Classifica personale di harpo

Titolo Voto giocoordinamento crescente Commento Data commento
Caylus 10,0

Uno dei giochi più belli e bastardi in circolazione, fa arrabbiare ma regala incredibili soddisfazioni. Il sistema del prevosto e del balivo è semplicemente geniale perché rende modificabile la durata del gioco e si presta alle cattiverie più abiette.

01/12/2013
A Game of Thrones 9,0

In questo gioco si fa guerra, diplomazia e si usa il potere accumulato per avvicinarsi al trono di spade mediante delle aste che ci renderanno influenti in 3 sfere del potere.
Le fasi d'asta sono emozionanti e molto ben studiate.

Il sistema di combattimento attraverso segnalini ordine piazzati coperti è ricco di tensione, arricchita dalla possibilità di giocare carte personaggio della casata a cui si appartiene.

Può durare fino a 4 ore.
La partenza delle casate è fissa.

Consiglio di giocare in 4 e 5 con la variante presente sul forum.

01/12/2013
Vanuatu 9,0

Vanuatu mi ha colpito subito per la grafica di copertina e del tabellone di gioco, ma anche per il fatto che la popolazione di questo arcipelago non tende ad arricchirsi come obiettivo di vita, ma a spronare gli altri migliorando sè stessi.

Il pacifismo inspirato da quest'ultima affermazione si infrange sullo scoglio del sistema a maggioranza per la scelta delle azioni, di una cattiveria inaudita e interazione bastarda ai massimi livelli.
In realtà la situazione è tragica! Il pesce sta per finire, i tesori sommersi vengono saccheggiati, i turisti vengono sequestrati nelle capanne come vacche da mungere e tutto questo durante un boom edilizio senza precedenti!

Non so se l'autore avesse nelle sue intenzioni questo cambio di prospettiva violento a cui il giocatore è costretto, ma l'effetto è stato almeno per me sorprendente.

Il gioco è divertente e cervellotico in alcune fasi, in 5 gli spazi diventano stretti.
L'unico fattore alea è rappresentato dal numero di turisti che arrivano ad ogni turno in numero variabile e dalla pesca dei nuovi territori esagono ad ogni turno: ciò può stroncare qualche strategia.

05/11/2013
Agricola 9,0

Non mi soffermo sui meritati pregi di questo gioco.

L'unico contro è rappresentato dalle carte che vengono date all'inizio, tra le quali si annidano combo micidiali, mentre a volte sono un'accozzaglia di occupazioni e miglioramenti più o meno utili.

Da avere assolutamente.

01/12/2013
Power Grid 8,0

ho giocato molte volte nella sola mappa della Germania.
segnalo un problema abbastanza grave: lo sbilanciamento tra una regione e l'altra in termini di costi dell'allacciamento e di espansione nelle regioni confinanti, dalla seconda fase in poi.

Per il resto il gioco è veramente notevole ed appagante, anche se i calcoli dei soldi rischiano di rallentare il gioco.

01/12/2013
Dixit Odyssey 8,0

Nessun commento

05/11/2013
Dixit: Origins 8,0

Nessun commento

01/12/2013
Catan 8,0

Gioco rilassante ma non troppo, adatto a tutti, piace ai neofiti e fa staccare la spina ai giocatori più esigenti mantenendo una godibilità estrema.

La fortuna pesa parecchio, è inutile negarlo, però il divertimento è assicurato.

La mappa e la reperibilità delle risorse cambiano ad ogni partita, costringendo il giocatore a cambiare strategia ogni volta.

Unico neo: in 4 giocatori la situazione può divenire claustrofobica, ed un giocatore che rimane tagliato fuori, non sempre per colpa sua, rischia di non poter recuperare.

08/12/2016
Puerto Rico 8,0

La flessibilità del turno è il suo maggior punto di forza, unito ad una complessità e varietà strategica molto accentuate.

Personalmente lo trovo un po' freddo e comincio le partite sempre con un po' di scetticismo, ma è solo una questione di gusti. Infatti non apprezzo troppo la numerosità degli edifici e dei loro effetti, che mi lascia spesso spaesato, né il problema dell'artigiano-capitano, per cui esiste una paranoia nel produrre risorse per paura o di avere un vantaggio piccolo rispetto agli altri o di buttarle via se non si riescono a caricare sulla nave, anche se esistono i magazzini o il porto personale per ovviare a questo.

01/12/2013
7 Wonders 8,0

Un giocone da avere assolutamente: è veloce, quindi nella stessa sera fai più partite o lo usi come filler, e devo dire che piace anche ai neofiti, riscontrando successo anche con persone che non mi sarei mai aspettato.

Il gioco fa staccare la spina ai giocatori assidui ma l'adrenalina è assicurata per più motivi tra cui la speranza che ti ritornino in mano le carte che fai scorrere al giocatore dopo (meccanismo semplice quanto geniale, in quanto le azioni simultanee fanno guadagnare tensione e velocità al gioco) e la conta finale dei punti che riserva sempre delle sorprese.

Puoi giocare fino in 7 mantenendo la stessa velocità!!

CONTRO: Questo è un gioco con parecchia alea; a volte ti trovi in situazioni orribili del tipo che i tuoi vicini non comprano risorse o artefatti da te perché hanno il mercato o il bazar (che fanno spendere meno) rivolto verso gli altri vicini:in queste situazioni ci capiti senza che tu possa fare nulla per impedirlo, e sono governate dal caso.

01/12/2013
Imperial 8,0

Un gioco difficile da padroneggiare, non aiutato dal regolamento che è un po' oscuro in certi punti.

Evidenzio 2 cose che più mi hanno colpito:

1-la mentalità deve essere elastica, perché nelle prime partite esiste un sentimento di attaccamento alle nazioni con cui si comincia il gioco, per il quale siamo portati a credere che la loro prosperità sia collegata indissolubilmente alla nostra. Imperial sovverte questo paradigma, perché i giocatori sono investitori che decidono quale nazione in un determinato momento possa adeguarsi alle nostre esigenze e spingerci verso la vittoria, e non necessariamente deve essere quella che attualmente comandiamo.

2-riguardo alla meccanica, è geniale il meccanismo di scelta delle azioni che avviene attraverso il movimento dei segnalini-nazione lungo una ruota di 8 spicchi, ciascuno contenente una determinata azione. Lo spostamento consentito per turno è di 3 spicchi, ma abbiamo la possibilità di avanzare ancora spendendo 2 milioni per ogni spicchio: quest'ultima opzione aggiunge un aspetto strategico fondamentale, che può essere la chiave della vittoria.

01/12/2013
Takenoko 7,0

il colpo d'occhio è molto piacevole.

è veloce, scorre bene e diverte. La mappa cambia ad ogni partita regalando varietà e rigiocabilità a non finire. Adatto a tutti.

Non è molto controllabile per via della fortuna presente in due momenti:
1- il dado evento climatico
2- pesca obiettivi
che rendono alcune partite quasi impossibili da vincere.

10/09/2013
Coyote 7,0

party game velocissimo e di deduzione. consigliato

10/09/2013
Liar's Dice 7,0

veloce e divertente, forse lo conoscete col nome di "dadi bugiardi"

gli avversari possono essere eliminati.

01/12/2013
Small World 7,0

Gioco abbastanza veloce e poco impegnativo, ma molto godibile.

Personalmente mi piace molto, perché trovo il meccanismo della decadenza originale e ben fatto, ed è bello vedere di volta in volta quale razza abbinata a potere possa essere la migliore in un determinato momento.

01/12/2013
Munchkin 7,0

Tutto è partito da qui, per me.

Alla lunga stanca e necessita di espansioni...che poi stancano a loro volta.

05/11/2013
Munchkin 2: Unnatural Axe 7,0

Nessun commento

15/08/2013
Munchkin Booty 7,0

è il munchkin che gira più velocemente, con armi a gogo e navi come se piovesse, e poi c'è il pappagallo!!!

10/09/2013
7 Wonders: Cities 6,0

Le carte nere sono interessanti, le nuove città e la diplomazia un po' meno.

Non essenziale.

6,5 arrotondato a 6 per il prezzo esagerato.

02/09/2013
Spot it! 6,0

Gioco di destrezza simpatico, mette in luce i lapsus del cervello. Meriterebbe anche 7 ma c'è il problema di trovare un tavolo apposta per scaricarsi le carte.

A meno che lanciarle non sia uno dei motivi per cui ci si gioca.

05/11/2013
Hanabi 6,0

Volevo dare 5, ma darò 6 perché ci ho giocato solo una volta nella confusione di Lucca e solo in 3 persone.
L'ho trovato un po' sterile perché si basa troppo sulla memoria, aspetto che non gradisco troppo nei giochi.
La sensazione di vittoria non è stata appagante :)

05/11/2013
Taboo 6,0

Party game valido e divertente, a meno che non lo si giochi spesso (si imparano carte e definizioni) e non ci siano giocatori inadatti con scarsa fantasia.

6.5

10/09/2013
Risk 6,0

Volevo dargli un voto minore per via di vari problemi come la fortuna in combattimento e nella pesca delle carte, la morte dei giocatori e la durata in certi casi abissale...ma in fondo ogni volta che ci ho giocato mi sono sempre divertito!

01/12/2013
BANG! 6,0

Le prime volte che giochi lo adori....poi la voglia va a scemare.
Ogni tanto ci faccio una partita con gruppi numerosi e neofiti.

Giocato con l'edizione pallottola.

01/12/2013
Boggle 6,0

Buon party game se giocato occasionalmente.

01/12/2013
Pandemic 5,0

Ho acquistato questo gioco quando ancora non mi sapevo muovere bene nel mercato dei giochi da tavolo, attratto dall'idea di un cooperativo.

La delusione è stata grande, perché il gioco funzionerebbe meglio come solitario: capiterà spesso che un giocatore prenda in mano le redini nella partita, e di fatto deciderà lui dove e come giocare. Abbiamo provato anche stando più o meno zitti, ma alla fine la tentazione di dire quando uno fa una sciocchezza è troppo forte e si ritorna al problema.

La meccanica di diffusione delle malattie l'ho trovata intelligente e molto ben studiata, però.

01/12/2013
Munchkin Bites! 5,0

Di divertente aggiunge solo i poteri ma introduce razze abbastanza inutili o che allungano il gioco, come le mumme, e i fastidiosi seguaci, per i quali si consiglia vivamente di eliminare il potere per il quale loro sacrificio evita le brutte cose di un mostro, altrimenti il gioco non finisce mai.

22/08/2013
Clue 5,0

tra i difetti:

-c'è bisogno di una persona che non giochi ma scelga le carte
-il dado può farti saltare un turno di investigazione se sei sfortunato
-la rincorsa finale alla camera del delitto avvantaggia i giocatori che si trovano in prossimità di essa

per bambini: 6,5
per adulti: 4

01/12/2013
Munchkin Cthulhu 4,0

Macchinoso e lento, pazzie e maledizioni rischiano di rimanerti appiccicate.
Però aggiunge un nuovo divertente modo di finire la partita se tutti diventano cultisti, anche se capita poche volte.

25/08/2013
Star Munchkin 4,0

I maledetti seguaci rendono il gioco troppo lento.
Le classi e le razze sono anonime.
Unica nota positiva, la possibilità di farsi un arma composta da armi che finiscano con "-aser", che conterà solo uno o due numeri di mani occupate. Fino a che non te lo rubano o fanno scartare :)

05/11/2013
Monopoly 3,0

Una perdita di tempo, a mio avviso.
Da piccolo giocavo molto ma anche allora non mi entusiasmava.

10/09/2013
Trivial Pursuit 3,0

giochino che faccio pochissime volte quando lo becco nei pub e una partita può anche starci.

però è un gioco abbastanza sterile: il cervello viene usato in maniera passiva, archivistica, e il tabellone non ha proprio senso con tutti quei movimenti inutili che rendono il gioco lunghissimo e frustrante.

05/11/2013