Rank
243

Funny Friends

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,22 su 10 - Basato su 95 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2005 • Num. giocatori: 2-6 • Durata: 60 minuti

Recensioni su Funny Friends Indice ↑

Articoli che parlano di Funny Friends Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Funny Friends Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Funny Friends Indice ↑

Video riguardanti Funny Friends Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Funny Friends: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
2446
Voti su BGG:
2092
Posizione in classifica BGG:
1463
Media voti su BGG:
6,48
Media bayesiana voti su BGG:
6,17

Voti e commenti per Funny Friends

8

Molto divertente,argomento originale e una buona dose di politically uncorrect per un gioco che per me è una boccata d'aria nell'ormai stereotipato panorama dei german games.
Il testo delle carte in tedesco non influisce piu' di tanto sulla giocabilità,ma la traduzione della tana dei goblin accresce sicuramente il divertimento.
Se qualcuno si sentisse offeso dalle situazioni mi spiace,ma una volta tanto lasciamo che sia l'ironia a vincere.
Grazie al ragazzo dai capelli verdi.

9

Se è vero che fin troppo spesso mi sono lamentato della scarsa originalità dei titoli dell'ultimo periodo, con particolare riferimento ad un "German Style" eccessivamente fossilizzato su temi astratti, aste, maggioranze, combinazioni e cose simili, questa volta sento di dover dare un voto più alto ad un gioco che esce decisamente dalla massa per molti motivi diversi.

Innanzitutto, il tema è decisamente originale rispetto alla media, e tutta l'ambientazione, ben supportata dal gioco stesso, risulta umoristica e paradossale fino a rasentare l'ilarità e la scomodità nelle situazioni presentate. Difficilmente produttori ed autori si sono avventurati su temi come il sesso, l'omosessualità, la droga, il fumo e l'alcool. Il "ragazzo dai capelli verdi" l'ha fatto in questo gioco, e onestamente devo dire che è riuscito a farlo in modo tale che difficilmente qualcuno potrà sentirsi imbarazzato per i temi toccati, a meno che non si abbia a che fare con i più rigidi benpensanti e moralisti, ai quali suggerisco di lasciar perdere subito.

Le meccaniche funzionano bene, il gioco scorre senza particolari problemi e sembra essere sufficientemente leggero da dare spazio alle inevitabili battute ed ai commenti umoristici dei giocatori. Ma sarebbe un errore considerarlo un "fil rouge" o un "filler", poiché in realtà il gioco è assai più complesso di quanto non appaia. Con nove caratteristiche diverse, ciascuna delle quali può assumere quattro valori, le amicizie che possono trovarsi in sei diversi stati, più un numero notevole di carte che pongono requisiti ed effetti su questi elementi, il giocatore che voglia affrontare questo titolo sotto un profilo più serio avrà sicuramente pane per i suoi denti.

Le cose da tenere sotto controllo sono molte, come pure le scelte a disposizione. Il meccanismo delle aste e dei segnalini tempo libero, se pure non originale, è certamente collaudato e solido, in grado di dare al gioco quella robustezza che sarà evidente già dopo una prima partita, invogliando ad una seconda. Le combinazioni date dalle carte obiettivo e le diverse possibilità di raggiungere tali obiettivi attraverso le varie carte Pubertà e Vita sono tali da giustificare, a mio parere, un buon livello di rigiocabilità. La dipendenza dal linguaggio, in fin dei conti, è marginale, anche se capire il titolo delle varie carte (le sole cose scritte in lingua) è già metà del divertimento, cosa cui comunque si sopperisce facilmente con una buona traduzione già disponibile.

The (real) Goblin King You don't stop playing games because you grew older... you grow older because you stopped playing games!

8

FFFF è un titolo che come originalità non teme rivali! Ha il merito assoluto di cercare di svecchiare un genere bacchettone e privo di ironia come quello del gioco tedesco. Le meccaniche se pur non molto innovative si calano nell'ambientazione in maniera eccelsa, un'ambientazione che non può non far morire dal ridere proponendo situazioni di vita estreme, a volte grottesche ed incredibilmente divertenti.

La cosa che deve essere apprezzata è come per mezzo di meccaniche semplicissime di requisiti/risultati emerga in qualche misura una certa visione della vita di Friese.

I difetti che devo sottolineare sono sicuramente legati alla dipendenza dal linguaggio per quanto riguarda i titoli delle carte, che se da un punto di vista del sistema sono inessenziali, credo di poter dire essere il vero cuore del gioco.

Inoltre se siete dei bacchettoni o dei tristoni evitate questo gioco che sicuramente vi annoierebbe ed infastidirebbe.

The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
//nuke.goblins.net/spaw/images/lib3/ilGoblinSulComo_banner.jpg)

Ritratto di SdP
0

Il gioco e' divertente ed abbastanza robusto, anche se puo' facilmente prendere una piega favorevole a qualcuno sin dalle prime battute e presentare una strada in salita ad altri.
Sul regolamento sono riportate delle regole avanzate che dovrebbero ridurre questo problema ma ancora non le ho provate.
La lingua e' irrilevante per il gioco (fatte salve tre carte) ma i titoli in tedesco riducono l'impatto esilarante e provocatorio delle illustrazioni.
Speriamo in una versione in italiano, ma non sara' facile...

"Giro, vedo gente, mi muovo... conosco... faccio cose" (Ecce Bombo)

6

Mi rendo conto che la mia valutazione di FFFF andra' contro corrente ma, ahime', trovo che la nuova creazione del "ragazzo dai capelli verdi" presenti qualche difetto di troppo. Non volendo negare l'indubbia originalita' e, soprattutto, il sano divertente umorismo insito in ogni carta, ritengo che, una volta esaurita l'ondata di inevitabile ilarita', al gioco non rimanga granche'.

Le meccaniche, gia' piuttosto blande di per se', risentono di un pesante influsso della dea bendata, mentre la totale imprevedibilita' degli scopi avversari sopprime qualsiasi velleita' tattica. Se a questo aggiungo la poca chiarezza del regolamento, che risulta particolarmente farraginoso in piu' punti, non me le sento di dare a questo titolo un voto superiore alla sufficienza. Sufficienza conquistata primariamente dalla carica di simpatia e ilarita' che sa regalare ma che, come gia' premesso, svanisce presto.

8

L'ho giocato solo due volte e non vedo l'ora che esca la versione in Italiano. Intrigrante, intrinsecamente legato all'ambientazione, con una grafica azzeccata e coinvolgente direi cha ha tutte le carte in regola per competere con i migliori giochi, segno dell'ormai comprovata maturita' come autore per Friese. Il gioco e' molto fine e anche se la fortuna in parte puo' determinare certe scelte (le carte obbiettivo sono abbstazna fondamentali) in realta' la pianificazione e la strategia vengono spesso premiate. L'interazione tra i giocatori e' buona e anche agevolata dalla meccanica e dalla bellissima idea delle chiamate al cellualre.

un gioco che secondo me non puo' e non deve mancare nella ludoteca di ogni appassionato!

commento basato su sole due partite

6

Una mezza delusione. Le decisioni da prendere sono poche e scontate, limitate all'ordine in cui realizzare gli obiettivi, e allo scambiare qualche carta obiettivo se ce ne sono alcune in contrasto tra di loro. Bisogna soltanto aspettare che escano le carte con gli effetti giusti e aggiudicarseli all'asta. Se non avete i segnalini per aggiudicarveli utilizzate il cellulare per partecipare all'evento, se la carta lo permette. Punto. Il fatto che solo chi ha i requisiti può fare delle offerte fa si che spesso qualche giocatore riesce a prendere delle carte senza metterle all'asta.
Ok, è un gioco semplice e senza pretese, ma un gioco semplice deve avere delle regole semplici: il regolamento è un pò lungo e soprattutto poco chiaro (diciamo incomprensibile) nella sezione relativa alle relazioni tra i giocatori e all'utilizzo dei cellulari; di conseguenza risulta di difficile comprensione soprattutto per chi si avvicina per la prima volta al gioco. Il tema del gioco è originale e spiritoso, ma credo che dopo un paio di partite, una volta esauritosi l'entusiasmo della novità, la scatola sarà destinata a prendere polvere sullo scaffale.
Do un 6 solo per l'originalità del tema trattato.

7

Il gioco è originale e divertente, e le meccaniche sono anch'esse molto buone.
L'ambientazione è resa benissimo, i requisiti e gli effetti di ogni carta ne rispecchiano il significato.
Peccato per la lingua, sarebbe molto meglio leggere le descrizioni delle carte.

The Eagle Goblin

9

Molto, molto, molto divertente e ben fatto.
Il tema offre lo spunto a belle risate, e il gioco si lascia giocare con una meccanica lineare, dando molte possibilità tattiche diverse.
Ovviamente risente molto delle carte, ma per me non è un male, e inoltre è possibile cambiare i propri obiettivi o conquistarsi all'asta le carte che proprio servono.

9

Grande gioco!
Davvero vivace, solido nella meccanica e divertente da giocare.
Mischiando bene le carte è raro che una partita assomigli alla precedente.
Purtroppo il difetto principale i questo gioco è che non regge all'heavy playing, mi spiego:
provate a giocarlo una cinquantina di volte e le carte obbiettivo cominceranno ad esservi tanto familiari da non obbligarvi più a ragionare.
Insomma è un gioco quasi perfetto, ma mi fa sentire il bisogno quasi fisico di una espansione!
Quando la 2F ci darà un'espansione?!
Con il doppio delle carte obbiettivo e qualche mega-scopo in più sarebbe davvero il mio gioco preferito!

7

7,5 Ricordo di una notte di gioco a LG05: giocato con la compagnia giusta e' davvero divertente. Occhio, non e' un gioco per tutti: lo sconsiglio a genitori con bimbi e questo e' il suo grande limite: e' solo un gioco per compagnie adulte e scanzonate. Per renderlo coerente con i temi, scelta coraggiosa di Friedemann, lo avrei vietato ai 18, in modo da togliere da certe carte le mutande a scene in cui alla tipa zampilla roba dalla bocca.

6

Giocato una volta. Divertente per le illustrazioni, ma non credo ci rigiocherò mai più!

"...vince chi fa più punti vittoria..."

8

Grande gioco. Spassosissimo e terribilmente vero. Al bando i moralisti
e i bacchettoni. Un gioco scandaloso.

Vivo in un mondo dominato dall'informe, dall'improbabile, dal metafisico, dal surreale!

7

Nessun commento

8

Quasi geniale: divertimento puro grazie all'ambientazione e alla sua struttura. I meccanismi sono semplici ma non banali e le aste non pesano per nulla sebben siano il fulcro del meccanismo. Ottima kl'idea dei tasselli protesta che creano un turbinio di situzioni e soprattutto impegnano i giocatori con una forte interatività.

Le pecche sono pochissime: in primis il gioco prevede che chi lo gioca sia almeno per standard italiano decisamente vicino alla maggiore età, almeno un apio di illustrazioni sono da censura e almeno due sono da bollino rosso. Il sistema sarebbe molto più divertnte se obbligasse i giocatori ad interatività. I segnalini protesta danno la possibilità ma spesso (specie in meno di 5) ci si riduce a rigettare proposte e farsi il proprio orticello... Ne risente il divertimento prima che il gioco, anche se così facendo in realtà non si riesce a trovare un valido modo per frenare l'avanzata degli avversari verso la vittoria. Inoltre alcuni scopi sono davvero molto motlo difficili da realizzare rispetto ad altri della stessa categoria. L'idea dei megascopi è ottima per riequilibrare sre non fosse che sono ancora più difficili.......

Tutto il resto è geniale dal numero limitato dei segnalini tempo alla divisione in due parti (pubertà e vita reale...).

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

10

La prima partita mi ha dimostrato le potenzialità di questo gioco che IMHO sono decisamente superiori anche a quelle di altri giochi del grande FF. Sicuramente le tematiche molto MATURE non lo rendopno un gioco per tutti ma solo per giocatori ESPERTI!
Dopo varie partite devo aumntare il voto . il gioco è stupendo Inoltre piace molto anche a giocatori novizi! E i bambini... a letto! Mentre noi vediamo di riprovare l'esperienza della prima volta (purtroppo senza precauzioni)

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

9

giocato con il clima giosto e a sessi misti è favoloso!

6

Gioco abbastanza originale,giocatelo se avete voglia di evadere dai consueti schemi. La grafica ed i materiali non mi piacciono molto e vi esorto a fare attenzione alla componentistica in lingua originale.Comunque consiglio di provarlo.

7

Giochino molto divertente. Semplice, coinvolgente, ma dalla breve longevità. Peccato che non ci sia in italiano...

The Goblin Creative...

Assimilerò ogni vostra peculiarità ludica e sociologica.
La resistenza è inutile.

9

Grande!
Non ci sono parole... Il bello del gioco viene fuori a pieno se giocate contro puritani e gente che si scandalizza facile; li vedrete arrossire turno dopo turno.

5

Niente di eccezionale sia ben chiaro, in fondo è un gioco d'aste.
Può avere una vis comica sorprendente, ma deve essere però giocato con la comitiva giusta, il permalosone di turno non potrebbe gradire

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

8

Ottimo giochino per gruppo misto (maschi e femmine :) ), meccaniche funzionali e comicità a livelli altissimi!
Altro centro di FF!

"Se loro sapessero la metà delle cose che so io, io ne saprei il doppio".

9

Quoto in pieno El-Dox!
gioco stupendo! INutile dirlo ma FF ne sbaglia davvero pochi!!!

8

questo è un titolo molto bello, e il suo massimo punteggio lo prende in ambientazione!se entri nella meccanica della partita(cosa molto semplice) ti diverti unicamente leggendo le carte o facendo un riassunto della tua vita.In oltre questo gioco ha una meccanica davvero semplice!

8

Nessun commento

Ho sete, significa che sono vivo, che importa se l'ultimo o il primo, il cuore vuol battere ancora... ancora...

4

Una sola parola: stupido. Se vogliamo approfondire un meccanismo banale e piatto su un'ambientazione simpatica ma irritante.
Giocato: molto
Grafica/Materiali: 2
Longevità: 3
Divertimento: 1
Originalità: 5
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

6

simpaticissimi i disegni, e il tipo di ambientazione alla "the Sims" ( in versione sfigata)....
il gioco però non mi è parso molto ricco di interazione fra i giocatori ( a parte le telefonate reciproche)...nessuno pareva accorgersi degli obiettivi che gli altri stavano perseguendo....praticamente ognuno faceva i propri affari indisturbato!

frankiEdany
ehi, goblins...sono FRANKIE ...Dany si è fregata la mia E !!!

7

Il gioco si presenta molto divertente, ma per goderselo appierno non bisogna avere al tavolo moralisti puri o il loro contrario, cioè quelli che non perdono occasione per sottolineare i temi (soprattutti i più spinti) delle carte. Questo comportamento rischia di far diventare la partita pesante, invece che irreverente e sarcastica. L'interazione tra i giocatori è bassina, ognuno è abbastanza libero di andare per la propria strada, ma la cosa che meno mi piace è il sistema di gioco ad aste. Fare aste mi diverte, ma per un gioco del genere mi ero immaginato un sistema più veloce e meno freddo, per questo il voto non supera il 7.

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

7

Nessun commento

4

Nessun commento

Willy

8

spettacolare se il gruppo è unito.
ci vuole molto gioco di ruolo

8

Nessun commento

7

molto particolare, divertente, dissacrante

6

Difficle dare un giudizio su questo gioco.

Bella l'idea del tema trattato, con sufficiente ironia (forse non sufficiente per il pubblico italico, ma vabè).

Le meccaniche son abbastanza ben studiate ma l'influsso della fortuna è molto pesante, e questo, su un gioco che dura mediamente un paio d'ore è un difetto non da poco.

--
"l'ipse dixit è la tomba del pensiero"
(da citarsi liberamente)

6

Nessun commento

6

Ne ho avuto un assaggio (non una partita completa). Divertente fino a quando hai scoperto le varie situazioni possibili.

Ottimo party game, buono per approfondire (o distruggere) amicizie.

//esigarettaportal.it/sign/sign.php?n=rporrini&g=31&m=1&a=1981&d=30&c=0,75)
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.

8

Nell'ottica del "rivedersi i voti per votare bene e meglio" ho deciso di valutare verso il basso il 10 che diedi qualche mese fa a FFFF. Il motivo è piuttosto semplice, per quanto le meccaniche sono deliziose, molto del grado di apprezzamento è da ricercarsi nell'immediata irriverenza e satira che il titolo propone. Ma la routine e l'abitudine fanno svanire quei due punti dell'euforia iniziale che FFFF raccoglie nelle prime battute. Ripeto che il gioco regala molte soddisfazioni e come party game il divertimento è assicurato. Semplicemente sul lungo periodo non lo ritengo più da 10, ma da un comunque onorevole 8.

FFFF riassume tutta la "malattia" dell'uomo dai capelli verdi in un titolo che a prima vista appare scontato e divertente solo per l'ambientazione verosimile ricreata (la depressione va pari passo con l'alcolismo...). Spiace vedere come molti utenti gli abbiano affibiato un voto basso solo per questo. FFFF è molto di più, sotto il cofano si nasconde un titolo dalle meccaniche squisitamente accattivanti senza perdere la componente strategica: tenere sotto controllo i 9 aspetti della vita, le amicizie, la relazione con il partner per concorrere ai 5 scopi non sarà una passeggiata. Adattissimo ai giocatori occasionali: sembra ostico ma una volta imparato scivola via con una semplicità disarmante e senza perdere di vista gli appassionati del controllo grazie a regole che propongono varianti di partenza per minimizzare la componente fortuna presente nella pescata iniziale degli scopi. Meccanismo d'asta solido, funzionale e azzeccato, interazione garantita tra i giocatori (cellulare per entrare nella cerchia d'amici e carte vita per coinvolgerli facendo subire gli effetti), umorismo tagliente, ilarità dissacrante, citazioni, chicche (la carta "diventare utente mac" si commena da sola), originalità, tutto concorre per dare a FFFF quel paio di punti per portarlo al massimo punteggio possibile.
Nonostante la potenziale mancanza di varietà nel lungo termine non lo macinerete con rapidità, una partita porta via un'oretta. Senza escludere che un'espansione prima o poi arriverà.
Astenersi moralisti. Da applausi.

8

Ottimo gioco, divertentissimo per le situazioni che si vengono a creare (peccato solo per il titolo delle carte scritto in tedesco che fa perdere un pochino dell'ilarità della carta).
Stupende le carte, alcune molto irriverenti ed esilaranti!!!
Meccaniche ben congegnate e per nulla banali!
Ottimo prodotto, da giocare con altre "coppie"

7

Folle!!! Obiettivo del gioco è prendersi un infarto, drogarsi o altre cose più o meno improbabili!! l'ambientazione è molto divertente e se giocato con amici spiritosi diventa molto divertente!!!!

La fortuna è sola una scusa usata dai giocatori mediocri!

8

Nessun commento

7

molto divertente nelle prime 2-3 partite, sopratutto se giocato con persone di entrambi i sessi. L'impressione iniziale è da 8 ma il divertimento diminuisce col tempo.

7

Voto 7.5
Gioco molto spassoso e dalle regole un pò ingarbugliate ma non complesse. Ideale per una serata allegra con gli amici, infatti e qui che il gioco da il meglio di se. Ma al contrario di quanto si può pensare il gioco non è affatto banale e volendo si può giocare anche con un bel pò di tattica.

7

Un mini gioco di ruolo... troppo divertente se si gioca come un gioco di ruolo...

Ci'a'tut, Abracadambra

8

semplice, divertente e originale!

8

Divertente sopratutto se giocato in gruppo tra maschi e femmine, grafica varamente bella.

7

Dopo un incredibile entusiasmo iniziale che puntava sicuramente all'otto su questo gioco mi vedo costretto a raffreddare il mio giudizio. Se è verissimo che la tematica è originalissima e divertente e propone situazioni spassosissime in campo è altrettanto vero che la meccanica di gioco è ripetitiva sino alla nausea. Tralasciando la scarsa possibilità che i giocatori hanno di ostacolarsi direi che il difetto essenziale è la mancanza di un bel mazzo corposo di obbiettivi. Sono sempre quelli che girano e, per di più, non sono affatto bilanciati creando situazioni per cui chi pesca fortunato se ne fa 3 o 4 di colpo mentre altri sono ancora a litigare per il primo.
Proverò a giocarlo assegnando man mano gli obbiettivi ai giocatori (magari partendo da 2 all'inizio) cosicché non ci si possa preparare più di tanto da uno all'altro e probabilmente limitando pure la possibilità di cambiarli dal mazzo.
In conclusione è un titolo sicuramente da provare/giocare (con la giusta compagnia) e molto divertente nelle sue prime partite.

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

7

Il gioco in questione parte da una premessa davvero originale, molto divertente, accattivante ed intrigante e la buone dose di "politically uncorrect" non fa altro che rafforzare l'appeal di Funny Friends. La prima partita è davvero scoppiettante: tante risate, moltissimo divertimento, accurati calcoli per essere il primo a realizzare sogni e obiettivi del proprio alter-ego (tra l'altro: la grafica del gioco e la componentistica meritano una vera ovazione per lo stile scanzonato ed irriverente). Alla seconda partita, benché il divertimento non scemi (se giocata con le persone giuste, e con lo spirito giusto), l'impatto del gioco inizia a farsi sempre più blando. Con molti più obiettivi (almeno il doppio direi), e mega-obiettivi molto più ardui, il gioco ne guadagnerebbe senza dubbio in varietà e rigiocabilità. Comunque, consigliato.

6

Gioco divertente in cui la cosa più bella è vedere le situazioni assurde che si vegono a creare durante il gioco!
Il vero difetto del gioco è che può diventare veramente frustrante se si passano 5 o 6 turni senza fare una mazza!
Peccato perchè mi aspettavo molto di più.

7

Nessun commento

E' Bello incontrare qualcuno che usa il cervello e pensa razionalmente. E' un contrasto piacevole col mondo reale. - Bilbo Baggins -

8

veramente simpatico da fare in compagnia... tutto a icone quindi facile da imparare.

6

Nessun commento

7

Gioco carino con illustrazioni e disegni davvero divertenti. Con la compagnia giusta può essere spassoso ma il gioco in se non è che sia questo capolavoro. Simpatico.

7

Grande appeal nell'ambientazione; uno dei pochi giochi tedeschi dove quest'ultima diverte più del meccanismo. Funzionali ma abbastanza piatte le meccaniche, che garantiscono un controllo alquanto relativo sulla partita. Nel complesso un gioco interessante ma forse non longevo.

"Ebbene, si gioca per vincere ma giocando per vincere si impara a perdere. E io credo che questa sia la cosa importante, perchè se si è imparato a perdere si è imparato a vivere. E' tutto quello che volevo dire."
Alex Randolph

8

Se ti metti davanti a questo gioco come ti metteresti davanti a Caylus o a Portorico probabilmente troveresti un gioco che fa acqua da tutte le parti per quanto riguarda il bilanciamento: è fondamentalmente una questione di fortuna nel pescare gli obiettivi la vittoria o la sconfitta.
Però lo spirito del gioco non è quello. E' un gioco da prendere in modo scanzonato divertendosi a costruire un tragitto di pazza vita virtuale più che nel tentativo di accaparrare la vittoria (che comunque è piacevole da perseguire e sbandierare agli altri) e in quello funziona benissimo. Il meccanismo del tutto è secondo me sublime nel funzionamento e la perfetta attinenza degli effetti delle carte alle esperienze di vita rappresentate è una cosa che apprezzo moltissimo.
L'autore ha dovuto scegliere fra il bilanciamento degli obiettivi e il divertimento/realismo degli stessi e ha scelto, a ragione secondo me, il secondo. Un ottimo titolo per serate leggere.

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

7

Nessun commento

7

Gioco originalissimo, politicamente scorretto e graficamente eccellente. Carine le meccaniche di gioco e gli obiettivi che vanno "incastrati" per cercare di vincere (meglio fondar prima una setta o diventare un filosofo?). L'unica difficoltà è raccapezzarsi con le carte "mute", ma il disorientamento passa una volta finita la fase della pubertà (c'è qualcosa di realistico, no?). A mio parere, difficile ostacolare l'avversario se non sei bravino. Essendo un gioco "particolare" per le tematiche trattate, il divertimento è dipendente dalla "qualità" degli avversari: ho in mente un paio di amici che renderebbero sovrumana l'esperienza di gioco.

8

Uno gioco moooooolto carino ! Per chi non ha tabù di sorta !

"Il carattere delle persone non si rivela mai così chiaramente come nel gioco." L. Tolstoj

Per tutti gli appassionati giocatori di Firenze e dintorni, date un'occhiata al sito http://www.giocozona.org

7

Nessun commento

se il nan0 è vivo...
ammazza il nan0!

7

Il voto è scontato.
Poche volte mi sono trovato a dover pensare così poco di fronte alla valutazione di un titolo.
Il gioco è simpatico e strambo,come d'altronde la quasi totalità della collezione del buon Friese; in questo caso si tratta d'una sorta di party game/filler, sufficientemente lungo da non poter essere però considerato un mero esercizio riempitivo.
Il tema è molto carino,le risate si fanno(anche parecchie),il gioco scorre fluido e senza intoppi,dopo esser stato spiegato in nemmeno un quarto d'ora; è semplice da imparare e da giocare.
Ovviamente a lungo andare le situazioni diventano ripetitive e le carte vengono letteralmente imparate a memoria,ma tutto questo non riesce ad abbassare eccessivamente una valutazione comunque più che positiva. Riesce meglio se giocato con componenti d'ambo i sessi.
Il ruolo della fortuna è elevato,essendo pur sempre basato su mazzi di carte,ma lo spirito del gioco lo richiede assolutamente.

Da provare.

"Nella dorata guaina della compassione si nasconde talvolta il pugnale dell'invidia".
F.Nietzsche

7

Molto divertente. Un po' semplice, manca di reale interazione, ma non va giocato con spirito agonistico.

Pindus - un kobold nella tana dei Goblins

8

Gioco divertente sulla “vita” che si può intraprendere in modo fantasioso.
Si beve, si fuma, ci si droga, si è depressi, si ingrassa, si fa sesso, si diventa religiosi, si legge, si fa denaro, si diventa amici, ci si fidanza, ci si sposa, ci si lascia.
Alla Friedman Friese si aumentano le varie caratteristiche per ottenere i tuoi obbiettivi della vita. Peccato per la lingua tedesca, il gioco darebbe il max in ITA.
La versione inglese è un po’ più “censurata” di quella tedesca.
In generale è divertente se si hanno a disposizione le traduzioni delle scritte sulle carte (non rilevanti ma solo per ridere) comunque supportate da simboli chiari.

sassa

"dov'è finito il ladro ?"
"alle tue spalle sire..."

8

Bel gioco, divertente e rapido, molto è pilotato dalla fortuna ma non importa, il gioco è divertentissimo anche per chi arriva ultimo. Indispensabile giocarci con gli amici giusti

Draskar - Vice Capitano Dei Grand Openings

5

Gioco molto caustico, che mette sullo stesso piano valori e vizi della società contemporanea. Non adatto ai bambini, può offendere la sensibilità di qualcuno.

8

Un gioco veramente unico. La meccanica di base è semplice ma funzionale e l'ambientazione è divertentissima.
Indispensabile averlo in una lingua che si sa leggere (inglese?), altrimenti rende il 10%.

A lot of games become boring or simplistic once you’ve mostly "solved" them - a game that opens itself up to more strategy with repeated play is a rare treasure.

6

si... carina come idea... però dopo qualche volta che si gioca... che palle! si fanno sempre le stesse cose e si arriva alla fine senza quasi accorgersene. io lo vorrei rivendere ma a mia moglie piace tanto...

7

Gioco davvero molto divertente!

Il gioco rende di più se giocato almeno in 4 giocatori.

8

Nessun commento

organo inutile,

"... ecco, le catene gli facevano paura"

7

Nessun commento

Se credere che il gioco di ruolo rovini la psiche dei giovani potete benissimo pensare che il Monopoli sia alla base dei problemi dell'economica odierna e che il Cluedo sia un generatore di spietati killer, per non parlare del ruolo nefasto del Risiko.

5

Nessun commento

"Non si smette di giocare perchè si diventa vecchi,si invecchia quando si smette di giocare"

6

le carte sono molto divertenti a patto che sappiate il tedesco o che il possessore del gioco le abbia tradotte:la forza del gioco è tutta qui e si esaurisce presto se giocato piu volte di seguito.

"Senza temer Tempesta"

7

Nessun commento

LUDICI si nasce....Ma F.I.T.A. si diventa. B-M-F forever. Mitico Aledrugo che pur di non far vincere EvD si prostra, si sodomizza e fa diventare RE STEC....che dire tanto temuto e tanto Onore. Grazie di esistere Aledrugo.

7

Nessun commento

8

Gioco geniale e divertente. Non pesante nello svolgimento (molta interattività garantita dal meccanismo delle aste e dal coinvolgere gli altri nei propri eventi) e risate garantite. Nel suo genere secondo me è il migliore, e potrei valutarlo 10. Mi tengo basso solo per non sconvolgere i rapporti di classifica con altri giochi, ma sappiate che se siete tanto fortunati da riuscire a comprarlo è un Must Have. L'unico neo è forse la dimensione dei tabelloni e (soprattutto) dei segnalini: piuttosti piccoli (anche se di buona qualità). Carte ottime, divertenti; peccato solamente per un po' di censura da parte della RioGrande nell'edizione inglese (che tuttavia consiglio a chi non conosce il tedesco: parte del divertimento deriva proprio dal calarsi nelle situazioni e quindi leggere il titolo della carta aiuta in questo senso). Altro neo: la scatola è davvero fuori misura: molto larga e bassa...bha! Va giocato con le persone giuste e vi assicuro che avrete le lacrime agli occhi. La durata è onestissima, in 4 neo-giocatori abbiamo impiegato 1 ora (tolta la spiegazione del regolamento e intermezzi vari).

7

Nessun commento

Artnes - Vice Vice Capitano dei Grand Openings

7

Il meccanismo non presenta novità , sicuramente, è mooooolto lungo per essere compreso nei filler!Comunque il gioco risulta molto simpatico, e si procede lisci tra una risata e l'altra (anche se il regolamento è un poco lacunoso)!Di sicuro non si presta ad essere giocato molte volte di fila (rischia di diventare noioso)!
Galletto

6

Gioco davvero particolare, irriverente e divertente. Ci voleva un gioco così!
Purtroppo, però, già alla terza partita la voglia di rigiocarci è calata parecchio: la meccanica in se funziona bene, ma ha poco mordente, e diventa facilmente ripetitiva. Tutto il pregio di questo gioco sta nell'ambientazione, nei titoli e nelle illustrazioni delle carte.

//www.goblins.net/images/tdg_modules/tdgorg/affiliate/tdg_pescara_logo310.gif)

7

Il gioco l'ho preso per il tema irriverente che mi ha preso parecchio.
Ogni volta che gioco colgo nuovi aspetti ironici.
Purtroppo le regole sono scritte davvero male, ogni volta con gli amici ci sono inevitabili discussioni su quello che si può e non si può fare.
Non c'è una strategia forte, a volte ci sono dei turni in cui se non escono le carte "vita" giuste, non c'è niente da fare se non ritirarsi per primi.

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare