13 Indizi: anteprima Essen 2016

La seguente anteprima è basata sulla sola lettura delle regole e le conseguenti prime impressioni. In nessun modo ha valore di recensione. 


Gioco di Andrés Voicu edito dalla nostra DV Giochi, questo 13 Indizi prende Cluedo (in inglese sarà 13 Clues), lo frulla un po' e lo trasforma in un gioco di carte per 2-6 giocatori da 30 minuti di durata, età 8+. E lo fa in modo intelligente, togliendo quasi del tutto quella che era la parte casuale e lasciando intatta la deduzione. 

Anteprime
Giochi
Giochi collegati:
13 Clues

La seguente anteprima è basata sulla sola lettura delle regole e le conseguenti prime impressioni. In nessun modo ha valore di recensione. 


Gioco di Andrés Voicu edito dalla nostra DV Giochi, questo 13 Indizi prende Cluedo (in inglese sarà 13 Clues), lo frulla un po' e lo trasforma in un gioco di carte per 2-6 giocatori da 30 minuti di durata, età 8+. Lo fa in modo intelligente, togliendo quasi del tutto quella che era la parte casuale e lasciando intatta la deduzione. 

IL GIOCO

Ogni giocatore viene dotato di uno schermo, di un foglio per smarcare tutte le carte del gioco, di un leggio e di un segnalino lente. A seconda del numero dei giocatori si preparano tre mazzi indizio: arma, persona, luogo. Vengono distribuite 5 carte a testa, di cui una da ogni mazzo e poi due casuali da tutte le restanti. Le carte avanzate vanno messe nella plancia Informatore a centro tavola, coperte. Ogni giocatore sceglie ora una tripletta persona-luogo-arma dalle cinque carte ricevute e la piazza nel leggio del giocatore alla sua sinistra, rivolte verso il tavolo, in modo che tale giocatore non le veda: per vincere, un giocatore deve indovinare questa tripletta. Le due carte avanzate vengono messe dietro al tuo schermo: solo tu le puoi vedere. 
A turno, ogni giocatore prende una lente da quelle avanzate a centro tavola o da un altro giocatore e poi fa tante azioni quante lenti ha. Tre sono quelle possibili:
1) Dare una lente a un giocatore e chiedergli di dire quanti carte di un colore/categoria/sottocategoria vede. Le carte sono infatti divise in colori a seconda dello sfondo, mentre per categoria si intende persona/luogo/arma e la sottocategoria è un sottoinsieme di categoria: uomo/donna per le persone, interno/esterno per i luoghi e ravvicinate/distanza per le armi. Importante: nella sua risposta il giocatore interpellato include le sue due carte nascoste dietro il suo schermo, lasciando quindi sempre un margine di incertezza.
2) Dare una lente a chi ne ha di meno e guardare in segreto una delle carte sulla plancia Informatore.
3) Dare una lente a chi ne ha di meno e provare a dare la soluzione delle proprie tre carte. Se non si indovina, il gioco continua, altrimenti si vince. 

PRIME IMPRESSIONI 

Devo ammettere che il vecchio Cluedo non mi è mai piaciuto, nemmeno quando conoscevo solo i limitati giochi da tavolo di quel tipo. Questo 13 Indizi invece, pur inquadrandosi all'interno di un genere family che non è il mio interesse primario, mi pare possa offrire buoni spunti di ragionamento e divertimento. Il coinvolgimento rimane alto anche fuori dal turno, perché le domande e soprattutto le risposte date dagli altri giocatori potranno essere di grande aiuto per la propria tripletta. Fondamentale il foglio riassuntivo con tutte le carte, ordinate per tipo, sottotipo e colore: ce n'è un bel blocchetto e vengono fornite nella scatola pure le matite. 
C'è una variante per giocare anche in due, ma a naso direi che il gioco rende meglio da quattro in su. 
Quindi se cercate un deduttivo semplice ma non banale, col quale magari coinvolgere non solo il vostro gruppo ma anche tutta la famiglia, questo 13 Indizi potrebbe proprio fare al caso vostro. Che volete di più? Un temperino?

Commenti

Ho avuto la fortuna di provare il gioco in anteprima.... che dire, c'abbiamo fatto 3 partite di fila, veramente divertente e per nulla banale.

"Quando all'Inferno non ci sarà più posto, i morti camminerano sulla Terra."

A questo punto la domanda sorge spontanea: meglio questi o Beyond Baker Street ? hanno molto in comune: ovviamente il tema e le carte rivolte verso gli altri. La meccanica di deduzione è però diversa. Interessato al tema, uno dei due penso vorrò prenderlo.

Attendiamo di provarlo... Così, sulla carta, sono restio...

L'importante è vincere o partecipare??? Nessuna delle due... L'importante è giocare con le regole giuste...

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare