Rank
672

Aye, Dark Overlord!

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 6,79 su 10 - Basato su 373 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2005 • Num. giocatori: 4-6 • Durata: 30 minuti
Sotto-categorie:
Party Games

Recensioni su Aye, Dark Overlord!Indice ↑

Articoli che parlano di Aye, Dark Overlord!Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Aye, Dark Overlord!Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Aye, Dark Overlord!: Scarica documenti, manuali e fileIndice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Aye, Dark Overlord!Indice ↑

Video riguardanti Aye, Dark Overlord!Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotograficheIndice ↑

Aye, Dark Overlord!: voti, classifiche e statisticheIndice ↑

Persone con il gioco su BGG:
3659
Voti su BGG:
2024
Posizione in classifica BGG:
3207
Media voti su BGG:
5,97
Media bayesiana voti su BGG:
5,76

Voti e commenti per Aye, Dark Overlord!

8

Divertentissimo!
Un piccolo capolavoro di party-game. Adatto a tutti i tipi di giocatori purchè siano ben inclini a divertirsi ed entrare nelle parti. Può dare momenti di ilarità indescrivibile e salvare le serate con gli amici quando cadono in noiosa stagnazione. Ottimo anche per gestire gruppetti di ragazzini vocianti.
Meno male che qualcuno lo produrrà, perchè stampare, ritagliare ed imbustare tutte quelle carte è un lavoro immenso.

10

Un capolavoro veramente un capolavoro Questo genere di giochi sono da premiare anche per il lavoro che hanno fatto di proselitismo alle varie CON.
Va assolutamente provato (attenzione l'Oscuro Signore non deve avere NESSUNA pietà)
Altrimenti si rischia l'anarchia. Però ragazzi che scuse che devi riuscire ad inventare....

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

0

E' bellissimo!!
Io consiglio di giocarlo ad una qualche Con arbitrato da Lord Max in persona(Max Enrico), vi assicuro che e' da ribaltarsi.

Gli Orki non perdono mai una battaglia
ze finciamo fuol dire ke abbiamo finto,
ze muoriamo ziamo morti kuindi non konta kome zkonfitta,
ze zkappiamo via e non ziamo morti, fuol dire ke pozziamo zempre tornare.
FEDI KE HO RAGIONE ! ! !

8

Bellissimo partygame, il voto al gioco è direttamente proporzionale al valore dell' oscuro signore.

9

Un applauso per l' oscuro signore! CLAP

" Il lavoro mi piace, mi affascina. Starei seduto ore a guardarlo "

9

Giocato in più di un occasione a Con o traa amici... troppo divertente! Mi ricordo di un cubo gelatinoso a MultiCon.... Difetto?? si... non è adatto a tutti... ci vuole una discreta capacità di interpretazione per tirar fuori il massimo dal gioco

4

Basta giocarlo con qualcuno minimamente fantasioso (e logorroico), o con tanta gente, che dopo un'ora ci si è annoiati.
Le partite provate fin'ora si concludono sempre con la frase "questo gioco è sempre uguale".
Le carte spunto sono poche, dopo due partite le si conoscono tutte (e inventare scuse diventa fin troppo facile).
Oltretutto più si è, meno si parla (o più si dorme, terribile!).

Bella idea ma risente troppo della scarsità di spunti aggiuntivi dopo le prime due partite (con le stesse persone ovviamente).

6

Francamente il gioco sarà anche simpatico, ma 20€ sono un'esagerazione per un mazzetto di carte (valeva lo stesso discorso per Once Upon a Time da cui questo deriva).

7

Mah, francamente non capisco lo spirito maligno e acido dei commenti precedenti. Sì, effettivamente una ventina di carte in più e un po' di segnalini occhiataccia male non avrebbero fatto, ma sinceramente non mi sembra basti questo a rendere il gioco orribile e da non comprare.
Ritengo sia un buon giochino per farsi due risate e passare un'oretta in allegria e, come tutti quelli del suo stampo (vedi Lupus in Tabula o Once Upon a Time), va preso e giocato con lo spirito giusto e con moderazione.
Il prezzo è nello standard dei giochi di carte del suo tipo e, personalmente, ritengo molto più "ladrato" Munchkin visto che qui almeno la qualità delle carte è buona ed è un made in Italy (cerchiamo di non essere patriottici solo con la Guerra dell'Anello...).
Comunque si può sempre scaricare la versione freeware che si trova ancora su un sacco di siti non ufficiali.

Se non siete capaci di divertirvi con la fantasia e non vi piace fare un po' di interpretazione ironica in gruppo allora lasciatelo perdere.
Se invece vi piace quanto sopra e siete appassionati di Once Upon a Time o Lupus in Tabula allora è il gioco che fa per voi.

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

8

Mah!...A volte rimango proprio allibito di fronte allo "spirito" di certi commenti. Rispetto comunque l'idea di tutti, ma a mio avviso SOS è un gioco bello e divertente nel suo genere. Il commento negativo riguardo il numero di carte occhiataccia lo trovo superfluo, in quanto non è affatto necessario usare le carte occhiataccia per tenere il conto...

Il gioco NON è adatto a tutti: si presuppone che i giocatori amino i giochi di narrativa (sul genere di Once Upon a TIme, per intenderci) altrimenti è meglio dedicarsi ad altri titoli.

Il mio voto sarebbe 7 nel complesso, ma aggiungo un voto in più per la qualità delle carte e la bellezza delle illustrazioni di Crosa.

6

Un divertente gioco facile da spiegare.
L'unico appunto è che conviene avere un oscuro signore con un minimo di esperienza di gioco e con grandi capacità diconcentrazione per seguire le panzate che vengono raccontate spesso velocemente con grande lucidità. Lo sconfitto infatti, se i giocatori sono spigliati, lo decide solo lui o il culo nel pescare carte scaricabarile.

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

9

Faccio (e partecipo a) demo di SoS da quasi 2 anni, e non è mai venuto a noia. è vero, gli spunti non sono infiniti, ma non lo sono nemmeno in Once Upon a Time e quento non gli impedisce di formare una fiaba diversa ad ogni partita. E' un bel gioco, veloce nella risoluzione, "bastardo dentro" nel suo sadismo, assolutamente privo di equilibrio e tattica, ma ricco di psicologia.
l'errore sarebbe considerarlo un gioco di carte. è tra il gioco di ruolo e il gioco di comitato, e così dev'essere giocato. Anche lo spunto iniziale è _FONDAMENTALE_: una cosa è dire "allora, miei viscidi goblin, avete recuperato la bacchetta delle palle di fuoco dal mio rivale, il mago abraciddì?" e un'altra è dire "allora, puzzolenti scarti delle mie vasche di clonazione, siete riusciti a ritrovare i mutandoni di lana di mia nonna?"

Comunque, sicuramente il gioco da il suo meglio alla con, dove puoi permetterti una rotazione maggiore di giocatori (che infonde maggiore varietà negli stili di gioco)

Niccolò

8

Personalmente credo che la maggior parte della gente che gli dà contro lo faccia perchè si è ritrovata a dover pagare un gioco che fino a poco tempo fa poteva avere gratis, ma ritengo che per giocare ad un gioco simile NON sia necessario "comprare" un gioco, ma basti un po' di fantasia e la pazianza di farsi delle carte e metterle in raccoglitori del tipo "Magic"... il Barone di Munchausen insegna che non è sempre necessario avere del amteriale per divertirsi con giochi di questo genere.
Se invece vogliamo delle belle carte, illustrate in maniera magistrale, una confezione ed un "gioco" in commercio, credo che non si possa chiedere di meglio di quello che Stratelibri ha proposto al pubblico.
Il gioco è divertente, a patto che piacciano i giochi di narrazione.
Molto importanti sono le persone con le quali si gioca (se abbiamo un gruppo sbagliato il gioco perde di interesse).

Unica pecca: potevano essere inserite più carte "occhiataccia". E' vero che possiamo usare anche i fagioli, ma già che c'erano hanno fatto 30 potevano fare 31...

"Sembra talco ma non è! Serve a dare l'allegria!"

6

Dipende molto dalla compagnia,ma secondo me è più longevo di "Once upon a time".
Scandalosa la mancanza di materiale(le occhiatacce non bastano per due persone).
A lungo andare mostra il fianco.

"Nella dorata guaina della compassione si nasconde talvolta il pugnale dell'invidia".
F.Nietzsche

8

Simpaticissimo party game, che non manca mai di far ridere e divertire. Ero tentato di dargli un 9, ma pecca di un fattore importante: dipende troppo dalle persone con cui lo giochi. Sia l'Oscuro Signore, che i servitori devono avere parlantina ed inventiva, altrimenti il gioco perde molto.

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

5

Bel giochillo da fare in compagnia 5 o 6 volte e divertente e rapido da imparare ... dopo qualche partita dà alla noia!

Monopoli?Risiko?Hotel? No grazie,preferisco vivere 8)

9

Strepitoso e gratis.
Aggiungi birra in abbondanza.
Poi pesca "sacco di sacchi".
E andiamo.

5

Non comprarlo. Scaricalo (finché si può, se ancora si può).
Allora vedrai che il rapporto qualità/prezzo farà crescere vertiginosamente la valutazione di questo gioco.

7

E' estremamente divertente come altri giochi di questo genere. In questo senso non l'ho trovato molto originale. Comunque le risate sono assicurate soprattutto se ciascuno svolge con un minimo di immedesimazione il proprio ruolo.

"Ciò che si fa in tutto il periodo intermedio, della ragione e della riflessione, è come una linea stretta che si diparte dall'immensità oscura e vi fa ritorno". ( J. Michelet, Le Peuple )

6

A livello di "gioco competitivo" funziona solo se l'oscuro signore non è largo di maniche con le scuse.
Divertente da provare qualche volta (e senza timidi nel gruppo senò per loro è pura sofferenza)

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

7

Molto divertente!
Può però risultare molto lungo però se l'Oscuro Signore non è abbastanza severo, o se i servitori sono tutti molto bravi...
L'Oscuro Signore perde presto la voce, e dopo un po' di partite le situazioni comiche si esauriscono (per carità, ho riso mezz'ora solo sulla Spada Solubile), quindi a mio parere dopo un po' perde il suo fascino.

Corvaccio

7

Per un fine serata va bene (con la compagnia giusta) oltre tende a stancare anche perchè se si
gioca sempre con lo stesso gruppo, le scuse tendono a ripetersi e si ha la sensazione di entrare
in una storia già sentita!
Mi sento di consigliarlo a gruppi di molte persone, meglio se vengono dal gioco di ruolo.
Se nel caso l' Oscuro Signore toccasse ad un "buono"........preparatevi ad una luuuuunga storia!

7

E' estremamente divertente come altri giochi di questo genere. In questo senso non l'ho trovato molto originale. Comunque le risate sono assicurate soprattutto se ciascuno svolge con un minimo di immedesimazione il proprio ruolo.

"Ciò che si fa in tutto il periodo intermedio, della ragione e della riflessione, è come una linea stretta che si diparte dall'immensità oscura e vi fa ritorno". ( J. Michelet, Le Peuple )

7

Mi piacevano di piu' le meno professionali ma piu' "vere" illustrazioni dell' edizione che ha girato per due anni nelle varie Con italiane.
I miei complimenti a LordMax, Zib (e alla prima illustratrice:)) per il BoS a LG05.

7

Gran bel giochino di interpretazione.
Giocato: abbastanza
Grafica/Materiali: 2
Longevità: 0
Divertimento: 4
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

5

Furto!!!

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

8

Stupendo! A metà tra il gioco di ruolo e quello di società. Unico difetto: il master deve essere veramente bravo per coinvolgere anche i renitenti.

Nemo NemoN (il mio parametro per i giochi è nascondino, cui dò 10. Per i giochi da tavola è Puerto Rico, 8)

Pindus - un kobold nella tana dei Goblins

8

Come Once Upon a Time con i giocatori giusti è una chicca... con quelli sbagliati (vogliono vincere a tutti i costi? sono timidi e impacciati?) non è giocabile...

Io mi ci sono divertito !

e quindi gli schioccherei un 9

Ma c'è un altro difettuccio che non mi permette il 9: e cioè che, alla fine, è sempre l'Ocuro Signore a decretare il vincitore e questo è un problema quando si gioca sempre con la stessa gente... ci sarà sempre chi emerge di più, o chi piace di più all'Oscuro... e quindi vinecerà di più

-non è vero che morirete- disse il serpente

7

Bello e divertente

:sava73:
“Real stupidity beats artificial intelligence every time.” Terry Pratchett

7

Divertentissimo se si ha la compagnia giusta...altrimenti e' impossibile da giocare! Le carte sono proprio belle e danno un sacco di spunti!

8

Si, questo mi piaceva di piu' dell' edizione commerciale, i disegni sulle carte saran stati meno professionali ma mi ricordo le risate che ci siam fatti per due anni in giro per Con. I miei complimenti a tutta la banda di SOS per il BoS 2005, specialmente alla prima illustrartrice.

8

Nessun commento

7

E' un gioco da giocare con la gente "giusta": regna la bastardaggine e la fantasia. Da evitare quando si gioca con giocatori troppo seri!

7

Il gioco può essere perfetto o orripilante a seconda della compagnia con la quale lo si gioca... l'Oscuro Signore deve essere assolutamente molto bravo... e soprattutto, molto credibile... :)

//goo.gl/pFrJsJ)

7

Nessun commento

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

6

Viene meglio dopo aver bevuto ^^

Regola delle 11 "P": Pensare Prima, Parlare Poi, Perchè Parole Poco Pensate Portano Presto Pentimento (in memoria di Carlo Madella, un mio vecchio prof di fisica)

6

Ho giocato molto tempo fa la versione demo/free. Un gioco simpatico, specialmente per le prime partite, ma dopo un po' diventa noioso. Personalmente preferisco di gran lunga Once upon a time, nei party game narrativi. Certo per un gruppo giovane che lo ha visto giocare alle con e non conosce Once upon a time o non ama il genere "favolistico" questo è più indicato. Peccato che con l'uscita dell'edizione commerciale non si trovi più, almeno ufficialmente...

4

Purtroppo rispetto alla versione demo/free che era disponibile online il gioco commerciale perde molto. E me ne dispiace!

Innanzitutto il prezzo, fuori mercato (internazionale) in relazione ai materiali: 20 euro (o più per le versioni "speciali") per 130 "carte" che in realtà non sono carte ma cartoncini fustellati (che si rovineranno in breve tempo) sono troppi.
E poi rispetto alla vecchia versione ci sono un po' di carte in meno e non sono presenti i segnalini che sono richiesti (non si può fare un gioco venduto a 20 Euro e dire "beh i segnalini procurateveli").

6

Non il mio tipo di gioco... a 19,90 € è un pò caro. Vista molta gente divertircisi, però.

8

Risate assicurate, ma solo con il giusto Signore Oscuro e giocatori all'altezza, altrimenti il gioco perde tutto il suo divertimento, altrimenti elevato.

..perchè il sogno più vero è quello più distante dalla realtà,
quello che vola via senza bisogno di vele, nè di vento..
Hugo Pratt

www.ancestrale.it

5

Divertente e innovativo, ma se non si è appassionati di GDR dopo poche partite stanca...

La teoria é quando si sa tutto ma non funziona niente.
La pratica é quando funziona tutto ma non si sa il perché.
In ogni caso si finisce sempre col coniugare la teoria alla pratica:
Non funziona niente e non si sa il perché.

Albert Einstein

5

Nessun commento

Looka

"...dammi la castita' e la continenza, ma non subito subito..." (S. Agostino)

7

Nessun commento

<strong><em>So long, and thanks for all the fish.</em></strong>

7

Nessun commento

<strong><em>So long, and thanks for all the fish.</em></strong>

9

BEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEELLOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!

7

Nessun commento

--
Stef - Stefano Castelli

7

Chiassoso e divertente, è chiaramente un party game da interpretare e gran parte della riuscita della partita è in mano all'abilità dell'Oscuro Signore di turno. Grafica eccellente.

--
Stef - Stefano Castelli

6

Nessun commento

7

Nessun commento

7

Nessun commento

8

EH EHE HE poveri esserei mediocri... dove volte fuggire Venite qua e spiegatemi come mai anche questa volta avete fallito?

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

7

Da giocare con veri amici.

6

Nessun commento

6

Nessun commento

7

Fantastico!Alla prima partita sono quasi morto dalle risate.L'Oscuro Signore deve essere bravo a ricordarsi tutta la storia e bisogna avere almeno un pò di conoscenza del fantasy per goderselo appieno.
Risate e divertimento assicurato.

Se scopri di stare scivolando nella follia, tuffati.
(proverbio Malkavian)

8

un gioco che non può non piacere a chi ama "Once upon a time" e i gdr in generale.

la grafica è ottima, l'ambientazione fantasy è divertente.

Insomma....accattatavillo (ma si scrive così?)

difetto? il solito: da non giocare con gente pollosa (difetto di tutti i gdr e i giochi di narrazione in generale)

8

Un piccolo gioiellino. Se ne sparano di grosse e a raffica! Solo non giocateci spesso, risulterebbe troppo ripetitivo!

7

Un gioco che sulla carta sarebbe dovuto essere il massimo distrutto da un'unica cosa: IL PREZZO! Un po' esagerato!
Comunque se ve lo regalano.....
Dipende molto dalla bravura del Signore Oscuro, e dal gruppo di giocatori in genere.

"Se loro sapessero la metà delle cose che so io, io ne saprei il doppio".

8

Le carte sono di una qualità molto buona.
I disegni sono veramente molto molto belli.
Rigor Mortis rimane uno dei miei fumetti preferiti...

www.heresy-online.net/daemons/adoptables/18781.gif)

8

Trovare scuse accettabili quando si falliscono missioni è un impresa molto dura, soprattutto se ne devi render conto al terribile Rigor Mortis e sapendo che da un momento all'altro potresti morire fulminato; allora quale è la scusa migliore se non dare la colpa ai tuoi compagni... che magari hanno sbagliato a causa di pergamene indecifrabili o armi sbagliate. Attenti però perchè tutti sono pronti a tradire e a scaricare il barile alla ricerca del capro ideale...

7

Trovare scuse accettabili quando si falliscono missioni è un impresa molto dura, soprattutto se ne devi render conto al terribile Rigor Mortis e sapendo che da un momento all'altro potresti morire fulminato; allora quale è la scusa migliore se non dare la colpa ai tuoi compagni... che magari hanno sbagliato a causa di pergamene indecifrabili o armi sbagliate. Attenti però perchè tutti sono pronti a tradire e a scaricare il barile alla ricerca del capro ideale...

6

ritengo che la versione "ufficiale" sia peggiore della versione free, per diversi motivi:
1)i disegni delle carte non sono + ironici, o almeno a me non lo risultano. questo rende il tutto un pò + scialbo. preferivo nettamente le vecchie illustrazioni;
2)solo 3 carte occhiate x 20 euro!?!? ma siamo fuori?!?! e ti viene suggerito di usare fagioli o segnare a matita su un foglio!?!? in un gioco di sole carte, poter usare e disporre di carte è il minimo?! ok 20 euro non sono certo chissa che cifra, ma x 130 carte è una delusione...
3)le carte spunto sono diminuite, e se giocate con gente che conosce bene il gioco, conosce anche una scusa valida, gia utilizzata per (quasi) ogni carta spunto...

alla versione freeware davo un voto di 7, mentre questa si becca un bel 6...

7

Davvero divertente!!!
Da' il meglio di se' quando lo si gioca in un gruppo affiatato e fantasioso, esattamente come succede con Once Upon a Time.
Bellissima l'idea di base...fare l'Oscuro Signore e' una goduria!!

Zulorzibmax, The Hidden Something
- (Oofo, Male, Friendly) -

4

Orrendo e non dico altro.

7

gioco inspiegabilmente divertente...da provare!

//digilander.libero.it/exilium/exigob.jpg)

Down with the Clown till I'm Dead in the Ground...

7

Personalmente non ho mai visto né provato la versione free, quindi non posso fare un confronto in termini di gioco fra le due edizioni, però non mi sento di concordare con chi giudica questa inferiore principalmente per una questione di prezzi. Che ci piaccia o meno, il prezzo è nella media dei giochi di carte, anche sotto la media se consideriamo i prodotti della Steve Jackson che in molti casi sono ben più mediocri in termini di qualità e giocabilità...

Il gioco in sé è divertentissimo, permette di risolvere alla grande situazioni con molti giocatori anche inesperti garantendo grasse risate senza praticamente sforzo cerebrale di alcun tipo. E' ovvio che la riuscita dipende dal gruppo di giocatori e dall'Oscuro Signore che conduce le danze, ma questo è un fattore comune ad ogni gioco di ruolo e di narrazione, non una caratteristica di SOS. Ad ogni modo, a me è piaciuto parecchio più di Once Upon a Time, che al paragone trovo freddo e per certi versi più macchinoso. Non sono quindi d'accordo con chi ha voluto dare un giudizio "punitivo" su questo titolo, vuoi per il prezzo, vuoi per il tipo di gioco, che deve essere inquadrato per quello che è: un party game umoristico e adatto a tutti, senza la pretesa di essere rigoroso e deterministico nei risultati e nel regolamento. SOS nasce per divertire e fa benissimo il suo lavoro, grazie anche alle eccellenti illustrazioni che trovo azzeccate anche senza aver visto quelle della versione free.

Il solo difetto che mi pare evidente, e che per quanto mi riguarda toglie un voto al totale, è la questione delle occhiatacce, che ancora una volta mi conferma quanto un buon titolo rischi di cadere sulle piccolezze. Per quanto in produzione occorra fare dei compromessi nel numero di carte da inviare alle stampe per questioni tipografiche, e per quanto in fin dei conti si possa ricorrere ad altri sistemi, proprio queste cose sono quelle che spesso indispettiscono maggiormente i giocatori... una manciata di segnalini o qualche carta occhiataccia in più avrebbe sicuramente fatto digerire meglio a tutti anche la questione del prezzo!

The (real) Goblin King You don't stop playing games because you grew older... you grow older because you stopped playing games!

6

Giochino carino e geniale l'idea (anche se il meccanismo è molto simile a "Once Upon a Time").
Al solito, come per quasi tutti i giochi di questo genere, il fattore "umano" è fondamentale per il suo successo: con la compagnia giusta ci si diverte assai, con quella sbagliata penso divenga abbastanza insulso.

Il regolamento non l'ho letto, ma mi è solo stato spiegato: quindi non posso giudicarne la chiarezza, ma se non altro posso affermare che è semplice. Materiali: le carte sono graficamente OK ed azzeccate nei contenuti, però si sente la mancanza delle carte "occhiataccia": perché solo 3? Longevità: può essere assai longevo, sempre in funzione della compagnia.

Il gioco si svolge rapidamente e con pochi intoppi. Questi sono dovuti a volte alla mancanza delle carte "giuste", a volte al crearsi di situazioni narrative talmente paradossali o complicate da rappresentare dei "cul de sac" da cui si può difficilmente uscire.

Per me, "Sì, Oscuro Signore" andrebbe giocato con una regola opzionale simile a quella che utilizzavamo per "Once Upon a Time". Ovvero, che le "biforcazioni" narrative (in questo caso, più che di un racconto si tratta della costruzione di una scusa, comunque fa lo stesso!) debbano, ad un certo punto, ritornare alla linea principale del racconto. Altrimenti si crea una storia con infinite sottostorie incompiute, togliendo - per me - interesse al gioco, che diventa un caos narrativo e non è più tanto divertente. Senza una regola del genere, la storia/scusa ha tendenza a divenire talmente inestricabile ed incoerente che, se si vuol'essere veramente un Oscuro Signore DOC, si arriverebbe in un attimo alle 3 occhiatacce!

Giocato con questa regola credo possa arrivare al 7. Senza, è troppo incasinato, quindi 6.

Dubitare di tutto o credere a tutto, sono due soluzioni ugualmente comode che ci dispensano entrambe dal riflettere. (H. Poincaré)

9

Nessun commento

6

simpatico

Giocatore Warhammer FB Elfo Silvano...

Cerco Posto dove poter giocare e comprare in zona fuorigrotta, o piu' in generale a Napoli...

6

Ho la versione demo del gioco; idea simpatica, però ad essere sincero se giocato sempre con lo stesso gruppo diventa monotono e abbastanza ripetitivo (anche perche le carte spunto non sono poi tantissime...), e poi, secondo me, bisogna scegliere per bene colui che impersona l'oscuro signore.

6

La versione commerciale è carina, ma con immensi difetti.. (tra cui solo 3 carte occhiataccia!)

6

Molto carino. Ha il pregio di essere giocabile in più di 6 giocatori.
Sicuramente ripetitivo dopo le prime partite.

The Eagle Goblin

9

Le illustrazioni delle carte spunto sono divertenti ma la malattia mentale dei giocatori rischia di far morire dalle risate.

9

divertene gioco di comitato, se che fa l'oscuro è bravo ci si "spacca2 in due dalle risate.

8

Costo esagerato per delle carte...ne abbassano il piacere.

6

Nessun commento

8

Nessun commento

7

A questo gioco mi verrebbe voglia di dare due voti. Uno nel caso ci sia un bravo Oscuro Signore e uno se l'Oscuro é una sagoma.
Insomma, il gioco non si regge in piedi senza un bravo Oscuro Signore, non funziona proprio!
In ogni caso se giocato bene diventa esilarante, le illustrazioni sono splendide e direi che é ben prodotto!
Da avere come scelta per alcune serate!

5

SOS è uno dei classici esempi di non-gioco ovvero: A cosa mi servono le carte? A cosa mi servono le regole? Bho! Passi l'idea abbastanza carina e tutto sommato abbastanza originale ma da qui inventarci un gioco e confezionarlo... La versione free ha un senso. Quella commerciale, visto anche il costo, meno. Inoltre è sin troppo legato al gruppo di giocatori e soprattutto all'Oscuro Signore che deve essere abile e estremamente fantasioso.

Ma non hai ucciso il drago??!!Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!

6

Il gioco è molto basato sulla figura dell'Oscuro Signore, che deve essere capace e divertente. I disegni di Crosa sono (come sempre) ottimi, ma questo non basta a giustificare il prezzo alto di quello che è semplicemente un mazzo di carte. Inoltre le occhiatacce sono insufficienti (solo 3), e hanno fatto anche quella brutta manovra di mettere una carta diversa in ogni edizione.
Potevo capire la versione free, ma questa non ha molto senso, in fondo si tratta di un non-gioco, come precisato da altri.

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

5

divertente, ma non abbastanza da rigiocarci

5

Così così

Non sono i popoli ad dover aver paura dei governi, ma i governi a dove aver paura dei popoli...

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare