Gioco dell'Anno 2014: ecco i 5 nominati

Notizie
Premi e Riconoscimenti

Per anni, editori e giocatori, hanno desiderato che qualcosa simile allo Spiel des Jahres venisse istituito anche in Italia. Un premio cioè che potesse servire, a chi ancora non frequenta il mondo del gioco da tavolo con assiduità, da guida. Un premio utile a segnalare le uscite più interessanti dell'anno, per catalizzare l'attenzione mediatica su un ristretto numeo di prodotti. Un premio che non fosse legato ad una particolare manifestazione. 

Il regolamento del premio dice Nella scelta del gioco vincitore verranno tenuti in conto la sua capacità di fungere da portale introduttivo al mondo del gioco, l’originalità e la giocabilità del prodotto, la chiarezza e la completezza del regolamento, la qualità la funzionalità dei materiali, la corrispondenza della grafica al gioco e la sua influenza sullo stesso. E bene o male credo che la giuria nella sua selezione, tra gli oltre 25 giochi in cocnroso, abbia seguito questo criterio.

La validità di un premio si misura sulla credibilità della propria giuria e sul reale effetto che ha sulle vendite. Il secondo aspetto solo il tempo e i dati di mercato potranno giudicarlo. Al momento posso solo notarte che, purtroppo, non tutti gli editori ancora credono nel premio e non tutti hanno presentanto giochi in concorso. Questo, a mio parere, ha tolto ai giurati la possibilità di scegliere e valutare alcuni prodotti che secondo me avrebbero potuto meritare una nomination.

Nel nostro mondo di giocatori Italiani, dove siamo tutti un po' critici e un po' esperti, ognuno con il suo piccolo blog, credo che l'organinzzazione di Lucca Comics & Games abbia alla fine messo assieme una giuria di qualità. Non è facile, in Italia, trovare 9 persone che siano esperte di giochi e al tempo stesso siano giornalisti ludici (o comunque in grado di dare visibilità con il loro lavoro al premio).

Non mi trovo d'accordo al 100% con la selezione fatta dai giurati quest'anno ma devo ammettere che tutti i giochi nominati rispondono a molti (se non a tutti) i criteri richiesti. Unica critica agli organizzatori del premio il fatto di non segnalare, nel loro comunicato ufficiale, gli autori dei giochi. Uno degli aspetti che ha permesso nel tempo di fare crescere l'interesse attorno al mondo del gioco in Germania (ed in altri stati) è stato quello di saper valorizzare i giochi ricnoscendoli come prodotti autoriali, al pari di altre opere: una cosa che spero nel tempo anche l'Italia saprà fare.

Ecco quindi la lsita dei giochi nominati quest'anno per Il Gioco dell'Anno e attendiamo il verdetto finale della giuria che dovrebbe essere emesso in ottobre. 

Carcassonne Mari del Sud, di Klaus-Jürgen Wrede, editore Giochi Uniti

Il Piccolo Principe, di Antoine Bauza e Bruno Cathala, editore Asterion

La Boca, di Inka Brand e Markus Brand, editore Asterion

Otto Minuti per un Impero, di Ryan Laukat, editore dV GIOCHI

Steam Park, di Aureliano Buonfino, Lorenzo Silva e Lorenzo Tucci Sorrentinoeditore Cranio Creations

Bello vedere tra i cinque nominati anche un gioco originale Italiano di autori Italiani. 

Vedremo chi sarà il vincitore. 

Buon gioco

Liga