Classifica personale di VirginioAcchittocca

Titolo Voto giocoordinamento crescente Commento Data commento
War of the Ring 10,0

Di solito non amo i giochi di guerra, da due e molto lunghi, ma questo è per me il gioco perfetto.
L'ambientazione migliore che ci sia, qualità grafica estrema (disegni di John Howe, scusate se è poco), materiali eccellenti e meccaniche scorrevoli nonostante la complessità ne fanno in assoluto il mio gioco preferito.
Se si volesse proprio trovare un difetto direi che i Nazgul sono un po' instabili e spesso cadono facendo stragi di orchetti...

23/12/2008
Catan 10,0

A mio avviso il capolavoro assoluto dei board game tedeschi.
Grande profondità strategica sin dal piazzamento iniziale, varibilità estrema delle partite grazie al tabellone casuale, fortissima interazione tra i giocatori, e regole tutto sommato abbordabili anche per i neofiti.
Penso sia molto adatto a far avvicinare anche giocatori non abituali al mondo del gioco un po' più impegnato, ma anche molto adatto ai giocatori abituali.
Se si vuole trovare un difetto si può dire che un gioco coi dadi ha sempre una componente casuale che può rovinare qualche partita, ma alla lunga è sicuaramente uno dei miei preferiti.
Non mi convincono molto le espansioni, soprattutto Città e Cavalieri che, a mio avviso, lo appesantisce, lo rallenta e finisce col rendere sempre più forte il giocatore in vantaggio limitando quelle possibilità di riequilibrio che sono invece molto forti nel gioco base; ma a molti piace per cui va bene così.

04/02/2009
Puerto Rico 9,0

Forse il gioco più elegante che ci sia. Grande profondità, originale e divertente.
Il difetto principale è che il tavolo deve essere equilibrato altrimenti risulta troppo vantaggiosa la posizione dopo un giocatore inesperto. Poi il costo degli edifici non è molto bilanciato rispetto all'utilità che hanno e questo li divide semplicemente in "quelli che si costruiscono" e "quelli che non si costruiscono".
Comunque gli avrei dato 9,5 se ci fossero stati i mezzi voti...

23/12/2008
Kingsburg 9,0

Secondo me Kingsburg è un gran bel gioco con meccaniche brillanti e ottima grafica.
L'ho provato come prototipo e poi a Lucca e mi ha nettamente impressionato.
L'aspetto aleatorio costituito dal lancio dei dadi è abbastanza bilanciato dal fatto che chi tira più basso gioca per primo riducendo le possibilità di coloro che giocano dopo avendo tirato più alto.
La meccanica di base penso che potrà favorire delle espansioni e mi auguro che il gioco abbia abbastanza successo da motivarle.

06/11/2007
Imperial 9,0

Uno dei miei giochi preferiti, elegante e originale. Il rapporto "impersonale" con le nazioni è un colpo di genialità.

23/12/2008
Vasco da Gama 9,0

Non era stato un difficile pronostico quello che avevo fatto prima di Essen dicendo che Vasco da Gama sarebbe stato un grande successo.
Il gioco mi è piaciuto fin da quando era un prototipo e mi sembra geniale il sistema di piazzamento coi numeri. Mi piace anche l'incertezza portata dal modificatore del valore del primo numero gratuito, nonostante che, di solito, non mi piacciano le componenti aleatorie; però proverò anche senza considerare il modificatore quindi giocando una versione assolutamente senza alea.
Ottimi i materiali e quindi complimenti anche a Mariano della WiG.
Ora speriamo che le vendite rispondano alle aspettative (e onestamente spero anche in un'espansione, ma non so se Paolo ci ha pensato).

24/12/2009
Caylus 8,0

Gran bel gioco, solido e divertente con alcuni spunti brillanti (tipo gli edifici che costruiti diventano pubblici continuando a dare vantaggi, però, a chi li ha costruiti). Ottimo anche in due diventa un po' troppo lungo e poco gestibile in 5.

23/12/2008
Constantinopolis 8,0

Ottimo gioco economico con meccaniche semplici e fluide.
Stile molto "tedesco" con interazione non aggressiva e legata principalmente alla scelta dei ruoli e agli anticipi negli acquisti.
Ho solo un paio di perplessità nell'ordine del turno, e in particolare: come mai le navi arrivano dopo la scelta dei ruoli? (questa si fa spesso con pochi o nessun soldo disponibile e quindi ci sono pochi movimenti; forse è stata una scelta di brevità?) e come mai la produzione dei beni arriva prima dell'acquisto degli edifici? (quelli rossi non producono nel turno in cui vengono acquistati e sono quindi inutili gli acquisti dell'ultimo turno)
Proverò una partita con l'ordine cambiato e faccio sapere...
Comunque complimenti all'autore e all'editore...

25/03/2011
Agricola 7,0

Buon gioco di gestione risorse che non mi ha però conquistato.
L'elemento originale mi sembra costituito dalla grande quantità di carte che vengono distribuite ai giocatori all'inizio, costringendoli ad adattare la loro strategia alla mano ricevuta e dando longevità a delle meccaniche piacevoli, ma già molto usate (piazzamento esclusivo su zone per fare azioni, meccanica che tra l'altro a me piace). Purtroppo le carte non sono equilibrate e tra giocatori di capacità simile ho l'impressione che possano fare la differenze nel risultato finale.

23/12/2008
Power Grid 7,0

Gran bel gioco con meccaniche abbastanza innovative e di grande solidità.
Però mi risulta un po' troppo faticoso soprattutto nei calcoli finali (probabilmente spenderò 27 per comprare le risorse, poi potrei costruire un paio di città pagando 36 quindi avendo 94 soldi posso offrire fino a ....) e quando mi si propone un giocone ne preferisco sempre qualcun altro.

23/12/2008
Yspahan 5,0

I cammellini sono carini da guardare...
Non vedo molto di più, mi spiace.

27/11/2007
The Republic of Rome 3,0

Da ragazzino mi fecero mangiare una lumaca bollita e la sensazione nauseante che ne provai ha fatto si che quella povera lumaca sarà l'ultima della mia vita.
Così della mia unica partita a RoR ricordo che rimanemmo per ore in balia del risultato dei dadi e alla fine vinse una giocatrice che per tutto il tempo non aveva fatto altro che chiedere, non avendo capito le regole, "e adesso che devo fare?".
Improponibile.

23/12/2008