Classifica personale di telchar

Titolo Voto giocoordinamento crescente Commento Data commento
Dune 10,0

Il gioco asimmetrico perfetto: zero caso e massimo bilanciamento.

20/12/2011
Vita di Gesù 10,0

adversus haereticos

17/03/2011
Fury of Dracula (second edition) 9,0

Sono daccordo praticamente su tutti i punti riportati nella recensione.
Considero FoD un gioco molto evocativo da giocare per giocare e non per vincere.
L'atmosfera vittoriana è resa bene e personalmente preferisco interpretare Dracula.
Il gioco dei cacciatori è un gioco di squadra e spesso è meglio che siano solo due, al massimo tre, per rendere il gioco più veloce.
Se i cacciatori giocano bene per Dracula è quasi impossibile vincere se non riuesce a piazzare almeno un Nuovo Vampiro o uccidendere un cacciatore.
Giocare Dracula è difficile e non sono concesse distrazioni. Anche un banale errore spesso comporta la sconfitta e segna la partita alcuni turni prima dell'effetto finale.
Il regolamento non copre tutte le varie eccezioni che si possono presentare. E' spesso necessario fermarsi a consultare le FAQ o il regolamento per cercare una risposta, ma dopo qualche partita si può procedere comunque speditamente. E' utile consultare il sito della FFG per scaricarsi le FAQ e leggersi il forum.
La partita può durare anche molto tempo, se Dracula usa tutti i suoi trucchi e riece ad ingannare i cacciatori facendoli impazzire nella ricerca. Il bello del gioco sta proprio qui. Nell'interpretazione dei ruoli e nella lotta, anche psicologica, tra i giocatori.

Telchar

01/08/2010
Twilight Imperium (Third Edition): Shattered Empire 9,0

Questa espansione, secondo me, è essenziale per giocare al meglio a TI3.
Le regole aggiuntive migliorano la versione base.

- Innazitutto la regola sulle ritirate strategiche (che comunque è applicabile anche senza avere l'espansione) risolve il problema delle ritirate impossibili.
- Poi le nuove carte strategiche migliorano notevolmente le possibilità di azione dei giocatori. Volendo, comunque, è possibile mischiare i due set di carte.

- Alcune regole, invece, sono da evitare. Per esempio i campi minati: se usati rendono il gioco praticamente statico. Affondare una nave con un 9 o un 10 su 1d10 per nave, rende quasi impossibile attaccare una flotta se non si possiede almeno il doppio di navi e comunque, un colpo su un carrier pieno di truppe potrebbe rendere l'attacco al pianeta impossibile.

Rimane sempre la pecca della parte Politica poco sviluppata che affliggeva il gioco base.

T.

24/10/2010
Twilight Imperium (Third Edition) 8,0

Premessa: chiunque abbia dato un voto inferiore a 6 ha nettamente sbagliato a valutare questo gioco.

Vi sono alcune pecche.
- Le battaglie, per sempio, potrebbero essere migliorate.
- Le carte strategia sono un po' sbilanciate, meglio usare quelle dell'espansione ora che è uscita (prima si potevano usare le modifiche suggerite delle faq).
- Ritengo, infine che, l'opzione Distant Sun, renda il gioco troppo aleatorio e lo rallenti eccessivamente: per questo non la uso quasi mai.

Nonstante ciò, TI3 resta uno dei migliori giochi si strategia gestionale che abbia mai visto (finora).
Chi dice che l'autore ha raccattato regole a destra e sinistra, forse si scorda che prima di TI3 ci sono stati il TI ed il TI2: il primo con tre espansioni ed il secondo con due. Magari qualche idea, l'autore, se l'è fatta nel tempo: foss'anche solo per essersi letto le faq dei giocatori.
Chi si annoia, vuol dire che ha sbagliato il genere di gioco, non che il gioco sia fatto male.

Una pecca che invece lo affligge, è la parte Politica: questo aspetto del gioco è poco sviluppato.
Il gigantesco mazzo di carte politiche con le leggi da votare, alla fine viene usato solo per una minima parte. L'unico modo di usare la politica è giocare l'apposita carta strategica che, in un gioco da 4 giocatori, potrebbe anche non essere pescata. Alla fine, su dieci turni massimi giocabili, si giocheranno al massimo 10 leggi su un totale di più di 60.
Anche se un razza più 'politica' dispone inizialmente di un valore d'influenza maggiore dei propri avversari non politici, con l'avanzare del gioco e con la crescita del numero dei pianeti posseduti, questa differenza tende ad annullarsi.
Quindi, alla fine , si rischia di ottienere un'appiattimento della strategia basato sull'espandersi, combattere e conquistare, svantaggiando così le razze 'politiche' che, di solito, non possiedono bonus militari o vantaggi tecnologici compensativi.
Qui si sente il bisogno di qualche regola migliorativa.

T.

24/10/2010
Eclipse 6,0

Concordo con lo scopiazzamento delle meccaniche, ma l'aleatorietà dei meccanismi di esplorazione, in giochi ben fatti, è bilanciata sui turni. In giochi di durata limitata, lo sbilanciamento è un po' più evidente, ma questo non è un difetto. Eclipse non è un'eccezione da questo punto di vista.

Invece, a ben vedere, è il combattimento a non essere affatto aleatorio. Infatti, dato che la nave è personailizzabile, a seconda dei moduli utilizzati, si sa già con certezza quasi assoluta chi sarà vittorioso in una battaglia spaziale. Il numero di navi non ha importanza. Un caccia potrebbe essere più potente di un incociatore e riuscire addirittura ad abbattere una corazzata.

La cosa potrebbe anche andare bene, se non ci fosse un difetto grosso come una casa nel meccanismo di personalizzatione: i missili. Virtualmente, si può fare la nave 'fine di mondo' riempiendola di missili e con un computer da +3. Con due o tre incrociatori, in un singolo lancio di dadi, è possibile sterminare un'intera flotta nemica ancor prima d'iniziare una battaglia.

Questo difetto si potrebbe correggere limitando, in numero a seconda della tipologia, i moduli che possono essere utilizzati per costruire le navi. Per esemio: incrociatori max due armi. caccia max 1. Corazzate max 3 armi. ecc.

Per il resto è un gioco di piazzamento come un german con alcuni elementi dinamici tipici dei giochi american. Va bene a coloro a cui piace il genere spaziale e si accontenta, o deve necessariamente, limitarsi ad una partita veloce.

Nonostante le apparenze, non ha niente a che spartire con Twilight Imperium e neppure può essergli paragonato.

T.

28/01/2012