Assyria

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 6,43 su 10 - Basato su 35 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2009 • Num. giocatori: 2-4 • Durata: 90 minuti
Categorie gioco:
AncientCivilization
Sotto-categorie:
Strategy Games

Recensioni su Assyria Indice ↑

Articoli che parlano di Assyria Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Assyria Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Assyria: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Assyria Indice ↑

Video riguardanti Assyria Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Assyria: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
1928
Voti su BGG:
1387
Posizione in classifica BGG:
1145
Media voti su BGG:
6,91
Media bayesiana voti su BGG:
6,32

Voti e commenti per Assyria

4

provato ad Essen, una delusione. Poco controllo sul gioco ed un gameplay già visto e rivisto.
Peccato perchè la grafica non è male ed il valore della produzione è notevole.
Un'occasione sprecata da Ornella, di cui sono ammiratore.

"...vince chi fa più punti vittoria..."

8

Il gioco sfrutta l'ambietazione assira per rendere un german game molto fluido e bilanciato. Mi piace l'idea di come sfamare i villaggi e la continua lotta per farli sopravviverli. La costruzione delle ziqqurat e quella dei pozzi garantiscono varie e profonde strategie, così come la possibilità di fare punti in diversissimi modi specie sfruttando i cortigiani assiri. L'unica cosa che non mi piace è la gestione del primo giocatore.

Ha dalla sua una certa brevità e una sostanziale semplicità di regole. qualche refuso storico sui disegni, ma io perdono.

Un voto in più per l'ambientazione a me tanto cara.

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

7

German game della Ystari ben bilanciato in cui si è costantemente alla caccia di cammelli (la moneta del gioco) per realizzare le proprie opere e racimolare quindi punti vittoria.
E' possibile bloccare l'espanzione degli altri giocatori e bisogna saper sfruttare al massimo le proprie risorse per cercare di vincere. Scorrevole e non troppo lungo.
I meccanismi non sono proprio originalissimi ma il gioco funziona bene..
Sette pieno

Il gioco è un'oasi strana, un momento di quiete trasognata in un peregrinare senza sosta. Eugen Fink

6

Visto, non supera la mia soglia di interesse per riprovarlo.
Nel filone recente della Ystari (vedi Amyitis) con un'amalgama di n meccanismi con n modi per fare i punti da ottimizzare (che personalmente mi stanca). La grafica poteva essere curata meglio.

7

Gioco dalle meccaniche interessanti e con un sistema di punteggio variegato, segno inconfondibile dello stile di Ornella. Nel complesso però molto astratto e poco legato all'ambientazione. Sicuramente adatto a chi ama giochi in cui occorre pensare e pianificare e che necessitano strategia.

Commento basato su poche (meno di 5) partite

6

Gioco di equilibrio, anche ben congegnato, tra espansione territoriale e capacità di mantenere in vita i territori occupati. Ha però due grossi limiti: il primo, è che una delle quattro posizioni di partenza è molto svantaggiata; il secondo, è che chi inizia a giocare per ultimo - a meno che gli altri giocatori non glielo consentano - non ha modo di uscire da tale situazione.

6

Tipico gioco di Ornella (molte mecaniche mescolate assieme - alcune con risultante a media nulla - tanti modi di fare punti vittoria), e tipica realizzazione Ystari per giochi da "gamers" nel dopo Amyits. Nella sua aridità funziona.

Rivenduto.

8

a me è piaciuto parecchio... è vero, ci sono tantissimi modi diversi di fare punti vittoria, ma alla fine bisogna concentrarsi su quelli più redditizi. certo non c'è nulla di originale, ma tutto sommato funziona ed è abbastanza divertente, con una buona interazione fra i giocatori, e credo che abbia anche una buona rigiocabilità, anche se il mio giudizio si basa su un'unica partita.
l'unico vero difetto è che va giocato solo in 4, perché in 3 credo perda molto...

5

Nessun commento

Artnes - Vice Vice Capitano dei Grand Openings

8

leggermente troppo macchinoso e articolato, per la pretesa di gioco leggero...
Però divertente e con meccaniche originali.

6

Nessun commento

Nel tempo dell'inganno universale, dire la verita' e' un atto rivoluzionario...
George Orwell

7

Mette insieme meccaniche diverse e gia' viste, ma il risultato finale, benchè forse un po' confusionario, e' discretamente originale.
Piacevole anche nella grafica, ma la mappa a mio avviso e' poco funzionale.
Gioco forse poco stiloso ma gradevole e piuttosto divertente.

Tutti i GIOVEDI', birra&giochi a Roma Ovest: //tinyurl.com/h36zvft)

5

Nessun commento

7

Nessun commento

6

Nessun commento

6

Nessuna meccanica nuova.

La fortuna è sola una scusa usata dai giocatori mediocri!

7

Nessun commento

Quando smetti di giocare non sei adulta. Sei spenta

7

Il solito gioco di Ornella con un milione di modi per fare punti (pochi per volta) e un ambientazione buttata lì a caso.
Di buono ha che rispetto a Hermagor è un po' più controllabile, inoltre non dura molto e anche esteticamente non è brutto; per questi motivi mi voglio sbilanciare con un 7.

A lot of games become boring or simplistic once you’ve mostly "solved" them - a game that opens itself up to more strategy with repeated play is a rare treasure.

6

Il voto e' riferito alla sola veste grafica e ai materiali.
Il gioco in se invece non e' niente di che, adatto magari a chi vuole una partita lineare in cui l'unico scopo e' fare punti vittoria in silenzio per poi sentire il verdetto finale ocn indifferenza.
Le meccaniche sono un susseguirsi di fasi noiose e semi-automatiche, con una dose minima di strategia personale che difficilmente puo' appassionare qualcuno.
Noioso e per nulla appassionante

5

Gioco troppo macchinoso e poco ambientato. Non mi ah colpito particolarmente e non credo ci giochero' piu'. Non affascina minimamente, meccaniche gia' viste in molti altri titoli.

5

Il gioco in sé non sarebbe nemmeno troppo male (forse, non brilla per originalità) ma l'ho trovato molto sbilanciato. Innanzitutto il primo di turno può continuare a scegliere per primo: non c'è un grosso incentivo a prendere le carte migliori e giocare per ultimi. E poi i pozzi mi sono sembrati troppo potenti, specie perché la mappa non è simmetrica e un giocatore può sfruttare a suo favore questo fatto

6

Nessun commento

La vita è una partita a Coyote...
--------------------------------------------------
"Gli sfortunati sono soltanto un metro di riferimento per i fortunati, tu sei sfortunato, così io so di non esserlo."

6

Nessun commento

La vita è una partita a Coyote...
--------------------------------------------------
"Gli sfortunati sono soltanto un metro di riferimento per i fortunati, tu sei sfortunato, così io so di non esserlo."

6

Nessun commento

La vita è una partita a Coyote...
--------------------------------------------------
"Gli sfortunati sono soltanto un metro di riferimento per i fortunati, tu sei sfortunato, così io so di non esserlo."

7

Un buon gioco che ha il suo peggior difetto nel fatto che ci sono sostanzialmente due soli modi per vincere e che sono entrambi molto dipendenti dall'ordine di turno e da altri fattori casuali poco controllabili. Rimane cmq in titolo gradevole e che non ha particolari difetti ne pregi.

8

è un 7,5 però il gioco mi piace. In linea con gli altri Ystari che a loro volta mi son piaciuti.

A mio avviso c'è una strategia predominante però i modi di far punti sono molti. In quattro gli spazi sul tabellone si riducono e spesso va da se tagliare fuori il più forte.

6

Nessun commento

The Eagle Goblin

7

Il gioco in se è buono. I materiali sono leggermente sopra la norma e la plancia è piuttosto chiara. Le meccaniche sono pregevoli.
Insomma ha tutto ma manca del quid per il grande salto.

La vita è una partita a Coyote...
--------------------------------------------------
"Gli sfortunati sono soltanto un metro di riferimento per i fortunati, tu sei sfortunato, così io so di non esserlo."

6

Nessun commento

5

materiali e colori non molto allegri, gioco non molto allegro.

Marco Piola Caselli

8

Gioco che rivaluto (e di molto) nel tempo.
Strategie non scontate e l'alta interazione lo rendono un gioco abbastanza "tosto".
Unica pecca: il quarto giocatore parte con notevole handicap rispetto agli altri e seppure il gioco permetta di effettuare strategie a lungo termine, questo aspetto si può comunque far sentire.
Anche i materiali purtroppo lasciano a desiderare con i colori dei giocatori troppo simili tra loro.
$Per me è un 7.5 che arrotondo però a 8

7,5

Gioco piacevole, un po' complesso da capire per le tante regolette, poi si rivela ben giocabile. Molte opzioni diverse per fare punti. Bella grafica con colori a tema, secondo me azzeccata. Bello ed originale il fatto di costruire villaggi che poi si abbandona se non riforniti, quindi lo schema cambia sempre durante lo scorrere del gioco.

9

Per quanto mi riguarda, si tratta di  un gioco notevole, ingiustamente bistrattato. Giocato sia dal  vivo che on line, non ho mai cambiato idea su questo prodotto che, secondo me, permette varie strategie di gioco per giungere alla vittoria.  

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare