Augsburg 1520

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 6,71 su 10 - Basato su 45 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2006 • Num. giocatori: 2-5 • Durata: 75 minuti
Categorie gioco:
EconomicMedieval
Sotto-categorie:
Strategy Games
Meccaniche:
Auction/Bidding

Recensioni su Augsburg 1520 Indice ↑

Articoli che parlano di Augsburg 1520 Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Augsburg 1520 Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Augsburg 1520: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Augsburg 1520 Indice ↑

Video riguardanti Augsburg 1520 Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Augsburg 1520: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
1819
Voti su BGG:
1175
Posizione in classifica BGG:
1903
Media voti su BGG:
6,47
Media bayesiana voti su BGG:
6,03

Voti e commenti per Augsburg 1520

7

Nessun commento

8

Nessun commento

7

Gioco di aste molto interessante. Richiede un certo numero di partite per entrare nel meccanismo di gioco, e per capire quali vincoli si devono rispettare e quali ostacoli vanno aggirati. Non e' infatti importante quante aste si vincono, ma piuttosto quando si vincono.

7

Sono rimasto deluso solo dalla regola della chiesa (e del Duomo poi) che mi sembra un ostacolo quasi insuperabile se non agli ultimi due turni.
Per il resto è una bella variante di aste mischiata al bluff del poker.

Da provare prima di acquistare.

8

Ho rivisto il mio giudizio ed alzato il voto dopo il torneo. Non è un semplice gioco d'aste. C'è bluff, interazione e possibilità di bastardate.

//esigarettaportal.it/sign/sign.php?n=rporrini&g=31&m=1&a=1981&d=30&c=0,75)
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.

7

Divertente gioco di strategia caratterizzato dal meccanismo delle aste.Nonostante sia importante il fattore fortuna il gioco prevede una strategia da ideare nell'ottenimento dei favori e nell'acquisizione delle carte. Elegante la veste grafica. Tuttavia una partita raramente dura 25 minuti, bisogna anzi mettere in preventivo un'ora buona di gioco.

Il gioco è un'oasi strana, un momento di quiete trasognata in un peregrinare senza sosta. Eugen Fink

7

Gioco molto carino, rapido ed accattivante. C'è spazio per un pò di bluff e di strategia ma la componente fortuna nella pesca delle carte gioca comunque un ruolo fondamentale nella partita.

Pregi: veloce, semplice da piegare e da giocare, ci sono bluff e strategia, giocabile da due a cinque giocatori, influenza della lingua quasi nulla.
Difetti: fortuna molto importante, non troppo vario, abbastanza semplice.

6

Non posso negare che si tratta di un titolo piuttosto originale. Lo trovo un gioco un pò astruso: mi piace molto l'idea di base per cui si vince con i punti, che vengono presi giocando carte, che vengono prese giocando soldi, che vengono presi giocando carte. Ciò che però mi lascia un pò freddo è la mancata certezza della propria mossa. Verosimilmente non si può mai essere certi di riuscire a vincere una mano in un dato momento e questo rende la pianificazione ardua e semplicemente di massima. I due aspetti fondamentali: acquisto della cattedrale e della chiesa, sono nella loro risoluzione, la chiave di volta per capire chi vincerà la partita, ma purtroppo il loro acquisto al "momento giusto" è più una questione di circostanze che non di strategia.
Così sicuramente questo è un titolo che vale la pena giocare, un gioco che, se vogliamo, è differente dagli altri, tuttavia non lo ho apprezzato granchè, ma consiglio di provarlo almeno una volta.

The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
//nuke.goblins.net/spaw/images/lib3/ilGoblinSulComo_banner.jpg)

6

Bel gioco di stampo tedesco in cui ad una pianificazione a lungo termine di base si deve aggiungere una forte interazione con le scelte degli altri giocatori, cercando di prevenire le loro mosse o di limitarne gli effetti dannosi, gestendo le proprie risorse che sono soldi o carte.
La regola della Chiesa non è limitante in quanto è possibile acquistare la Chiesa semplicemente pagando, senza bisogno di diventare 'banchiere' nella terza colonna.
La fortuna conta molto ed incide pesantemente sulle scelte strategiche. Il gioco però resta divertente e ti da comunque l'illusione di pianificare le prossime mosse.
Elegante.

The Eagle Goblin

8

Decisamente carino, di una discreta profondita, un fattore aleatorio tenuto sotto controllo e una durata più che gradevole. Buon gioco leggero.

"Ebbene, si gioca per vincere ma giocando per vincere si impara a perdere. E io credo che questa sia la cosa importante, perchè se si è imparato a perdere si è imparato a vivere. E' tutto quello che volevo dire."
Alex Randolph

6

Gioco di aste divertente ma un po' troppo sopravvalutato come impatto strategico.. Le carte di valore sono date dal caso e il loro costo maggiore si ripaga sempre..

Sempre cialtronamente e ludicamente vostro.
Fiburga
Eh si.. la vita è dura...
(sdp)

8

Ottimo nelle meccaniche. Gioco da provare!!!

La fortuna è sola una scusa usata dai giocatori mediocri!

5

Contrariamente a quanto possa sembrare ad una prima occhiata, è pesantemente governato dalla fortuna.
Giocato: moltissimo
Grafica/Materiali: 3
Longevità: 1
Divertimento: 2
Originalità: 2
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

6

Ancora troppo presto per esprimere un giudizio serio su questo gioco dato che l'ho giocato una sola volta per giunta applicando il regolamento in maniera erronea. Comunque sia mi è sembrato un gioco piacevole anche se il porre dei blocchi all'accumulo di punti vittoria rischia di indirizzare i giocatori verso scelte univoche, anche perchè l'unico modo per continuare a far punti oltre i blocchi è costruire alcuni edifici speciali senza alternative...boh?

"Ciò che si fa in tutto il periodo intermedio, della ragione e della riflessione, è come una linea stretta che si diparte dall'immensità oscura e vi fa ritorno". ( J. Michelet, Le Peuple )

7

Ottimo gioco di aste e molto bella anche l'ambientazione (praticamente essere Papero de Paperoni mi piace tantissimo) Troivo che però in effetti il fattore.. "ALEA" possa diventare preonderante in alcune partite
Per il resto la Chiesa ed il Duomo/Cattedrale sono dei blocchi da superare .. ma si può tranquillamente pianificare la loro costruzione senza alucn problema. Potenzialemente è possibile costruire una chiesa già il primo turno...

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

7

prima: Al momento è il gioco d'aste più carino che conosco
ora: non è il più bello, ma è comunque molto carino!

8

Un gioco simpatico e veloce, in cui la fortuna conta, ma non eccessivamente. Aspetto fondamentale del gioco è la costruzione della chiesa prima e della cattedrale poi, scegliere il momento giusto per costruirle è la chiave di volta per la vittoria. Forse un po' troppo difficili le condizioni di costruzione, spesso ci si ritrova a costruire il duomo solamente all'ultimo turno, appiattendo i punteggi.

l'importante è vincere!

Partite recenti:

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=renard&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

7

Nessun commento

5

troppo contorto eaggrovigliato per una mente come la mia...

The small girl GOBLIN !!!
...but it's not easy to play with me...

7

Inizialmente può sembrare che la fortuna sia determinante,ma poi ci
si rende conto che non è così.E' indispensabile accumulare diverse carte di un paio di colori(almeno)in modo da essere quasi sicuri di
vincere mediamente almeno due aste ogni turno.Durante i primi turni,
poi bisogna puntare a ricevere più soldi e carte senza preoccuparsi dei
punti prestigio.Se tutti i giocatori sono consci di quanto detto, il gioco
risulta godibile.A volte però capita di perdere un asta decisiva o quasi
perchè non si ha una carta abbastanza alta di un determinato colore e la propria strategia va a farsi benedire.In più Augsburg è un gioco che non perdona nemmeno un errore.Insomma, non mi fa impazzire ma è un buon gioco di medio livello con ottimi materiali.

6

Gioco carino, ma non mi convince del tutto. Specie il fatto che non si sa mai se si riuscirà a vincere la mano e questo limita la possibilità di pianificare almeno un minimo la partita. Ci sono poi dei passaggi obbligati da fare subito pena la sconfitta come la chiesa e la cattedrale. La seconda mi risulta più facile mentre la prima se si gioca malino si stenta a fare e visto che comunque c'è un elemento di fortuna può succedere. Nel complesso divertente, poco vario ma molto intrigante nei suoi presupposti tattici.

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

5

Commento basato su poche (meno di 5) partite

Non male, ma c'è qualche pecca a livello di longevità (costruzioni ecclesiastiche obbligatorie, in ogni partita, per ogni giocatore), e di materiali (alla fine sembra quasi più un gioco di carte) ma nel complesso un buon titolo.
Pare però che al mio gruppo non piaccia, e un motivo ci sarà: forse manca dell'appeal di titoli come Principi di Firenze, risultando troppo freddo o calcolato...

7

Bello e divertente,buone le meccanichee la componentistica.consigliato

7

Gioco a strategie variabili e che scala molto bene all'aumentare dei giocatori.

7

Nessun commento

se il nan0 è vivo...
ammazza il nan0!

8

Un gioco veramente "tosto", che non perdona troppo gli errori commessi. Durante la prima partita, all'inizio, si ha veramente la sensazione di non aver capito niente di quello che si deve fare, ma col passare dei turni le cose migliorano. La vera difficoltà sta nel capire quando è il momento giusto di fare certe mosse (soprattutto quando costruire la chiesa e la cattedrale, senza le quali si resta bloccati lungo la scala del punteggio).
Sarebbe 7.5 ma vista l'originalità di alcuni meccanismi, aumento di mezzo voto.

7

il gioco è interessante, bella anche l'ambientazione!
soffre il collo di bottiglia della chiesa soprattutto nelle partite in 5, scelta che inoltre toglie libertà nelle strategie da seguire (se non la fai non vai da nessuna parte...).
Buono comunque il livello strategico del gioco.

7

Intelligente gioco di aste e bluff, forse un po’ troppo influenzato dalla fortuna. Originale l’idea di poter scegliere il numero di carte da tenere, pagandone il costo indicato sul retro.

7

Tipico gioco tedesco, meccaniche ben oliate, decisioni ragionevolmente difficili e durata contenuta.

7

Nessun commento

Sois grand avant d'etre gras (Paul Eluard)
//www.triware.it/ebay/richard/100stazioni.png)

6

Un titolo decente, ma dalle meccaniche un po' farraginose che risultano comunque in un gioco troppo pesante per quello che offre.
Lascio la sufficienza solo perché l'ho giocato poco e non voglio sbilanciarmi troppo.

A lot of games become boring or simplistic once you’ve mostly "solved" them - a game that opens itself up to more strategy with repeated play is a rare treasure.

6

Nessun commento

8

Nessun commento

Paolor meglio conosciuto come P.Ruffo.

8

A me personalmente piace molto (opinione poco condivisa nel mio gruppo di giocatori, a dire il vero), bisogna avere tempismo, tattica ed un pizzico di fortuna nella pesca delle carte.

7

Nessun commento

6

Nessun commento

7

Nessun commento

"La saggezza della natura è tale che ella non produce niente di superfluo o inutile."
Niccolò Copernico

3

in poche parole è un gioco pessimo, la grafica dei materiali è sgradevole e per nulla accattivante; la meccanica delle aste in questo gioco è difettosa, sporca e governata quasi interamente dal caso, è impossibile pianificare bene e visto che il gioco è basato sulle aste questo è un gravissimo difetto. Se si aggiungono i "colli di bottiglia" in cui sistematicamente ci si ritrova in ogni partita il gioco è veramente da evitare.

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare