Classifica personale di WhiteWinston

Titolo Voto giocoordinamento decrescente Commento Data commento
Desperados of Dice Town 3,0

Gioco di dadi e poco altro. Non lo consiglierei a nessuno.

13/03/2018
The Builders: Middle Ages 6,5

Un filler carino e introduttivo a giochi ben più profondi. Nota di merito: i materiali sono davvero pregevoli!

09/03/2018
King Me! 6,5

Un family leggero, semplice e divertente.

14/03/2018
Quoridor 6,5

Non amo gli astratti e il mio voto è molto condizionato da questo fattore.

14/03/2018
7 Wonders 7,0

Carino, non troppo lungo e piacevole. Lo definirei un introduttivo per poi passare a titoli più complessi e succosi.

09/03/2018
BANG! 7,0

Nella mia vita ho giocato più partite a questo gioco che a briscola!!! Poi col tempo e con l'esperienza metti a fuoco tutti i limiti e i difetti del gioco...ma per me rimarrà sempre uno degli introduttivi più divertenti e longevi a cui abbia mai giocato!

09/03/2018
Guilds 7,0

Concordo con chi dice che la seconda fase (quella delle stanze) sembra un po' "appiccicata con la colla" al resto. A parte questo, molto divertente la fase dell'asta! E' un titolo nella media ma che rigiocherei volentieri.

14/03/2018
Lupus in Tabula 7,0

Nonostante il grande difetto dell'eliminazione dei giocatori (fin dal primo turno!), non mi basterebbero 4 mani per contare il numero di volte che l'ho giocato in gioventù con sommo divertimento di tutti. Le partite più epiche sono poi rimaste nei ricordi di tutti come esperienze memorabili!

14/03/2018
Patchwork 7,0

Carino e piacevole ma è troppo astratto per i miei gusti! In ogni caso, anche solo per quel senso di dejà vu nostalgico quando si incastrano i pezzi come in Tetris, un bel 7 non glielo leva nessuno!

14/03/2018
Ticket to Ride: Märklin 7,3

E' un introduttivo e quindi per definizione un gioco semplice e lineare. Però tra gli introduttivi è probabilmente IL RE!!! E questa particolare edizione (limitata) pare essere una delle migliori (dico pare perché le altre non le ho giocate tutte...sono una miriade!) in quanto aggiunge i passeggeri che offrono un modo ulteriore per fare punti nonché un livello ulteriore di scelta.

14/03/2018
Citadels 7,5

Attualmente il miglior filler che ho in collezione. Probabilmente uno dei migliori filler mai provati.

09/03/2018
Istanbul 7,5

Nonostante secondo me abbia una strategia dominante (che ne penalizza quindi il voto finale), lo considero sempre uno degli introduttivi (spinti) più affascinanti che io abbia in collezione. Inoltre il meccanismo di movimento lo trovo semplicemente geniale!

09/03/2018
Viticulture 7,8

Il voto si riferisce all'Essential Edition con Espansione Tuscany Essential.

Graficamente e a livello di materiali siamo al top, l'ambientazione è delle più accattivanti, gameplay classico e lineare (piazzamento lavoratori) anche se con qualche twist carino, adatto per un pubblico ampio. Nel complesso è davver un buon gioco. Unica pecca forse la pesca delle carte talvolta un po' fortunosa...ma nell'economia di un'intera partita (dove di carte se ne pescano molte) un po' questo aspetto viene mitigato. Menzione speciale per la modalità solitario: davvero un bel livello di sfida!

14/03/2018
The Voyages of Marco Polo 7,8

Materiali, grafica, gameplay, ambientazione,...mi piace davvero tutto di questo gioco! Ciò che lo tiene ancorato sotto all'8 è il meccanismo per il quale con il setup concluso e l'assegnazione dei personaggi avvenuta, è possibile scommettere (con buona probabilità di vittoria) sulla vittoria di un giocatore piuttosto che un altro. Tradotto: il setup iniziale (diverso ad ogni partita) favorisce molto alcuni personaggi piuttosto che altri.

14/03/2018
7 Wonders Duel 8,0

Semplice, strategico, profondo e rapido. Uno dei migliori giochi in assoluto per due giocatori. Must have.

09/03/2018
Cry Havoc 8,0

Ibrido asimmetrico dalle meccaniche semplici ma mai banali, sistema di combattimento intrigante e meccaniche di controllo territorio/deck-building. Regolamento strapieno di buchi (servono svariate pagine di FAQ), alcuni edifici inutili, bilanciamento dubbio (che ha costretto alla modifica di alcune regole strada facendo), modalità solitario (aggiunta in seguito ma ufficiale) che non funziona, longevità forse un po' limitata. Poteva essere il capolavoro...e invece no. Il mio voto si ferma a 8.

09/03/2018
Great Western Trail 8,0

E' un german tosto, per palati abituati a giochi complessi (non lo proponete quindi alla vostra ragazza come introduttivo...potreste perderla sotto ogni punto di vista!!!). La sensanzione iniziale è che l'autore (Pfister) abbia cercato di infilare dentro TUTTO ma proprio TUTTO il campionario di regole-possibilità-meccaniche a sua disposizione. Lo conferma l'insalata di punti a fine partita più ricca che io abbia mai visto! Secondo me ha proprio tentato di tirar fuori l'opera ultima e definitiva ("o la va o la spacca!") della sua carriera. Ci è riuscito?...Secondo me... decisamente sì! Il gioco è davvero un (quasi) capolavoro perché tutti i tasselli si incastrano alla perfezione! Si ha proprio la percezione netta che niente sia stato lasciato al caso e che davvero tutto sia stato studiato e bilanciato attentamente. Giocandolo più volte si realizza anche che non esiste una strategia dominante a prescindere ma tutto dipende dal setup, dal numero dei giocatori, dalle scelte di ciascuno, dalle tessere disponibili,...
Perché ho detto "quasi"? Perché un capolavoro deve esserlo al 100% e GWT lo è al 95%. I 5 punti mancanti li imputo ai materiali (non tutti d'eccellenza...esempio le plance) e una rigiocabilità buona seppur limitata dal fatto che, forse, alla lunga (ma alla lunga!), il sistema può stancare non avendo poi così tante strategie percorribili (3).
In ogni caso, questo gioco secondo me rappresenta un'enciclopedia degli ultimi 15 anni di evoluzione ludica, presentata in un mix encomiabile. Scusate se è poco...

27/04/2018
Grand Austria Hotel 8,0

Gestione dadi e combo. A chi piacciono queste meccaniche, piacerà sicuramente questo titolo. A mio avviso l'unica pecca risiede nella grafica non sempre al top.

14/03/2018
Kepler-3042 8,0

il gioco più stretto a cui abbia mai giocato. 16 turni all'inizio sembrano tanti...poi in realtà volano via veloci e al quindicesimo ci si accorge (tardi) di quanto corta sia la coperta!!! Per me è una sfida davvero avvincente e la voglia di rigiocarlo dopo ogni match è sempre tanta! I 2 anni di playtest si sentono e si avverte proprio la sensazione che tutte le strade, se ben percorse, possano portare alla vittoria. La ricerca non è quindi della vittoria ma del "ben percorrere la strada"!!! La rigiocabilità è garantita da un setup iniziale del tabellone sempre diverso e dalle carte evento con ordine casuale.
Lo consiglio agli amanti dei german tosti, anche se in questo caso la difficoltà non è data dalle regole (alla fine semplici) quanto dalla sua natura prettamente strategica.

Nota di merito per la modalità in solitario: uno dei migliori giochi che ho in collezione per questa configurazione!

14/03/2018
Orléans 8,0

Adoro il bag building, adoro la grafica di Klemens Franz, adoro l'ambientazione e trovo questo gioco, seppur con dei limiti, davvero piacevole. Lo gioco anche con mia moglie (babbana assoluta dei gdt)! Se volete superare anche i suoi limiti, l'espansione Intrigo lo completa introducendo pochi elementi ma assolutamente azzeccati!

14/03/2018
Heaven & Ale 8,0

Stretto, punitivo, cattivo, strategico e allo stesso tempo semplice (regolisticamente parlando) e veloce!!! Difficile trovare nel panorama ludico un gioco con queste caratteristiche così apparentemente antitetiche! Un astratto sapientemente travestito da monaco birraio che cattura fin dalla prima partita!

10/04/2018
Agricola 8,5

Probabilmente il più famoso piazzamento lavoratori della storia dei gdt nonché il capolavoro di Rosenberg. Ogni gamer che si rispetti dovrebbe aver fatto almeno una partita a questo capolavoro.

09/03/2018
Terraforming Mars 8,8

A parte le plance giocatore che, per il prezzo che uno paga, sono scandalose, non posso che parlare bene di questo gioco. In realtà non ha niente di innovativo: è un card-driven condito da combo con tema accattivante (seppur abusato). Ma gira dannatamente bene e restitusisce un'esperienza di gioco davvero appagante!

14/03/2018
Wendake 9,0

Anche sforzandomi, non riesco a trovare UN singolo difetto a questo gioco. Ha tutto ma proprio tutto per distinguersi e rimanere nel cuore di molti gamers. Dispiace solo non averlo visto nella lista finale del Magnifico 2018.

09/03/2018
Lorenzo il Magnifico 9,0

Gioco stretto, cattivo, punitivo, interattivo, tritacervelli, frustrante e complesso. LO ADORO!!!

14/03/2018
Scythe 10,0

Gioco che è in poco tempo diventato IL termine di paragone nel suo genere (ibrido tendente al german) e che si è distinto per il gameplay fluido, la grafica esagerata, la campagna KS di gran successo, un mix di strategia/tattica/bilanciamento perfetto, materiali al top, regole chiare ma non troppo complicate e tempo di gioco contenuto. Per me è perfetto.

09/03/2018
Twilight Struggle 10,0

Puerto Rico e Twilight Struggle per me rappresentano le pietre miliari del gioco da tavolo (2-5 e 2 giocatori). TS non è solo un gioco splendido, è un'esperienza di tensione e sottili equilibri unica e irripetibile, è un'immedesimazione perfetta in un periodo storico dove le decisioni politiche facevano più male di un colpo di cannone.

09/03/2018
Puerto Rico 10,0

Puerto Rico rappresenta per me la pietra miliare, il gioco che ha ridefinito il mondo dei gdt. A 16 anni dalla sua prima pubblicazione non ha perso un centimetro di smalto ed è sempre lì, con i suoi materiali scarni e la sua grafica banale, nei primi posti di tutte le classifiche, a rappresentare una perfezione che difficilmente potrà mai essere eguagliata.

09/03/2018