Classifica personale di harlock

Titolo Voto giocoordinamento crescente Commento Data commento
Catan 9,0

Ho visto un "3" tra i voti a questo gioco!!! La dimostrazione che una percentale endemica di estremisti/nichilisti ci sarà sempre anche nel paese dei balocchi ;-)
Con tutto il rispetto per Galdor (lo invidio per molti dei titoli con cui ha potuto cimentarsi), un 3 è innammissibile!
Inutile elencare tutti i pregi ampiamente descritti negli altri commenti. Sottolinerei solo l'estrema giocabilità ed il fatto che si tratta di un titolo unico per iniziare dei neofiti.
Direi anche che il peso del fattore fortuna rimane più che accettabile, più che gestibile... quasi oppurtuno.

16/03/2005
Serenissima (first edition) 9,0

Componentistica egregia, ambientazione superlativa.
Ci si gioca discretamente anche solo in due pur rimanendo molto più efficace se giocato in quattro.
Abbastanza complesso sotto l'aspetto della pianificazione strategica del commercio, risulta forse un po' debole per l'aspetto delle battaglie navali che si rivelano convenienti quasi esclusivamente all'ultimo turno.
Effettivamente c'è il riischio, forse eccessivo,del "king maker", ovvero che l'ultimo giocatore del turno decida il vincitore della partita.

17/03/2005
Dungeons & Dragons Set 1: Basic Rules 9,0

Mezza adolescenza passata a combattere draghi ed orchi! Quanti sabati pomeriggio! Poi si tornava a scuola e se ne parlava come se le avventure le avessimo vissute realmente. Per questo forse dovrei assegnare un 10, ma sto parlando di un gioco giocato, l'ultima volta, 15 anni fa!

30/04/2005
Munchkin 8,0

Bel gioco di carte: molto divertente.
Adattissimo per serate con poù di 6, 7 persone!

17/03/2005
Domaine 8,0

Credo che il recensore abbia dato un punto di meno a questo bel gioco!
Oltre all'alta reperibilità e l'ottima fattura della componentistica, Domain si segnala come un gioco che ha un ottimo equilibrio fra l'aspetto strategico e la durata della partita; l'ambientazione è sufficentemente affascinante; interessante anche l'interazione fra giocatori che si possono avvantaggiare più o meno consapevolmente.
Le partite possono decidersi a tavolino, all'ultimo, turno attraverso un meccanismo di boicottaggio collettivo che non sono pinamente sicuro di condividere.

16/03/2005
Risk 2210 A.D. 8,0

Colori acidi, una mappa "ironica", pezzi ben fatti, ambientazione stile Terminator: insomma componentistica estremamente curata.
È un Risiko, ma più dinamico, più articolato, sicuramente più divertente. Ha il grande pregio di aver fissato un tempo massimo per la guerra (5 turni/anni) superando lo stallo in cui alcune partite di Risiko classico degenerano. Anche lo sbilanciamento degli obiettivi, dei territori di prtenza e soprattutto del turno di gioco è stato superato. Stranamente però temo che il gioco, alla fine dela fiera, non risulti più strtegico, anzi. L'estrema imprevedibilità e l'ingovernabilità scatenano i giocatori quasi esclusivamente all'ultimo turno: che è quello che decide tutto. Per non sbilanciarsi conviene aspettare e probabilmente essere gli ultimi dell'ultimo turno. Inoltre, qui più che mai si ritrova il paradosso del "king maker", ovvero di un giocatore che può decidere la vittoria di un altro.
Anche la strategia delle alleanze e delle minacce, se introdotta nel Risiko classico, risulta più percorribile: qui spesso non ha tanto senso. Insomma, pur rimanendo un bel titolo, qualche meccanismo di gioco andremme migliorato.

17/03/2005
Scotland Yard 8,0

Per antonomasia questo è un gioco privo della dimensione aleatoria. Se si parla di fortuna qui quale sarebbe il gioco che ne è privo!!??
Sempre con tutto il rispetto: chi ha dato 3 a questo titolo ha assolutamente esagerato!
Si tratta di un bel gioco, con buoni materiali ed un'ottima ambientazione.
Paradossalmente funziona molto meglio se giocato in due o, comunque, poliziotti coalizzati contro Mister X: consiglio di giocarlo così!

17/03/2005
Advanced Civilization 8,0

Un bel gioco ma non certo immune dai condizionamenti del caso che magari ti riserva 2 o più DEVASTANTI guerre civili a cui non puoi che mestamente piegarti al di là di qualsiasi strategia.
I materiali (quadratini di cartone) non sono certo mirabili e sono spesso lesinatissimi.
Comunque interessante il meccanismo di gioco, affascinante l'ambientazione. Le partite sono lunghe ma ci si appassiona, ci si diverte!
Il prezzo (l'ho pagato 80 euro), lascia perplessi!

26/04/2005
Trivial Pursuit 7,0

Molte domande risultano sbilanciate: o troppo semplici o eccessivmente settoriali (forse datate)

27/11/2005
Babel 7,0

Va bene per giocarci in due se si è stufi de "I coloni carte". Titolo discreto!

17/03/2005
Condottiere 7,0

la scatola della vesione italiana è decisamente sovradimensionata per un gioco che praticamente è di sole carte. Il tabellone non piegabile è poi ridicolo! La grafica delle carte è sicuramente curata ma non rientra nei mie gusti.
Il gioco in due è quasi impraticabile poiché, dopo le prime battaglie vinte, si rischia subito che un giocatore prenda il largo diventando esponenzialmente più potende dell'atro. In quattro il gioco rischia di prolungarsi moltissimo causa il giusto accanimento dei tre giocatori svantaggiati per impedire la vittoria finale di quello avvantaggiato. Il regolamento, è vero, è poco chiaro.
Insomma, un titolo, poco convincente.

17/03/2005
Risk 6,0

Non è un gioco di sola fortuna, per vincere, tranne in poche occasioni, una strategia è necessaria. La componente aleatoria del tiro dei dati ha diritto di esistere perché nessuna azione umana ne è priva. Vero è che una strategia difensiva è forse troppo proficua di una votata all'attacco. Rimangono, come elencato negli altri commenti, sbilanciamenti inauditi. A mio avviso il più rilevante è quello dovuto al turno di gioco: che probabilità si ha di vincere se si parte per ultimi giocando ad es. in 6 !? Quasi nulla direi: si è ridotti solo a carne da macello. Si piò giocare stringendo alleanze e minacciado a destra e manca: ci si diverte di più!
L'obbiettivo della conquista di 18 territori è semplicemente da escludere all'inizio della partita: ridicolo ed offensivo!
Insomma, un gioco accettabile, soprattutto adatto per iniziare. Sarebbe bello se i giocatori di Risiko fossero più propensi a provare tutta quella caterva di giochi molto più belli che pure esistono.

17/03/2005
Mastermind 6,0

carino ma più adatto come solitario con il computer!

16/11/2005
Connect Four 6,0

giusto per ammazzare il tempo...

18/11/2005
Monopoly 5,0

Il gioco più famoso al mondo: non osceno, c'è mooolto di peggio: bruttino! Troppo semplice: per bambini!

17/03/2005
Clue 4,0

Tra i giochi "dignitosi" per me è il peggiore: Peggio di Monopoli o Risiko.
Qui sì che la fortuna è fondamentale e più incisiva di ogni strategia od abilità.

17/03/2005