Daimyo

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 6,46 su 10 - Basato su 47 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2002 • Num. giocatori: 2-2 • Durata: 45 minuti
Famiglie:
Warp Skirmish

Recensioni su Daimyo Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Articoli che parlano di Daimyo Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Daimyo Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Daimyo: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Daimyo Indice ↑

Video riguardanti Daimyo Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Daimyo: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
4
Voti su BGG:
2
Media voti su BGG:
6,50
Media bayesiana voti su BGG:
0,00

Voti e commenti per Daimyo

Ritratto di SdP
8

Un gioco moto strategico che funziona bene in due, tre ed anche in quattro giocatori.
Tre diversi livelli di regole per entrare nel gioco gradualmente.
A parte il prezzo un pochino altino non posso trovare altri difetti.

"Giro, vedo gente, mi muovo... conosco... faccio cose" (Ecce Bombo)

7

Pur non amando i giochi astratti (sì, per me è un difetto!) si vede il grandissimo lavoro di playtesting nel creare un gioco sempre equilibrato ed avvincente. Forse un pò caro per quello che c'è dentro la scatola.

Kingsburg feels like Caylus with dice rolls and goblin bashing. This will grant him some wariness from gamers who can’t stand the luck of the dice, from others tired of spending cubes to build a district, and of course from goblins.

9

Un bellisimo gioco strategico,dovendo pensare al tuo gioco e non favorire quello dell'avversario.
Troppo costoso per il materiale che contiene! anche se fatto bene!

9

Ci tengo a farvi sapere quanto sia bello questo gioco, quanto
sia un vero gioiello. Chiamatelo come volete wargame, astratto o
piazzamento, come vi apre, spostando gli addendi il risultato non cambia: il gioco è bellissimo. E' un orologio e anche le carte speciali che danno un tocco più aleatorio e meno calcolabile, introducono nel gioco concetti di strategia diversi tanto da aumentare esponenzialmente il divertimento. La partita non è mai troppo lunga e di certo la possibilità di vincere è sempre dietro l'angolo basta vederla e sfruttarla al meglio. Il tocco di genio sono le carte che vengono date ai giocatori una volta giocate permettendo un riciclo e soprattutto una formulazione di cosa possono fare gli avversari e cosa ci si riserva per il futuro. Pur se basato su carte il gioco non è assolutamente lasciato al caso, anzi la gestione delle carte deve essere oculata, sempre. Neanche il fatto che i poteri delle carte non sono tutti
uguali può dare l'impressione che sia casuale e squilibrato: le carte girano e si usano una sola volta poi vengono date all'avversario.. Quindi okkio.
Mi manca solo di descrivervi la confezione, la componentistica. I daimyo sono fantastici, teste in metallo che si inseriscono nei coni del colore del giocatore, gli esagoni e la fattura dei componenti è di alta qualità, spessi e duri. Le carte sono disegnate mirabilmente e in effetti l'ambientazione giapponese trasuda da ogni poro del gioco. Gli esagoni neutrali sono pochi ma giocateci e ne capirete il motivo, nulla è lasciato al caso, visto poi che le carte quando inutilizzabili diventano riutilizzabili in altro modo. Ottimo, tutto ottimo, anzi.eccellente.. Alla Monty Burns. Il gioco scorre via benissimo scalando
perfettamente e l'aggiunta delle carte speciali garantisce longevità e
fruibilità a più livelli. Stra-straconsigliato.

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

9

Nessun commento

10

Nessun commento

6

Nessun commento

Looka

"...dammi la castita' e la continenza, ma non subito subito..." (S. Agostino)

7

Un belllissimo gioco, che secondo me si avvicina molto alla dama per le scelte tattiche a cui obbliga. I materiali sono buoni; unica nota dolente, il prezzo secondo me troppo alto, per una produzione italiana.

3

Brutto, noioso, fuori luogo, insulso.
Per un'ora in 4 è stato un copia incolla di mosse di avanzata/ritiro dove nessuno si scopriva in maniera decisa pena la perdita della partita, lo si intuisce da subito: se avanzo da una parte mi sbilancio dall'altra e rischio che il nemico mi entri. Torno indietro e al tempo stesso mi tocca ripiegare dall'attacco, insomma non si conclude mai nulla. Ergo a un certo punto ho deciso di sferrare un attacco rivelatosi suicida (strano!) ma almeno ci ha permesso di terminare la partita e passare ad un altro gioco. E rifilare Daimyo nel dimenticatoio al più presto.
Non credo sia stata solo una mia impressione, anche gli altri 3 giocatori sono rimasti sbalorditi da tanta piattezza, la partita l'abbiamo approcciata tutti allo stesso modo (segno di uno scarso ventaglio di scelte) ed è risultato solo uno stallo continuo.
Da evitare assolutamente a meno che non vogliate un genuino prodotto soporifero che vi aiuterà nelle notti insonni o siate degli irriducibili masochisti.
Mamma mia!

1

giocato 5 volte in 3 giorni non consecutivi , da 2 a 4 giocatori , da 14 a 33 anni.
Un macello : se attacchi ti scopri e praticamente perdi , se non attacchi non si prosegue e non si conclude nulla.
Fortunatamente basta "suicidarsi" con alcune mosse "stupide" (ma non per il gioco...) e cosi' lo si rimette nella scatola e lo si riprova un altro giorno...
Dopo qualche partita pero' il gioco e' sempre peggio...
Non so voi , ma a me hanno chiesto un'enormita' di soldi per questo gioco , e prima di averlo provato...dopo potevano anche regalarmelo , ma non so se avrei accettato...
P.S. uhm... non vorrei dire un'eresia... ma mi sembra una scopiazzatura (in peggio) di alcuni altri giochi , quelli di Knizia in testa...

1

il gioco della noia... piatto e noioso , in 3 partite tutti facevamo le stesse uniche mosse...

2

troppo astratto , troppo costoso e troppo banale...

6

Nessun commento

7

L'unica vera pecca del gioco,ora che costa 30€, è che è troppo difficile da giocare bene :)
Ci vogliono molte partite prima di capire come muoversi, decidere come difendersi e come attaccare. Sfortunatamente ci vorrebbe qualche regola per scoraggiare le scelte troppo conservative in una partita tra principianti, oppure una o due pagine di consigli tattici per spiegare che se stalli perdi.
MA se uno ci gioca per un po' il gioco si rivela per quel che è: un gioiellino. Come in ogni gioco profondo ci vuole dedizione e pazienza.

3

una sola partita in 4 ma di certo non appassionante!!!
gioco in cui non puoi attaccare per difenderti a destra e a sinistra, xkè se ti scopri l'altro a vinto, unico punto bello l'utilizzo delle carte in serie, cioè prima la A10 poi B5 ecc.

2

proprio non mi e' piaciuto...inoltre costa tantissimo per quello che e'.

8

Il rischio "stallo" in effetti c'è. Non parlerei comunque di wargame, questo NON è un wargame, come non sono un wargame gli scacchi, diciamo piuttosto che sono la versione astratta di una guerra quello sì. C'è poca roba nella scatola, la cosa disarma un po', credo che le carte maestria rendano un po' meno "statico" il gioco.
Di per se è molto semplice e da qui anche la facilità di cadere in stalli. Ma come diceva Dupin (dalla penna di Poe) non è il gioco degli scacchi ad essere difficile ma la dama perchè più semplice e con mosse dell'avversario meno soggette ad errori.

Alzo il voto a 8. Lo stallo di cui parlavo, una volta imparato a giocare diventa più distante, è chiaramente un gioco le cui potenzialità emergono dalla pratica.

"Non mi fido molto delle statistiche, perché un uomo con la testa nel forno acceso e i piedi nel congelatore statisticamente ha una temperatura media" (Charles Bukowsky)

7

bello bello, divertente, estremamente tattico, ma come materiali un po' spartano. inoltre penso che non abbia una grossa longevità, proprio perchè molto impegnativo dal punto di vista tattico. è davvero come scacchi.

7

Nessun commento

4

Gioco astratto. In quanto tale non rientra nei miei gusti, ma a parte questo comunque non mi è piaciuto.

The Eagle Goblin

5

Gioco provato in tre (dopo l'acquisto a Lucca Games per 25 euro - che comunque rimane eccessivo per la quantità di materiale fornito, non per la qualità che è comunque molto buona!).
Le mosse iniziali sono state praticamente le stesse per tutti (tranne che per il solito guerrafondaio del gruppo!) e la vittoria è stata dettata esclusivamente da un errore strategico del perdente (il guerrafondaio di cui sopra! ...hehehe!) e non dalla bravura del vincitore.
Alcune carte maestria, soprattutto in determinate combinazioni con alcune carte Azioni Speciali, fanno davvero la differenza, ma, nella media, la maggiorparte di esse risulta essere quasi totalmente inutile (solo io ho giocato la carta Azione Speciale, mentre la carta Maestria addirittura non è stata usata da uno dei tre!!!).
Nel complesso un gioco inferiore alle aspettative ed anche se il regolamento è semplice da comprendere è davvero difficile intuire la strategia e le tattiche di gioco (soprattutto non siamo riusciti a capire quasi per nulla la funzione delle tessere Han neutrali aggiuntive!)... qualche esempio di gioco non avrebbe "stonato"!

7

Prima impressione veramente molto positiva per questa astratto di Cioni: elegante, originale, molto tattico e non di meno divertente. Ho giocato una sola partita ma decisamente voglio riprovarlo.

9

Grande! Mi piacciono i materiali, mi piace il sistema, mi piace il "tema" e anche la flessibilità della "plancia di gioco". L'assenza di fortuna lo rende davvero un bel gioco, semplice, veloce ma comunque di strategia. La meccanica del condividere con gli altri le carte utilizzate è interessante ed aggiunge un piano di strategia in più.

7

Nessun commento

Paolor meglio conosciuto come P.Ruffo.

4

Gioco noioso e troppo "scacchistico" per essere divertente. Le scelte sono troppo limitate, e basta un niente per essere fuori dai giochi.

La teoria é quando si sa tutto ma non funziona niente.
La pratica é quando funziona tutto ma non si sa il perché.
In ogni caso si finisce sempre col coniugare la teoria alla pratica:
Non funziona niente e non si sa il perché.

Albert Einstein

6

gioco astratto, forse troppo, e un pò meccanico nelle mosse.

5

E' brutto forte, c'è poco da dire.

Volley e Boardgame, cocktail perfetto

9

Gioco altamente strategico. Astratto. La componentistica è buona ed ora (fine 2007) il prezzo è più adeguato.

Sono Goblin Questi Romani

7

Provato poco ma sembra un gran gioco, soprattutto in modalita' esperto coi ronin.

5

Nessun commento

7

Nessun commento

8

I voti bassi di questo gioco indicano che il gioco è semplice ma NON immediato. Qualche esempio nelle regole avrebbe alzato notevolmente la media. Io stesso ci ho messo davvero un bel pò a capire come ci si muove, e se non mi avessero mostrato alcune possibilità non me ne sarei accorto.
Bello un bel pò. Sto diventando un fan di Cioni e la cosa mi preoccupa.

Esistono persone che, con la scusa dell'elitarismo, vorrebbero livellare tutto verso il basso.
E tu innalzati, invece.

6

Nessun commento

7

A chi piacciono gli scacchi eccone l'ennesima variante.
Semplice, elegante, turni veloci ma alla lunga (almeno x me che sono un non scacchista) ripetitivo, peccato per le Carte Maestria (che rendono il gioco più vario) non esplicative.
Molto Zen.

9

Vi è mai capitato di mettervi un cappotto che non usavate da tanto tempo e trovarci in tasca inaspettatamente 50 euro e magari un pacchetto di sigarette nuovo?

Bene, provare Daimyo mi ha fatto la stessa impressione.
Certo attratto ed essenziale ma davvero un bellissimo giochi di strategia. Semplicissimo di regole ma profondissimo, entusiasmante a squadre. Non capisco come un tale giocone, dalla componentistica tra l'altro ineccepibile, sia cosi mal considerato in Tana.

Incredibile: davvero è il caso di dire nessuno è profeta in patria.

Gioiello perso nell'oblio....

Longevità 2
Originalità 1
Regolamento 2
Materiali 2
Divertimento 2

6

A mio avviso un gioco dalle enormi potenzialità, ma orientato in modo eccessivo ad un gotha di giocatori di nicchia. Uno strategico puro, dal taglio scacchistico, capace di impegnare e divertire i cultori della strategia. Ma risulta eccessivamente impegnativo e suscettibile delle capacità dei giocatori. Il gioc sarebbe dovuto essere un 3-4 giocatori, visto che in 2 risulta molto insipido e troppo dipendente dalla pesca della Carta Maestria. In 4 lo si può giocare a squadre oppure meglio in modalità base, ma sempre e comunque occorre che ci giochino persone di pari livello, altrimenti è fin troppo facile avere un vincitore. In altri casi lo stallo è sempre dietro all'angolo, ma lo stallo è strategia per chi ama questo genere... alla fine lo giudico con neutralità e propenderei per un 5,5, ma che elevo al 6 visto che il costo odierno è davvero minimo.

2

poco appassionante , freddo , ricorda troppi altri giochi , costoso (mi hanno chiesto 59 euro in una fiera)... - [Autore del commento: yuoi]

7

Nessun commento - [Autore del commento: obelix]

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare