Le carte speciali sono presenti in minor numero e sono di tre tipi: frecce rivolte verso l’interno, frecce verso l’esterno e frecce colorate.
Quando un giocatore gira una carta con le frecce grigie rivolte verso l’interno: tutti cercano di prendere il Totem, chi ci riesce mette il proprio scarto sotto il Totem, queste andranno al prossimo giocatore che sbaglia o che perde una sfida.
Quando un giocatore gira una carta con le frecce grigie rivolte verso l’esterno: il giocatore che ha girato la carta conta fino a tre, tutti contemporaneamente girano una propria carta, se non succede niente, il giocatore che si trova dopo quello che ha giocato la carta frecce verso l’esterno ricomincia a giocare.
Quando un giocatore gira una carta con le frecce colorate, cambia il criterio di presa, non si guarda più se hanno la stessa forma ma, invece, se hanno lo stesso colore, finché le frecce colore non vengono ricoperte da un’altra carta.

Per velocizzare la partita è possibile coronare vincitore il primo che finisce le carte e così ricominciarne un’altra.

Ultima nota: Jungle Speed ha ricevuto il premio Ludexpo 1997.
Pro:
Il gioco è semplice e divertente. Ottimo per gruppi numerosi. Chi termina per primo non rischia di annoiarsi, è uno dei pochi giochi belli anche solo a vedersi.
Contro:
Il Totem se mal utilizzato può essere pericoloso, sono a rischio soprammobili e vetrine. Purtroppo, il Totem dovendo essere abbastanza resistente è stato scelto di farlo di legno, capita che durante il gioco voli per la stanza e che possa provocare qualche danno.